Articoli marcati con tag ‘Roberto Perrocchio’

Perocchio. “ ..dal 2015 la ripresa, promozione sui mercati esteri e migliori normative “

Al 12° SNIM , l’unico Salone Nautico della Puglia inauguratosi ieri alla presenza del sottosegretario alle Infrastrutture Umberto Basso De Caro e del direttore generale del dicastero Cosimo Durante , presenti le massime autorità civili e militari, Assomarinas, per voce del suo presidente Roberto Perocchio ha sottolineato l’importanza dell’evento fieristico per l’animazione del mercato nautico anche se “ l’anno in corso, numeri alla mano, presenta le stesse difficoltà del 2013 mentre gli operatori attendono la ripresa per il prossimo anno quando potrà partire il credito al consumo ed il Governo avrà ricreato il clima di fiducia nell’utenza”. Il presidente ha inoltre ricordato come sia già allo studio un miglior coordinamento dei controlli, l’attivazione del registro elettronico delle imbarcazioni (n.d.r. per la cui attuazione il Consiglio di Stato ha recentemente espresso parere favorevole e la cui accelerazione è stata confermata nell’intervento del Sottosegretario De Caro), nonché il riconoscimento del turismo nautico come importante risorsa economica per il Paese.
Non è mancato poi un preciso riferimento alla portualità turistica pugliese ricordando all’assessore regionale allo Sviluppo Economico Loredana Capone che con il nuovo porto di Manfredonia ed il porto turistico di Cala Ponte che sarà inaugurato a breve, “ si è notevolmente incrementata per la Regione l’offerta di ormeggi ma – ha sottolineato Perocchio – “ in considerazione della crisi del mercato interno e dell’attuale eccesso di offerta di posti barca a livello nazionale con 17.000 nuovi posti barca realizzati negli ultimi 6 anni e 20.000 in via di completamento , è necessario che la Regione, forte delle sue competenze in materia, intensifichi la promozione turistica anche a favore della nautica sui mercati esteri”.
Ha inoltre ricordato il successo registrato nella regione Friuli Venezia Giulia dall’introduzione , con legge regionale, dei “marina resort” ,( normativa che può essere prodotta anche per le regioni a statuto ordinario grazie alle competenze regionali in materia di turismo) , che inquadra il porto turistico come “impresa turistico ricettiva” , innescando conseguentemente alcuni vantaggi fiscali propri del settore alberghiero, “ necessari – ha concluso il Presidente – a compensare il settore nautico dai danni derivati dalla tassa di possesso”.
Pieno accordo col presidente di Assomarinas sulla promozione all’estero e sull’attenuazione dei controlli in mare da parte del presidente nazionale di Assonautica Alfredo Malcarne mentre è stato il Sottosegretario De Caro a confermare la volontà del Governo di riportare la nautica ai livelli ante 2008 quando il comparto contribuiva con oltre 6 Mld al PIL nazionale.

V.T.P. ENGINEERING SBARCA AL TRANSPORT DI MONACO

Con l’esplosione del mercato crocieristico , di pari passo, porti, compagnie di
navigazione e terminals investono in nuove  tecnologie sia a bordo che a terra per
rendere sempre più economica ed appetibile una vacanza in mare. VTP Engineering ,
braccio tecnico di Venezia Terminal Passeggeri sbarca con una sua delegazione
capitanata al presidente Roberto Perocchio , al Transport di Monaco di Baviera , la
più importante manifestazione fieristica a livello internazionale sulla logistica e
l’economia del trasporto marittimo , aereo e terrestre con oltre 2000 espositori
provenienti da 64 Paesi, per presentare le sue “ultime novità” in tema di strutture
al servizio del traffico crocieristico già operative a Venezia. 

Decine di incontri , quasi un tour de force , con i responsabili dei maggiori porti
, da quelli delle Canarie a quelli del Mar Baltico agli stessi porti tedeschi come
Amburgo, oggi in fortissima crescita, anche nel traffico crocieristico,  nel mare
del Nord.

“I nostri sistemi di sbarco e imbarco che a Venezia  servono  circa 2 milioni di
passeggeri l’anno,  sono stati riconosciuti dai nostri interlocutori come “sistemi
d’avanguardia” – spiega il presidente Perocchio – che consentono alla nave di
accelerare i tempi di imbarco-sbarco e al terminal di operare , con grande velocità
e in massima sicurezza a tutto vantaggio anche dei servizi predisposti a terra come
transfert, parking ecc."

Elettronica e  robotica spinta per ascensori, passerelle e tunnel panoramici  per le
“Multipurpouse Boarding Tower” rappresentano un “unicum” di acciaio e vetro che con
tunnel telescopici raggiunge dalla banchina ,ai vari livelli richiesti anche per le
condizioni di marea, i ponti della nave . “Di fatto queste nuovissime strutture-
commenta l’A.D. e progettista di VTP Engeneering Franco De Angeli  – si presentano
come un gigantesco “gangway” che è in grado di smaltire circa 3000 passeggeri /ora
con evidenti vantaggi sia per la nave che per il terminal , punto di arrivo o
partenza per migliaia di crocieristi per le tante escursioni". 

Un’altra importante sfida, dunque, stavolta “tecnologica”e logistica   che il
Terminal crocieristico lagunare, il 4°  al mondo ed il primo in Mediterraneo come
home port delle più prestigiose compagnie crocieristiche, lancia ad un mercato
internazionale  in forte crescita e che proprio al Transport di Monaco è stata
raccolta ed apprezzata dai tanti porti che oggi investono nel traffico crocieristico
e dei ro/pax armando le proprie banchine con sistemi  sempre più avanzati per
recuperare tempi preziosi nelle operazioni portuali ed altrettanto preziose economie
di scala nella gestione del traffico.   

Venezia: il rinnovamento energetico in chiave green una risorsa per la croceristica

L’alimentazione da banchina nei porti per le navi da crociera sta diventando sempre più un fattore strategico e competitivo per il comparto crocieristico. Una tendenza emersa nel corso del convegno internazionale “Shoreside Power Conference” tenutosi ieri, 26 aprile 2012, a Venezia, nelle strutture congressuali del Terminal Crociere. All’incontro, organizzato dall’European Cruise Council, associazione che riunisce le maggiori compagnie di crociera in Europa e Venezia Terminal Passeggeri, società che promuove ed incrementa l’attività passeggeri nel Porto di Venezia, i massimi esperti internazionali , i rappresentanti istituzionali, fornitori di attrezzature ed operatori hanno fatto il punto sulle novità e gli sviluppi dei sistemi energetici eco friendly per il settore.
“Per il Porto Crociere di Venezia, – sostiene Roberto Perocchio, Amministratore Delegato della Venezia Terminal Passeggeri -, uno dei piú importanti homeport ( porto di sbarco ed imbarco ) al mondo, quarto nel ranking internazionale , lo sviluppo del cold ironing, sistema di alimentazione elettrica delle navi in banchina che consente di spegnere i motori ausiliari delle navi attraccate, eliminando le emissioni, é di fondamentale rilevanza per il futuro. Soprattutto alla luce di un equilibrio tra il miglioramento dei servizi portuali e la riduzione dell’impatto sull’ambiente. Ritengo che l’alimentazione da banchina possa essere in alcuni casi, la soluzione ideale per superare con successo i  problemi  di accoglienza delle navi in luoghi dove bisogna trovare il giusto compromesso tra le dimensioni delle stesse ed il delicato equilibrio ambientale. Abbiamo apprezzato lo sforzo che stanno facendo le compagnie di crociera per migliorare la qualità del carburante e il cold ironing é un ulteriore passo in questa direzione”.
Nella sessione di apertura si sono analizzate alcune esperienze pilota nel settore, quali  la presentazione di uno studio a cura della Princess Cruises e del porto di Vancouver, concernente la loro esperienza di fornitura di alimentazione da banchina sulla costa occidentale del Nord America. La Princess Cruises e`stata infatti la prima compagnia ad utilizzare questo strumento nei porti della costa occidentale americana nel 2001. Il suo direttore tecnico, Piero Susino, ha rilevato come necessaria sia far luce sulle tariffe energetiche , che spesso rappresentano uno scoglio per lo sviluppo in questa direzione anche alla luce dei grandi sforzi economici delle compagnie per adattare le navi all’alimentazione da banchina la cui modifica può raggiungere anche la cifra di 1,5 milioni di dollari.

A Venezia la conferenza mondiale del cold ironing

Il futuro dei porti  sempre più nel segno della sostenibilità ambientale. Si terrà a Venezia, presso le strutture congressuali della Venezia Terminal Passeggeri il 26 aprile 2012, la conferenza mondiale sul cold ironing, sistema di alimentazione elettrica delle navi in banchina che consente di spegnere i motori ausiliari delle navi attraccate, eliminando le emissioni. Una alternativa energetica che permette dunque alle navi ferme di ricevere la corrente da terra senza dover tenere accesi i motori per alimentare i generatori di bordo e di sfruttare il calore generato dall’impianto a terra per riscaldare o raffreddare le strutture dei terminal del porto o addirittura la città nelle vicinanze al porto, con una notevole riduzione dell’inquinamento.
All’incontro, organizzato dall’European Cruise Council, associazione che riunisce le maggiori compagnie di crociera in Europa e Venezia Terminal Passeggeri, società che promuove ed incrementa l’attività passeggeri nel Porto di Venezia, i massimi esperti internazionali illustreranno a rappresentanti istituzionali, fornitori di attrezzature ed operatori le novità del settore e le procedure per implementare questi sistemi energetici eco friendly.
“ Il rinnovamento in chiave “green” del nostro porto è una scelta obbligata anche a fronte dell’aumento costante dei traffici crocieristici nelle prossime stagioni – sottolinea Roberto Perocchio, Amministratore Delegato di Venezia Terminal Passeggeri, -   Un nuovo modo di intendere l’approvvigionamento energetico, da parte di VTP,  che investe l’intera area portuale di Marittima. A breve infatti sarà operativa una flotta di shuttle elettrici per la distribuzione dei passeggeri tra i parcheggi, e lancioni  elettrici per servire i collegamenti acquei con il centro storico”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner