Articoli marcati con tag ‘risarcimenti’

Malpensa, disastro ecologico annunciato.

L'aeroporto di Malpensa

Mortalità per malattie respiratorie in aumento del 54,1%, ricoveri ospedalieri a più 23,8%, livello di inquinamento da idrocarburi cinque volte più alti rispetto a quelli del casello di Melegnano, sull’A1, il più trafficato di tutta Italia. E’ lo stesso Ministero dell’Ambiente a definire l’aeroporto di Malpensa un “disastro ecologico”. E la cosa più preoccupante è che lo ha fatto qualche anno fa, senza prendere poi nessun provvedimento.

Come è emerso nei giorni scorsi sulla stampa nazionale, i primi studi al riguardo risalgono al 2008 e i risultati sulla qualità dell’aria erano già allora allarmanti. Tant’è che a ottobre 2010 lo stesso Ministero trasmette a tutti gli enti competenti un dossier sul “disastro ecologico nell’area adiacente Malpensa, nel pieno del Parco del Ticino, dovuto al sorvolo degli aeromobili in decollo”. Il documento, di cui si ha notizia solo adesso, arriva nelle mani di dirigenti e politici della Regione Lombardia, del Ministero dei Trasporti e di quello dell’Agricoltura. Come se non bastasse in allegato vi è anche una relazione del Corpo Forestale, che sancisce la moria dei volatili e la progressiva desertificazione dei boschi del vicino Parco (protetto, tra l’altro, dall’Unesco).

Il Parco del Ticino

Eppure alcuni preoccupanti segnali dell’incombente rischio ambientale derivanti dal grande hub padano c’erano già stati. Risale al 1999, infatti, la prima causa intentata contro la Sea, la società che gestisce l’enorme scalo, da Umberto Quintavalle, titolare di un terreno di oltre 200 ettari nel suddetto Parco del Ticino, nonché vincitore del procedimento in primo grado con tanto di risarcimento di 5 milioni di euro da parte della Sea. La perizia, infatti, sancisce livelli esorbitanti di inquinamento nel terreno. Ma potrebbe essere solo la prima di una lunga serie di cause, anche più pesanti.

Secondo uno studio dell’Asl di Varese, infatti, chi risiede nelle vicinanze di Malpensa (un’area di circa 100 chilometri quadrati), rischia quattro volte più dei concittadini di provincia di perdere la vita a causa di una malattia respiratoria. La ricerca prende in considerazione i dati di 12 anni, dal ’97 al 2009, registrando un balzo dei ricoveri pari al 23,8% e un ancor più sensibile aumento della mortalità legata alle malattie respiratorie. Leggi il resto di questo articolo »

Disagi da neve, Fs rimborsa 70mila toscani. Da marzo

Arriveranno a primavera i rimborsi per i disagi subiti dai cittadini durante la pesante nevicata dello scorso 17 dicembre. In migliaia rimasero bloccati su strade e autostrade. O all’interno delle stazioni: a causa del gelo gli scambi ferroviari misero ko la rete toscana delle Ferrovie. Che ora risarciscono gli abbonati.

Binari innevati

Chi aveva in tasca un abbonamento del treno a dicembre può chiedere uno sconto di 20 euro su quello di marzo, coloro che avevano acquistato un biglietto singolo hanno diritto al rimborso completo dei soldi spesi. I pendolari coinvolti sono circa 70mila.

“E’ un risarcimento modesto – commenta il portavoce del ‘Comitato Pendolari Valdarno Direttissima’, Maurizio Da Re – ci si aspettava di più visto che proprio il presidente della Regione aveva alzato così forte la voce a difesa dei pendolari, contro i danni e i disagi causati da Trenitalia durante la nevicata del 17 dicembre. A confronto – continua Da Re – erano più rilevanti gli sconti del 50% sul costo degli abbonamenti, che la Regione concesse ai pendolari lo scorso aprile, con le risorse prese dalle penali applicate a Trenitalia per i disservizi nell’anno 2009”.

In realtà i risarcimenti potrebbero lievitare nei prossimi mesi. Resta aperto, infatti, il contenzioso tra Regione Toscana ed Fs sulla multa di 1 milione e 300mila euro contestata dall’Ente locale all’azienda di trasporto su ferro. “Il contenzioso resta aperto e seguirà il suo percorso legale– ha spiegato il presidente della regione Enrico Rossi — ma intanto i cittadini non dovranno aspettare. L’amministratore delegato di Fs ha concordato con noi una disponibilità a procedere da subito con i rimborsi”. La strada per ottenerli passa dal tavolo regionale di conciliazione, avviato proprio ieri dall’amministratore delegato di Trenitalia Vincenzo Soprano insieme al capogabinetto della Regione Ledo Gori e le associazioni di consumatori.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner