Articoli marcati con tag ‘scania’

HAVI e Scania: insieme per ridurre le emissioni di CO2 nella filiera di McDonald’s

L’obiettivo è quello di diminuire in modo sostanziale i veicoli diesel, trasformando circa il 70% della flotta di veicoli di HAVI in mezzi con motorizzazioni a carburanti alternativi, per esempio veicoli a gas e ibridi. Un obiettivo da raggiungere entro il 2021 in diversi Paesi Europei.

Le emissioni di CO2 nelle consegne di HAVI ai ristoranti di McDonald’s tramite i veicoli Scania di nuova generazione e le soluzioni operative verranno monitorate in tempo reale, portando la connettività della flotta attualmente in attività ad uno step successivo. Grazie a questa significante trasformazione della flotta, ci si attende una riduzione della CO2 in un range che va dal 15% al 40% per ogni chilometro effettuato, a seconda del percorso, del combustibile utilizzato e delle condizioni del traffico.“L’innovazione è un elemento cruciale nel nostro percorso verso la sostenibilità e, grazie alle dimensioni della nostra realtà, ci consente di dare un contributo al benessere generale della società. La nostra collaborazione con aziende quali HAVI e Scania nasce dalla volontà di mettere in atto un approccio proattivo nel ricercare ed implementare soluzioni di supply chain maggiormente sostenibili. Queste partnership sono inoltre un contributo importante alla nostra strategia globale in ambito supply chain e sostenibilità”, ha sottolineato Chris Yong, Global Logistics Director di McDonald’s.“Le aziende leader di mercato hanno la responsabilità di guidare il cambiamento. Grazie a questa partnership abbiamo fissato un nuovo standard nell’ambito delle consegne urbane. Non stiamo solo parlando di progetti ma mettendo in atto delle misure concrete proprio qui e ora, con importanti benefici per le comunità nelle quali ci troviamo ad operare”, ha evidenziato Haluk Ilkdemirci, President, Logistics, HAVI. “E’ innegabile il fatto che stia crescendo la domanda di soluzioni di trasporto sostenibili. Questa collaborazione dimostra chiaramente come, grazie a partnership strategiche, possiamo essere maggiormente innovativi e, insieme, accelerare il processo di cambiamento verso un sistema di trasporto sostenibile”, ha dichiarato Henrik Henriksson, President e CEO di Scania. I veicoli a gas e ibridi sono progettati per generare un inquinamento atmosferico pari quasi allo zero e per ridurre in maniera significativa le emissioni di anidride carbonica nelle città. Questi veicoli sono decisamente più silenziosi e, grazie a impianti frigoriferi con bassi livelli di rumorosità, contribuiranno a minimizzare l’impatto delle consegne effettuate nei centri urbani e in altre aree.  Inoltre, HAVI e Scania stanno sviluppando un veicolo con un allestimento particolare per la raccolta di rifiuti destinati al riciclo nei diversi ristoranti, per esempio olio da cucina esausto, materiali plastici e cartoni. Questo contribuirà ad incrementare i materiali riciclati e, al tempo stesso, consentirà di minimizzare il trasporto di altri rifiuti, diminuendo il numero di trasporti richiesti con un ulteriore impatto positivo sulla CO2.Grazie a questa partnership, HAVI e Scania fanno importanti passi avanti nel guidare il cambiamento verso un futuro sostenibile. Ma non solo, le due aziende stanno mettendo in atto azioni basate su soluzioni e tecnologie già disponibili e già pronte per essere implementate presso i propri clienti, come nel caso di McDonald’s.

Pubblico da tutta Italia a Trento per il primo grande raduno in casa Scania

La città di Trento ha accolto con grande calore i moltissimi decorati giunti da tutta Italia per partecipare all’evento “I giorni del re”. Il momenti clou della manifestazione è stato senza dubbio la parata dei veicoli che hanno sfilato per le vie del centro storico fino a Piazza Dante, dove in moltissimi sono arrivati attratti dalle luci, dai colori e dai suoni dei giganti della strada. Ma non solo, grande attenzione anche per il nuovo motore V8, un’eccellenza tecnologica che definisce nuovi standard in termini di efficienza, assicurando un risparmio di carburante del 7-10%.

“Un evento indimenticabile”, “Una due giorni che porterò sempre nel cuore”, “Erano anni che attendevo questo momento”, “Ho provato delle emozioni che non potrò mai scordare”, “Ho fatto tanti chilometri per essere qui ma ne è valsa sicuramente la pena”, questi alcuni dei commenti raccolti nel corso della manifestazione. Moltissimi i visitatori che hanno varcato i cancelli della sede di Italscania per ammirare i veicoli esposti, assistere alle decorazioni live e alle creazioni artistiche su strada e per trascorrere qualche ora di vero divertimento con Radio Studio Più e le musiche dei Radiottanta.

Gli appassionati del brand Scania hanno potuto, inoltre, conoscere dal vivo e scattarsi un selfie con i due ospiti d’eccezione, arrivati in Italia dalla Svezia: Kistofer Hansén, Responsabile del Design di Scania e padre dei nuovi veicoli e Sven-Erik “Svempa” Bergendahl, decoratore di fama mondiale.

“Abbiamo voluto organizzare questo evento proprio presso la sede di Italscania per dare una risposta concreta a tutti gli appassionati che da diversi anni attendevano questo evento”, ha evidenziato Franco Fenoglio, Presidente e Amministratore Delegato di Italscania. “L’evento è stata l’occasione inoltre per avvicinare il grande pubblico al mondo dei trasporti e portare all’attenzione di tutti temi quali la sicurezza, sostenibilità e grande innovazione che caratterizzano un settore di vitale importanza per il nostro Paese”.

Un evento divenuto realtà anche grazie al grandissimo supporto delle autorità locali, intervenute con uno stand informativo dedicato alla sicurezza stradale, e le istituzioni, che hanno partecipato attivamente all’organizzazione della manifestazione.

“Siamo onorati di aver ospitato questo evento a Trento: la città ha accolto con grande entusiasmo i moltissimi veicoli decorati provenienti da tutta Italia per potersi esibire al numeroso pubblico presente sia presso la sede di Italscania che per le vie di Trento durante la parata dei veicoli”, ha evidenziato Roberto Stanchina, Assessore con delega per le politiche economiche ed agricole, tributi e turismo intervenuto alla conferenza stampa di presentazione dell’evento e al taglio del nastro. “Credo sia stato importante coniugare un evento come questo con la diffusione di messaggi di più ampia portata legati al mondo dei trasporti, sottolineandone la centralità per l’intero comparto economico”.

Scania | Progettare un veicolo su misura online? Ci pensa Scania con il lancio del nuovo Configuratore!

La configurazione di una soluzione di trasporto su misura è uno dei capisaldi di Scania, costantemente impegnata nell’offrire ai propri clienti un veicolo che consenta loro di raggiungere una redditività sostenibile, indipendentemente dal tipo di incarico o dalle condizioni in cui operano. In questo senso, l’azienda svedese ha da poco lanciato Scania Configurator, la piattaforma online che permette all’utente di configurare il proprio veicolo sulla base delle specifiche necessità di utilizzo. Il nuovo strumento è semplice ed immediato, basta accedere alla pagina: www.scania.com/it/it/home/products-and-services/configurator.html e seguire i diversi passaggi fino ad arrivare a configurare la soluzione di trasporto maggiormente idonea. Il tipo di veicolo richiesto, l’applicazione di trasporto, l’ambito operativo, la configurazione di assi e il tipo di cabina sono solo alcune delle scelte a disposizione dell’utente per scoprire, in semplici passaggi, la nuova generazione di autocarri Scania. Rispondendo a qualche domanda in più sarà possibile, inoltre, completare il processo e arrivare alla configurazione della soluzione di trasporto più adatta alle proprie esigenze di trasporto, visionabile grazie a grafiche in alta definizione. Al termine del processo, sarà possibile salvare le impostazioni, per accedere in secondo momento e trovare nel garage virtuale il proprio autocarro. Con un solo click, inoltre, è possibile richiedere un preventivo presso la concessionaria Scania più vicina ed avvalersi del supporto di un venditore Scania per valutare insieme la miglior soluzione di trasporto.

Scania: pronta a passare all’energia elettrica senza combustibili fossili

L’impegno di Scania nel guidare il cambiamento verso un sistema di trasporto sostenibile riguarda lo sviluppo di soluzioni di trasporto intelligenti ed efficienti dal punto di vista energetico, ma al tempo stesso comporta anche la razionalizzazione dell’uso di energia per l’azienda stessa.

Scania, in primis, deve essere pioniera in questo cambiamento. Siamo altamente esigenti nei confronti dei nostri fornitori, chiedendo loro di aderire ai più alti standard ambientali e di implementare le più moderne e innovative tecnologie. Anche molti dei nostri clienti hanno obiettivi ambiziosi dal punto di vista ambientale”, ha evidenziato Anders Williamsson, Executive Vice President e Responsabile acquisti di Scania.

Il passaggio all’energia elettrica senza combustibili fossili porta ad una significativa riduzione delle emissioni di anidride carbonica per un’azienda manifatturiera delle dimensioni di Scania. L’impegno di Scania, tuttavia, non riguarda solamente i propri siti di produzione ma include tutte le proprie operazioni, non ultime le centinaia di officine Scania. In Scandinavia l’energia fornita a Scania proviene principalmente da centrali idroelettriche mentre in Francia e Polonia è maggiormente diffusa l’energia solare e eolica.

Nei paesi con mercati liberi di energia, Scania è in grado di procurare energia elettrica senza combustibili fossili. In questi Paesi Scania utilizza alternative disponibili per la compensazione del carbonio. L’obiettivo di Scania è quello di concludere il passaggio all’energia elettrica senza combustibili fossili in tutti i mercati in cui è presente questa alternativa entro il 2020.

Ad oggi, il 79% dell’energia elettrica che Scania acquista o produce internamente deriva da fonti non fossili. I prossimi Paesi pronti a passare all’energia elettrica senza combustibili fossili sono, tra gli altri Italia, Olanda e UK.

Scania: al via le sperimentazioni di autobus elettrici a batteria

“Östersund, con il suo clima caratterizzato da inverni freddi e estati moderatamente calde, è il luogo ideale per testare le performance di questi veicoli”, ha evidenziato Anna Carmo e Silva, Resposabile di Scania Buses and Coaches. “Le sperimentazioni costituiranno la fase iniziale dello sviluppo degli autobus elettrici a batteria”.

Scania offre attualmente la gamma di bus e coaches a carburanti alternativi più ampia del mercato, tra cui veicoli a biogas, bioetanolo, biodiesel e autobus elettrici ibridi. “Con l’aggiunta di autobus elettrici a batteria, rafforziamo ulteriormente il nostro impegno nell’ambito del trasporto sostenibile e completiamo la nostra già ampia gamma grazie ad autobus appositamente pensati per il trasporto nei centri urbani”, ha aggiunto Anna Carmo e Silva.

A Östersund verranno costruire due nuove stazioni di ricarica, per l’alimentazione dei sei autobus ai due capolinea della principale linea urbana lunga 14 chilometri. Con una ricarica di 10 minuti, gli autobus effettueranno una corsa ogni 15 minuti per un totale di 100 tragitti al giorno. “L’introduzione di autobus elettrici a batteria rappresenta una novità davvero importante”, ha evidenziato Anne Sörensson, Project Manager della città di Östersund. “Questi veicoli sono un contributo prezioso nel raggiungere l’obiettivo che ci siamo posti: arrivare ad avere un sistema di trasporto privo di combustibili fossili entro il 2030”.

Le sperimentazioni saranno effettuate in collaborazione con le autorità pubbliche, incluse la città di Östersund e l’autorità per il trasporto pubblico della regione di Jämtland Härjedalen oltre che Jämtkraft, il fornitore di energia a partecipazione pubblica,. I bus saranno gestiti da Nettbuss, azienda controllata dalle Ferrovie dello Stato Norvegese, NSB, il secondo più grande operatore di autobus nei paesi del Nord.

Uova e ovoprodotti del Gruppo Eurovo viaggiano sostenibile con Scania

ll Gruppo Eurovo, leader in Europa nella produzione di uova e ovoprodotti, ha scelto Scania per l’acquisto di 20 trattori R450 LA4x2MNA e 2 motrici R450 LB6x2*4MNB. Una scelta dettata dalla volontà di mettere in atto un trasporto sostenibile, sia dal punto di vista economico sia ambientale.

“Guidare il cambiamento verso un futuro maggiormente sostenibile”, è questa la filosofia che accomuna Scania e il Gruppo Eurovo, due aziende costantemente impegnate sul fronte della ricerca e sviluppo al fine di continuare ad operare nel segno della sostenibilità ambientale. Eurovo controlla tutta la filiera integrata verticalmente, dalla produzione dei mangimi al confezionamento di uova e ovoprodotti, dal pulcino alla consegna al cliente. L’azienda ripone grande attenzione al tema della sostenibilità ambientale, un elemento chiave che influenza la scelta dei propri fornitori, in particolare per quanto riguarda il settore dei trasporti. In questo senso, proprio con l’obiettivo di mettere in atto un trasporto sostenibile sia dal punto di vista economico che ambientale, Eurovo ha scelto Scania per rinnovare il proprio parco veicoli con l’acquisto di 20 trattori R450 LA4x2MNA e 2 motrici R450 LB6x2*4MNB.  “L’approccio ecosostenibile, supportato da una solida cultura della responsabilità e da un radicato impegno sociale, si concretizza in numerosi progetti mirati alla riduzione dell’impatto ambientale”, ha dichiarato Siro Lionello, presidente del Gruppo Eurovo. “L’investimento fatto ne è un ulteriore conferma: grazie a Scania e ai suoi veicoli di ultimissima generazione non solo avremmo performances migliori dal punto di vista di efficienza, sicurezza e competitività, ma i motori Euro 6 limiteranno sensibilmente le emissioni mettendo in atto un trasporto sostenibile.”  “E’ con grande orgoglio che annunciamo l’inizio della collaborazione con il Gruppo Eurovo. Siamo sempre pronti a sostenere realtà italiane di grande eccellenza nel portare avanti un processo di crescita continuo nel segno della sostenibilità”, ha evidenziato Franco Fenoglio, Presidente e Amministratore Delegato di Italscania S.p.A. che ha preso parte alla cerimonia di consegna dei veicoli. “È di fondamentale importanza intervenire al più presto per favorire la sostenibilità ambientale del sistema di trasporto attraverso il rinnovo del parco circolante italiano, attualmente tra i più vecchi in Europa con il 62% dei veicoli ante Euro IV. Le imprese italiane possono contribuire in questo processo e nel ridurre così in maniera sostanziale i livelli di inquinamento: ciò significa dotarsi di veicoli di ultima generazione, che consentano di ridurre in maniera significativa i consumi, proprio come ha fatto il Gruppo Eurovo. Un elemento importante, che coniuga l’aspetto ambientale con la riduzione dei costi”

Scania raggiunge quota 250.000 veicoli connessi

Il mondo del trasporto pesante si trova ad affrontare un momento fondamentale nel passaggio verso un trasporto sostenibile. La digitalizzazione e la connettività giocheranno un ruolo chiave nel far sì che questo cambiamento diventi realtà”, ha evidenziato Henrik Henriksson, Presidente e CEO di Scania. Con l’obiettivo di guidare il cambiamento verso un sistema di trasporto sostenibile, Scania ha delineato una strategia che si concentra su una maggior efficienza energetica, un sistema di trasporto maggiormente sicuro ed intelligente e un incremento nell’utilizzo di carburanti alternativi rinnovabili. Un elemento chiave nel processo di cambiamento è la connettività, che Scania ha per prima introdotto come elemento standard. Ad oggi oltre 50.000 clienti nel mondo beneficiano di dati approfonditi sulle prestazioni della flotta, grazie ai 250.000 veicoli connessi. “Una quota crescente dei nostri ricavi proviene dalla connettività e da altre nuove aree. Lo scorso anno, in particolare, il 5% dei nostri ricavi totali è dipeso in modo diretto o indiretto dai veicoli in connessione”, ha evidenziato Henriksson. La connettività offre un grande potenziale di eliminazione degli sprechi nel sistema di trasporto e garantisce, al tempo stesso, i massimi livelli di disponibilità dei veicoli. Questo è essenziale in un settore in cui un veicolo fermo per un paio di giorni può avere un grande impatto sui ricavi dei singoli clienti. La giusta combinazione di servizi in connessione può inoltre contribuire a ridurre i costi del carburante che, solitamente, costituiscono un terzo dei costi totali di un’azienda di trasporto. Inoltre, una flotta connessa, assicura un enorme potenziale nell’ottenere i massimi livelli di efficienza andando ad agire sui settori in cui operano i clienti dei clienti Scania. Scania utilizza i dati in tempo reale per ottimizzare il flusso e per individuare come, sulla base di un determinato percorso e cliente, sia possibile ottenere il massimo da ciascun veicolo. Indipendentemente dal tipo di incarico, la connettività e l’analisi dei dati consentono di offrire il miglior servizio di trasporto ad ogni cliente. La tecnologia a guida autonoma, settore in cui Scania collabora con Ericsson per rafforzare la comunicazione wireless tra veicoli pesanti, è un’ulteriore area che sta facendo importanti progressi. Le possibilità offerte nell’ambito della tecnologia autonoma cresceranno ulteriormente nel momento in cui la rete 5G che sta sviluppando Ericsson sarà ultimata. Scania, in questo ambito, è stata recentemente premiata per aver dato vita al primo progetto di platooning di veicoli industriali a Singapore. Con un sistema di comunicazione all’avanguardia tra autocarri e autobus, la distanza di sicurezza tra veicoli può essere ridotta, diminuendo così la resistenza aerodinamica e, al tempo stesso, i consumi di carburante. La connettività garantisce al tempo stesso aggiornamenti in tempo reale sulle condizioni meteo, sull’eventuale presenza di ostacoli lungo il percorso e segnala eventuali pericoli che possono mettere a rischio la sicurezza stradale.

Bra Servizi sceglie Scania per continuare a crescere

Bra Servizi, azienda leader nel settore dei servizi ecologici che crea grande occupazione su tutto il territorio regionale, si è affidata a Scania per rinnovare il proprio parco veicoli con l’acquisto di 6 autocarri scarrabili G 450 LB 6×2*4 MNA destinati alla raccolta rifiuti. Una scelta, quella di Bra Servizi, che ha premiato il marchio svedese per la comprovata qualità e affidabilità delle soluzioni di trasporto offerte.

La grande attenzione nei confronti del cliente e l’impegno costante nel guidare il cambiamento verso un futuro maggiormente sostenibile: sono questi i due elementi che contraddistinguono le due aziende e che hanno dato il via a questa importante collaborazione.

“Grazie all’acquisto di questi nuovi automezzi vogliamo consolidare il nostro posizionamento quale azienda leader nella raccolta, nel trasporto e nel trattamento dei rifiuti industriali, pericolosi e non, liquidi e solidi. Siamo partiti da zero, cresciuti passo dopo passo fino ad arrivare ad offrire servizi e soluzioni differenti a 360 gradi a circa 55.000 utenti, siano essi enti pubblici, aziende grandi o piccole e cittadini privati, e 500 comuni in Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta direttamente o tramite consorzi pubblici. Ma non finisce qui, vogliamo continuare a crescere e per farlo abbiamo bisogno di poter contare su soluzioni di trasporto all’avanguardia che ci consentano di offrire ai nostri clienti servizi innovativi e di altissima qualità”, ha affermato Giuseppe Piumatti, Presidente e Amministratore Unico della Bra Servizi.

“Il nostro obiettivo è da sempre quello di offrire ai nostri clienti soluzioni di trasporto su misura, che consentano loro di svolgere il lavoro quotidiano nelle migliori condizioni possibili, con importanti vantaggi dal punto di vista della sostenibilità, sia economica che ambientale”, ha evidenziato Franco Fenoglio, Presidente e Amministratore Delegato di Italscania, che ha preso parte alla cerimonia di consegna dei veicoli. “Con l’acquisto di questi nuovi veicoli la Bra Servizi, azienda familiare di riferimento nell’ambito del settore ambiente ed ecologia , entra per la prima volta nella storia a far parte del mondo Scania. Siamo orgogliosi di poter sostenere la famiglia Piumatti nel suo percorso di crescita e sviluppo continuo, nel suo impegno per dare vita ad una mobilità maggiormente sostenibile e nel continuare a servire al meglio i propri clienti”.

6 autocarri scarrabili configurati su misura per l’azienda di Bra

I veicoli consegnati a Bra Servizi sono stati configurati su misura per l’azienda piemontese, con l’obiettivo di rispondere al meglio alle esigenze specifiche del cliente. Si tratta di 6 autocarri scarrabili LB 6×2*4 MNA da 450 CV, 13 litri Euro 6 equipaggiati con tecnologia puro-SCR, abbinata ad un cambio Opricruise 3 pedali GRS905R 12 marce e 2 primini. Il rapporto coppia potenza è uno dei più elevati sul mercato, con una coppia massima erogata di 2.350 Nm tra i 1.000 e i 1.300 giri/min. La cabina, una G16, ha come punti di forza la facilità di accesso e di uscita in massima sicurezza, un’ottima visibilità e molteplici vani porta oggetti. Infine, i veicoli sono stati dotati di presa di forza posteriore al cambio EG651P per movimentare l’attrezzatura scarrabile fornita da BTE S.p.a., azienda all’avanguardia nel settore della produzione e commercializzazione di prodotti per la raccolta, compattazione e trasporto dei rifiuti.

Motori Scania: +35% il volume di vendita nel 2016

Cresce in silenzio, senza far rumore, il settore dei motori di Scania. L’azienda svedese si presenta ai nastri di partenza di questo nuovo anno in splendida forma, decisa a svolgere un ruolo di primaria importanza anche nel settore dei motori. Un inizio 2017 estremamente positivo, che sfrutta la scia di un 2016 che ha chiuso l’anno con un incremento di oltre il 35% dei volumi di vendita di motori rispetto al 2015.

Un percorso di crescita continuo che ha radici solide in diversi settori di applicazione, in particolare quello dei motori industriali, motori per la produzione di energia elettrica e motori marini. Un percorso fatto di collaborazioni consolidate nel corso del tempo, grazie a clienti storicamente legati a Scania. Due esempi su tutti Tecniwell, leader internazionalmente riconosciuto nelle tecnologia Jet-Grouting, cliente Scania da oltre 25 anni e CVS Ferrari, azienda che produce carrelli elevatori e reach stacker e che da oltre 15 anni rinnova costantemente la propria fiducia nei confronti dell’azienda svedese. Ma non solo, un percorso fatto di nuove collaborazioni come quella con Industrie Cometto, azienda impegnata nella progettazione, costruzione e commercializzazione di veicoli per il trasporto pesante, o con Matisa, specializzata in attrezzature nel settore ferroviario, oltre che collaborazioni con svariati nuovi clienti nel settore della power generation.

“Il 2016 è stato un anno estremamente positivo per il settore dei motori: questo si traduce in un incremento dei volumi di vendita di oltre il 35% e nell’acquisizione, nel corso degli ultimi due anni, di un numero importante di nuovi clienti.”, ha evidenziato Riccardo Moraglia, Responsabile Commerciale Motori di Itascania. “I nostri OEM così come i nostri comuni clienti, apprezzano in modo particolare l’offerta di soluzioni su misura, oltre che naturalmente la durevolezza, l’affidabilità, la facilità di manutenzione e i consumi ridotti dei nostri prodotti, peculiarità da sempre conosciute dagli affezionati possessori dei nostri truck e bus. Nel settore dei motori industriali, in particolare, mi sento di affermare che l’offerta Scania rappresenta lo stato dell’arte nella sua fascia di mercato, in termini di affidabilità e prestazioni”.

Il 2016 è stato un anno chiave per l’azienda che ha presentato al mondo il nuovo motore Stage V. Una mossa che anticipa i tempi: gli standard per le emissioni Stage V entreranno infatti in vigore a partire dal 2019 ma Scania, grazie sistema modulare e all’eccellenza ingegneristica delle sue soluzioni, è già in grado di proporre i nuovi motori pre serie conformi ai futuri requisiti.

Tutto esaurito per Costruire il Futuro Scania Tour

Offrire soluzioni di trasporto su misura per soddisfare le esigenze operative dei propri clienti sia che si tratti di lungo raggio, distribuzione, trasporto pubblico, applicazioni speciali o, appunto, di cava cantiere”, è questa la strategia di Scania messa in evidenza da Giancarlo Perlini, Responsabile Marketing e Responsabile del dipartimento Sales and Development, Construction, Distribution, P&S di Italscania al termine di Costruire il Futuro Scania Tour.

Si tratta di un’iniziativa che ha voluto offrire agli operatori del cava cantiere l’opportunità di provare in prima persona il valore delle soluzioni Scania in questo settore. Costruire il Futuro è stato un tour di grande successo e dai grandi numeri, durato 188 giorni con il coinvolgimento di 21 concessionarie, 26 master driver e che ha visto i due mezzi d’opera CB8x4 EHZ da 450 CV impegnati in oltre 100 cave di 21 diversi distretti. Eccellenti i pareri degli operatori di settore cha hanno potuto mettersi alla guida dei due veicoli nel corso del tour. “Altamente performanti nella cambiata”, “Ottima visibilità e eccellente guidabilità del veicolo”, “Sterzo leggero”, “Alto livello di frenata con il retarder”, “Comodo da guidare con strumentazione visibile”, “Cambio automatico eccellente, oltre le aspettative”, “Si guida meglio di una macchina” questi alcuni dei commenti delle aziende di trasporto che hanno potuto, da un lato, testare l’eccellente performance dei veicoli Scania nelle reali condizioni di utilizzo e, dall’altro, conoscere i diversi servizi integrati offerti dall’azienda.Ciò che contraddistingue Scania è il punto di partenza, ovvero l’economia operativa totale (TOE, Total Operating Economy) e la configurazione di una soluzione su misura per la specifica applicazione e per consentire ai clienti di raggiungere una redditività sostenibile, prendendo in analisi il tipo di incarico e le condizioni in cui operano. Una strategia chiara che consente all’azienda svedese di soddisfare anche le esigenze operative dei clienti del cava-cantiere, offrendo loro elementi chiave quali prestazioni eccellenti, massima efficienza e affidabilità, oltre che servizi su misura.“I numeri positivi dell’iniziativa Costruire il Futuro Scania Tour sono lo specchio di un segmento che sta mostrando importanti segnali di ripresa, che si sono tradotti in un +52,3% di immatricolato nel 2016 rispetto al 2015”, ha evidenziato Giancarlo Perlini. “Possiamo ritenerci ampiamente soddisfatti dell’importante adesione all’iniziativa, del forte interesse e dei riscontri molto positivi che abbiamo ottenuto da parte dei diversi operatori intervenuti alle varie tappe nei confronti delle soluzioni Scania per il cava-cantiere. L’obiettivo per noi era quello di provare sul campo come Scania, forte di una gamma completa di prodotti e applicazioni, possa essere considerato un player di assoluto riferimento anche nelle applicazioni di trasporto specifico ed in particolare nel mondo del Cava Cantiere. Un settore in cui abbiamo registrato risultati positivi in termini di volumi: nel 2016, in particolare, abbiamo ottenuto una crescita dell’immatricolato del 67% rispetto al 2015”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner