Articoli marcati con tag ‘presidio’

Giovedì nero dei trasporti, stop di 4 ore il 1° marzo

E' di nuovo sciopero

Sarà un giovedì nero per chi deve viaggiare in Italia e spostarsi nelle città. Le maggiori sigle sindacali dei trasporti hanno confermato lo sciopero generale di 4 ore per i settori ferroviario, marittimo, bus e metro, viabilità, merci e porti per “denunciare la condizione del settore, aggravata dalle decisioni del Governo”. In previsione dello sciopero, ricordano Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti, domani e dopodomani a Roma, dalle 10 alle 13, si terrà un presidio dei lavoratori del settore davanti alla sede del Ministero dei Trasporti.

Esclusi dalla protesta, su indicazione della Commissione di garanzia, il settore aereo e la regione Sardegna, che si fermerà per tutta la giornata del 13 marzo per lo sciopero generale di tutte le categorie produttive indetto dai confederali sardi.
Per quanto riguarda il trasporto pubblico locale su gomma le modalità dello stop varieranno da città a città (a Roma dalle 8.30 alle 12.30, a Milano dalle 8.45 alle 12.45, a Napoli dalle 9 alle 13), quello extraurbano si fermerà per 4 ore evitando la fascia 14-18, che invece interessa il trasporto ferroviario; treni e attività connesse di pulizia e ristorazione si fermeranno infatti dalle 14 alle 18 mentre gli addetti all’accompagnamento notte nelle ultime quattro ore di lavoro. Navi e traghetti ritarderanno di 4 ore la partenza. Si fermeranno le ultime quattro ore di servizio camionisti e tutti gli addetti di autostrade, Anas, autonoleggio, soccorso stradale, autoscuole, funivie. Stop nelle ultime due ore di lavoro degli addetti alle attività dei porti.

Tir e forconi, la protesta “contagia” la Calabria

Uno dei presidi in Sicilia

Autotrasportatori e agricoltori uniti, la protesta si espande in Calabria. Anche se nella vicina regione non si registrano manifestazioni simili, infatti, in alcune aree di stoccaggio oltre un centinaio di tir si sono fermati in un’area di stoccaggio. Si tratta delle aree adibite dalle compagnie di navigazione a Villa S. Giovanni (RC), dove avvengono i trasferimenti tra le due sponde dello Stretto. Per evitare di rimanere bloccati in Sicilia, gli autotrasportatori si sono fermati in Calabria.

Gli autotrasportatori calabresi, dal canto loro, avevano attuato una protesta simbolica lunedì scorso a Catanzaro, rallentando il traffico in entrata ed in uscita dal capoluogo regionale lungo la strada statale 280 dei due mari, che porta all’autostrada A/3. La protesta era rientrata dopo un incontro con i vertici della Regione.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner