Articoli marcati con tag ‘referendum’

Grandi Navi: referendum popolare a Venezia,è plebiscito di no

Un successo senza precedenti”: è entusiasta Marta Canino nel raccontare la risposta di Venezia al referendum popolare contro le grandi navi in laguna indetto  in città. Il quesito della scheda riportava: “vuoi che le navi da crociera restino fuori dalla Laguna di Venezia e che non vengano effettuati nuovi scavi all’interno della Laguna stessa?”. La risposta dei veneziani è stata plebiscitaria: i gazebi allestiti dalle 9 alle 18 sono stati letteralmente presi d’assalto, con code sin dal primo mattino. In questo momento, a seggi virtualmente chiusi, vi sono ancora file di persone ai banchetti e le 25 mila schede stampate per il referendum sono andate esaurite. Per consentire l’effettuazione del sondaggio popolare si sono alternati oltre 200 volontari. Alle 15 al gazebo di Santa Maria Elisabetta, al Lido, avevano votato quasi 900 persone, altre 300 agli Alberoni, oltre 500 ai Santi Apostoli. “Una cosa mostruosa – racconta Marta – abbiamo visto in fila per votare anziani in carrozzella, mamme con le carrozzine e tante famiglie”. Molti i bimbi che, al passaggio dei ‘giganti del mare’ davanti a San Marco hanno cantato come una filastrocca, “fuori le navi dalla laguna”. Andati esauriti anche tutti i gadget in vendita nei gazebo: dalle magliette alle borse, sino agli zaini che riportano gli slogan contro le navi in laguna.

Venezia: il 18 giugno Referendum popolare No Grandi Navi

Navi da crociera fuori dalla laguna e blocco di nuovi scavi devastanti: sono i temi del referendum popolare che No Grandi Navi ha indetto per il 18 giugno. “In queste settimane – spiega Renato Mazzolin, portavoce del comitato – verranno distribuiti in migliaia di copie in diverse parti del territorio del Comune di Venezia i volantini e i manifesti che spiegano l’opposizione al transito delle navi da crociera in laguna”. Il quesito scelto per la consultazione è: “Vuoi che le Grandi Navi da crociera restino fuori dalla laguna di Venezia e che non vengano effettuati nuovi scavi all’interno della laguna stessa?

REFERENDUM 4 DICEMBRE: ENAC GARANTISCE LE MISURE PER CONSENTIRE AL PERSONALE NAVIGANTE IN SERVIZIO DI ESERCITARE IL DIRITTO DI

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che in occasione del Referendum Costituzionale del 4 dicembre p.v, le Direzioni Aeroportuali dell’ENAC garantiranno le misure idonee a consentire al personale navigante che per motivi di servizio si trovi in un Comune diverso da quello nelle cui liste elettorali risulta iscritto, incluso il personale in riposo e in malattia, di esercitare il diritto di voto presso i seggi elettorali del Comune in cui si trova l’aeroporto di imbarco o sbarco. Il personale navigante interessato, come avviene in ogni occasione elettorale, dovrà presentarsi al seggio del Comune munito di apposita attestazione rilasciata dal Direttore Aeroportuale. Si precisa che il personale navigante in turno di servizio o di riposo all’Aeroporto di Roma Fiumicino, potrà ritirare gli appositi moduli presso il Cerimoniale di Stato dello scalo per votare al seggio del Comune di Fiumicino, presentando il foglio turni predisposto dalla propria compagnia aerea.

Gioia Tauro, si riapre la trattativa. Oggi il referendum

Gioiatauro

Si intravede uno spiraglio nella vertenza sull’applicazione degli esuberi e sui criteri per la cassa integrazione per i lavoratori del porto di Gioia Tauro. Lo scalo resta comunque bloccato per l’astensione dei lavoratori, che partecipano ad assemblee permanenti per ogni turno.

Dopo la rottura dei giorni scorsi, Cgil, Cisl e Uil (ma non il Sul) sono riusciti a ottenere un’intesa di massima con Mct, da sottoporre però al vaglio degli oltre mille lavoratori, altamente sindacalizzati.

L’accordo è teso a garantire “la rotazione del personale interessato con principi di salvaguardia legati all’organizzazione del lavoro”. A decidere le sorti dell’accordo e del Porto saranno i lavoratori stessi, oggi, attraverso un referendum.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner