Articoli marcati con tag ‘privatizzazione’

Tirrenia, siglato l’accordo per la cessione a Cin

Va avanti il procedimento dell'antitrust

Si avvia a conclusione la vicenda privatizzazione Tirrenia: siglato l’accordo per la cessione della compagnia di trasporto alla Cin. Ad annunciarlo è stata la Uilt in un comunicato, spiegando che “dopo un lungo e complicato percorso è stata raggiunta un’intesa che, anche se subordinata alla definizione delle procedure di verifica dell’antitrust europea in atto, delinea un quadro di garanzie per il servizio e per i lavoratori che transiteranno nella nuova società”. L’accordo traghetta nella Cin tutto il personale, con tanto di diritti acquisiti normativi ed economici.

“Auspichiamo – conclude Luigi Simeone, segretario generale del sindacato – che l’intesa raggiunta possa costituire la base di riferimento per il governo per sostenere ogni iniziativa nei confronti delle autorità europee per arrivare nel più breve tempo possibile alla definizione delle verifiche in atto, che dovranno realizzare la sottoscrizione della nuova convenzione da parte di Cin che ci auguriamo di salutare come nuova Tirrenia”.

Tirrenia, Matteoli in corsa contro lo stop dell’antitrust

Tirrenia verso la privatizzazione

“Tutto il governo è impegnato per evitare che l’antitrust europeo apra un’istruttoria sulla cessione di Tirrenia a Cin”. Lo ha dichiarato il ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture Altero Matteoli. Secondo la stampa, infatti, l’apertura dell’istruttoria sarebbe imminente.

“Aspettiamo il via libera dell’antitrust per fare le assegnazioni”, ha aggiunto Matteoli a margine dell’assemblea di Confitarma. “Berlusconi è già intervenuto presso la Commissione Europea – ha proseguito il ministro – perché questo non avvenga”. Il ministro ha infine assicurato di aver avuto rassicurazioni in merito anche da parte del vicepresidente della Commissione Europea Almunia.

Bus, a Firenze nasce un comitato per dire no ai privati

In autunno sarà di nuovo sciopero

Contro la privatizzazione di Ataf, l’azienda di trasporti pubblici fiorentina, è nato anche un Comitato. Con tanto di raccolta di firme e calendario di iniziative di sensibilizzazione per evitare la vendita di una sostanziosa quota della società, ad oggi quasi interamente pubblica.

L’operazione, preannunciata dal presidente Ataf Filippo Bonaccorsi già a inizio anno, prevede la divisione della società in due rami: uno resterà pubblico e manterrà le proprietà immobiliari, mentre l’altro sarà venduto al 100% a un partner privato e si occuperà di gestire il servizio, la manutenzione dei mezzi e, non ultimo, gli oltre 1.300 dipendenti. Alla faccia del recente referendum sulla gestione pubblica dei servizi.

Alla costituzione del neo “Comitato contro la privatizzazione di Ataf – Trasporto bene comune”, hanno contribuito il Comitato Acqua bene comune di Firenze, la Rsu dell’azienda, rappresentanti di associazioni, Cobas ed esponenti del mondo politico in ordine sparso (dall’Idv ai Verdi, da Sel ai “grillini”). Uno dei primi grandi atti di protesta organizzata è in programma per il 7 ottobre, in occasione dello sciopero dei dipendenti Ataf.

Elba, verso il monopolio Moby. Ma sconti in arrivo per residenti

Quasi completata la privatizzazione di Toremar

Sconti del 50% per elbani e pendolari, riduzione di 5,2 euro sul trasporto auto in alta stagione. Non tutte le privatizzazioni vengono per nuocere. Eppure residenti e albergatori dell’Isola d’Elba sono piuttosto preoccupati per il processo di vendita di Toremar, la compagnia di navigazione regionale che è stata acquistata da Moby, società privata che già adesso gestisce i servizi di collegamento insieme a quella pubblica.

Il monopolio fa paura, soprattutto agli albergatori, che temono aumenti e dunque meno attrattività per l’isola, a due passi dall’inizio vero e proprio della stagione estiva.

“La Regione – dichiara l’assessore ai trasporti Luca Ceccobao – ha già fornito all’Antitrust tutti gli elementi necessari per conoscere e valutare la situazione dei collegamenti navali tra l’Arcipelago toscano e la costa”.

“Il bando di gara per la cessione di Toremar e l’affidamento del servizio – continua – non poteva escludere armatori dalla gara stessa. Ma grazie alla privatizzazione di Toremar avremo una flotta rinnovata, tariffe agevolate per i residenti e servizi aggiuntivi. Il tutto garantendo gli attuali livelli occupazionali. Toremar non è un qualsiasi soggetto privato, ma ha un contratto di servizio con la Regione e, dunque, dovranno essere rispettate le esigenze contrattuali e dovrà essere garantita una politica tariffaria vantaggiosa per il territorio”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner