Articoli marcati con tag ‘rimborsi’

Come chiedere il rimborso dei voli WindJet

Si riporta il programma dei voli Wind Jet sostituiti con altri vettori fino al 16 settembre 2012. Si rammenta che gli operativi dei voli pubblicati potrebbero subire variazioni in funzione delle specifiche esigenze dei vettori.

Per usufruire dei voli sostitutivi il passeggero deve acquistare un nuovo titolo di viaggio con la compagnia che effettua la tratta. Sono previste tariffe agevolate la cui entità è stabilita dalla singola compagnia aerea in funzione del tipo di volo. Le varie tariffe sono pubblicate nei siti di ciascuna compagnia.

I passeggeri dei voli ex Wind Jet operati da Alitalia saranno contattati per tempo dal vettore per la prenotazione e l’emissione del biglietto sostitutivo dietro il pagamento della tariffa agevolata messa a disposizione nella specifica circostanza; sarà cura del vettore dare tutte le indicazioni sulle modalità di acquisto del biglietto.

Nel caso di altri vettori che effettuano voli di riprotezione, sarà invece cura del passeggero contattare la compagnia.
Enac raccomanda ai passeggeri interessati di utilizzare il contatto tramite call center o via web con il vettore designato per la riprotezione del proprio volo, evitando di accedere alle biglietterie presso gli aeroporti.

Tutti i vettori e i servizi di biglietteria presso gli aeroporti sono stati sensibilizzati a non richiedere la corresponsione di commissioni aggiuntive alla tariffa agevolata per l’emissione dei biglietti o quanto meno di limitare tali commissioni al minimo.

Per contattare i vettori di riferimento:

Per richiedere il rimborso del biglietto Wind Jet è possibile inviare raccomandata a/r a:

Wind Jet spa
Centro Direzionale Baglio della Sementa – S.P. 69/II – Passo Martino
95121
CATANIA (CT)

Costa Concordia, c’è tempo fino al 31 marzo per gli indennizzi

La nave ancora arenata al Giglio

E’ stato prorogato fino al 31 marzo il termine per la richiesta degli indennizzi da parte di coloro che sono rimasti coinvolti nel tragico incidente della Costa Concordia, naufragata lo scorso 13 gennaio al largo dell’Isola del Giglio.

Lo rende noto in un comunicato la Costa Crociere, al termine dell’incontro con i rappresentanti di Acu, Adiconsum, Adoc, Adusbef, Altroconsumo, Assoconsum, Assoutenti, Casa del Consumatore, Cittadinanzattiva, Ctcu, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori.

“La proposta è stata condivisa da Costa Crociere che, si legge nella nota, nell’ottica di offrire ai propri ospiti un periodo di tempo più consono per valutare con la dovuta serenità la proposta di compensazione già comunicata, ha prorogato di 45 giorni il termine per accettare l’indennizzo”. Il termine è stato quindi procrastinato al 31 marzo 2012.

Treni e maltempo, ecco come chiedere il rimborso

Rimborsi fino al 31 marzo

Ancora disagi sulla rete ferroviaria di tutta Italia ieri. Ma per chi ha subito le conseguenze di ghiaccio e neve arriva almeno una buona nuova: c’è tempo fino al 31 marzo 2012 per chiedere il rimborso integrale del biglietto non fruito. Chi ha acquistato il biglietto in una delle 5.500 agenzie di viaggio partner Trenitalia e poi non ha potuto viaggiare potrà rivolgersi direttamente all’agenzia emittente.

Per gli acquisti online è necessario rivolgersi al Call Center (89 20 21) o inviare una mail a rimborsi@trenitalia.it specificando il codice PNR dei biglietti da rimborsare o allegando la ricevuta di pagamento. Stessa modalità per i ticketless acquistati in agenzia di viaggio, se la richiesta è presentata dopo l’orario di partenza del treno. Per far fronte alle richieste Trenitalia ha anche aumentato la capienza della propria casella di posta.

Trenitalia riconoscerà un’indennità anche a chi è rimasto vittima dei ritardi. I provvedimenti riguardano i viaggiatori dei treni nazionali, della lunga e media percorrenza, incluse quindi le Frecce AV. Per ritardi oltre le 4 ore sarà rimborsato il prezzo completo del biglietto, mentre per i ritardi dai 60 ai 119 minuti sarà riconosciuta un’indennità pari al 25% del prezzo del biglietto, che sale al 50% per ritardi dai 120 ai 239 minuti. L’indennizzo potrà essere richiesto trascorsi 20 giorni dalla data del viaggio e fino a 12 mesi successivi.

Giglio, riprese le ricerche. Carnival rimborsa i passeggeri

Riprese le operazioni di soccorso

Sono appena riprese le operazioni di ricerca dei sommozzatori a bordo della Costa Concordia, arenata a pochi metri dall’Isola del Giglio. Ieri l’intervento era stato sospeso in quanto la nave si era mossa, mentre al momento sembrano essere ristabilite le condizioni di sicurezza. Oggi sarà ispezionato il ponte 4, alla ricerca di eventuali presenze a bordo. Già da domani, condizioni meteo permettendo, potrebbe avere inizio la rimozione del carburante, quanto mai complicata e urgente.

Intanto la Carnival, il colosso statunitense che controlla Costa Crociere, si è impegnata a fornire assistenza a ogni passeggero e membro dell’equipaggio coinvolto nel naufragio della Concordia. La Costa finora ha assistito passeggeri e membri dell’equipaggio per il ritorno a casa e ha avviato i rimborsi del costo della crociera e delle spese sostenute a bordo. Inoltre la compagnia ha fatto sapere che sta contattando ogni passeggero e membro dell’equipaggio per rimborsarli delle proprietà personali lasciate sulla nave. Ad oggi risulta improbabile che l’assicurazione, pur milionaria, riesca a coprire tutti i costi del disastro.

Ancora problemi per i rimborsi Eagles

Ancora attese per i rimborsi dell'ex compagnia aerea

In merito alle diverse segnalazioni ricevute da parte dei passeggeri non ancora rimborsati dalla compagnia aerea Eagles, l’Enac rende noto di aver già sollecitato il vettore, nel corso di due riunioni svoltesi nel mese di novembre 2011, a effettuare i rimborsi dei biglietti e a ottemperare a quanto previsto dalla normativa comunitaria in materia di tutela dei diritti dei passeggeri..
L’Ente, per completezza di informazione, ricorda di aver sospeso la licenza d’esercizio e il certificato d’operatore aereo (Coa) del vettore Eagles rispettivamente in data 4 novembre e 22 novembre 2011, in seguito all’informazione, da parte della compagnia stessa, di aver interrotto tutte le proprie attività di volo.
Inoltre, nel mese di dicembre la società Eagles ha formalizzato il cambio di nome in Prima S.p.A. e la nuova sede a Fiumicino, ma ad oggi la Prima S.p.A. non ha licenza di operatore aereo e pertanto non è operativa.
L’Enac continuerà a monitorare l’evolversi della situazione e solleciterà nuovamente la società coinvolta al rispetto dei diritti degli utenti.

Pullman, super-rimborsi per danni ai passeggeri

Pullman, i diritti dei passeggeri

Fino a 220mila euro di rimborsi in caso di danni alle persone, 1.200 per smarrimento o danneggiamento del bagaglio. E’ stato approvato dalla Ue il regolamento per i diritti dei passeggeri dei pullman a lunga percorrenza, tratte di oltre 250 km nazionali o internazionali.

Per vederlo entrare in vigore, però, bisognerà aspettare primavera 2013, in modo da dar tempo alle aziende di adeguarsi. Le nuove norme prevedono compensazione e rimborso del biglietto in caso di cancellazione del servizio acquistato e di una valida alternativa offerta dall’operatore. Stesse regole in caso di ritardo di oltre 2 ore.

Se l’attesa dura invece un’ora e mezzo o più, i viaggiatori avranno diritto a qualcosa da bere e da mangiare. Inoltre in caso di interruzione del viaggio che comporti un pernottamento, sarà la compagnia di trasporto a pagare l’albergo (fino a 2 notti), con un massimale di 80 euro di spesa a persona.

Disagi da neve, Fs rimborsa 70mila toscani. Da marzo

Arriveranno a primavera i rimborsi per i disagi subiti dai cittadini durante la pesante nevicata dello scorso 17 dicembre. In migliaia rimasero bloccati su strade e autostrade. O all’interno delle stazioni: a causa del gelo gli scambi ferroviari misero ko la rete toscana delle Ferrovie. Che ora risarciscono gli abbonati.

Binari innevati

Chi aveva in tasca un abbonamento del treno a dicembre può chiedere uno sconto di 20 euro su quello di marzo, coloro che avevano acquistato un biglietto singolo hanno diritto al rimborso completo dei soldi spesi. I pendolari coinvolti sono circa 70mila.

“E’ un risarcimento modesto – commenta il portavoce del ‘Comitato Pendolari Valdarno Direttissima’, Maurizio Da Re – ci si aspettava di più visto che proprio il presidente della Regione aveva alzato così forte la voce a difesa dei pendolari, contro i danni e i disagi causati da Trenitalia durante la nevicata del 17 dicembre. A confronto – continua Da Re – erano più rilevanti gli sconti del 50% sul costo degli abbonamenti, che la Regione concesse ai pendolari lo scorso aprile, con le risorse prese dalle penali applicate a Trenitalia per i disservizi nell’anno 2009”.

In realtà i risarcimenti potrebbero lievitare nei prossimi mesi. Resta aperto, infatti, il contenzioso tra Regione Toscana ed Fs sulla multa di 1 milione e 300mila euro contestata dall’Ente locale all’azienda di trasporto su ferro. “Il contenzioso resta aperto e seguirà il suo percorso legale– ha spiegato il presidente della regione Enrico Rossi — ma intanto i cittadini non dovranno aspettare. L’amministratore delegato di Fs ha concordato con noi una disponibilità a procedere da subito con i rimborsi”. La strada per ottenerli passa dal tavolo regionale di conciliazione, avviato proprio ieri dall’amministratore delegato di Trenitalia Vincenzo Soprano insieme al capogabinetto della Regione Ledo Gori e le associazioni di consumatori.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner