Articoli marcati con tag ‘regione toscana’

Trenitalia Regionale, consegnato oggi un nuovo Jazz per i pendolari toscani

Un nuovo Jazz arricchisce da oggi, in Toscana, la flotta dei treni per i clienti regionali di Trenitalia. Inizierà a circolare fin dai prossimi giorni nell’area Lucca – Pisa – Livorno.

La consegna è avvenuta questa mattina, nella stazione di Firenze Santa Maria Novella, alla presenza dell’assessore regionale ai Trasporti, Vincenzo Ceccarelli e del direttore della Divisione Passeggeri Regionale di Trenitalia, Orazio Iacono.

Con l’arrivo sulle linee regionali di questo Jazz salgono a 61 i treni nuovi consegnati da Trenitalia al servizio ferroviario toscano dal 2013 ad oggi. Diventeranno 63 entro fine anno, secondo il programma condiviso con la Regione Toscana che prevede nel 2017 la consegna di altri 2 (1 Jazz e 1 Swing) convogli.

Il deciso ammodernamento del parco rotabili ha già dato tangibili frutti sul fronte del comfort, della regolarità e della security, ma potrà conoscere un’ulteriore e definitiva svolta con un Contratto di Servizio di più lunga durata su cui le parti stanno lavorando.

L’appuntamento odierno, con lo sguardo già proiettato al futuro, è servito quindi anche per analizzare il lavoro svolto in Toscana da Trenitalia Regionale negli ultimi quattro anni e fotografare la situazione attuale.

Sono oggi 224mila i passeggeri che mediamente ogni giorno feriale salgono sulle 788 corse gestite dalla direzione toscana di Trenitalia, che conta 1877 dipendenti e un parco di 97 locomotori, 555 carrozze e 116 automotrici, elettriche e diesel. La rete commerciale può giovarsi di 4679 punti vendita, capillarmente presenti sul territorio regionale grazie alle varie convenzioni siglate negli ultimi anni anche con la rete dei tabaccai, di Sisal e di Lottomatica.

Dal 2012 a oggi i passeggeri sono cresciuti di circa il 4,5%, l’età media della flotta è scesa del 18%, i guasti ai treni sono diminuiti del 70% e le cancellazioni del 68%, la puntualità reale percepita dai passeggeri, quella che tiene conto di tutti i treni, prescindendo dalle cause del ritardo, è salita del 3,5% e il gradimento complessivo, espresso nei rilevamenti demoscopici, ha conosciuto una crescita del 12 %.  In valori assoluti le cancellazioni riguardano circa lo 0,8% delle corse programmate, indice di assoluta eccellenza a livello europeo (in Francia è l’1,3% e in Gran Bretagna, mediamente, il 3%) mentre la puntualità vale il 90,9% nel 2016. Dato che raggiunge il 97% se si escludono i ritardi non imputabili a Trenitalia.

Oltre a consolidare e migliorare le ottime performance raggiunte negli ultimi mesi, Trenitalia Regionale è al lavoro su diversi fronti. Tra gli altri quello di costruire un’efficace integrazione con le altre modalità di trasporto e mettere a punto un’offerta sempre più adeguata alle esigenze del territorio toscano e dei suoi abitanti.

Sul primo fronte si avvierà a giugno la sperimentazione di una Card, la Card Unica Regionale, che consentirà di caricare su un unico supporto abbonamenti e biglietti di corsa semplice, favorendo così integrazione modale, tariffaria e dei sistemi di vendita.

Sull’altro, da condividere con il committente Regione, l’obiettivo è incrementare la frequenza delle corse nelle aree suburbane e la velocità, accorciando i tempi di viaggio, nelle aree extraurbane, favorendo poi  l’interscambio modale sul servizio metropolitano. Insomma, armonizzare le diverse offerte di viaggio alle diverse esigenze e creare, al contempo, i presupposti per un’efficace intermodalità.

Trenitalia Regionale Toscana, antievasione: ieri oltre 5 mila controlli

Non diminuisce in Toscana il rigore contro chi intende viaggiare sui convogli regionali Trenitalia senza biglietto o con un titolo di viaggio irregolare.

Oltre 5.000 i controlli nella sola giornata di ieri. Risultato: 430 persone allontanate prima di salire a bordo perché prive di biglietto, 104 regolarizzate per un incasso di oltre 1.000 euro, 52 verbali di accertamento emessi. In 9 casi è stato necessario l’intervento delle Forze dell’Ordine. Oggetto delle verifiche anche la titolarità degli abbonamenti a tariffa Isee per i quali, come noto, è necessario esibire il tagliando rilasciato dalla Regione Toscana. Fra le realtà più controllate ieri la stazione di Prato Porta al Serraglio, dove l’azione di Trenitalia è stata supportata anche da agenti della Polizia Municipale.

E’ la terza volta dal novembre scorso che la Toscana finisce sotto la lente di attenzione della nuova attività strutturale e sistematica di controlli messa in piedi da Trenitalia. L’attività è svolta da agenti toscani che, periodicamente, sono affiancati da un pool di colleghi provenienti da altre regioni. Questa settimana il pool nazionale sta operando di nuovo proprio in Toscana: in tutto circa 50 agenti divisi in varie squadre che stanno concentrando i controlli soprattutto sui treni e nelle stazioni dove il fenomeno dell’evasione è più significativo.

Il nuovo approccio di Trenitalia al fenomeno dell’evasione va a beneficio della stragrande maggioranza dei viaggiatori, che paga il biglietto e l’abbonamento e delle Regioni, cui compete l’onere di finanziare il servizio. Infatti, le risorse recuperate contribuiranno a proseguire nel percorso di ammodernamento e potenziamento della flotta regionale già avviato da Trenitalia e che ha condotto la società di trasporto del Gruppo FS Italiane a lanciare, lo scorso agosto, una gara per la fornitura di 500 nuovi treni regionali dal valore complessivo di 4,5 miliardi di euro.

Viaggiare in regola è sempre più facile: solo in Toscana sono 4.700 i punti vendita di biglietti per treni regionali presso i tabaccai o le ricevitorie Lis Paga di Lottomatica e SisalPay, cui si aggiungono oltre 200 emettitrici self service, 35 biglietterie tradizionali, il sito internet trenitalia.com e l’app Trenitalia.

LUCCA OPTA PER UNA MOBILITÀ A ZERO EMISSIONI: VEICOLI ELETTRICI RENAULT PER CAR-SHARING

La regione Toscana conferma la propria attenzione alla qualità ambientale e paesaggistica: il Comune di Lucca avvia, infatti, un progetto di car-sharing elettrico che coinvolge diversi enti del territorio.

È in questo contesto che il 25 marzo sono state consegnate, all’Amministrazione Comunale, 5 Renault ZOE (a cui se ne aggiungerà a breve una 6°), la berlina compatta simbolo per eccellenza dell’innovazione tecnologica a zero emissioni. La cerimonia di consegna ha avuto luogo presso la rinnovata sede di Lucca della concessionaria Renault Nuova Comauto, in presenza dell’Assessore all’Ambiente Francesco Raspini.

I sei veicoli elettrici Renault saranno utilizzati in un servizio di car-sharing di cui si avvarrà non solo il Comune di Lucca ma anche la Provincia e l’Agenzia per la Protezione Ambientale (ARPAT). Il progetto implementato dall’Amministrazione comunale prevede anche l’installazione di punti di ricarica presso i diversi Enti utilizzatori.

Con un’autonomia di 210 km in ciclo di omologazione NEDC, corrispondenti a circa 130-150 km in uso reale, Renault ZOE si pone ai vertici, fra i veicoli elettrici della categoria oggi sul mercato, in termini di autonomia, fattore che concorre a fare di ZOE una soluzione versatile per gli utilizzi in car sharing.

Accanto a Renault ZOE, completano la gamma di veicoli elettrici Renault- che propone sul mercato una gamma completa di veicoli 100% elettrici, tecnologicamente innovativi ed economicamente accessibili – il quadriciclo urbano Twizy, disponibile anche in una  versione dedicata al trasporto merci, Twizy Cargo, e la furgonetta commerciale Kangoo Z.E.

La Toscana viaggia in Scania

La qualità della vita di una città deve molto a servizi di trasporto moderni ed
efficienti, se ha questi si aggiungono benefici di tempo per i cittadini e di
risparmio per la comunità il successo è garantito. Questi motivi hanno spinto la
Tiemme S.p.A., azienda di trasporto pubblico locale impegnata in diverse provincie
toscane, a ringiovanire il suo parco di mezzi pubblici. E la scelta è ricaduta sugli
Scania CityWide. Il 10 marzo Franco Fenoglio, amministratore delegato di Italscania
S.p.A., ha consegnato a Massimo Roncucci, presidente di Tiemme S.p.A. le chiavi dei
nuovi veicoli, schierati per l'occasione in piazza della Libertà ad Arezzo.
«I veicoli Scania rappresentano l'avanguardia - dichiara Franco Fenoglio -. Sono la
perfetta fusione tra redditività e alti standard ambientali. Crediamo che ciò
consentirà agli Scania Citywide di aiutare le città a migliorare ulteriormente
l'immagine che di esse hanno sia i passeggeri locali sia i turisti che da tutto il
mondo giungono a visitare questi luoghi».
Alla cerimonia hanno preso parte anche Roberto Caldini, direttore della Divisione
Buses & Coaches di Italscania S.p.A.; Giuseppe Introini, responsabile Italscania per
il Trasporto Pubblico; Massimiliano Dindalini,  consigliere di Amministrazione di
Tiemme Spa; Piero Sassoli, Direttore Generale di Tiemme S.p.A.; Vincenzo Ceccarelli,
 assessore della Regione Toscana ai Trasporti; Stefano Gasperini, Pro Sindaco di
Arezzo; Franco Dringoli, assessore alla Mobilità e Trasporti del Comune di Arezzo;
Roberto Vasai, Presidente della Provincia di Arezzo.

Concordia:responsabile porto,abbiamo perso 40.000 diportisti

“E’ stata stimata una perdita di almeno 40mila diportisti in meno che utilizzavano la nostra isola anche come scalo per andare in Corsica e in Sardegna” e ci sono stati “danni all’indotto anche per mancanza di regate e gare da pesca”. Lo ha detto Alvaro Andolfi, responsabile del porto dell’isola del Giglio, che stamani ha deposto come teste al processo sul naufragio della Costa Concordia.

“Il nostro è un porto piccolo, con una concessione di 22.000 metri quadrati. E fino a che la nave non è stata portata via ci sono stati tanti disagi per i diportisti”, prosegue Andolfi, “senza dimenticare i danni subiti alle strutture come i pontili galleggianti, alle colonne di acque ed elettricità divelte e alla banchina, rovinate dalle manovre di attracco di imbarcazioni enormi per un porto come il nostro”

Trenitalia, due nuovi treni Vivalto a disposizione dei pendolari toscani

Arrivano in Toscana due nuovi Vivalto. E salgono a 130 le carrozze a doppio piano di nuova generazione in dotazione alla flotta toscana di Trenitalia. Entro dicembre 2014, con la consegna di altre 20 vetture, sarà completata la fornitura programmata di 150 carrozze.

La cerimonia di consegna dei due nuovi treni è avvenuta stamani a Firenze Santa Maria Novella alla presenza del Presidente della Regione, Enrico Rossi, dell’assessore regionale ai Trasporti, Vincenzo Ceccarelli, e dell’Amministratore Delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano.

Il potenziamento e ammodernamento della flotta è attuato grazie al flusso finanziario generato dal Contratto di Servizio in vigore fra Trenitalia e Regione Toscana. Questa fornitura di 150 carrozze a doppio piano ha comportato un investimento totale, a carico di Trenitalia, di 150 mln di euro in 6 anni.

I nuovi treni a doppio piano sono utilizzati sulle principali linee elettrificate della Regione, a partire dalla Viareggio – Lucca – Firenze, dove da lunedì 15 settembre le corse giornaliere con i nuovi Vivalto saliranno a 50. Seguono la linea pisana, l’aretina e le due linee tirreniche, dove l’adozione dei Vivalto si estenderà ad altre corse, soprattutto nelle fasce pendolari.

Complessivamente, con l’arrivo di questi due nuovi convogli, saliranno a 158 i collegamenti realizzati ogni giorno con i nuovi Vivalto. Un numero che rappresenta il 40% di tutte le corse regionali effettuate in Toscana con treni elettrici composti da vetture, e il 55% dei passeggeri trasportati. La percentuale di corse salirà a dicembre al 50% e al 70% quella dei passeggeri.

Se si considera che, in parallelo alla consegna dei nuovi Vivalto, prosegue il programma di rinnovo”face lift” delle rimanenti vetture elettriche media distanza, dal prossimo anno circa l’85% dei passeggeri regionali della Toscana viaggeranno su treni elettrici composti da vetture nuove o interamente rinnovate.

Il nuovo Vivalto, nella composizione presentata oggi, offre più di 700 posti a sedere distribuiti su 6 vetture, prodotte nelle officine di AnsaldoBreda, che se ne aggiudicò la commessa nel dicembre del 2009. Completa il convoglio la locomotiva E464 Bombardier, di ultima generazione, prodotta nelle officine di Vado Ligure.

Nelle composizioni con 7 vetture i posti offerti dal Vivalto sono 850, diventano 722 con 6 carrozze e 594 quando il treno ha 5 vetture.

Le carrozze a due piani hanno comode poltrone con poggiatesta, braccioli, tavolini ribaltabili, prese elettriche da 220 volt in ogni seduta, appendiabiti, bagagliere, maniglie e corrimano per i passeggeri in piedi.

La vettura semipilota è dotata di un ambiente per passeggeri disabili e dispone anche di una zona multifunzionale per il trasporto biciclette e bagagli ingombranti.

La tecnologia di bordo permette un’attenta integrazione di tutti i sistemi d’informazione (annunci sonori, monitor e segnaletica), mappe tattili nelle toilette e pulsantiere in “Braille” per i passeggeri non vedenti, 8 monitor a cristalli liquidi per ogni vettura (5 nella semipilota), un sistema di videosorveglianza e un pulsante di allarme dotato di citofono per comunicare con il personale di bordo.

Riggio sulle dichiarazioni del presidente della Regione Toscana

Con riferimento ad alcune dichiarazioni attribuite al Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, il Presidente dell’Enac Vito Riggio afferma:
“Ho sempre operato nel massimo rispetto di tutto il territorio italiano e in particolare della Regione Toscana, anche in ragione della mia precedente attività di sottosegretario alla Protezione Civile che mi ha portato a essere particolarmente vicino alla città di Firenze in occasione dell’attentato del 1993.
Preciso solo al Presidente Rossi che sarei onorato di essere nato a Trapani, ma in realtà sono di Palermo”.

Mondiali Ciclismo 2013: ecco il piano straordinario delle FS

266 corse regionali straordinarie, la flotta potenziata con 7 treni, posti a sedere più che raddoppiati nella giornata clou di domenica 29 settembre nei treni in arrivo nelle stazioni di Firenze, aperture straordinarie delle biglietterie nelle giornate di domenica 22, sabato 28 e domenica 29 e più personale a disposizione degli utenti per assistenza e informazioni. Questi alcuni dei punti salienti del Piano straordinario del trasporto ferroviario in Toscana in occasione dei Mondiali di ciclismo 2013 che è stato illustrato  dall’assessore regionale a infrastrutture e trasporti Vincenzo Ceccarelli e dall’amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano. Eccoli nel dettaglio. Potenziamento flotta La flotta regionale potrà disporre di 7 treni in più (3 diesel e 4 elettrici). Potenziamento offerta Programmazione di 266 treni straordinari regionali, dal 22 al 29 settembre. Domenica 29 settembre, nella fascia oraria 8.30-12.30, il numero di posti a sedere sui treni in arrivo nelle stazioni di Firenze passerà dai 15.000 di un normale giorno festivo a oltre 32.000, con un incremento superiore al 100%. La direttrice faentina, che ha alcune fermate in prossimità del circuito iridato di Fiesole, durante la settimana dei mondiali avrà un incremento complessivo di 55 nuovi collegamenti. Potenziamento servizi alla clientela Apertura straordinaria di alcune biglietterie sabato 28 e domenica 22 e 29. Raddoppio presenza pulitore viaggiante a bordo dei treni. Più personale del Gruppo FS Italiane dedicato ad assistenza e informazioni nelle stazioni. All’indirizzo web www.trenitalia.com >inRegione >Toscana sono consultabili tutte le informazioni su orari, sul ticket per i mondiali e i file con le fiche orarie da scaricare. Nota stampa
Toscana Rail Ticket E’ il biglietto unico per circolare liberamente su tutti i treni regionali di Trenitalia durante la settimana del Mondiale di ciclismo, dal 22 al 29 settembre. Tre le tipologie di Toscana Rail Ticket previste, con validità di 3, 4 o 8 giorni. Il Ticket valido tre giorni coprirà il periodo dal 27 al 29 settembre, quello in cui si correranno le gare conclusive, e di maggiore richiamo (costo 36 euro); il secondo sarà valido per le prime 4 giornate del Mondiale, dal 22 al 25 settembre (costo 44 euro); il terzo, valido 8 giorni, coprirà invece tutta la settimana, dal 22 al 29 settembre (costo 80 euro). Non sono previste riduzioni per i bambini che potranno comunque usufruire delle tariffe scontate di Trenitalia (fino a 4 anni gratis; da 4 a 12 anni riduzione del 50%). Potenziamento presidi di manutenzione e controllo efficienza sistemi Presenziamento straordinario delle sale operative di RFI e Trenitalia, potenziamento dei presidi nelle stazioni. Monitoraggio da remoto e presidio operativo per ripristino di emettitrici e validatrici. Apertura straordinaria delle Officine, domenica 22 e domenica 29, e raddoppio presidio manutenzione a Firenze SMN per tutta la settimana. Potenziamento assistenza Alstom e Ansaldo Breda. Informazioni particolari per le fermate del nodo di Firenze Le Piagge (come tutta la direttrice pisana) è interessata da un incremento dei servizi per compensare la chiusura della principale strada di accesso a Firenze (via Pistoiese). Durante tutto il periodo dei Mondiali saranno 129 i nuovi collegamenti a disposizione dei clienti. Le Cure. Per motivi di sicurezza, su richiesta delle autorità di Polizia, dal 22 al 29 settembre i treni della linea faentina da e per Campo Marte non fermeranno alla stazione di Le Cure. Il servizio sarà effettuato nella fermata limitrofa di Firenze San Marco Vecchio (distanza a piedi circa 200 metri). Pian del Mugnone. Sempre su richiesta dell’autorità di Polizia, nelle giornate del 27, 28 e 29 settembre i treni non faranno la fermata di Pian del Mugnone. Nella settimana dei Mondiali rimarranno invece invariati e non subiranno modifiche i servizi regionali ordinari Altre informazioni Dove acquistare i biglietti • www.trenitalia.com • Emettitrici automatiche self-service • Punti Vendita (bar, tabacchi, edicole…) ed Agenzie di Viaggio autorizzate • Biglietterie di Trenitalia I biglietti vanno convalidati presso le apposite macchine. I Toscana rail ticket non vanno invece vidimati. Servizio per clienti disabili Per richiedere il servizio di assistenza, il passeggero a ridotta mobilità può telefonare ad una delle 14 Sale Blu nazionali, dalle ore 6:45 alle 21:30 tutti i giorni.
numero verde gratuito 800 906060 raggiungibile da telefono fisso numero nazionale 199 303060 (servizio a pagamento) raggiungibile da telefono fisso e mobile. Per l’area toscana, Sala blu di Firenze c’è l’indirizzo mail: salablu.firenze@rfi.it Trasporto biciclette Sono ammesse a bordo le biciclette soltanto sui treni contrassegnati da apposito simbolo e nel numero massimo di quattro.

Via libera ai dragaggi nel porto di Livorno

Via libera ai finanziamenti della Regione Toscana per l’escavo del porto di Livorno. La Giunta regionale, nella seduta di ieri, ha approvato infatti la delibera proposta dall’assessorato regionale a trasporti per il finanziamento di 4,5 milioni di euro. La cifra verrà erogata in due anni: i primi 3 milioni saranno stanziati per il 2013, mentre gli altri 1,5 milioni verranno assegnati nel 2014.

Si tratta di un importante contributo finanziario per la realizzazione dei lavori di escavo indicati dall’Autorità portuale livornese in base al Pot (Programma operativo triennale) approvato a dicembre 2012, cioé il dragaggio del lato nord del Molo Italia e quello della Darsena Toscana, principale terminal contenitori del porto.

“La Toscana – ha spiegato l’assessore regionale Luca Ceccobao – ha messo tra le proprie priorità strategiche il rilancio dei porti ed in particolare il potenziamento di quello di Livorno, che rappresenta una delle principali porte di accesso alla Regione, oltre ad essere uno dei principali scali del Mediterraneo. Per recuperare la piena funzionalità delle aree portuali, la Regione ha stanziato 4 milioni e mezzo di euro, un investimento su due anni che contribuirà alla realizzazione degli interventi di escavo che l’Autorità portuale di Livorno ha indicato come strategici e prioritari”

www.ansa.it

Matrimonio d’interesse tra il Porto di Livorno e quello di Rotterdam

Passa per i porti, le infrastrutture e la logistica il nuovo ponte economico che Toscana e Olanda hanno iniziato a costruire oggi con l’affollato convegno bilaterale organizzato all’Interporto Toscano dall’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi e da Confindustria Livorno, per la partecipazione di esperti, istituzioni e numerose aziende leader nel settore.

Su entrambi i fronti c’è voglia e necessità di co-operare con reciproci vantaggi, hanno spiegato tanto l’ambasciatore olandese Michiael den Hond, quanto il presidente degli industriali Alberto Ricci. Uno scenario di rapporti internazionali, auspicato da Ricci, concretizzatosi immediatamente nel pomeriggio con una serie di fruttuosi incontri one-to-one tra imprenditori olandesi e livornesi. Tra i vari temi: infrastrutture e logistica, ambiente, innovazione sostenibile, inquinamento marino, difesa delle coste, cantieristica, turismo.

C’è che, per quanto in posizione strategica al centro del Mediterraneo e fulcro potenziale della rete logistica sud-europea, Livorno è tuttora in deficit di moderne infrastrutture. Il porto è mal collegato con i mercati di riferimento e la stessa ferrovia che dovrebbe raggiungere l’Interporto Toscano è ancora sulla carta.

In materia, invece, l’Olanda è un’autentica università, aiutata dalla geografia e da un’esperienza maturata in secoli di lotta. “Se Dio ha fatto la terra”, ha ricordato Otto Rosier, rappresentante del Ministero delle Infrastrutture e dell’Ambiente dell’Aia, “l’Olanda l’hanno fatta gli olandesi. Rubandola al mare”.

Dunque dighe, terrapieni, canali, aree di stoccaggio, autostrade, porti e aeroporti. Non c’è solo Rotterdam, quinto scalo al mondo, unico tra gli occidentali in una top ten tutta orientale. Come ha spiegato Liesbetth Staps di Dinalog (Dutch Institute for Advanced Logistic), c’è anche, una formidabile rete di infrastrutture e una scienza della logistica insegnata in ben 8 facoltà universitarie e 11 istituti tecnici.

“Abbiamo molto da imparare”, ha ammesso il presidente del porto di Livorno Giuliano Gallanti, “Qui siamo soffocati dalla burocrazia e non c’è autonomia economica. Quando siamo andati a studiare il porto di Rotterdam l’organizzazione ci ha impressionati”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner