Articoli marcati con tag ‘Regione Sardegna’

Attivato tavolo tecnico tra garante, Regione Sardegna ed Enac

Si è conclusa ieri l’audizione, convocata dall’Autorità di garanzia per gli scioperi, tra il presidente della Regione Sardegna, Francesco Pigliaru, l’assessore dei Trasporti, Massimo Deiana, ed i vertici di Enac (Ente nazionale aviazione civile) e dei vettori aerei Alitalia e Meridiana.
L’incontro si è svolto in modo costruttivo e di piena collaborazione tra le parti ed ha avuto ad oggetto il miglior contemperamento tra il diritto di sciopero dei lavoratori ed il diritto alla mobilità dei cittadini utenti della Sardegna, in caso di sciopero nel settore del trasporto aereo.
Nel corso del confronto, attesa la piena disponibilità dimostrata sia da Alitalia che da Meridiana, sono state individuate talune soluzioni di natura tecnica che, senza modificare le fasce di garanzia in caso di sciopero, potrebbero garantire più efficacemente il principio della continuità territoriale.
Nel corso delle prossime settimane pertanto si attiverà un tavolo tecnico tra Autorità di garanzia, Regione Sardegna ed Enac volto alla soluzione di tali problematiche.

Commissione Trasporti: approvato con integrazioni atto di indirizzo strategico

“La commissione Trasporti e Governo del territorio, presieduta dall’onorevole Giuseppino Pinna (Udc) ha approvato con 6 voti favorevoli, 4 astensioni ed un voto contrario, la delibera di Giunta relativa allo schema della nuova continuità territoriale aerea (CT1). Nel documento, a seguito di una proposta dell’onorevole Salvatore Demontis (Pd), è stata inserita una integrazione in 4 punti che dovrà essere sottoposta alla verifica della Giunta ‘nel più breve tempo possibile. L’integrazione riguarda:

1) la possibilità di differenziare la tariffa fra residenti e non residenti estendendo all’intero anno il regime di continuità per i mesi di luglio ed agosto;
2) la ulteriore riduzione delle tariffe per i residenti;
3) l’utilizzo delle economie a sostegno della cosiddetta CT2 con aumento delle destinazioni e degli incentivi del trasporto aereo low-cost con particolare riferimento alle principali città europee;
4) lo studio di agevolazioni tariffarie per studenti residenti, sia per il trasporto aereo che per il Tpl (Trasporto pubblico locale).

Nel lungo ed articolato dibattito che ha preceduto il voto hanno preso la parola i consiglieri regionali Angelo Carta (Psd’Az), Antonio Solinas, Salvatore Demontis, Giuseppe Meloni ed Alessandro Collu del Pd, Piermario Manca del Pds, Giuseppe Fasolino ed Alberto Randazzo di Forza Italia, Eugenio Lai di Sel, Giovanni Satta del Misto e Pierfranco Zanchetta di Cps. Il confronto, in sintesi, ha evidenziato la volontà comune di agire in tempi brevi ed individuare nuove risorse per abbassare ulteriormente le tariffe estendendole ai 12 mesi dell’anno, ed alcune differenze sul regime della tariffa ‘unica’ per residenti e non residenti. Secondo alcuni in particolare sarebbe necessario privilegiare concretamente i residenti mentre altri ritengono che tale scelta finirebbe per danneggiare il settore turistico.

L’assessore Massimo Deiana, dopo aver ricordato che la scelta della Regione rappresenta ‘la sintesi di tanti interessi in gioco spesso divergenti e nello stesso tempo esprime il valore strategico di una Sardegna sempre connessa con il mondo esterno attraverso uno strumento che consente concretamente di superare il gap dell’insularità’.
A causa del protrarsi del dibattito, la commissione ha deciso di rinviare alla prossima settimana l’audizione dello stesso assessore Deiana sulle parti di competenza della legge di stabilità 2017.

NISSAN ACCOMPAGNA LA REGIONE SARDEGNA NEL PROGETTO PER LA RIDUZIONE DELLE EMISSIONI CON LA MOBILITÀ 100% ELETTRICA

Giovedì 14 ottobre alle ore 10,30 davanti al Palazzo della Regione Sardegna in Viale Trento a Cagliari Nissan lancia insieme alla Regione Sardegna una nuova fase di riduzione dei consumi e delle emissioni tramite la mobilità elettrica con la consegna di 9 veicoli 100% elettrici, 6 Nissan LEAF per il trasporto persone e 3 veicoli commerciali 100% elettrici Nissan e-NV200 per il trasporto merci. Si tratta della più grande flotta di veicoli 100% elettrici Nissan di proprietà pubblica in Italia.

“Mi preme ringraziare la Regione Sardegna e il Comune di Cagliari per aver scelto Nissan, da anni pioniere e leader nello sviluppo della mobilità elettrica di massa, nella sfida al cambiamento climatico e al contenimento delle emissioni in un territorio tra i più belli e ospitali d’Europa”, ha affermato Bruno Mattucci, Amministratore Delegato di Nissan Italia. “La fornitura di veicoli elettrici e servizi per la mobilità a zero emissioni alla Regione Sardegna rappresenta per noi un primato di grande valore poiché conferma che l’adozione di veicoli elettrici 100% può rappresentare una risposta concreta delle pubbliche amministrazioni sul tema della riduzione delle emissioni di CO2 con opportunità di ulteriori sviluppi nelle infrastrutture e servizi legati a tale mobilità”, ha concluso Mattucci.

I veicoli a zero emissioni Nissan verranno utilizzati dalla Regione Sardegna e dal Comune di Cagliari che effettueranno l’analisi e il monitoraggio dei consumi e dei dati energetici per pianificare le reali necessità di infrastrutture per una futura programmazione della mobilità elettrica di tipo privato e pubblico nella Regione Sardegna. Da Cagliari parte lo studio che costituisce un bacino di riferimento per le analisi in quanto caratterizzato da un’intensa mobilità veicolare e uno snodo per il resto della Sardegna.

Dei 9 veicoli 100% elettrici Nissan acquistati dalla Regione Autonoma della Sardegna 3 Nissan LEAF saranno utilizzatedalla Regione per le attività istituzionali di mobilità e le rimanenti 3 Nissan LEAF e i 3 veicoli commerciali Nissan e-NV200 dal Comune di Cagliari per lo svolgimento delle attività di mobilità proprie dell’ente e per la consegna a domicilio di acquisti effettuati via telefonica o via internet presso il mercato civico, con le finalità di sperimentazione e studio previste dal progetto pilota.

La fornitura di Nissan alla Regione Sardegna in occasione di questo progetto non si esaurisce con la consegna dei veicoli ma si inserisce nell’ambito del più ampio programma di Nissan che mira a estendere in Italia la conoscenza e l’implementazione della mobilità elettricabasata sull’efficienza dei consumi e sulla totale assenza di emissioni inquinanti e acustiche nel contesto urbano ed extraurbano. Questaoccasione rappresenta, quindi, la condivisione di un insieme di valori legati alla mobilità sostenibile, volano di crescita economica e chiave per la salvaguardia ambientale e climatica.

La mobilità e il traffico urbano rappresentano, infatti, una delle principali sfide da affrontare per tutelare la salute del pianeta, la sicurezza e la qualità della nostra vita, oltre che per garantire una maggiore competitività delle città e dei loro sistemi produttivi.

Oltre a sviluppare veicoli elettrici, inoltre, Nissan è profondamente impegnata nell’ampliare e promuovere la mobilità elettrica. Le iniziative adottate in tal senso vanno dalla produzione di batterie agli ioni di litio riciclabili e riutilizzabili, allo sviluppo di un’infrastruttura di ricarica e di dispositivi di ricarica rapida fissa e mobile per gli EV, oltre a sistemi di alimentazione bidirezionali tra il veicolo e la casa come il “LEAF to Home” o anche sistemi di integrazione tra i veicoli e le reti di distribuzione energetica denominato “Vehicle to Grid”, evolvendo il concetto di veicolo da mezzo di trasporto a vettore di energia.

L’industria dell’auto è già pronta alle sfide poste dalla mobilità ecologica, e Nissan dispone delle migliori e più avanzate tecnologie in questo campo. Ciò che ancora manca, soprattutto in Italia, sono le infrastrutture. In attesa della realizzazione di un piano infrastrutturale nazionale, Nissan ha iniziato ad installare anche in Italia le proprie colonnine di ricarica rapida CHAdeMo che, in linea con i requisiti tecnici europei, sono in grado di ricaricare i veicoli in 30 minuti da zero all’80%. Questo dimostra che Nissan sta investendo nell’intera filiera produttiva, a beneficio dell’intero sistema paese.

I nuovi treni acquistati dalla Regione Sardegna potranno viaggiare a 150 km/h

Sulla rete ferroviaria della Sardegna già oggi possono viaggiare fino a 150 chilometri orari i nuovi treni diesel CAF acquistati dalla Regione.

È la velocità massima consentita dalle attuali caratteristiche tecniche del tracciato ferroviario e dall’orografia del territorio attraversato.

I 150 km/h saranno possibili non appena l’’Agenzia Nazionale per la Sicurezza Ferroviaria (ANSF) rilascerà alla società costruttrice l’autorizzazione all’ammissione in servizio dei nuovi convogli. L’iter, dopo le prove effettuate fino a 150 km/h in linea, è nella fase finale.

In Toscana sono già in corso i test per certificare l’idoneità dei treni diesel alla velocità di punta di 180 km/h. I nuovi convogli diesel potranno raggiungere questa velocità in Sardegna al termine di queste prove tecniche, che dovranno passare al vaglio dell’ANSF, e a conclusione dei lavori di potenziamento infrastrutturale e tecnologico della rete ferroviaria dell’Isola.

La pianificazione degli interventi, temporale e economica, è inserita nell’aggiornamento che Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Rete Ferroviaria Italiana stanno definendo per il Contratto di Programma 2012-2016, parte Investimenti.

Nell’ambito dell’upgrading infrastrutturale e tecnologico è prevista anche l’installazione del Sistema di controllo della marcia del treno (SCMT). L’SCMT, sistema di protezione della marcia del treno, controlla istante per istante che la velocità del convoglio non sia superiore a quella consentita in ogni particolare punto della linea. In caso contrario comanda in automatico la frenatura del treno. I macchinisti guidano in modo tradizionale in base alle caratteristiche dell’infrastruttura, a quelle del treno e al segnalamento laterale. Le protezioni offerte dall’SCMT consentono, così, di incrementare ulteriormente la sicurezza di esercizio.

Massima è l’attenzione che tutti i soggetti interessati hanno per l’upgrading complessivo della rete ferroviaria sarda, tanto che l’argomento è oggetto di tavoli tecnici che RFI e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti hanno in corso.

RFI, quale Gestore della rete ferroviaria nazionale, ha il compito di assicurare la sicurezza (safety) dell’intero sistema ferroviario (binari, scambi, segnali, sistemi di alimentazione elettrica) con il costante e continuo mantenimento in efficienza dell’infrastruttura esistente.

Porti: Lai (Pd), nominare subito presidenti Autorità

- “È arrivato il momento di prendere una decisione definitiva sul futuro dell’Autorità portuale del nord Sardegna come di quella del sud: o si fa la riforma entro l’anno, e la strada è solo quella di un decreto, oppure si proceda con la nomina dei presidenti chiudendo una lunga fase commissariale”, lo dice il senatore del Pd Silvio Lai che sull’argomento ha inviato, assieme agli altri senatori sardi, una lettera al ministro dei Trasporti e delle Infrastrutture, riferendosi a notizie “che giungono da fonti governative” sull’imminente avvio della riforma che riorganizzi e rilanci il sistema portuale italiano.

“I commissari servono per fasi straordinarie ma se durano mesi e anni producono effetti irreversibili sulla competitività dei porti – aggiunge -. In questi anni chi ha avuto un presidente in carica ha potuto programmare a lungo termine, al contrario di chi ha dovuto svolgere un ruolo commissariale con mandati di tre mesi. La riforma doveva porre fine a questa situazione ma in questi mesi se ne è solo parlato mentre con l’avvento del ministro Delrio pare che abbia ripreso corpo l’idea di una razionalizzazione del sistema da approvare in tempi rapidi”.

Ricordando che, nel caso di Cagliari, le procedure sono già avanzate, mentre per Olbia e Porto Torres vanno ancora chieste le terne dei nomi agli enti locali, Lai lancia un appello “perché si ponga fine alla attuale situazione di precarietà” e stigmatizza l’ipotesi di accorpamento in un’unica Autorità portuale dell’isola. “Noi siamo convinti che una scelta di questo genere debba essere discussa con il territorio e non calata dall’alto, ma il momento delle scelte non può più essere rinviato”.

Alitalia, d’estate 600mila passeggeri sui voli per la Sardegna

Dal 15 giugno al 15 settembre l’Alitalia ha trasportato circa 600.000 passeggeri sulle linee da e per la Sardegna, il 16% in più rispetto allo stesso periodo del 2014. In dettaglio, la crescita del traffico ha evidenziato incrementi superiori al 20% tra Alghero e Milano (+28%), tra Alghero e Roma (+22%) e tra Cagliari e Milano (+21%).

Tra Cagliari e Roma il numero dei passeggeri è cresciuto dell’8%. Alitalia ha risposto alla richiesta straordinaria di collegamenti dall’isola e con l’isola, mettendo a disposizione nei tre mesi oltre 144.000 posti aggiuntivi, pari al 23% in più rispetto alle disposizioni della Continuità Territoriale.

L’incremento è stato possibile attraverso l’inserimento di 130 nuovi voli (contro i 40 voli addizionali che si erano resi necessari nel 2014) e grazie a oltre 150 aumenti di capacità realizzati impiegando gli aerei più capienti della propria flotta di breve e medio raggio. Inoltre, quest’anno la compagnia ha raddoppiato,rispetto allo scorso anno, l’utilizzo sui voli da e per la Sardegna degli Airbus A330 da 250 posti che normalmente vengono impiegati sui collegamenti di lungo raggio.

L’Alitalia precisa di voler mantenere una «particolare attenzione ai collegamenti da e per la Sardegna» e assicura che «sulla base delle esigenze di mobilità espresse dal territorio, è disposta a valutare ulteriori aumenti di capacità».

MOBY TI PORTA AL “BUDONI SUMMER WELCOME”

Moby prosegue il suo costante impegno nella valorizzazione del turismo in Sardegna e, dopo aver siglato l’importante accordo di collaborazione con il Comune di Budoni per il suo progetto “Budoni Welcome”, sostiene “Budoni Summer Welcome”, giornata di manifestazioni e attività a cavallo tra storia, natura, musica, gastronomia e folklore che si terrà domenica 14 giugno nella meravigliosa località balneare sulla costa della Gallura.

“Budoni Summer Welcome” accontenterà ogni genere di pubblico, dagli sportivi agli amanti della buona tavola, con escursioni, passeggiate, una grande festa nel centro di Budoni, una mostra mercato con degustazioni e sfilate in costume. Il progetto “Budoni Welcome” propone un pacchetto speciale di cinque giorni che permetterà di scoprire Budoni e la Sardegna, valido dal 13 giugno al 18 giugno, e che comprende il viaggio in nave, il soggiorno, un’escursione e una cena.

Moby, collaborando con questa importante iniziativa che coinvolge la maggior parte degli operatori turistici di Budoni, 25 strutture ricettive, 30 ristoranti e 2 agenzie di viaggio, ha concesso al Comune di Budoni particolari tariffe scontate sulle linee Genova/Olbia, Piombino/Olbia, Civitavecchia/Olbia e Livorno/Olbia. Le prenotazioni saranno gestite, come per tutta la stagione, dalle agenzie di viaggio convenzionate con “Budoni Welcome”: Civiltà dei Sardi e Feronia.

Con Moby la vacanza comincia già in viaggio, grazie ai numerosi servizi e comfort a disposizione dei passeggeri sulle navi, tra cui piscina con solarium e bar, show lounge, boutique e una vasta scelta di ristoranti e servizi di ristorazione. Attenzione particolare è dedicata alle famiglie, che possono usufruire di aree attrezzate per i più piccoli, dove potranno giocare in tranquillità e sicurezza, mentre mamma e papà si concedono momenti di relax.

Sardinia Ferries sostiene il progetto “Sardegna sulla cresta dell’onda”

Tutti in Sardegna con le tariffe scontate di Sardinia Ferries, grazie all’accordo siglato con il Consorzio Sardegna Turismo Servizi (STS). Le navi gialle, infatti, esprimono ancora una volta la vicinanza al territorio sardo attraverso il sostegno al progetto «Sardegna sulla cresta dell’onda», promosso da STS – Associazioni Confcommercio, Confesercenti, Confapi e Confindustria – che ha l’obiettivo di rendere questa meta turistica accessibile e conveniente.
Fino al 31 dicembre 2015, a tutti coloro che prenoteranno presso le strutture ricettive aderenti al Consorzio e pubblicate sui siti www.sardegnasullacrestadellonda.it e www.sardegnaturismoservizi.it, Sardinia Ferries propone tariffe scontate sulla linea Livorno-Golfo Aranci. La programmazione prevede fino a 2 partenze al giorno da e per la Sardegna con veloci e confortevoli Mega Express, e comode partenze con Cruise Ferries e Shuttle.

“Sin dalla nascita del marchio Sardinia Ferries, nel 1981, la Compagnia ha promosso le singolarità turistiche e naturalistiche della Sardegna, destinazione per il cui sviluppo ha sempre investito risorse e dedicato grande attenzione. Con questo accordo Sardinia Ferries rafforza l’impegno verso l’Isola, condividendo appieno il comune obiettivo di riposizionamento della percezione della Sardegna come meta accessibile ai diversi target turistici, in ogni periodo dell’anno”, commenta Raoul Zanelli Bono, Direttore Commerciale.

Meridiana: tappa a Iglesias della marcia, sostegno da Igea

Un incontro con il sindaco, una rappresentanza dei lavoratori dell’Igea, l’azienda mineraria regionale ora in crisi, e il Coro di Iglesias. E’ la tappa Iglesiente della delegazione dei lavoratori Meridiana, dopo il passaggio a Portovesme, in marcia dal nord al sud della Sardegna per unire tutte le vertenze dell’isola.
Con le magliette rosse “io sono un esubero Meridiana” e lo striscione “Unica vertenza”, i dipendenti della compagnia hanno ripercorso le varie fasi della crisi: dall’annuncio dei 1.634 licenziamenti all’apertura del tavolo ministeriale a Roma, dalle proteste che dilagano per sostenere la battaglia agli incontri tecnici sugli esuberi. Da parte sua, il sindaco Emilio Gariazzo ha fatto il punto sulla travagliata vicenda dell’Igea. “E’ necessario partire con le bonifiche – ha detto il primo cittadino – considerato il fatto che ci sono le risorse”. A chiudere la manifestazione una applaudita esibizione del Coro di Iglesias.

Regione Sardegna comunica decadenza dal 4 maggio di New Livingston su rotta onerata Alghero Fiumicino – Subentra Alitalia

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ha preso atto della comunicazione della Regione Autonoma della Sardegna in merito alla decadenza della compagnia aerea New Livingston dalla gestione del collegamento onerato Alghero – Roma Fiumicino e viceversa.
Pertanto l’ENAC, a garanzia della tutela dei diritti degli utenti, ha provveduto a invitare il vettore New Livingston a
- interrompere le prenotazioni dei voli a decorrere dal 4 maggio 2014 e a pubblicizzare immediatamente sul proprio sito web le procedure che i passeggeri dovranno seguire per ricevere il completo rimborso dei biglietti emessi e non utilizzati nelle giornate successive al 4 maggio p.v.;
- agevolare il subentro del nuovo vettore e ad attivare ogni possibile iniziativa necessaria a minimizzare i disagi ai passeggeri.
La Regione Autonoma della Sardegna ha altresì comunicato all’ENAC di aver designato il vettore Alitalia, classificatosi al secondo posto nella procedura di gara per l’assegnazione dei collegamenti in regime di continuità territoriale, a operare sulla medesima rotta subentrando alla precedente compagnia.
Si invitano i passeggeri a consultare il sito di Alitalia per ulteriori informazioni sull’operatività dei voli.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner