Articoli marcati con tag ‘porto d Venezia’

PORTO DI VENEZIA E GRIMALDI AL TRANSPORT LOGISTIC MONACO – NUOVI SERVIZI INTERMODALI PER MEDITERRANEO, CENTRO EU E BALTICO

Il porto di Venezia è protagonista a Monaco di Baviera alla fiera internazionale “Transport Logistic”, il principale evento del settore a livello mondiale.

Massiccia la presenza degli operatori veneziani che da sempre considerano Monaco un appuntamento immancabile perché raccoglie tutti i player del settore, totalizzando oltre 2.000 espositori e 55.500 visitatori in media.

In occasione della fiera, il Porto di Venezia e il Gruppo Grimaldi, l’operatore multinazionale leader nella logistica integrata e specializzato nel trasporto marittimo di merci rotabili (auto, van, camion, ecc.), hanno presentato i servizi intermodali mare/ferro offerti da e per Venezia con origine e destinazione il Mediterraneo Orientale, il Centro Europa e l’area del Baltico

I servizi Ro-Ro e Ro-Pax  da e per Venezia hanno mostrato un forte incremento nel 2016 e vanno ad aggiungersi al recente ritorno della linea container diretta con il Far East e al consolidamento dei servizi Intra-Med che fanno di Venezia il primo porto italiano in Adriatico per la movimentazione dei container (610mila TEU nel 2016). Ma Venezia è anche riconosciuto come il gateway perfetto per gli operatori del settore break bulk (in particolare per import/export siderurgico a servizio delle industrie della Pianura Padana) e per i colli eccezionali, che oggi da Venezia vengono esportati in più di 50 paesi nel mondo.

“Oggi come ieri, il porto di Venezia è crocevia di rilevanza internazionale per diverse tipologie di merci grazie alle rotte marittime percorse dalle 39 compagnie che scalano il nostro porto, e ai servizi intermodali con i mercati più dinamici d’Europa supportati dalle 6 imprese ferroviarie che operano nel nostro scalo. Un insieme di operatori e infrastrutture che fanno di Porto Marghera il cuore pulsante dell’import/export del Veneto e del Nord Est da/per tutto il mondo. L’attivazione dei nuovi servizi si va ad aggiungere a quelli, interamente intermodali, che già oggi collegano la Grecia (via mare) con i mercati del Nord Europa (via ferrovia), potremo così continuare ad incrementare la nostra leadership nel settore delle Autostrade del Mare che nel corso del 2016 ha fatto segnare un +30% e prospetta una crescita a doppia cifra anche per il 2017”, ha dichiarato Pino Musolino, Presidente dell’Autorità di sistema Portuale dell’Adriatico Settentrionale.

Appena due anni fa in questa occasione abbiamo annunciato l’ingresso del Porto di Venezia nella rete di Autostrade del Mare del Gruppo Grimaldi con il lancio della linea per Patrasso. Il bilancio di questo biennio è più che positivo, tant’è che il Gruppo ha incrementato la propria presenza estendendo ed arricchendo i propri servizi. Sono lieto di annunciare in quest’occasione che è allo studio un servizio shuttle per collegare il terminal ferroviario di Verona al Terminal Ro-Port di Venezia dando la possibilità agli operatori del settore di utilizzare i diversi collegamenti con la Germania e con l’Europa orientale e creando un vero e proprio ponte con la Grecia e i Balcani. Tutte le attività da noi sviluppate a Venezia hanno un chiaro obiettivo: l’integrazione dei trasporti marittimi con quelli ferroviari al fine di espandere i percorsi intermodali alla nostra clientela”, ha dichiarato Guido Grimaldi, Corporate Short Sea Shipping Commercial Director, Grimaldi Group.

MARITTIMI – LAVORATORI DEL MARE INVISIBILI”

L’International Propeller Club Port of Venice  e Stella Maris Friends’ – Seafares’Welfare Venice nel meeting d’apertura del nuovo anno sociale del Club che associa una sessantina di aziende che nel Veneto operano nel trasporto marittimo/aereo e terrestre, affronteranno le principali problematiche di un settore apparentemente invisibile, troppo  spesso considerato superficialmente, quello della “gente di mare” .

“Marittimi – Lavoratori del mare invisibili” è il tema del meeting che si terrà il 24 p.v.  con inizio alle ore 18.30 presso l’hotel Bologna (Best Western) di Mestre . Relatori il dr. Andrea Pesce, direttore di Stella Maris e la dott.ssa Anita Llubani responsabile P.R. dello stesso sodalizio.

“ Sono migliaia i marittimi che, grazie anche al forte incremento del traffico crocieristico ,approdano ogni anno  al porto di Venezia- anticipa il presidente del Propeller Massimo Bernardo – ed è a loro, alle loro condizioni di vita, alla loro solitudine e più drammaticamente alla loro “ invisibilità”  che il Port of Venice  vuole dedicare l’apertura del suo anno sociale invitando un po’ tutti, dai media alle autorità fino alla gente comune, a rendere sempre più ospitale ed adeguata  l’accoglienza a questo “popolo di invisibili”  nei nostri porti e nelle nostre città di mare”

I temi che saranno affrontati nel corso del meeting proporranno: Una panoramica sulle difficoltà che essi incontrano nell’esecuzione delle proprie attività ;

-          Gli inquadramenti contrattuali dei Marittimi

-          Le attività svolte dai Marittimi a bordo durante la navigazione e la sosta delle Navi nei porti

-          Le usuali necessità dei suindicati Marittimi, quando le Navi scalano i Porti ;

-          Le maggiori concentrazioni/percentuali  di risorse  Lavoratori del Mare nei vari Paesi del Mondo;

-          Le differenti interpretazioni ed applicazioni di norme in materia di Safety  da parte delle Navi e dei Marittimi;

-le problematiche imminenti in cui potrebbero incorrere i marittimi  e gli armatori italiani nel caso di mancata ratifica di norme internazionali applicabili al personale navigante.

Venezia sigla il protocollo d’intesa per al verifica carburante a bordo

Autorità portuale di Venezia, Capitaneria di Porto e la Direzione Interregionale delle Dogane per il Veneto e il Friuli Venezia Giulia le tre istituzioni competenti in materia di promozione, indirizzo e controllo, hanno siglato un protocollo di intesa con l’obiettivo di salvaguardare la salute dei cittadini e la tutela ambientale della città di Venezia (con particolare riferimento alla limitazione dell’inquinamento atmosferico).
(…)
Il primo passo per l’attuazione dell’accordo sarà di costruire – di concerto tra i tre Enti – alcune procedure operative per la realizzazione di controlli analitici da effettuare su campioni di combustibili ad uso marittimo.
La Capitaneria di Porto di Venezia avrà il compito di prelevare a bordo nave i campioni di combustibile da analizzare e la loro consegna al Laboratorio Chimico di Venezia dell’Agenzia delle Dogane.
Il Laboratorio effettuerà le analisi sui campioni ricevuti ed invierà a Capitaneria di Porto e Autorità Portuale i risultati affinché verifichino la compatibilità con le norme attualmente in vigore.  A carico dell’Autorità portuale inoltre anche la copertura amministrativa per l’attuazione del protocollo.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner