Articoli marcati con tag ‘SMART’

Buongiorno Roma: il servizio di car-sharing one way di car2go arriva nella Capitale

car2go, il servizio pioniere e leader di mercato nel campo del car-sharing one way, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ha aperto la registrazione dei propri clienti a Roma, “vera smart-city” con 125.000 smart in circolazione. In un primo momento, car2go porterà a Roma 300 smart, mentre la flotta totale di 500 car2go sarà disponibile entro la fine di marzo 2014. I veicoli di car2go possono essere noleggiati in qualunque momento e il sistema opera senza stazioni di noleggio dedicate. Le automobili possono essere utilizzate quando necessario e possono essere posteggiate in qualsiasi parcheggio pubblico all’interno dell’area operativa di 100 chilometri quadrati, senza canoni aggiuntivi mensili o annuali. Gli utenti registrati pagano solamente il reale utilizzo che fanno del servizio con un costo al minuto all-inclusive (tasse, assicurazione, benzina, parcheggio, i primi 50 chilometri e IVA). car2go è una nuova e innovativa soluzione per muoversi in città: è facile da utilizzare, economica e amica dell’ambiente. È il futuro della mobilità urbana.

Car2go conquista Milano: 50.000 iscritti e 100.000 noleggi

car2go vince la sua scommessa, entra nel cuore dei milanesi e, a poco più di due mesi dal lancio, conquista i suoi primi 50.000 fan, cittadini che hanno scelto car2go come alternativa alla mobilità urbana di tutti i giorni. Un record assoluto nella storia di car2go che vede la start-up milanese punto di riferimento tra le 24 città nel mondo in cui è già attivo il servizio.
Un risultato davvero incoraggiante che dimostra quanto i milanesi, che hanno letteralmente preso d’assalto i punti di registrazione alla media di 700 nuove iscrizioni al giorno, abbiano apprezzato da subito la semplicità di utilizzo e l’estrema flessibilità di car2go, accogliendo con sorprendente entusiasmo l’inedito servizio di car sharing firmato Daimler ed Europcar.
Per soddisfare al meglio le sempre crescenti esigenze, la flotta del capoluogo lombardo cresce a 600 smart fortwo, ben 150 unità in più che si andranno presto ad aggiungere alle vetture già disponibili.
Gli oltre100.000 noleggi effettuati testimoniano che i milanesi hanno apprezzato da subito i valori di car2go: semplice, pratico ed eco-friendly. Le vetture possono essere, infatti, utilizzate per il periodo necessario e lasciate in ogni parcheggio pubblico all’interno dell’area coperta dal servizio, senza restrizioni in termini di tempo e senza richiedere il versamento di canoni mensili o annuali. Gli utenti registrati pagano solo in caso di effettivo noleggio con un prezzo al minuto “all inclusive” (tasse, assicurazione, carburante, costi di parcheggio e la congestion charge legata alla cosiddetta Area C). car2go è una nuova ed innovativa soluzione per la mobilità nel contesto urbano, di facile utilizzo con evidenti vantaggi per portafoglio ed ambiente. In poche parole, il futuro della mobilità cittadina.

Dalle due alle otto ruote, la Stella ad Ecomondo

Motori a combustione efficienti ed ecocompatibili, trazione ibrida ed elettrica 100%; Mercedes-Benz, da sempre sensibile al tema dell’ecocompatibilità, offre la soluzione di trasporto più indicata ad ogni esigenza, dall’ambito urbano all’utilizzo professionale sulle lunghe distanze.
La mobilità a zero emissioni di smart sarà presente e disponibile in test drive con ebike e con fortwo electric drive, che ha aperto una nuova era nella mobilità urbana offrendo per prima sul mercato funzionalità e piacere di guida a zero emissioni. Grazie al motore elettrico da 55 kW, fortwo electric drive accelera da 0 a 60 km/h in 4,8 secondi, la velocità massima è di 125 km/h e l’autonomia di circa 145 chilometri.
La Casa con la Stella apre le danze con la Classe E BlueTEC HYBRID, il primo diesel-ibrido premium, il più eco-compatibile ed efficiente al mondo, che garantisce 231 CV di potenza, consumi di soli 24 km/l e 109 g CO2/km. Il concetto ibrido modulare, con batteria agli ioni di litio, non impone alcuna limitazione di spazio e offre un’esperienza di guida unica grazie al sistema start/stop, alla rigenerazione dell’energia, all’effetto boost, alla modalità esclusivamente elettrica e alla modalità ‘sailing’.
Mercedes-Benz Sprinter, punto di riferimento tra i veicoli commerciali a livello mondiale, è protagonista indiscusso del segmento di mercato dei “large van” fino a 5,0 t. Sprinter è un veicolo da sempre all’avanguardia nella sua categoria e, ad ogn generazione, stabilisce nuovi standard in termini di flessibilità, sicurezza e consumi. Una tradizione che continua ancora oggi, forte di un’estetica inconfondibile, cinque nuovi sistemi di sicurezza derivati dal mondo delle autovetture e motori in linea con la normativa Euro VI, diesel e a metano, da 70 kW (95 CV) a 140 kW (190 CV) con consumi record fino a 6,3 l/100 km.
Anteprima italiana ad Ecomondo per il nuovo Atego Euro VI. Campione di vendite europeo, Atego è il punto di riferimento nel segmento della distribuzione leggera: affidabile, ecocompatibile ed efficiente come nessun’altro. Due innovativi propulsori BlueEfficiency Power sono disponibili sul nuovo Atego, il quattro cilindri OM 934 da 5,1 litri con fasatura variabile che copre una fascia di potenza compresa tra 115 kW (156 CV) e 170 kW (231 CV) e il sei cilindri in linea Common-Rail da 7,7 litri OM 936, disponibile in tre versioni di potenza da 175 kW (238 CV) a 220 kW (299 CV). Nonostante l’adeguamento alla norma Euro VI, questi propulsori fanno registrare consumi inferiori ai precedenti ed un notevole incremento di potenza, efficienza e comfort.
I nuovi Unimog ed Econic, in anteprima italiana ad Ecomondo, completano il portfolio degli ecocompatibili veicoli industriali Mercedes-Benz e introducono l’era dei motori Euro VI sui Veicoli Speciali. Equipaggiato con il nuovo 6 cilindri Euro VI BlueEfficiency Power (OM 936) con potenze di 299 CV e 354 CV, Econic si conferma il veicolo perfetto per i servizi municipali in ambito urbano; completo di tutti gli accorgimenti utili a chi deve montare sul telaio attrezzature specifiche è la base ideale per realizzare ogni allestimento. L’ultima generazione Mercedes-Benz Unimog adotta motori Euro VI BlueEfficiency Power a 4 e 6 cilindri (OM 934 e OM 936) con potenze da 156 CV a 299 CV e rinnova il mito dell’inossidabile porta-attrezzi della Stella: cabina con visibilità a tutto campo completamente rinnovata, nuovi sistemi per gli impianti idraulici di lavoro e di potenza ed un sistema di trazione sinergica che consente di cambiare dal cambio manuale alla trazione idrostatica durante la marcia.
Bestseller mondiale tra gli autocarri leggeri, maneggevole ed affidabile, Fuso Canter adotta Duonic, il primo cambio a doppia frizione per autocarri che riduce i consumi di carburante, sottopone i gruppi meccanici a minori sollecitazioni ed alleggerisce il lavoro del conducente. Fuso Canter è equipaggiato con un motore turbodiesel a quattro cilindri Euro VI o EEV disponibile in tre classi di potenza: 96 kW (130 CV), 110 kW (150 CV) e 129 kW (175 CV).

Car2go: il car sharing firmato smart arriva a Milano

Car2go, il car sharing facile e conveniente di Daimler e Europcar, arriva in Italia debuttando oggi a Milano. Il primo servizio di car sharing totalmente flessibile al mondo porterà nel capoluogo lombardo 450 smart fortwo, che potranno essere noleggiate in autonomia, senza bisogno di stazioni dedicate. Le prime 150 vetture saranno disponibili da subito, il resto della flotta da settembre. Le vetture potranno essere utilizzate per il periodo necessario e lasciate in ogni parcheggio pubblico all’interno degli oltre 120 chilometri quadrati dell’area coperta dal servizio, senza restrizioni in termini di tempo e senza richiedere il versamento di canoni mensili o annuali. Gli utenti registrati pagheranno solo in caso di effettivo noleggio con un prezzo al minuto “all inclusive” (tasse, assicurazione, carburante, costi di parcheggio e la congestion charge legata alla cosiddetta Area C). car2go è una nuova ed innovativa soluzione per la mobilità nel contesto urbano, di facile utilizzo con evidenti vantaggi per portafoglio ed ambiente. In poche parole, il futuro della mobilità cittadina.

Zero marketing

Imparare a fare marketing.

Questa dovrebbe essere la prima regola per chi vuole sfidare il mondo del termico e perseguire la mobilità elettrica.

Occorre avere il coraggio della verità. Ad oggi i numeri sono molto inferiori alle prospettive di scenario disegnate 4 anni fa. E questo nonostante progetti di mobilità elettrica siano stati perseguiti da grandi gruppi automobilistici come Renault-Nissan o da newco come Tesla.

Certo si tratta di un’economia di filiera e questo comporta una necessità di strutture pubbliche per la ricarica e politiche locali atte ad incentivare non con denaro ma con facilitazioni alla mobilità elettrica.

Detto questo mi sembra evidente che il marketing abbia fino ad ora fatto degli errori madornali ed il fallimento di Better Place ne è la riprova.

Proviamo a fare un esercizio a prendere tre grandi innovatori ed a capire cosa potrebbero suggerire:

-Steve Jobs: design e semplificazione

-Nicolas Hayeck: personalizzazione, moda

-Ingvar Kamprad: essenzialità, costo contenuto

Basta fare uno screening dei modelli oggi presenti per capire che nulla di questo è stato fatto o meglio l’unico marchio automotive che aveva il prodotto che rispondeva (parzialmente) a questi mantra fino ad oggi è molto defilato vendere un’automobilevero Mr. Zetsche?

Allora bisognerà che gli uomini del marketing provino a pensare che non devono vendere un’automobile con una trazione diversa ma un prodotto diverso con una fruizione diversa.

Provino ad usare nella loro testolina la segmentazione non per cluster di clienti ma per modalità di uso e forse arriveranno a qualcosa.

Qualcuno come Renault l’esercizio lo ha fatto con Twizy ma con degli errori progettuali e distributivi che ne hanno limitato il successo.

Innovare vuol dire innovare su tutta la filiera che senso ha vendere un veicolo con dei limiti d’uso urbani nella periferia delle città invece che farlo diventare protagonista delle vie del centro? Tesla ha fatto in questo una scelta strategica molto chiara e forte peccato che venda veicoli da 5 m. di lunghezza che mal si adattano all’agilità richiesta dal traffico cittadino.

Insomma per fare una testa pensante nel marketing bisognerebbe prenderne almeno tre!

Del resto che il marketing sia morto non lo ha detto solo Kevin Roberts AD di Saatchi&Saatchi ma la quotidianità e la ripetizione costante dei modelli di business, solo quando ci sarà qualcuno capace di scardinare ciò potremo dire che sarà arrivato sul mercato la killer application capace di rendere la mobilità elettrica un’abitudine quotidiana.

L’era dell’intelligenza

La notizia è del 13 maggio.

La fonte autorevole “Il Sole 24ore”.

Non risultano smentite.

Tesla in Borsa capitalizza più di Fiat.

Se Pensiamo che il marchio americano ha iniziato solo ora una vera e propria produzione di serie, che fino ad oggi ha prodotto circa 16.000 veicoli, che la sua storia data come inizio 2003 si ha una sensazione di stordimento.

La grande industria automobilistica italiana che ha rappresentato uno dei motori dell’economia per oltre 100 anni, che ha contribuito al mito del boom economico, che ha permesso a molti di conquistare i primi chilometri di libertà viene ridimensionata in Borsa da una quasi ignota società creata da un visionario americano.

E’ la finanza bellezza e tu non puoi farci niente, niente! Interpretiamola in un altro modo; da un lato vi è una realtà industriale importante con orgini italo-americane (ma è debole sui mercati emergenti e sui next eleven); milioni di vetture prodotte, centinaia di migliaia di operai ma che sta raccontando al mercato di avere una visione del futuro senza grandi cambiamenti. Un domani simile ad oggi.

Dall’altra un Golia, made in Palo Alto, che ha solo da offrire una concreta visione di come sarà la mobilità del XXI secolo e debbo anche dire che alcune parti della narrazione sono un po’ tradizionali.

Eppure conquista spazio sui media, simpatia e forse qualche decimo di quota di mercato. Ma soprattutto è coerente con il nuovo modo di interpretare il mondo.

Finita l’era dell’apparenza siamo in quella dell’intelligenza.

Chi sarà lo Steve Jobs dell'automobile?

Siamo davanti ad un cambiamento. I numeri non lo stanno ancora raccontando perché non si è ancora trovata la killer application; ma vi è un fermento, un rumore che arriva da lontano e che arriva da settori non sempre automotive e, come accadde per la Smart 20 anni orsono, sarà l’”innovazione aliena” a determinare i nuovi parametri del gioco.

Certo accanto ad una storia di successo ve ne sono altre che annaspano e falliscono come Coda Automotive o Fisker ma ciò è sempre accaduto basta guardare indietro di 30 anni e sulle nostre strade circolavano autovetture marchiate Talbot, Simca, MG.

Nel maggio del 1989 la rivista americana “Marketing” scriveva:

“Nel 1939 su gran parte delle automobili che circolavano per le strade spiccava l’emblema britannico: Austin, Morris, Rover, Triumph ecc.Nessuno aveva sentito parlare di Honda ci sarebbero voluti ancora 10 anni prima che la marca nipponica commercializzasse la prima vettura.A quei tempi la Gran bretagna era il maggior esportatore Mondiale di automobili e non c’era bisogno di preoccuparsi di quelle fabbriche automobilistiche giapponesi dai nomi bizzarri…”

Il resto è storia.

car2go – Il car sharing firmato smart debutta a Birmingham

“Siamo orgogliosi di lanciare car2go a Birmingham”, ha dichiarato Stefan Mueller, CEO di car2go Europe GmbH. “car2go offre la possibilità di spostarsi dove e quando si vuole, in tutta praticità, senza i costi tradizionalmente associati a possesso, utilizzo e assicurazione di una vettura. Ecco perché confidiamo che tutti accoglieranno car2go come un modo facile, economico ed ecologico di spostarsi a Birmingham.”
Il consigliere Tahir Ali, membro del Gabinetto per lo sviluppo, il lavoro e le competenze, ha dichiarato: “Intendiamo sviluppare una gamma di iniziative ecocompatibili in grado di ridurre traffico ed emissioni di CO2 sensibilizzando il pubblico nei confronti delle soluzioni di mobilità alternative. Sono lieto di dare il benvenuto a car2go a Birmingham, in particolare perché la città ospiterà anche la sede centrale della società, dando così un impulso all’occupazione. Seguirò da vicino il progetto pilota valutando i benefici che l’iniziativa porterà con sé.”

Smart ebike protagonista al Motodays

Dal 7 al 10 marzo, la nuova Fiera di Roma ospita nell’ambito di MotoDays la seconda edizione di bici@romaexpo, un appuntamento di riferimento per gli amanti delle due ruote per conoscere e provare tutte le ultime novità di un settore in costante crescita, che ha accolto con grande entusiasmo il debutto della ebike, bici a pedalata assistita firmata smart. ebike è la nuova soluzione smart, su misura per le esigenze metropolitane. Nell’area espositiva realizzata da Mercedes-Benz Roma sarà possibile conoscere da vicino i contenuti tecnologici della ebike, ma anche testare il dinamismo e la semplicità di utilizzo tipiche del marchio smart, ora anche su due ruote.
Forte di un design affascinante e al tempo stesso pratica e facile da utilizzare, smart ebike è una vera e propria smart a due ruote. Consente di muoversi in modo rapido e agevole e trovare un parcheggio è ancora più semplice rispetto ad una smart fortwo.
“Con smart ebike offriamo una nuova soluzione di mobilità a zero emissioni ideale per una città come Roma, che sempre più ama le due ruote ‘ecologiche’. Infatti, come confermano recenti ricerche, sono 170.000 i romani che ogni giorno si muovono per la città in bicicletta.”, ha dichiarato Vittorio Braguglia, Amministratore delegato di Mercedes-Benz Roma. “L’ebike smart è il frutto di esperienze raccolte nelle metropoli di tutto il mondo e integra perfettamente smart fortwo. Abbiamo domandato alle persone come si immaginavano l’ebike ideale da utilizzare in città e tradotto i loro desideri in raffinate soluzioni quali la porta USB integrata per gli smartphone o il rigeneratore dell’energia in fase di frenata.”

Smart ebike e Smart eball protagoniste al MotorShow 2012

Innovazione, gioia di vivere, divertimento e massima compatibilità ambientale: sono da sempre i valori che rappresentano smart, il marchio più giovane del panorama automobilistico mondiale. Una conferma che arriva anche dal Motor Show di Bologna dove smart, in collaborazione con il Gruppo Unipol, sarà presente con un inedito spazio dedicato all’intrattenimento. Un’area fun dove l’energia generata da quattro smart ebike in versione spinning alimenterà una pista di automodelli. Esclusiva anteprima in Italia anche di smart eball, versione interattiva del tradizionale arcade degli anni ‘80, per gli appassionati del tennis in formato videogame che si sfideranno tra reale e virtuale al volante di smart electric drive.

smart firma il divertimento del Motor Show di Bologna e, in collaborazione con il Gruppo Unipol, già protagonista con fortwo electric drive nel padiglione di electric city, dedica ai visitatori della kermesse bolognese una coinvolgente area fun, uno spazio all’insegna del divertimento a zero emissioni.
smart eball è un gioco-evento interattivo che esalta il dinamismo e l’agilità di smart fortwo electric drive. Gli ospiti del Motor Show si potranno così sfidare in avvincenti partite di tennis con racchette digitali proiettate su maxi-screen, controllate da due vere smart fortwo electric drive, grazie ad una raffinata tecnica di trasmissione e misurazione al laser. Il principio di gioco si impara in un batter d’occhio: è semplice ed intuitivo, proprio come smart electric drive.
smart eball è stato premiato quest’anno dall’Art Directors Club, prestigiosa associazione di categoria composta da pubblicitari e art director, con il primo premio nella categoria “Interactive/Physical Innovations”.
Dedicata a chi ha buone gambe e fiato da vendere, smart ebike spinning unisce il fitness all’eterno fascino della pista di automodelli. I modellini sul tracciato sono, infatti, alimentati esclusivamente dall’energia prodotta dalla pedalata di quattro ebike; più forte si pedala, prima si passa la bandiera a scacchi.

Mercedes, ottobre da record: +6% di vendite

La nuova Classe A

Ottobre da record per il gruppo Daimler: i nuovi modelli (in particolare la rinnovata Classe A) spingono le vendite mondiali a +6,2% su base annua. Il gruppo, che include Mercedes-Benz, Smart e Maybach, è andato forte soprattutto negli Stati Uniti e in Cina, con 118.609 unità vendute in un mese e oltre 1,1 milioni dall’inizio dell’anno.

La parte del leone la fa ancora una volta Mercedes-Benz, con vendite globali a ottobre pari a 109.632 vetture (+6,0%) mentre nei primi dieci mesi il totale è di 1.074.558 unità (+5,1%). Se in Europa spicca la crescita di Mercedes su grandi mercati, come Germania (+3,0% a ottobre) e Francia (+19,9%), il brand conferma il periodo positivo negli Usa dove il mese scorso ha toccato nuovi record con 23.978 unità vendute (215.596 dall’inizio dell’anno, +11,9%). Bene anche la Cina (inclusa Hong Kong), con un ottobre vicino al dato dello scorso anno e una crescita nei primi dieci mesi del 5.5% a 160.425 vetture. Numeri che, secondo il vicepresidente Joachim Schmidt, confermano “le aspettative per l’intero anno di nuovi record a livello mondiale”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner