Articoli marcati con tag ‘SMART’

Mercedes-Benz e smart al primo Flash Mob Elettrico a Roma

La Mercedes-Benz Classe B Electric Drive del tour #IoSonoElettrica, insieme alla
smart 100% elettrica, saranno presenti al Flash Mob Elettrico che domenica 13 marzo
per la prima volta percorrerà le vie del centro di Roma per promuovere la mobilità
sostenibile. Partendo alle 10.00 da Piazza Santi Apostoli, nel cuore della Capitale,
il corteo di auto elettriche sfilerà fino al Gianicolo, dimostrando che viaggiare a
zero emissioni è un traguardo ormai raggiunto e si può finalmente guardare avanti,
creando una vera cultura della mobilità elettrica. La partecipazione al Flash Mob è
possibile grazie alla collaborazione con Edilfar Rent, società specializzata nel
noleggio di auto elettriche, che offre a Roma e Milano la smart electric drive a 30
euro al giorno e la nuova Classe B Electric Drive a 60 euro.

l’arte si muove in smart

L’arte rappresenta libertà di espressione e gioia di vivere, valori che fin dal
primo giorno sono scritti nel DNA di smart e che hanno contribuito al suo successo.
Da oggi e fino al 20 marzo, in occasione del lancio della nuova smart fortwo cabrio,
il Mercedes-Benz Center di via Daimler a Milano ospita ‘autoRitratti’, la prima
collezione privata firmata smart, nata su viveredarte.it dopo un reclutamento
artistico che ha coinvolto più di 3.000 giovani talenti delle principali accademie
italiane. ‘autoRitratti’ sarà accompagnata da smartFORkids, una sezione speciale
dedicata ai piccoli fan (5/ 13 anni) del marchio più innovativo del mercato
automobilistico che potranno partecipare a veri e propri laboratori artistici e dare
libero sfogo alla creatività, dipingendo la propria idea di smart.

Oltre 1000 persone hanno partecipato alle prime 2 giornate di Port&ShippingTech

La prima sessione di “SMART PORT & LOGISTICS” ha affrontato il tema “Corridoi logistici da e verso ’Europa come un volano per lo sviluppo del sistema marittimo e portuale”. Operatori privati ed istituzioni si sono confrontati, presso la sala del Capitano di Palazzo San Giorgio, sul tema del potenziamento dei corridoi logistici come opportunità concreta per la crescita dei servizi logistici nazionali. Il dibattito, moderato da Riccardo Fuochi, Presidente del Propeller di Milano, ha portato alla chiara definizione che sono infatti le merci che definiscono le rotte e quindi è importante rendere sempre più competitive le nostre infrastrutture e gli snodi logistici e sburocratizzare il processo doganale il più possibile. Il messaggio emerso è che solo una maggior efficienza può attirare più traffici e quindi meno contenitori vuoti sulle banchine e per questo vanno accolte ed utilizzate tutte le tecnologie che possono aiutare a superare i troppi vincoli burocratici che oggi avvantaggiano i Paesi competitor dell’Italia.

La sessione pomeridiana ha proposto un approfondimento sulla digitalizzazione dei trasporti marittimi e delle operazioni portuali e l’integrazione dello shipping nell’intero sistema dei trasporti con un particolare riferimento all’esperienza Ligure grazie alla collaborazione con La Regione Liguria. Durante l’evento, moderato da Gian Enzo Duci, Presidente Assagenti, sono stati analizzati gli sviluppi dei traffici dei porti liguri ed i miglioramenti infrastrutturali da questi effettuati; le loro relazioni con i mercati oltre l’Appennino, sulla scia della recente presentazione del Porto di Genova a Milano. Di particolare interesse la tavola rotonda che ha puntato sull’importanza del dialogo fra Liguria, Piemonte e Lombarda, nel superare i confini amministrativi ed affermare la centralità della portualità ligure per lo sviluppo dell’economia.

Efficienza e competitività le parole chiave di GREEN SHIPPING SUMMIT. Nella sessione dedicata all’entrata in vigore del regolamento comunitario su monitoraggio, verifica e rendicontazione delle emissioni di CO2 del trasporto marittimo tutti concordi sull’impegno che le imprese dei trasporti marittimi dovranno affrontare per mettersi in linea con la nuova normativa. I relatori intervenuti hanno evidenziato l’ampia gamma di soluzioni tecnologiche disponibili, a costi contenuti, per monitorare il consumo di energia e le emissioni che costituiscono un’opportunità di sviluppo per le imprese del settore marittimo. L’intervento delle principali compagnie di navigazione italiane impegnate in questo percorso di miglioramento dell’efficienza energetica hanno dimostrato che il nuovo regolamento, oltre a rendere più competitivo il trasporto marittimo, può essere facilmente interpretato in maniera non burocratica. Il regolamento prevede anche il monitoraggio degli indici di efficienza energetica che aiutano le compagnie, indirizzano i mercati azionari e i clienti delle compagnie, oltre a premiare le compagnie più efficienti. Un ruolo dell’amministrazione italiana è fondamentale per aiutare le compagnie in questo momento di trasformazione, ad esempio rendendo accessibile il meccanismo di incentivazione basato sui titoli di efficienza energetica. Ne hanno parlato, tra gli altri: Stefano De Marco, General Manager Sales in the Marine Solutions Department, Wärtsilä Italia; John Hay, Product Marketing Manager Analytical, Emerson Process Management ; Antonio Campagnuolo, Marine Operations Manager GNV;Ivana Melillo, Fleet Performance Manager, d’Amico Società di Navigazione.

Car2go arriva in Cina

Car2go ha annunciato con Ji Xing il lancio del servizio in Cina, primo passo per l’espansione del mercato anche in Asia. Il sistema sarà attivo entro un anno, come progetto pilota, nella metropoli cinese di Chongqing, con diverse centinaia di veicoli smart fortwo. car2go ha anche annunciato che è stata firmata la lettera di intenti con il consiglio comunale della città cinese. Il lancio di car2go nella città cinese è previsto entro un anno con diverse centinaia di veicoli smart fortwo che opereranno all’interno di un’area che coprirà la zona estesa del centro di Chongqing. Chongqing è la più grande città del mondo per quanto riguarda la sua area amministrativa ed è il quartier generale di molte industrie. Si trova alla confluenza dei fiumi Yangtze e Jialing e copre una superficie pari alle dimensioni dell’Austria. La popolazione dell’area metropolitana è di 7,7 milioni di abitanti, mentre il centro della città ospita 4,3 milioni di abitanti.
“Sono entusiasta del fatto che porteremo car2go in Asia. Daimler ha una lunga storia come pioniere della mobilità, dall’invenzione della prima automobile fino allo sviluppo dell’innovativo car sharing, e siamo contenti di fare un altro importante passo in avanti” ha detto Klaus Entenmann, Presidente di Daimler Financial Services AG, di cui car2go fa parte all’interno del Gruppo Daimler “L’Asia è un mercato importante per Daimler, non solo nel campo delle vendite automobilistiche, ma anche per i servizi finanziari e di mobilità”.
“car2go ha avuto un grande successo in Italia perché ha rivoluzionato la mobilità urbana offrendo un servizio flessibile e sostenibile, complementare a tutti gli altri sistemi di trasporto, che ha incontrato le esigenze di tanti cittadini. In tutto il mondo c’è grande attenzione per le nuove forme di mobilità intelligente e l’espansione nel mercato cinese ne è una ulteriore dimostrazione che ci rende molto orgogliosi” ha dichiarato Gianni Martino, Country Manager di car2go Italia. Nel mercato cinese, il termine Ji Xing, che significa pronto a muoverti o subito in strada verrà affiancato all’ormai conosciutissimo brand car2go. Le smart manterranno i colori tradizionali bianchi e blu, così come il brand design dei veicoli sarà lo stesso utilizzato in tutto il mondo.

Milano sempre più smart: cresce la flotta di car2go

Sarà, quindi, più semplice e immediato trovare una smart car2go sulle strade del capoluogo lombardo, dove poco più di 1 anno fa, il servizio di car-sharing a flusso libero, pioniere e leader del mercato, ha avviato il suo innovativo servizio e dove ha ricevuto una accoglienza entusiasta. Le abitudini di mobilità dei cittadini milanesi sono cambiate al punto che car2go è entrato a far parte della vita di tutti i giorni, grazie alla nuova forma di mobilità che propone e che coniuga sostenibilità ambientale e innovazione tecnologica. A Milano sono stati percorsi circa 6 milioni di “eco-chilometri” e i noleggi settimanali si aggirano intorno ai 25.000 e hanno una durata media di circa 20-40 minuti.

Thomas Beermann, Amministratore Delegato di car2go Europa, ha dichiarato: “A Milano riconosciamo la paternità di quella che oggi viene definita “la rivoluzione della mobilità” in Italia e abbiamo aumentato la flotta da 600 a 700 smart per essere sempre più vicini alle esigenze dei nostri iscritti che ci seguono e ci apprezzano fin dal nostro primo debutto in città. Con una flotta così estesa siamo pronti anche per la prossima edizione di Expo, ormai imminente, anche perchè car2go, come unico sistema di car sharing interoperabile a livello europeo, rappresenterà una vera possibilità di spostamento, complementare al sistema di trasporto pubblico, per tutti i visitatori che verranno alla manifestazione.”

car2go è oggi presente in 29 città tra Europa e Nord America, con più di 850.000 clienti che hanno a disposizione circa 12.000 veicoli (1.250 dei quali elettrici) per un totale di più di 26 milioni di noleggi. Ogni 2 secondi nel mondo ha inizio un noleggio con car2go. La storia di car2go è una storia unica di movimento e libertà che rende il trasporto in città più facile ed ecologico.

Prendi il volo con car2go: da venerdì 3 ottobre verrà esteso il servizio anche all’aeroporto di Linate

Continua la rivoluzione del car sharing a Milano: da oggi, venerdì 3 ottobre sarà possibile arrivare e partire dall’aeroporto di Linate a bordo delle car2go bianche e azzurre. Linate è il primo aeroporto in Italia ad offrire questa opportunità. In risposta alla forte richiesta degli iscritti, car2go, il servizio pioniere e leader di mercato nel campo del car-sharing a flusso libero, ha esteso l’area operativa di Milano fino a comprendere Linate. L’aeroporto sarà fornito di un’area parcheggio dedicata a car2go in cui sarà possibile lasciare la smart e prenderla quando si rientra da un viaggio.

Ecco i dettagli del servizio attivo dal primo ottobre:
- L’area di parcheggio riservata a car2go è P3, insieme agli altri servizi di rent a car (al primo piano, seguire la segnaletica specifica car2go);
- Il costo del servizio a Linate è di 4,90 € da aggiungere alla tariffa standard di 0,29 € al minuto per il tragitto all’interno dell’area di Milano che si intende effettuare (sia per chi arriva da Milano a Linate, sia per chi da Linate si sposta a Milano).

Speciale tariffa giornaliera di 49 €

Per promuovere quest’offerta e per dare la vantaggiosa possibilità di utilizzare car2go ogni giorno, dal 3 ottobre sarà introdotta una speciale tariffa giornaliera di 49 € per 24 ore di utilizzo con 100 chilometri inclusi valida a Milano, Roma e Firenze. Un modo per essere ancora più vicini alle esigenze dei propri clienti che, in questo primo anno italiano, hanno dimostrato di apprezzare il servizio e le sue potenzialità.

Consegnate al Sindaco Marino la nuova smart elettrica e l’inedita smart ebike

smart immagina la mobilità urbana integrata del futuro con un nuovo concept di esposizione, noleggio di biciclette elettriche e vendita nel suo primo Urban Mobility Store in grado di offrire l’intera gamma a due e quattro ruote 100% elettrica e car2go, l’innovativo car sharing a flusso libero che ha già conquistato 110.000 italiani.
Dal canto suo, il Comune di Roma rinnova il suo impegno nella ricerca e sviluppo di soluzioni di mobilità sostenibile arricchendo il proprio parco veicoli a impatto zero con la nuova fortwo electric drive ed una ebike, che estende alle due ruote la mobilità plug & play del marchio smart.
Nel corso della simbolica cerimonia di consegna, avvenuta oggi in Campidoglio, il Sindaco di Roma, Ignazio Marino, ha dichiarato: “Sono contento di ricevere, a nome dell’amministrazione di Roma Capitale, la smart elettrica e la smart ebike, da aggiungere al parco dei veicoli a zero emissioni del Comune. La ricerca di nuove modalità di trasporto, pubblico e privato, sempre più eco sostenibili rappresenta un dovere per tutte le amministrazioni che guardano al futuro cercando di migliorare la qualità di vita dei propri cittadini e la loro salute. Ecco perché sono il primo a rallegrarmi del grande successo che gli operatori privati come car2go stanno ottenendo con i servizi offerti ai romani e alle romane. I numeri ci dicono che stiamo lavorando insieme nella giusta direzione. Ovviamente spero che a breve potremo festeggiare un analogo successo anche per il nuovo servizio di noleggio di bike elettriche”.
Al termine della consegna, Alwin Apple, Presidente di Mercedes-Benz Italia ha ricordato il forte legame che unisce smart alla Città Eterna: “Il rapporto tra smart e la Capitale è un amore che dura da oltre quindici anni e ha reso la Città Eterna la smart city per eccellenza a livello mondiale. Dalla Maratona di Roma, ai campionati del mondo di beach volley, fino alla recente introduzione di car2go: tante le occasioni che sottolineano l’impegno di smart nella Capitale per una mobilità intelligente e sostenibile in grado di rispondere alle esigenze di una città capace di guardare al futuro.”
fortwo electric drive ha aperto una nuova era per i clienti smart, che possono godere di un piacere di guida ancora maggiore grazie ad una vettura compatta, a zero emissioni, disponibile sia in versione coupé che cabrio. Grazie al motore elettrico da 55 kW, smart fortwo electric drive accelera da 0 a 60 km/h in 4,8 secondi, mentre la velocità massima di 125 km/h garantisce un eccellente piacere di guida anche sui percorsi urbani. La batteria da 17,6 kWh permette di percorrere circa 145 chilometri in città.

L’era della mobilità elettrica entra nel mondo dell’usato garantito

Ancora una volta smart segna il passo nella mobilità urbana a zero emissioni entrando nell’offerta FirstHand, il programma di usato certificato e garantito di Mercedes-Benz e smart, con l’ultima generazione di fortwo electric drive. La city car 100% elettrica firmata smart è, infatti, la prima vettura a zero emissioni locali a debuttare in un programma di usato ufficiale di una Casa automobilistica – con 36 mesi di garanzia – a 14.900 euro (Iva inclusa) a cui aggiungere 89 euro (Iva inclusa) al mese per 10 anni per il contratto di  noleggio e manutenzione della batteria. Proprio come per il nuovo, infatti, anche sull’usato, attraverso la formula Sale&Care, smart garantisce per 10 anni una performance della batteria pari almeno all’80%.
“L’ingresso della prima smart electric drive nella flotta FirstHand rappresenta un’altra pietra miliare nella strada di successo iniziata nel 2011”, ha dichiarato Lucio Tropea, Responsabile usato Mercedes-Benz Italia. “Una nuova dimostrazione della grande attenzione che dedichiamo alla sostenibilità ed al mercato dell’usato che si apre oggi alla mobilità del futuro con la prima vettura 100% elettrica che entra dalla porta principale nel mercato dell’usato garantito e certificato.”

2050: quando la Google car venderà più di Ford

Innovazione aliena. Questo credo sia il termine migliore per descrivere quello che ieri ha rappresentato il filmato della Google car. Una urban car elettrica che si guida da sola.

Era logico che finisse in questo modo ovvero che la Google diventasse un car maker, pensare di dover co-produrre con un “tradizionale” costruttore di auto forse era impensabile, logiche troppo differenti, visioni troppo divergenti.

Così l’industria automobilistica è riuscita ancora una volta a dimostrare che è totalmente priva della funzione marketing ormai incapace di pensare in maniera innovativa ma focalizzata ed appiattita sulle vendite, sulla campagna pubblicitaria. su capire se e come funzionano i social media. Convinti che il consumatore in 100 anni non sia mai cambiato e incapaci di capire che la cosiddetta Y generation è molto diversa da propri padri. Eppure tutti gli scenari disegnati dalle grandi società di consulenza a partire da Deloitte evidenziano un cambiamento all’approccio della mobilità che dovrebbe imporre nuove visioni.

L’industria automotive aveva già dimostrato questa carenza di prospezione 20 anni fa ai tempi della Smart di Mr. Hayeck; l’orologiaio svizzero che aveva portato concetti semplici e per questo innovativi in un mondo che è legato ai 4 posti-4 porte-4 valige; un retaggio valido negli anni della prima motorizzazione ma che oggi con mercati evoluti e densità di auto elevata paiono davvero anacronistici.

La redditività di Google ha permesso a Mr. Brin di fare quello che Mr. Hayeck all’epoca non fu in grado di fare: affrancarsi dal mondo dei classici car makers. E qualora Google volesse cercare qualcuno che ha già conoscenza e linee produttive specializzate nell’elettrico non dovrebbe che spostarsi di qualche miglio e raggiungere la sede di Tesla.

Aggiungiamo che Google ha anche acquisito Motorola, inventato i Google Glass e magari sta già lavorando su altri “weareble” ed è facile capire che il mondo automotive deve essere pronto ad una svolta epocale.

Soprattutto in termini di marketing, perché le classiche segmentazioni dovranno cambiare ed essere riferite alle aree di utilizzo e non più alle dimensioni o impostazioni del veicolo.

La nuova frontiera non sarà il possesso ma l’uso del veicolo nelle sue varie forme: noleggio, sharing, pooling. Per questo una urban car che si guida da sola e che si può  gestire con uno smartphone per farvi venire a prendere sotto casa o mandarla a cercare un parcheggio autonomamente può essere un bel vantaggio competitivo.

Per questo qualcuno ipotizza che la Google car nel 2050 potrebbe vendere più della Ford.

Chi appare spiazzato in questo ambito è la Apple, c’è del vero nella battuta: “Steve I love this!”, ed il bye bye gestuale indica un sorpasso concettuale molto significativo.Ecco la Google car: bye bye car industry!

Auto-ridimensionamento

Entusiastici commenti stanno accompagnando i segni di ripresa del mercato automobilistico in Europa, la vera sfida adesso sarà quella di vedere se i car makers hanno capito che i cambiamenti del mercato sono strutturali e non congiunturali.

L’impressione generale è che considerino questa come una fase negativa prolungata, utile a giustificare tagli e ridimensionamenti di organici e dealer ma che, di fatto, gattopardescamente nulla cambi realmente.

Di fatto è cambiato molto come ha evidenziato recentemente una ricerca presentata da AlixPartners a livello mondiale che disegna degli scenari piuttosto inquietanti per chi oggi si trova a gestire imprese automobilistiche.

Il mercato mondiale perderà infatti 4,1 milioni di veicoli al 2020.

Molte le cause ma una su tutte: nei mercati maturi –Europa e USA- la mobilità non è più intesa come il possesso dell’autovettura, ma come la possibilità di usufruirne quando necessario.

E’ un cambiamento di paradigma culturale che non esito a definire epocale.

Per il 51% degli intervistati il car sharing ha evitato l’acquisto di un’auto nuova e il car sharing si sta rapidamente sviluppando soprattutto nelle grandi aree urbane.

Questo significa una grande opportunità anche per la mobilità elettrica che trova nel car sharing o nel noleggio a breve termine una modalità intelligente per divenire la forma migliore della mobilità urbana.

Occorre però avere il coraggio di innovare da parte dei costruttori pensando a dei veicoli adatti a questo genere di mobilità: piccoli, compatti, adatti a fluidificare il traffico attraverso lo spazio occupato.

Qui vi è un grande spazio per innovare e provare a pensare in termini davvero di marketing strategico; basti pensare che negli ultimi 30 anni l’unica vera innovazione concettuale del prodotto auto è arrivata da un orologiaio svizzero: Nicolas Hayek.

Innovazione aliena: Nicola Hayek e l'automobile

Occorre avere il coraggio di uscire dal solito schema mentale e pensare che vi possono essere auto diverse per le diverse tipologie di utilizzo.

In tal senso anche chi si occupa di noleggio dovrebbe ripensare il proprio modello di business ormai standardizzato da anni e provare a trovare un approccio più contemporaneo offendo delle formule integrate tra necessità della settimana e del week end o delle vacanze.

Se è vero che occorre innovare tutta la filiera automotive deve farlo, ma per agire occorre avere il coraggio e l’opportunità di sbagliare e per farlo occorre una nuova mentalità manageriale.

Stay hungry, stay foolish!

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner