Articoli marcati con tag ‘safety’

Incontro di inizio anno in ENAC con il settore aereo: Focus su sicurezza intesa come safety e come security

Il Presidente dell’ENAC Vito Riggio, affiancato dal Direttore Centrale Coordinamento Aeroporti Giuseppe Daniele Carrabba e dal Direttore Centrale Attività Aeronautiche Fabio Nicolai, ha incontrato oggi, 2 febbraio 2016, gli operatori del settore aereo per il consueto bilancio sull’andamento durante le festività di fine e inizio anno e per la programmazione delle eventuali azioni migliorative da porre in essere nel corso del 2016, per continuare a garantire la sicurezza del volo, la qualità dei servizi e lo sviluppo equo e competitivo del trasporto aereo.
Il periodo analizzato, in linea con i livelli di sicurezza che emergono dai primi riscontri del 2015, non ha presentato problematiche particolari, in termini generali di efficienza ed efficacia del trasporto aereo.
Particolare attenzione è stata posta dal Presidente Riggio sui temi prioritari della safety e della security, richiamando tutti i presenti a continuare, ognuno per la propria parte di competenza, a seguire sempre le regole previste a livello internazionale, comunitario e nazionale su entrambe le accezione di sicurezza, operando, al contempo, preventivamente sulle possibili criticità.
Il Presidente, inoltre, ha comunicato la costituzione di due gruppi di lavoro con le principali associazioni del settore. Un gruppo è focalizzato sulla sicurezza, l’altro sugli investimenti aeroportuali. Obiettivo dei due tavoli costituiti è quello di coinvolgere le associazioni nell’analisi delle attività svolte per uno scambio di esperienze, per un coordinamento sui temi principali all’attenzione del settore a livello europeo, per individuare e sviluppare le eventuali soluzioni migliorative.
Hanno partecipato alla riunione odierna, tra gli altri, Enav, Assaeroporti, Assaereo, Ibar, Assohandlers, Assotravel, Assocatering, Assoclearance, CNCU per le associazioni dei consumatori, le società di gestione dei principali aeroporti nazionali, le compagnie aeree che operano in Italia, le maggiori società che forniscono i servizi di assistenza a terra.

Attivo il secondo Security Scanner (Body Scanner) presso l’Aeroporto di Roma Fiumicino per controlli aggiuntivi di security

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile informa che da ieri, 30 gennaio 2015, è attivo al Terminal 3 (T3) dell’Aeroporto di Roma Fiumicino il secondo dei security scanner (i cosiddetti body scanner), acquistato dall’ENAC per questo scalo per effettuare controlli aggiuntivi.
È infatti terminata la fase di posizionamento del macchinario presso l’aerea Schengen T3.
Tutti i quattro macchinari, di cui due installati a Milano Malpensa e due a Roma Fiumicino, come concordato con il Ministero dell’Interno e nel rispetto delle recenti disposizioni europee sono utilizzati per i controlli aggiuntivi di security sui passeggeri con destinazioni sensibili tra cui, a titolo di esempio, Stati Uniti e Israele.
Come condiviso nel corso delle riunioni del CISA – Comitato Interministeriale per la Sicurezza
del Trasporto Aereo e degli Aeroporti – di cui l’ENAC ha la presidenza, terminata la sperimentazione condotta per alcuni mesi a partire dal 2010, l’ENAC ha acquistato, con un proprio avanzo di bilancio messo a disposizione per questo scopo, quattro macchinari destinati a Roma e Milano, utilizzando solo una parte dello stanziamento previsto.
Gli addetti ai controlli (Screener) hanno ricevuto una formazione professionale ad hoc da parte del TSA – Transportation Security Administration, l’organismo degli Stati Uniti che si occupa di security, con il quale l’ENAC ha stipulato un accordo, e hanno conseguito la successiva abilitazione da parte dello stesso ENAC per poter operare sui nostri scali.
Si evidenzia, comunque, che la security è garantita in tutti gli scali nazionali dall’utilizzo degli altri apparati di sicurezza, secondo le normative vigenti.
L’ENAC infine, ricorda che i security scanner che vengono usati nel nostro Paese, L3 Provision, con l’algoritmo ATR (Automatic Target Recognition), non presentano alcuna controindicazione per la salute dei passeggeri e degli addetti alle macchine. Il software che viene utilizzato, inoltre, non riproduce immagini reali della persona che sta passando attraverso il security scanner, garantendo quindi la privacy in quanto le immagini visualizzate sugli schermi degli operatori sono stilizzate, non sono archiviabili e vengono utilizzate solo ed esclusivamente nel momento del passaggio, per il rilievo di eventuali oggetti indosso al passeggero.

ENAC PRESENTA LA CONFERENZA EASA SULL’AVIAZIONE GENERALE

Nell’ambito delle attività del semestre europeo di Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea, l’Italia ospiterà per la prima volta la Conferenza annuale sulla safety dell’EASA – European Aviation Safety Agency, l’agenzia europea per la sicurezza del volo, che si svolgerà presso il Radisson Blu Hotel di Roma (Via Filippo Turati, 171).
Il focus di quest’anno riguarda l’Aviazione Generale, ovvero il traffico diverso dal trasporto aereo commerciale che comprende sostanzialmente l’attività degli aeroclub, delle scuole di volo, dei piccoli aerei privati, i servizi di lavoro aereo pubblicitari, aerofotografici e di rilevazione, spargimenti di sostanze, trasporti di carichi esterni al mezzo, ecc.
Si tratta dell’evento di maggior rilievo nel settore della safety a cui si sono iscritti più di 300 partecipanti in rappresentanza di oltre 200 organizzazioni di 29 Paesi.
La Conferenza rappresenta l’occasione per discutere sia i progressi finora compiuti nel segmento dell’Aviazione Generale, sia le sfide per la semplificazione e quelle per favorire lo sviluppo del settore. Una parte dell’incontro, inoltre, è stata riservata al tema dei droni, i mezzi aerei a pilotaggio remoto, e allo spazio che questa tipologia di mezzo sta sempre più conquistando.
Il primo giorno i lavori saranno aperti da Grant V. Shapps, Membro del Parlamento britannico e Ministro senza portafoglio, e dal Direttore dell’EASA Patrick Ky. Per l’ENAC saranno presenti il Presidente Vito Riggio, il Direttore Generale Alessio Quaranta e il Vice Direttore Generale Benedetto Marasà.
La giornata sarà dedicata a un confronto tra istituzioni per individuare il percorso migliore a favore della semplificazione regolamentare. Il secondo giorno della Conferenza, invece, la discussione si concentrerà su argomenti maggiormente tecnici, tra cui la certificazione e manutenzione dei piccoli aeromobili, le licenze di volo e soprattutto sui mezzi a pilotaggio remoto che costituiscono il futuro per una serie di attività importanti.
Il programma della Conferenza è disponibile sul sito EASA alla pagina http://easa.europa.eu/newsroom-and-events/events/2014-easa-annual-safety-conference,
Partecipano ai lavori numerosi rappresentati del Parlamento europeo, della Commissione europea, delle istituzioni del settore (tra cui a titolo di esempio, oltre ENAC, le autorità per l’aviazione civile di Francia, Regno Unito, Polonia, Finlandia, Svizzera), delle associazioni e aziende internazionali come AOPA, GAMA, Gliding Association, Tecnam, Diamond Aircraft, Austro Control, Jeppessen e numerose altre.

Quaranta scelto come Accountable Executive per lo Stato italiano per lo “State Safety Programme”

Alessio Quaranta scelto coem referente internazionale dello stato italiano in tema di safety

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che Alessio Quaranta, Direttore Generale dell’Enac, è stato designato dal Ministro dello Sviluppo Economico, Infrastrutture e Trasporti, Corrado Passera, Accountable Executive per lo Stato italiano per lo “State Safety Programme”.
Con questo ruolo, previsto dalla normativa dell’ICAO (International Civil Aviation Organization), organismo dell’ONU che riunisce le autorità per l’aviazione civile dei 191 Stati membri, il Direttore Quaranta diventa il referente dell’Italia nel contesto internazionale per quanto riguarda la sicurezza, intesa come safety, del trasporto aereo.

Safety, all’Enac ieri un tavolo tecnico

La riunione ha coinvolto i vertici di Enac, Enav, Fondazione 8 ottobre 2001 e Flight Safety Foundation.

Riflettori puntati sulla sicurezza, la cosiddetta safety, alla riunione che si è svolta ieri a Roma tra Enac, Enav, Fondazione 8 ottobre 2001 e Flight Safety Foundation. La fondazione americana attiva dal 1945, in particolare, ha espresso la sua preoccupazione in merito alla cronica carenza di personale in organico presso l’Enac, soprattutto per l’esiguo numero degli ispettori di volo in attività.

Tra le varie iniziative – comunica l’Ente in una nota - alla riunione si è proposto di organizzare workshop internazionali tra operatori del settore aereo e rappresentanti della magistratura per favorire una maggiore conoscenza del settore.

L’incontro si colloca all’interno di una serie di appuntamenti internazionali promossi dalla Fondazione 8 ottobre 2001 nel decimo anniversario del tragico incidente di Linate.

Cieli d’Europa più sicuri, parola dell’Ecac

Si innalzano gli standard di sicurezza

Si è svolta ieri a Parigi la 136esima riunione plenaria dei Direttori generali dell’aviazione civile dei 44 paesi membri dell’Ecac (European Civil Aviation Conference). Al centro dell’incontro l’innalzamento degli standard di sicurezza.

Di particolare importanza è stato il tema dell’apporto che l’Ecac può dare a tutti gli Stati membri ai fini di un ulteriore innalzamento degli standard di sicurezza nell’aviazione civile in ambito pan-europeo, sia come security che come safety.

Il Direttore di Eurocontrol, peraltro, ha presentato ai rappresentanti dei 44 paesi le previsioni della propria organizzazione in merito al traffico aereo sui cieli europei nel corso della prossima stagione estiva.

All’incontro hanno preso parte anche Alessio Quaranta, Direttore generale Enac e il vice Benedetto Marasà, che hanno preannunciato che la prossima riunione plenaria Ecac si terrà a Taormina, a settembre prossimo.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner