Articoli marcati con tag ‘Roma’

Car Sharing Bmw in arrivo in Italia, candidate Milano e Roma

DriveNow, il car sharing premium di Bmw, sbarcherà anche in Italia. Questa espansione delle città in cui sarà presente il servizio fa parte del programma annunciato a Monaco da Robert Reithofer, CEO di Bmw Group, durante la conferenza annuale sui risultati 2014. “Lo scorso anno abbiamo aggiunto al network di DriveNow Londra e Vienna – ha detto – e ora sarà la volta di dieci città negli Stati Uniti e di 15 in Europa”. Le prime città italiane interessate al progetto saranno Milano e Roma. “Stiamo studiando la fattibilità – ha precisato a margine della conferenza Peter Schwarzenbauer, membro del board con responsabilità per Mini, Rolls-Royce, Motorrad e Servizi Post Vendita – soprattutto dal punto di vista del parcheggio libero e della possibilità di ritirare e consegnare le auto agli aeroporti”. Bmw punta a fornire nel panorama del car sharing veicoli e servizi ‘premium’, per i quali – ha detto Schwarzenbauer – ”le ricerche ci confermano che i clienti sono disposti a pagare di più”. Ed ha specificato che saranno disponibili, con tempi e modalità diverse, modelli come la Mini, la Serie 1, la X1 e l’elettrica i3. All’inizio di marzo il programma DriveNow ha raggiunto un totale di 420mila aderenti.

Termini: una stazione a due piazze

Una stazione a due piazze: arriva anche nel cuore di Roma, a Termini, l’alleanza tra l’alta velocità di Italo, il treno più moderno d’Europa, e il servizio di micro noleggio urbano condiviso car2go. Per informare viaggiatori e cittadini sul debutto dell’accordo anche nella più grande stazione d’Italia, NTV insieme alla società di car sharing a flusso libero targata Daimler lancia la campagna pubblicitaria “Domination Termini”, durante la quale per tutto il mese di novembre un bus temporaneo sarà a disposizione dei cittadini in Piazza dei Cinquecento, al capolinea degli autobus, per fornire assistenza e informazioni sui vantaggi dell’accordo e per procedere alla registrazione al programma fedeltà Italo Più e al servizio car2go.

Grazie all’intesa sarà possibile scendere da Italo nella centralissima Termini e con una “app”, a portata di touch (car2go), prenotare il veicolo più vicino per proseguire il viaggio in città. Oppure, al contrario, attraversare il traffico urbano al volante di una smart fortwo per poi salire a bordo dell’alta velocità di NTV.

Fino al 30 novembre, gli oltre 470 mila iscritti al programma Italo Più potranno registrarsi gratuitamente al servizio di car sharing e ricevere 45 minuti di guida in omaggio, presentando la propria carta fedeltà presso uno dei punti di registrazione car2go in Italia. NTV, invece, riserva agli iscritti di car2go che si registrano per la prima volta al programma Italo Più, un voucher di 15 euro per viaggiare con il treno rosso amaranto su tutte le tratte e in tutti gli ambienti con le offerte commerciali Base ed Economy. Scopri i dettagli della promozione chiamando il Contact Center Pronto Italo al numero 06.07.08 o visitando i siti www.italotreno.it e www.car2go.com.

La partnership tra NTV e car2go è iniziata lo scorso febbraio ed ha riscosso un enorme successo tra i clienti delle due società. Fino ad oggi, infatti, hanno aderito all’iniziativa usufruendo della promozione migliaia di iscritti al programma Italo Più e di membri car2go.

Cresce la flotta e si allarga l’area operativa nella Capitale

car2go piace sempre più ai romani e per venire incontro alle esigenze di un numero crescente di nuovi Clienti aumenta la propria flotta ed estende l’area operativa nella Capitale. Da oggi, infatti, Roma potrà contare su 100 smart in più, che portano a ben 600 le vetture disponibili per i romani. Con l’aumento della flotta cresce anche l’area operativa del servizio, ampliata di oltre 10 chilometri quadrati.

Dal debutto nella Capitale, lo scorso mese di marzo, car2go è riuscito a conquistare un pubblico sempre più ampio ed eterogeneo che da subito ne ha apprezzato funzionalità e semplicità di utilizzo. In sei mesi, a Roma, sono stati percorsi circa 2 milioni di chilometri con una media di 15.000 noleggi settimanali.
Con una flotta da oggi ampliata a 600 smart, sarà ancora più semplice trovare una smart disponibile e andare ancora più lontano grazie all’estensione operativa di oltre 10 chilometri quadrati.

Iveco Check Stop arriva a Roma

Iveco si prende cura della sicurezza degli autotrasportatori e dei loro mezzi: è questo in sintesi il messaggio della campagna “Iveco Check Stop”, l’iniziativa che – ormai giunta alla sua quinta tappa dal 9 al 10 luglio presso l’Area di Servizio Prenestina Est di Roma – offre un servizio gratuito di controllo sullo stato di vigilanza, sonnolenza e fatica dell’autista e di verifica delle funzionalità primarie del veicolo.
La conferenza stampa di presentazione di Iveco Check Stop durante la tappa romana si è svolta presso la sede dell’ACI (Automobil Club d’Italia) che ha a sua volta supportato l’iniziativa. Sullo stesso tema, infatti, l’ACI sosterrà a partire dal prossimo settembre, in occasione del Gran Premio d’Italia di Formula1 a Monza e in collaborazione con FIA (Federation Internazionale de l’Automobile), una campagna internazionale per la sensibilizzazione sui rischi della sonnolenza alla guida.
Durante la conferenza stampa, alla quale hanno partecipato Rocco Lamparelli, del Gabinetto dell’Assessore Politiche del territorio, Mobilità, Rifiuti della Regione Lazio; Mauro Veglia, CNH Industrial Commercial Services & Customer Care EMEA; Sergio Garbarino, del Dipartimento di Neuroscienze, Riabilitazione, Oftalmologia, Genetica e Scienze Materno-Infantili dell’Università di Genova, e Luigi Di Matteo, dell’Area Tecnica ACI, si è discusso a più livelli di sicurezza stradale,
Rocco Lamparelli della Regione Lazio ha definito il contesto operativo e competitivo in cui verte il comparto autotrasporti in questo momento di crisi e ha sottolineato la necessità degli investimenti per nuove infrastrutture che la Regione ha approvato.
Attivata in collaborazione con il Dipartimento di Neuroscienze (DINOGMI) dell’Università degli Studi di Genova e patrocinata dal Ministero dei Trasporti, dall’Associazione Italiana Medici del Sonno, dal Dipartimento di Scienze della Salute (DISSAL) dell’Università di Genova e dall’Unione Interporti Riuniti, Iveco Check Stop prevede l’allestimento di specifiche aree di servizio su cui viene posizionato uno speciale veicolo hospitality agganciato a un Iveco Stralis Hi-Way, veicolo della gamma pesante Iveco, al cui interno è allestita una sala medica per effettuare le visite.
Dopo il successo delle prime quattro tappe ai Magazzini Kuene+Nagel di Torino (10-12 giugno), all’Interporto CIM di Novara (16-20 giugno), all’interporto Quadrante Europa di Verona (23-27 giugno) e all’interporto di Bologna (30 giugno – 4 luglio), il progetto è attivo a Roma dal 9 al 10 luglio presso l’Area di Servizio Prenestina Est lungo l’autostrada A1.
L’ultima tappa è prevista a Nola (NA), presso l’Interporto Campano, dal 14 al 18 luglio.

car2go da record: 110.000 iscritti in Italia

Semplice, sostenibile, comodo e alla moda: car2go piace agli italiani che apprezzano questo nuovo modello di car sharing a flusso libero in grado di coniugare libertà, flessibilità e rispetto dell’ ambiente. Fin dal suo esordio nella città di Milano, le smart bianche e azzurre di car2go hanno incontrato i gusti di un pubblico ampio e trasversale, di ogni età, genere e stile di vita, dimostrando come anche l’Italia, miglior case history a livello mondiale, sia pronta per una nuova mobilità innovativa ed al passo con i tempi.
Ecco i numeri del successo: 110.000 iscritti in 10 mesi. A Milano 600 smart car2go e oltre 65.000 iscritti a 10 mesi dal lancio, con una media di 25.000 noleggi a settimana.
A Roma 500 smart car2go e più di 45.000 iscritti a circa due mesi e mezzo dal lancio, con una media di 15.000 noleggi a settimana
Da qualche giorno il servizio è attivo anche a Firenze con 200 smart e, così come accaduto nelle altre città italiane, car2go sta raccogliendo i favori dei cittadini del capoluogo toscano che si stanno iscrivendo numerosi.
Oltre ad essere il primo servizio a flusso libero, pioniere e leader del settore, car2go è apprezzato anche per l’esclusiva interoperabilità a livello europeo; la libertà di poter noleggiare una delle 5.500 smart nelle 12 città europee dove il servizio è attivo è un valore aggiunto importante per tutti gli utenti di car2go.
Nel mondo car2go è attiva in 27 città tra Europa, Stati Uniti e Canada. Al momento più di 700.000 clienti possono usare 11.000 smart eco-friendly, di cui oltre 1.250 elettriche. Nel mondo, ad oggi, sono stati effettuati oltre 21 milioni di noleggi con car2go. In media, quindi, ogni 2 secondi avviene un noleggio con car2go in una delle città in cui è presente il servizio – il che si traduce in oltre 1 milione di noleggi al mese.

Napul’è… (storie di car sharing napoletano)

Vi sono alcune parole che stanno caratterizzando la mobilità del XXI secolo e due di queste sono riferite in particolar modo alla mobilità urbana: car sharing e mobilità elettrica.

Non a caso le più importanti aziende automobilistiche stanno strutturando delle linee di business per andare a soddisfare le esigenze di spostamento delle persone e anche delle merci in maniera differente.

Il termometro di questo cambiamento epocale può essere il successo registrato a Milano dal car sharing one-way che già oggi vede 1100 veicoli disponibili e altri 500 in arrivo a breve considerando tutti gli operatori che hanno vinto i bandi del Comune per divenire operatori.

Il capostitpite di questo cambiamento è stato Car2Go, pensato come un alternativo modo per far guidare una Smart, che oggi a Milano conta 60.000 iscritti, uno smacco per il car sharing gestito dalla ICS che per anni ha annaspato come tutti gli altri da loro gestiti in dodici città italiane.

La causa non è da ricercarsi nel fascino della Smart ma nella modalità di fruizione del servizio; il car sharing tradizionale detto tecnicamente round trip obbliga infatti a riconsegnare il veicolo nel parcheggio da cui si è prelevato o, in alcuni casi, in un parcheggio del gestore del car sharing. Una soluzione molto vincolante e poco flessibile adatta a spostamenti prevedibili e programmabili, insomma l’esatto opposto di quanto oggi il mondo del lavoro e anche quello ludico richiedono.

il dover parcheggiare in aree prestabilite può essere un limite alla diffusione del car sharing

Non così Car2Go che invece è offerto con logica open ended o one way, vale a dire che prendi il veicolo e lo lasci dove vuoi all’interno della zona servita. Non a caso a Milano e Roma i bandi redatti dai Comuni per il rilascio delle licenze prevedevano esattamente questo tipo di car sharing, che oggi occorre dirlo viene gestito dalla maggior parte degli operatori con veicoli termici – benzina o gasolio – ma che potrebbe avere una valenza ambientale amplificata con una flotta di veicoli elettrici.

Già perchè i veicoli elettrici ci sono, funzionano e vi sono anche operatori di car sharing che si sono specializzati in questa nicchia di mercato. Anche qui vi è un capostipite, come sempre, che non è milanese e neppure romano ma napoletano: la Bee.

È fatta direte voi! Se è vero che “è la somma che fa il totale” – come diceva Totò – abbiamo ottenuto un gran risultato per l’ambiente ed anche uno per la fruibilità del servizio e Napoli potrebbe essere un esempio per tutte le città italiane recuperando un po’ di credibilità rispetto a tutte le recenti vicende poco edificanti per la reputazione cittadina.

E invece no. A Napoli il car sharing one-way non si può fare. Quello che a Milano e Roma ritengono indispensabile per avvicinarsi alla mobilità delle grandi metropoli europee a Napoli è vietato. Questione di vil denaro, sembrerebbe.

Pare infatti che il Comune escluda questa opzione, vincolandola al fatto che dovrebbe permettere a tutti i veicoli elettrici di parcheggiare gratuitamente nelle strisce blu e questo comporterebbe un danno alle dissestate finanze pubbliche.

Per cronaca occorre ricordare che il Comune ha un buco di 1,2 miliardi di euro e che la Corte dei Conti ha dichiarato questo deficit “irreversibile”.

Non saranno quindi gli spiccioli derivanti dal mancato pagamento della sosta di qualche veicoli elettrico a cambiare le sorti del bilancio e viene il sospetto che dietro alla scelta ci siano altre ragioni, sempre economiche, che nel caso specifico si nascondano dietro al nome Ciro.

Ciro è un progetto sperimentale da 2 milioni di euro finanziato dalla EU per la mobilità elettrica a Napoli. Ma che bisogno c’è di sperimentare se esiste già un servizio privato che sta sul mercato? Ma questa è un’altra storia.

Napul’è mille paure…

Furti di rame: nel fine settimana il nodo di Roma colpito dai ladri di oro rosso

Ennesimi furti di rame nel fine settimana appena trascorso lungo le tratte ferroviarie regionali laziali: uno sulla FL3 Roma – Viterbo e l’altro sulla FL1 Orte – Roma – Fiumicino Aeroporto.

Le anomalie lungo la linea sono rilevate dai sistemi di sicurezza. In casi come questi i segnali si predispongono al rosso e il guasto viene segnalato immediatamente alla Sala operativa. La circolazione prosegue, anche se rallentata, in totale sicurezza. Pesanti invece le conseguenze per i viaggiatori e per l’Azienda, sia economiche sia in termini di ritardi dei treni.

Basti pensare che solo nel bimestre Gennaio/Febbraio 2014 sono stati 24 i furti di rame messi a segno lungo le linee ferroviarie del Lazio con il coinvolgimento di 355 treni e ritardi complessivi di circa 73 ore. I tentativi di furti hanno invece interessato 124 treni che hanno registrato oltre 38 ore di ritardo. 7.257 chilogrammi di rame asporti per 115.612 euro di danni.

Pony Express ad impatto zero a Roma

Sono veloci ed ecologici. È per questo che aziende, amministrazioni pubbliche e privati chiamano i corrieri in bici per le proprie consegne. Ed è per questo che gli stessi ciclisti professionisti hanno scelto di fare i pony express pedalando: la passione per la bicicletta ha sposato un ideale di città con una qualità dell’ambiente e della vita migliori.

Inizialmente non ci credeva nessuno, soprattutto a Roma, dove le distanze e il territorio collinare sembravano essere un impedimento irrisolvibile per gli appassionati di ciclismo urbano. Complice la crisi economica e una maggiore consapevolezza dei danni dell’inquinamento, l’uso della bicicletta si è diffuso progressivamente anche nella città eterna e, improvvisamente, i corrieri in bici non sono sembrati più degli alieni.

Gli “ecoalfieri” a emissioni zero hanno inoltre il pregio di essere particolarmente veloci, non solo perché sono dei professionisti della pedalata, ma perché riescono a evitare il traffico e a infilarsi dove altri mezzi di trasporto non possono passare. “Ci muoviamo con la neve, con il sole, con la pioggia, a 40°C come a -20°C”, dicono i corrieri di Eadessopedala, primi, nel 2008, ad offrire un servizio completamente ecologico a Roma. La loro mission è ancora più chiara quando si scopre che sono disponibili a raccogliere gratuitamente le pile esaurite per depositarle nei contenitori appositi. “Usiamo pagine nere per il nostro blog – aggiungono – perché fanno consumare meno energia elettrica al tuo personal computer”.

Il servizio funziona come con i classici pony express, con la differenza che le consegne vengono effettuate in sella alla bicicletta e, per pacchi ingombranti, in sella al cargo bike. Tra i clienti più affezionati di Eadessopedala ci sono ambasciate, fondazioni, l’Istituto Europeo Design, l’attore Valerio Mastandrea, il Museo Boncompagni e il Museo Borghese. Un servizio che va oltre la semplice consegna: ”recuperiamo il mazzo di chiavi dimenticati in ufficio o il bambolotto lasciato al nido, ritirano l’abito in tintoria”. Semplificano la vita di tutti i giorni e lo fanno in maniera ecologica, mostrando un’altra faccia della città.

Buongiorno Roma: il servizio di car-sharing one way di car2go arriva nella Capitale

car2go, il servizio pioniere e leader di mercato nel campo del car-sharing one way, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ha aperto la registrazione dei propri clienti a Roma, “vera smart-city” con 125.000 smart in circolazione. In un primo momento, car2go porterà a Roma 300 smart, mentre la flotta totale di 500 car2go sarà disponibile entro la fine di marzo 2014. I veicoli di car2go possono essere noleggiati in qualunque momento e il sistema opera senza stazioni di noleggio dedicate. Le automobili possono essere utilizzate quando necessario e possono essere posteggiate in qualsiasi parcheggio pubblico all’interno dell’area operativa di 100 chilometri quadrati, senza canoni aggiuntivi mensili o annuali. Gli utenti registrati pagano solamente il reale utilizzo che fanno del servizio con un costo al minuto all-inclusive (tasse, assicurazione, benzina, parcheggio, i primi 50 chilometri e IVA). car2go è una nuova e innovativa soluzione per muoversi in città: è facile da utilizzare, economica e amica dell’ambiente. È il futuro della mobilità urbana.

Consegne a emissioni zero per la spesa: si chiude e-commerce ZEV, progetto sperimentale con mezzi elettrici nel quartiere Eur di Roma

Si è conclusa la fase sperimentale del progetto e-commerce ZEV, progetto pilota che ha dato la possibilità ai dipendenti di alcune aziende, con sede nel quartiere Eur di Roma, di poter accedere a una piattaforma di e-commerce per gli acquisti della spesa alimentare quotidiana consegnata in ufficio con mezzi elettrici.
Coordinata dall’Agenzia Roma Servizi per la Mobilità di Roma Capitale insieme a Ruote per Aria, con il patrocinio dell’Assessorato alle Politiche della Mobilità, il Dipartimento della Mobilità di Roma Capitale, il Municipio IX ed Eur Spa, l’iniziativa è riuscita a creare i presupposti per una mobilità integrata, intelligente e a basso impatto ambientale. In virtù del buon successo ottenuto, il servizio potrà passare ad una fase operativa calibrata sulle esigenze della clientela e compatibile con i costi di gestione del servizio.

La sperimentazione è partita in corrispondenza della Settimana Europea della Mobilità (16-23 settembre) e in tre mesi di attività sul territorio, ha coinvolto un bacino di quasi 7.000 dipendenti (BNL, Telecom Italia, Groupama, Agenzia Mobilità). Di questi circa il 10% si è registrato al servizio di e-commerce sulla piattaforma di Ipercoop; il 16% dei registrati ha fatto almeno una spesa nell’arco dei 12 giorni dedicati per ogni azienda (21 è stato il numero massimo di spese in un giorno); 60 euro l’importo della spesa media tra i dipendenti; 4.000 i chilometri percorsi dalla Renault Kangoo Z.E. messa a disposizione per le consegne effettuate dal Consorzio Consetra; 70 euro il costo di energia Enel utilizzata per ricaricare il mezzo durante il periodo.
A confortare, soprattutto, è stata la crescita costante registrata durante i tre mesi di sperimentazione sui numeri del servizio, grazie all’esperienza e il passa parola dei dipendenti. Oltre a fornire buoni risultati in termini di logistica e servizio reso, freschezza e temperatura garantita grazie a contenitori isotermici forniti da Olivo Cold Logistics, la sperimentazione ha dato prova dell’efficacia del mezzo elettrico, che ha sempre svolto il servizio di consegna senza alcun problema di autonomia.
Il progetto pilota ha consentito di mettere a punto un modello operativo sostenibile anche in termini economici. A partire da Gennaio 2014 il programma di acquisto nel sito www.laspesachenonpesa.it riprenderà seguendo una nuova modalità, che prevede un modesto contributo per coprire i costi di consegna. Si tratta di una tariffa agevolata riservata alle aziende con Mobility Manager nominato, modulata come segue:
· sarà previsto un contributo per la consegna pari a € 5,00 a partire da una spesa di € 50,00 e fino a € 79,99, che scenderà a € 3,00 per acquisti compresi tra € 80,00 e € 119,99 e sarà pari a € 0 oltre i 120,00 €. Si precisa che il contributo normalmente previsto da Unicoop Tirreno per questo tipo di acquisto parte da € 7,00 e solo l’appartenenza a un gruppo di acquisto aziendale legato alla figura del Mobility Manager consente questo tipo di agevolazione;
· L’ordine dovrà essere fatto entro le 24 ore precedenti la consegna ed il saldo degli acquisti potrà essere effettuato con carta di credito, carta prepagata o bancomat anche al momento della consegna;
· Sarà inoltre stabilito un giorno e un orario fisso per la consegna;
· In alternativa si potrebbe prevedere la consegna della spesa anche presso il domicilio del cliente a condizioni agevolate rispetto quelle che prevede il servizio

«Una piccola esperienza di servizi e mobilità alternativa, una grande opportunità per cambiare le abitudini e dare prova della efficacia delle tecnologie nel mercato green – spiega Enrico Pascarella, responsabile di Ruote per Aria – Tutto ciò deve far sì che si realizzino opportunità concrete per i partner coinvolti a favore di una qualità di vita migliore».
Ruote per Aria (www.ruoteperaria.com) è il portale web dedicato all’informazione sull’Ecomobilità. Una storia che affonda le radici nel 2000, grazie all’omonima onlus che iniziò a comunicare temi legati alla sostenibilità configurandosi come un vero e proprio movimento di comunicazione ambientale, in grado di informare tramite diversi eventi e strategie sul territorio.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner