Articoli marcati con tag ‘Regione Marche’

Marche, Accordo Quadro fra Regione e RFI e potenziamento servizi ferroviari

Programmare la capacità di traffico ferroviario sulle linee ferroviarie delle Marche per dieci anni: a regime la produzione sarà di circa 4,34 milioni treni chilometro/anno.

Integrare
le diverse modalità di trasporto delle Marche elaborando un sistema integrato di servizi: orario cadenzato e coincidenze.

Sono gli obiettivi strategici dell’Accordo Quadro siglato oggi ad Ancona dal Governatore Regionale delle Marche Luca Ceriscioli e da Maurizio Gentile, AD di Rete Ferroviaria Italiana.

Per il sistema di trasporto regionale delle Marche è previsto il cadenzamento di gran parte dei servizi al fine di rendere più efficace l’integrazione con i servizi a mercato, con i servizi su gomma e con i servizi delle regioni limitrofe con le quali sono già stati sottoscritti i medesimi accordi.

Sono definiti anche alcuni investimenti di upgrade infrastrutturale di medio-lungo termine che consentiranno di soddisfare sempre meglio le esigenze di mobilità regionale: raddoppio della linea Orte – Falconara, elettrificazione della Civitanova-Albacina, potenziamento dei nodi di interscambio e abbattimento delle barriere architettoniche.

L’Accordo Quadro è lo strumento tecnico che consentirà a Regione Marche di prenotare capacità di traffico per la rete ferroviaria regionale, di programmare nel medio/lungo periodo l’uso dell’infrastruttura ferroviaria in funzione del Piano Regionale dei Trasporti.

Per RFI l’Accordo Quadro relativo alla capacità ferroviaria è il principale strumento per determinare le reali esigenze di mobilità del territorio e per programmare, ove necessario, interventi di upgrade infrastrutturale per ottimizzare lo sviluppo dei servizi regionali.

Sisma Umbria – Marche: viaggi gratuiti per i residenti delle aree colpite e i volontari della protezione civile

Continuano le iniziative del Gruppo Fs a supporto delle popolazioni colpite dal terremoto.

I residenti nelle aree del cratere e i volontari della Protezione Civile che operano nelle zone interessate potranno viaggiare gratuitamente, ogni giorno, per raggiungere le aree di attività o i luoghi di residenza.

L’iniziativa, effettuata in collaborazione con la Protezione Civile Nazionale, ricalca quella già adottata dopo il terremoto di Amatrice del 24 agosto, e resterà valida fino al 31 dicembre.

Prosegue intanto l’attività del personale del Gruppo FS nella gestione quotidiana dei due treni-cuccetta, operativi nelle stazioni di Fabriano (da venerdì 28 ottobre) e di Foligno (dal pomeriggio di lunedì 31 ottobre), che hanno una capacità complessiva di più di 700 posti letto.

FERCAM consolida la propria presenza nelle Marche

Taglio del nastro sabato 26 settembre per la nuova filiale FERCAM di Ancona alla presenza di un vasto numero di persone – i vertici dell’operatore logistico altoatesino, manager di aziende e autorità locali – rallegrato da uno spettacolo di animazione musicale della Mabò Band e dagli eccezionali acrobati della compagnia Cosmic Artists di Berlino.

“Questa nuova apertura è un buon auspicio per la città di Ancona e per la Regione Marche, abbiamo bisogno di importanti investimenti come questo” ha dichiarato Fabio Sturani – capo segreteria del Governatore della Regione Marche Luca Ceriscioli.

“La scelta di aprire una seconda piattaforma ad Ancona – in posizione baricentrica e nel cuore produttivo della Regione – è stata dettata dalla necessità di garantire maggiori spazi alla filiale, non più sufficienti a supportare lo sviluppo delle attività che FERCAM stava registrando nel territorio marchigiano” ha spiegato Marcello Corazzola, direttore Logistics & Distribution Network in FERCAM.

La filiale a Falconara si concentrerà sull’attività di logistica, mentre la nuova piattaforma garantirà il servizio Euronazionale di distribuzione nazionale e internazionale.

Il nuovo impianto dispone di un magazzino di 3.500 mq. con impianto fotovoltaico, dotato di 34 bocche di carico e 700 mq. di uffici; con l’apertura della seconda sede, FERCAM opera ad Ancona su una superficie totale di 13.500 mq. La nuova filiale è diretta da Valentino Casagrande, che vanta lunga esperienza nel settore dei trasporti. L’investimento sulla nuova filiale FERCAM di Ancona creerà sicuramente nuove opportunità di lavoro che si andranno a sommare all’attuale organico composto da 60 collaboratori interni ed esterni per le attività di cross docking e distribuzione nonché vettori terzi con contratto esclusivo.

FERCAM Ancona guarda ai mercati esteri

L’AD di FERCAM, Thomas Baumgartner, nel suo intervento ha voluto rimarcare le forti potenzialità del territorio: “nelle Marche operano 153.625 aziende (fonte: noi.italia- istat.it) che esprimono una forte vocazione all’export, una grande laboriosità e sono un esempio del buon saper fare imprenditoria nel nostro Paese, confermato anche dal forte saldo positivo delle esportazioni nella bilancia commerciale di questa regione”.

Emblematiche da questo punto di vista le parole del direttore della filiale FERCAM di Ancona, signor Valentino Casagrande: “curiamo l’esportazione delle eccellenze produttive marchigiane per famosi brand conosciuti a livello internazionale; siamo molto attenti nel comprendere ed erogare servizi logistici aderenti alle specifiche esigenze delle aziende e dei settori merceologici presenti nell’area marchigiana. Negli ultimi tre anni la filiale di Ancona ha raddoppiano il fatturato e prevede di chiudere il 2015 con un volume d’affari superiore ai 10 milioni di Euro.”

La presenza di FERCAM nelle Marche

La prima filiale di FERCAM nelle Marche nasce nel 2004 a Civitanova Marche, specializzata nei servizi di Distribuzione Internazionale; nel 2005 la stessa filiale allarga la sua attività con l’apertura del reparto Air & Ocean. Nel 2006 viene aperta una seconda filiale a Falconara che inizialmente offriva servizi di Distribuzione Italia, per poi estendere nel corso dello stesso anno la sua attività anche alla Divisione Logistica. Nel 2007, viste le forti richieste espresse dalle aziende marchigiane, viene integrato presso la filiale di Falconara il servizio di Distribuzione Internazionale.

Nelle Marche arriva Swing, il nuovo treno diesel dedicato ai pendolari

Stamattina il viaggio di presentazione del nuovo treno, da Macerata ad Ancona, con a bordo, tra gli altri, l’Assessore regionale ai Trasporti Angelo Sciapichetti e, per Trenitalia, l’Amministratore Delegato Vincenzo Soprano, il Direttore della Divisione Passeggeri Regionale Orazio Iacono e il Direttore Regionale Marche Fausto Del Rosso.

Lo Swing presentato oggi è il primo degli 8 treni diesel che entreranno in esercizio nelle Marche. I nuovi treni faranno servizio sulla linea Civitanova – Macerata – Fabriano – Ancona.

Gli Swing sono treni progettati e realizzati secondo le più avanzate concezioni di ingegneria, con accessori e dotazioni tecnologiche all’avanguardia, tali da elevare i correnti standard di affidabilità, puntualità, confort, security e informazione ai passeggeri.

Realizzati dalla Pesa, sono moderni convogli diesel con un’offerta di 161 posti a sedere (2 postazioni per persone a mobilità ridotta), destinati a viaggiare sulle linee non elettrificate. Il treno può raggiungere la velocità di 130 chilometri orari ed è dotato di monitor e apparati audio per una migliore comunicazione con i passeggeri. Inoltre, sono installate sei telecamere interne e quattro esterne per garantire una video sorveglianza a 360 gradi.

I nuovi treni presenteranno la nuova livrea esterna che contraddistingue tutta la flotta regionale, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta, caratterizzata da un forte contrasto tra lo sfondo antracite opaco e le marcate pennellate di colore.

Lunedì 20 luglio 2 nuovi Swing inaugureranno il loro servizio commerciale sulle linee delle Marche ed effettueranno 5 collegamenti: il primo Swing a disposizione dei viaggiatori sarà il Regionale 7105, che partirà dalla stazione di Ancona alle 11.50 per arrivare a Fabriano alle 14.22.

Gli altri 4 partiranno rispettivamente da Ancona alle 14.22 per Civitanova Marche (R12053), da Civitanova alle 15.17 per Fabriano (R 7113), da Fabriano alle 17.35 per Civitanova (R 7118) e da Civitanova alle 19.26 per Fabriano (R 7127).

Entro settembre gli 8 Swing previsti per le Marche saranno tutti in esercizio e l’offerta commerciale sulla Civitanova – Fabriano sarà interamente effettuata con i nuovi treni.

Già dal 31 agosto, inoltre, su indicazione della Regione Marche, committente e finanziatrice dei servizi regionali su ferro, verrà completamente riprogrammata l’offerta commerciale sulla Civitanova – Fabriano, proprio in virtù dei nuovi treni in servizio sulla linea.

Gli 8 Swing, che si aggiungono agli 8 Jazz che dall’aprile del 2014 (primi in Italia) circolano sulla altre linee regionali marchigiane, sono un ulteriore tassello del piano nazionale di rinnovo della flotta regionale che Trenitalia sta dedicando ai pendolari.

Un investimento di 3 miliardi di euro che si traduce in 200 nuovi treni e 235 convogli completamente rinnovati.

Trenitalia Marche: arriva Promoweekend, il premio fedeltà dedicato agli abbonati regionali

Viaggi gratis senza confini, il sabato e la domenica, per gli abbonati regionali delle Marche.

Per loro nasce Promoweekend, un vero e proprio premio fedeltà che la Direzione Regionale Marche di Trenitalia, in accordo con la Regione, dedica a tutti i suoi clienti più affezionati.

Basta essere titolari di un abbonamento regionale o sovraregionale – con origine o destinazione nel territorio regionale – per viaggiare gratis nei fine settimana su qualsiasi linea ferroviaria delle Marche, indipendentemente dalla relazione di riferimento dall’abbonamento.

Unico requisito – peraltro assolutamente piacevole – per beneficiare della promozione è la presenza di un compagno di viaggio, in possesso di un regolare biglietto di corsa semplice a tariffa intera per la tratta che si intende percorrere. Il biglietto deve essere acquistato lo stesso giorno del viaggio.

L’iniziativa punta a incentivare l’utilizzo turistico del treno nei weekend, per raggiungere le rinomate località balneari dell’Adriatico o visitare le tante città d’arte delle splendide terre marchigiane. Gite fuoriporta in compagnia di tutta la famiglia – bimbi gratis fino a 4 anni e a metà prezzo fino ai 12 – o salutari escursioni in bicicletta, peraltro ammesse gratuitamente in treno, se pieghevoli.

Un turismo dolce e sostenibile, quindi, che vede proprio nel treno – vettore verde per eccellenza- un potenziale fattore di sviluppo.

Per beneficiare della promozione, valida nei tre fine settimana dal 13 al 28 giugno, basterà avvisare il personale di bordo al momento del controllo dei biglietti.

Musica nuova sui binari delle Marche: arriva Jazz

A consegnare ad Ancona il primo dei 4 Jazz previsti per i pendolari marchigiani è stato oggi l’AD di Trenitalia Vincenzo Soprano. Presenti alla cerimonia il Presidente della Regione Gian Mario Spacca, l’assessore regionale ai Trasporti Luigi Viventi, il sindaco di Ancona Valeria Mancinelli e, per Trenitalia, il Direttore della Divisione Passeggeri Regionale Francesco Cioffi e il Direttore Marche Danilo Antolini.

Quello presentato oggi è il primo dei 70 Jazz che arriveranno nei prossimi mesi nelle Regioni italiane che ne hanno richiesto l’acquisto a Trenitalia con il Contratto di Servizio 2009-2014.

La commessa costituisce una tranche fondamentale del programma nazionale d’investimento di 3 miliardi di euro dedicato al trasporto regionale: 200 nuovi treni e 235 convogli completamente rinnovati entro i prossimi mesi.

Una flotta, quella regionale, che sarà connotata anche da una nuova livrea esterna: un look del tutto rinnovato che contraddistinguerà la carrozzeria di tutti i treni regionali, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta, caratterizzato da un forte contrasto tra lo sfondo antracite opaco e le marcate pennellate di colore.

Per le Marche il programma prevede, oltre ai 4 treni Jazz, anche l’arrivo di 8 complessi diesel che, tra la fine del 2014 e giugno 2015, entreranno in esercizio sulla Civitanova Marche – Macerata – Fabriano.

Il nuovo treno Jazz sarà operativo, da lunedì 14 aprile, sulla tratta Ancona – San Benedetto del Tronto – Ascoli Piceno.

Entro aprile entreranno in esercizio anche gli altri 3 convogli, che circoleranno tra Ancona e Fabriano e tra Ancona e Pesaro.

Via ai lavori per il collegamento ferroviario Orte-Falconara con la linea Adriatica.

Sono passati pochi giorni da quando la delibera del Cipe per la realizzazione del 1′ lotto del collegamento ferroviario Orte-Falconara con la linea Adriatica è stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale, che già si è tenuto un incontro operativo tra Rfi ed Interporto Marche Spa.

Rete Ferroviaria Italiana (Rfi), infatti,  procederà immediatamente alla pubblicazione del bando per la realizzazione del ‘Nodo di Falconara’, il collegamento ferroviario della Orte-Falconara con la linea Adriatica che consente di collegare la tratta Tirrenica con le regioni del Nord-Est, in alternativa alla dorsale Roma-Milano.

Nell’incontro tra Luciano Frittelli di RFI Ancona ed i vertici di Interporto Marche si è parlato del  bypass di Falconara e della programmazione strategica ed operativa che questa opera avrà nella riorganizzazione infrastrutturale, dei servizi e dei traffici ferroviari per il territorio dell’Italia centrale.

Roberto Pesaresi, Presidente di Interporto Marche ha ripercorso le tappe principali che hanno portato alla delibera, frutto del lavoro e dell’impegno di molti.

“Nel 2003 – ricorda Pesaresi – l’allora governatore D’Ambrosio, Salvatori per RFI ed il sottoscritto, presentammo il progetto ed i grandi ed evidenti vantaggi sia sotto l’aspetto economico che della sicurezza che esso avrebbe procurato.”

“Ha ragione l’Assessore alle Infrastrutture e Trasporti Luigi Viventi quando ricorda che si tratta di un’opera strategica che attendiamo da anni e che consente alle Marche di potenziare i collegamenti con la grande viabilità ferroviaria nazionale – afferma ancora Pesaresi citando le parole dello steso Viventi – così come quando sottolinea che questo progetto consentirà di eliminare l’attraversamento delle raffineria Api di Falconara, con evidenti benefici in termini di sicurezza, scongiurando così il pericolo che accadano tragedie come quelle del giugno 2009 a Viareggio nella quale insiste una situazione simile.”

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner