Articoli marcati con tag ‘produzione’

Airbus supera i propri obiettivi per il 2014 e si prepara per il futuro

Airbus ha raggiunto i propri obiettivi per il 2014 consegnando complessivamente 629 aeromobili a 89 clienti di cui otto nuovi. Di questi, 490 aeromobili della Famiglia A320, 108 A330, 30 A380 e il primo A350XWB. Con questi risultati Airbus registra il tredicesimo anno consecutivo di crescita delle consegne, superando il record precedente stabilito nel 2013.

Airbus ha inoltre registrato 1.456 ordini netti da parte di 67 clienti (di cui 14 nuovi), il secondo anno più importante nella storia di Airbus con 1.321 aeromobili a corridoio singolo e 135 widebody. Di conseguenza, a fine anno il libro ordini raggiungeva un nuovo record per il settore con 6.386 aeromobili per un valore complessivo di USD 919,3 miliardi a prezzi di listino.

Alla fine del 2014 Airbus deteneva una quota di mercato superiore al 50% nel segmento degli aeromobili da cento e più posti. Tra i successi commerciali dell’anno, le vendite dell’A330neo che ha registrato 120 ordini fermi in soli sei mesi, la decisione di Delta di scegliere l’A330neo per i servizi transatlantici e l’A350 per quelli transpacifici, il continuo successo riscontrato dagli aeromobili A320 neo e ceo che hanno registrato numerosi ordini soprattutto dalle società di leasing.

Dal punto di vista industriale si sottolinea la conclusione della campagna di test e certificazione dell’A350XWB, culminata con la consegna nei tempi programmati del primo esemplare a Qatar Airways. Airbus ha inoltre raggiunto i propri obiettivi di consegne per l’A380 consegnandone 30 e dando il benvenuto ad Asiana, Qatar Airways e Etihad quali nuovi operatori di questo aeromobile simbolo. Mentre il programma di sviluppo dell’A330neo prende il via, l’A330ceo continua a beneficiare degli sforzi di innovazione incrementale perseguiti da Airbus. Nel frattempo, il programma A320neo procede secondo la tabella di marcia dopo il primo volo effettuato nel settembre 2014, aprendo così le porte alla certificazione prevista per il terzo trimestre 2015 e alle prime consegne nel quarto trimestre 2015.

“Il 2014 è stato un ottimo anno e i team di Airbus hanno non soltanto raggiunto ma superato i propri obiettivi”, ha commentato Fabrice Brégier, Presidente e CEO di Airbus. “Airbus ha inoltre compiuto importanti passi in avanti nel diventare un’azienda più veloce, semplice e agile, mentre la nostra strategia di innovazione incrementale ci sta aiutando a consolidare la nostra posizione di leadership in tutti i segmenti di mercato”:

Airbus è leader a livello mondiale nella produzione di aeromobili per il trasporto passeggeri con capacità tra i 100 e i 500 posti. Airbus ha centri di progettazione e produzione in Francia, Germania, Gran Bretagna, e consociate negli Stati Uniti, Cina, India, Giappone e Medio Oriente. Inoltre fornisce i più elevati standard di supporto e assistenza alla clientela attraverso un network internazionale in continua crescita.

Airbus porta a 46 la produzione mensile di aeromobili della Famiglia A320 a partire dal Q2 2016

Airbus ha deciso di incrementare la produzione della Famiglia best-seller di aeromobili a corridoio singolo che, a partire dal secondo trimestre del 2016, passerà da 42 a 46 aeromobili al mese. L’incremento sarà progressivo e avrà una fase intermedia di 44 aeromobili al mese nel primo trimestre 2016.

“Sulla base delle solide prospettive di mercato per la nostra Famiglia A320, best-seller nel settore degli aeromobili a corridoio singolo, e in seguito a un’attenta analisi della capacità di incrementare il ritmo di produzione da parte della nostra supply chain, saremo pronti a passare a 46 aeromobili al mese nel secondo trimestre 2016”, ha dichiarato Tom Williams, Executive Vice President Programmes di Airbus. “Con un backlog di ordini da record, che supera i 4.200 areomobili a corridoio singolo, e il crescente successo della versione NEO, abbiamo dei validi motivi per incrementare la nostra produzione mensile e rispondere così alle aspettative dei nostri clienti che desiderano ampliare il numero di questi aeromobili – così efficienti in termini di carburante – all’interno delle loro flotte.”

Nel corso degli ultimi cinque anni Airbus ha incrementato regolarmente i ritmi di produzione dei propri aeromobili a corridoio singolo, passando da 36 a fine 2010 a 38 nell’agosto 2011 e a 40 nel primo trimestre 2012 per raggiungere infine i 42 aeromobili al mese nel 4° trimestre dello stesso anno.

Con ordini, a oggi, per oltre 10.200 aeromobili di cui oltre 5.900 consegnati a quasi 400 clienti e operatori, la Famiglia A320 che comprende gli A318, gli A319, gli A320 e gli A321, costituisce la famiglia di aeromobili a corridoio singolo best seller più avanzata al mondo.

La Famiglia A320neo che conta a oggi 2.610 ordini, si è conquistata all’incirca il 60% della quota di mercato degli aeromobili a corridoio singolo, decretando così il proprio ruolo di leader in questo segmento di mercato. Dotati di una motorizzazione più efficiente e di ‘Sharklet’, i grandi dispositivi situati all’estremità delle ali, questi nuovi aeromobili consentiranno di ridurre i consumi di carburante di oltre il 15%.

Cantieristica navale:Bono, usato 50% capacità produttiva

Nella cantieristica navale, negli ultimi 5 anni (quinquennio 2008-2012) mediamente il volume di ordini emesso a livello mondiale si è attestato a 32 milioni di tonnellate di stazza lorda, contro una capacità produttiva stimata intorno ai 60-70 milioni. Lo ha sottolineato l’ad di Fincantieri Giuseppe Bono nel corso del Foro Italia Spagna, aggiungendo che quindi “praticamente solo il 50% della capacità produttiva è oggi utilizzata”. “Il calo di ordinativi – ha proseguito – non ha risparmiato nessun comparto dello shipping, compreso quello delle navi da crociera in cui Fincantieri è leader”. Bono, dunque, ha ricordato che per Fincantieri “è stato necessario individuare la dimensione compatibile con la mutata dimensione del mercato, salvaguardando le competenze e affrontando problemi di ordine politico e sociale. Non è possibile infatti pensare di mantenere il tutto a costi antieconomici. Questo obiettivo ha richiesto la stipula di un sofferto accordo con le organizzazioni sindacali che ha garantito il mantenimento di tutti i siti produttivi in Italia”.

Al via la produzione del nuovo Sprinter

Dopo oltre otto milioni di chilometri di test di collaudo, il primo nuovo Mercedes-Benz Sprinter di serie ha lasciato le linee dello stabilimento di Düsseldorf. Con l’ultimo Sprinter Mercedes-Benz Van inaugura un nuovo capitolo nella storia di successi del large-van Mercedes e stabilisce nuovi standard nel segmento. Il nuovo Sprinter dispone di cinque innovativi sistemi di sicurezza ed assistenza, novità assolute nel mercato dei veicoli commerciali. Inoltre, Sprinter è il primo van con motorizzazioni conformi alla norma Euro 6 e consumi tanto contenuti (fino a 6,3 l/100 km) da renderlo il punto di riferimento del mercato sul fronte dell’economia dei consumi. Nel segmento dei large-van si distingue, infine, per una superiore ricercatezza estetica.
Per tutti questi motivi l’avvio della produzione in serie è stato celebrato a Düsseldorf con un evento speciale, in occasione del quale il primo nuovo Sprinter è stato ufficialmente presentato al personale dello stabilimento alla presenza di Volker Mornhinweg, Responsabile Mercedes-Benz Van, Sascha Paasche, Responsabile Engineering Mercedes-Benz Van, Rainer Ruess, Responsabile Production Mercedes-Benz Van e Martin Kelterer, Responsabile dello stabilimento Mercedes-Benz di Düsseldorf.
Volker Mornhinweg ha dichiarato: “Con il nuovo Mercedes-Benz Sprinter siamo riusciti a stabilire nuovi standard di eccellenza nel settore van. Sui fronti sicurezza, efficienza e qualità il nuovo Sprinter non teme confronti, è benchmark assoluto nel segmento dei large van oltre ad essere il numero 1 al mondo tra i veicoli commerciali. La produzione in serie inaugura ora un nuovo capitolo e sono lieto di poter continuare a scrivere la storia di successo di Sprinter lavorando insieme a tutti voi.”

Opel/Vauxhall e Renault, la produzione resta in Francia e Regno Unito

Opel Vivaro

La prossima generazione di Vivaro e Trafic sarà prodotta in Francia e Regno Unito. Continua la fruttuosa collaborazione tra Opel/Vauxhall e Renault, iniziata nel ’96 con la prima versione di Movano e Master ed estesa cinque anni dopo ai furgoni di incredibile successo Vivaro e Trafic, i cui ultimi modelli sono usciti appena l’anno scorso.

La nuova produzione dovrebbe cominciare nel 2013 e proseguire nell’impianto di Luton , per quanto riguarda la prossima generazione di Vivaro,  a Sandouville per quel che riguarda Trafic. La fabbrica francese ospiterà anche la produzione della versione H2 del modello Vivaro di Opel, che dovrebbe raggiungere le 100mila unità all’anno.

La produzione dei modelli attuali dei due van è iniziata nel 2001 e, fino al 2010, Renault e Opel/ Vauxhall ne hanno prodotti più di 1,25 milioni di unità.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner