Articoli marcati con tag ‘sciopero’

Gioia Tauro al via sciopero lavoratori, durerà 10 giorni

Sono iniziati stanotte con il turno dell’una i dieci giorni di sciopero dei lavoratori del porto di Gioia Tauro proclamati da Cgil, Cisl, Uil, Ugl e Sul.

L’astensione dal lavoro é stata proclamata in segno di protesta contro la decisione di Medcenter, la società che gestisce lo scalo, di dichiarare 400 esuberi e di avviare, dal 31 marzo, le procedure di mobilità. I sindacati, con la loro iniziativa, intendono richiamare inoltre l’attenzione delle istituzioni, in primo luogo Governo e Regione Calabria, sul futuro del porto.

Lo sciopero sta registrando alte percentuali di adesione tra i lavoratori, tanto che le attività di trasbordo dei container sono ferme. Le navi sono state dirottate verso altri porti. Per la prima volta allo sciopero unitario hanno aderito non solo gli operatori di piazzale, gruisti e carrellisti, ma anche gli impiegati.

Garante: legge su rappresentanza restituirebbe credibilità alla protest

In merito alla protesta di oggi in Italia, il garante degli scioperi ha dichiarato: “Premesso che questo sciopero generale è formalmente legittimo, il profilo problematico generale è determinato da una proliferazione di sigle sindacali poco rappresentative che, specie nel settore dei trasporti, tendono a legittimare sé stesse attraverso proprio l’effettuazione di scioperi nei servizi. Ciò comporta da un lato un aumento esponenziale delle astensioni dal lavoro (con i conseguenti disagi per i cittadini), dall’altro un indebolimento complessivo del fronte del sindacalismo che ricorre allo sciopero come extrema ratio.
In assenza di regole chiare in tema di rappresentanza, in particolare per quanto attiene al momento della proclamazione di scioperi, qualunque sigla può potenzialmente bloccare un servizio pubblico.
E’ noto che il tema è nell’agenda del Governo e del Parlamento che stanno da mesi discutendo alcune proposte di legge in tema di rappresentanza e rappresentatività sindacale. Una risposta in questo senso, credo, restituirebbe anche credibilità all’istituto dello sciopero e contribuirebbe a ridurre i costi, che ogni astensione collettiva comporta per la comunità”. Lo ha dichiarato il garante degli scioperi, Giuseppe Santoro Passarelli, in un’intervista ad “Il Sole 24 Ore” di oggi

Garante chiede al vettore aereo prove su adeguata informazione agli utenti

L’Autorità di garanzia per gli scioperi ha richiesto ad Alitalia, anche sulla scorta di segnalazioni pervenute dagli utenti, di fornire prove documentali circa il corretto adempimento degli obblighi di informazione ai cittadini sullo sciopero odierno.
Al riguardo, la legge prevede che le imprese erogatrici dei servizi “Sono tenute a dare comunicazione agli utenti, nelle forme adeguate, almeno cinque giorni prima dell’inizio dello sciopero, dei modi e dei tempi di erogazione dei servizi e delle misure per la riattivazione degli stessi”, anche attraverso il proprio sito web.

Alitalia: sciopero in corso (24 ore) di Anpac, Anpav ed Usb

Ricordiamo che è in corso lo sciopero di 24 ore previsto per oggi 22 settembre e confermato solo da Usb Lavoro Privato insieme ad Anpac e Anpav, dopo che i sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti e Ugl avevano revocato l’agitazione a seguito dell’accordo raggiunto nei giorni scorsi.
La protesta dei piloti ed assistenti di volo Alitalia aderenti ai tre sindacati starebbe provocando disagi limitati all’aeroporto di Fiumicino. Per l’intera giornata sono oltre 150 i voli cancellati, tra partenze ed arrivi. Il vettore aereo aveva comunicato un piano straordinario per cercare di ridurre al minimo le ripercussioni per i passeggeri.

Sciopero nazionale indetto dai sindacati Unica e Licta. Tar Lazio sospende differimento previsto dal Mit

Il Tar del Lazio sospende l’ordinanza di differimento del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (Mit) relativa allo sciopero dei dipendenti Enav (Società nazionale assistenza al volo) e del personale di Techno Sky previsto oggii dalle 13 alle 17. Il ricorso, proposto da Unica (Unione italiana controllo ed assistenza al volo) e Licta (Lega italiana controllori traffico aereo) proprio contro il Mit che aveva già differito di autorità, per due volte di seguito, lo sciopero indetto dai sindacati autonomi.
Il ministero preposto è nella facoltà di differire una protesta, ma solo se si ravvedano situazioni urgenti e straordinarie. In questo caso, lo stesso Tar non ne ha riscontrate le condizioni.
Domani, venerdì 17 giugno, dunque, dalle ore 13 alle ore 17, i due sindacati autonomi confermano l’agitazione nazionale che provocherà la cancellazione di circa 500 voli aerei. I controllori di volo domani incroceranno le braccia per protestare contro il problema pensionistico derivante dall’applicazione della legge Fornero che determina un duplice sistema dove alcuni controllori possono accedere alla pensione al 60esimo anno di età ed altri al 67esimo anno, pur perdendo anche questi l’idoneità ad operare in frequenza al compimento dei sessant’anni, creando così una classe di esodati. Unica sciopera, invece, contro una discriminazione contrattuale che la vede esclusa dalla contrattualistica pur rappresentando oltre il 50% del personale operativo.
Unica e Licta hanno cosi fatto valere i propri diritti”.

Enav: voli aerei regolari sabato 14 maggio

Enav (Società nazionale assistenza al volo) informa che lo sciopero nazionale indetto dall’organizzazione sindacale autonoma Licta, previsto per sabato 14 maggio dalle 13 alle 17, è stato differito ad altra data.  I servizi al traffico aereo saranno regolarmente garantiti.

Nel trasporto regionale Trenitalia è impegnata a offrire un adeguato livello di servizi anche al di fuori delle fasce orarie di maggiore frequentazione, nelle quali sono garantiti per legge i servizi minimi.

In occasione dello sciopero, programmato dalle 21 del 26 novembre alle 18 del 27 novembre,  circoleranno regolarmente tutte le Frecce Trenitalia, mentre sono possibili cancellazioni e limitazioni di percorrenza per alcuni Intercity ed Eurocity.

Nel trasporto regionale, oltre a essere garantiti i servizi minimi previsti per legge nella fascia oraria 6-9 del 27 novembre, Trenitalia si adopererà per offrire, anche fuori da quella fascia, un adeguato livello di corse ferroviarie regionali. Il tutto nel pieno rispetto dei diritti del personale, utilizzando quello non aderente allo sciopero.

Di seguito le previsioni sulle principali linee regionali.

Piemonte

• linea SFM1 Settimo – Chieri: intera offerta commerciale
• linee SFM4 Torino Stura – Bra, SFM6 Torino Stura – Asti, Torino – Milano e SFMB Cavallermaggiore – Bra – Alba: un treno ogni due ore

Trentino Alto Adige

• linee Bolzano – Verona, Merano – Bolzano – Brennero e Trento – Bassano: un treno ogni due ore

Veneto

• linea Verona – Venezia: un Regionale Veloce su due
• linea Mestre – Padova: una navetta ogni due
• linea Bologna/Ferrara – Venezia: un Regionale Veloce ogni 2 ore
• linee Vicenza – Schio e Treviso – Montebelluna: un treno su due
• linee Venezia – Treviso/Udine e Venezia – Portogruaro – Trieste: un treno su tre
• linea Venezia – Bassano del Grappa: un Regionale Veloce ogni 3 ore
• linea Padova – Belluno: due treni

Friuli Venezia Giulia

• linea Udine – Tarvisio: il 50% dei treni sulla (un treno su due)
• linee Trieste – Udine, Trieste – Venezia via Portogruaro e Udine – Venezia: il 33% dei treni (un treno su tre)

Liguria

• linea La Spezia-Sestri Levante: il 50% dei treni previsti in orario (un treno su due)
• linee Genova-Sestri Levante, Genova-Savona e Savona-Ventimiglia:  il 33% (un treno su tre)

Emilia Romagna

• linea Bologna – Milano: il 50% dei treni previsti in orario (un treno su due)
• linea Bologna – Venezia: un Regionale Veloce ogni due ore
• linea Piacenza – Ancona: un Regionale Veloce ogni tre ore

Toscana

• linee Arezzo – Valdarno – Firenze, Empoli – Siena, Firenze – Prato – Pistoia – Lucca – Viareggio, Pisa – Empoli – Firenze e Pisa – La Spezia: un treno ogni due ore

Umbria

• linee Ancona – Foligno – Roma e Perugia – Foligno – Roma: il 50% dei treni previsti in orario (un treno su due)
• linea Foligno – Perugia – Terontola: il 33% (un treno su tre), con quattro collegamenti da e per Firenze

Marche

• linee Ancona – Roma e Ancona – Pescara – Termoli: un treno regionale su due
• linee Civitanova – Fabriano e San Benedetto del Tronto – Ascoli: un treno su tre
• linea Ancona – Bologna: un treno regionale ogni tre ore

Lazio

• regolare il collegamento “Leonardo Express” fra Roma Termini e l’aeroporto di FiumicinoFL1 Orte – Roma – Fiumicino fino a 2 treni l’ora
• FL2 Roma – Tivoli fino a 2 treni l’ora
• FL3 Viterbo – Roma 1 treno l’ora e fino a 2 treni l’ora nel tratto Bracciano – Roma
• FL4 Roma – Castelli 1 treno l’ora
• FL5 Roma – Civitavecchia 1 treno l’ora
• FL6 Roma – Cassino fino a 2 treni l’ora
• FL7 Roma – Formia 1 treno l’ora
• FL8 Roma – Nettuno 1 treno l’ora

Abruzzo

• linea  Termoli – Pescara – Ancona e direttrice Pescara – Sulmona – Roma: un treno regionale su due

Molise

• linea Campobasso – Roma: un treno regionale su tre
• linea Campobasso – Napoli: due treni regionali su quattro

Campania

• linea Napoli – Formia – Roma: almeno due coppie di treni
• linee Napoli – Caserta e Napoli – Salerno: un treno ogni due ore

Puglia

• linee Termoli – Foggia – Bari – Lecce, Brindisi – Taranto, Bari – Taranto e Gioia del Colle – Gravina di Puglia: il 33% dei treni previsti in orario (un treno su tre)
• linee Foggia – Manfredonia e Barletta – Spinazzola: il 50% (un treno su due) sulla

Basilicata

• linee Foggia – Potenza e Potenza – Salerno: il 33% dei treni previsti in orario (un treno su tre)
• linea Taranto – Potenza: il 50% (un treno su due)
• linea Taranto – Napoli: offerta regolare

Calabria

• dorsale Jonica: tre treni su quattro
• linee Tirrenica, Paola – Cosenza e Cosenza – Sibari: due treni su tre

Sicilia

• linee Palermo – Agrigento e  Palermo – Catania: due treni su tre
• linee Messina – Catania, Palermo – Messina e nodo di Palermo (Centrale – Notarbartolo e Centrale – Termini Imerese): un treno su due

Sardegna

• linee Cagliari – Decimonauu e Cagliari – Iglesias – Carbonia: un collegamento ogni due ore
• linea Cagliari – Sassari – Olbia: un collegamento su cinque
• linea Sassari – Olbia: un collegamento su tre
• linea Cagliari – Elmas Aeroporto: un collegamento ogni ora

Informazioni sui collegamenti e servizi si potranno ricevere nelle biglietterie e negli uffici assistenza delle stazioni ferroviarie, nelle agenzie di viaggio convenzionate e attraverso i new media del Gruppo FS Italiane:su questo sito , la radio web FSNEWS Radio e l’account twitter @fsnews_it. Sul sito viaggiatreno.it sarà infine possibile rilevare la situazione in tempo reale della circolazione dei treni sull’intera rete nazionale.

Sul sito ENAC l’elenco dei voli garantiti domani in occasione dello sciopero del personale navigante iscritto all’Anpac

L’ENAC informa che sul proprio portale, www.enac.gov.it, al link http://www.enac.gov.it/La_Regolazione_Economica/Scioperi/Voli_garantiti/index.html, è pubblicato l’elenco dei voli garantiti, oltre a quelli delle fasce orarie di tutela (dalle ore 7 alle 10 e dalle ore 18 alle 21) nella giornata di domani, venerdì 24 luglio 2015, in occasione dello sciopero del personale navigante – piloti e assistenti di volo – aderente al sindacato Anpac.
L’Ente si augura che lo sciopero si svolga limitando, ove possibile, i disagi per i passeggeri, in un momento di particolare flusso di traffico aereo concomitante all’esodo estivo e proprio a pochi giorni dalla riapertura del Molo D dell’Aeroporto di Roma Fiumicino che ha riportato la piena capacità operativa dello scalo dopo le limitazioni causate dall’incendio di inizio maggio

CNA-FITA: L’AUTOTRASPORTO SICILIANO ISOLATO A CAUSA DELLA CHIUSURA DELL’AUTOSTRADA PA-CT

L’autotrasporto siciliano, paralizzato in seguito alla chiusura dell’autostrada Palermo-Catania a causa di un movimento franoso che ne ha danneggiato un viadotto, è pronto a mobilitarsi se non verranno individuate, tempestivamente, soluzioni percorribili. Dopo il crollo, a gennaio, del viadotto Scorciavacche sulla Palermo-Agrigento, salito alla ribalta delle cronache nazionali per avere ceduto pochi giorni dopo la sua inaugurazione, e dopo, qualche giorno fa, la chiusura di un tratto della Salerno-Reggio Calabria per un altro crollo, l’ennesimo problema. Un Paese diviso a metà. “In una regione, la Sicilia, già fortemente penalizzata per le croniche carenze infrastrutturali, sia stradali che ferroviarie – ha affermato Cinzia Franchini presidente nazionale della CNA-Fita- questa ennesima chiusura rischia di portare al collasso molte imprese dell’autotrasporto che da anni si dibattono tra i tanti problemi del settore. Anche i percorsi stradali alternativi individuati o non sono praticabili per i mezzi pesanti o allungano le tratte di percorrenza di molti km con un aggravio di costi insostenibile. Ancora una volta – ha continuato la Franchini – le inefficienze e le negligenze di un “sistema” rischiano di ricadere sugli operatori economici dell’isola, dai produttori agricoli, ai commercianti agli autotrasportatori. Per questo chiediamo al Ministro Del Rio un incontro urgente; è indispensabile individuare insieme soluzioni plausibili per limitare i danni”.

Autotrasporto: promesse calpestate. Bloccata l’Ilva di Novi Ligure

. E’ stato infatti disatteso totalmente l’accordo in base al quale sarebbero state saldate entro il 15 gennaio scorso le competenze sugli arretrati alle imprese di autotrasporto di Novi Ligure. Imprese che non percepiscono pagamenti dall’aprile del 2014.
Alla manifestazione di protesta a Novi sta aderendo più del 70% delle aziende che lavorano per Ilva e che bloccano oggi sia le merci in entrata sia quelle in uscita.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner