Articoli marcati con tag ‘Taranto’

La rete Iveco ancora più capillare: nuova sede della Saicar a Massafra (Ta)

È stata inaugurata a Massafra (Ta) lo scorso giovedì 6 ottobre la nuova sede di Saicar Spa, dal 1987 storica Concessionaria di Iveco che opera nella sede di Lecce in Puglia, per le province di Brindisi, Lecce e Taranto.

Massafra rappresenterà un punto di riferimento per il territorio provinciale di Taranto. Al taglio del nastro erano presenti Giulio Musca, Presidente del Consiglio di Amministrazione, con i figli Angelo, Antonio e Francesco, istituzioni, industriali e numerosi clienti.

Per Iveco hanno partecipato all’inaugurazione Mihai Daderlat, Business Director Italy & Mediterranean Area e Alberto Rota, Network Manager. “L’inaugurazione di oggi è un segno tangibile dello spirito imprenditoriale di Saicar Industriali,– ha commentato Mihai Daderlat – una Concessionaria che da sempre rivolge lo sguardo al futuro, con determinazione e coraggio.

La famiglia Musca da tempo persegue l’obiettivo di avere un maggior presidio territoriale, avendo compreso le esigenze dei clienti che danno vita al tessuto aziendale locale”. L’inaugurazione della sede di Massafra rappresenta inoltre un’ulteriore conferma della capillarità della rete distributiva Iveco che, con i suoi 123 punti vendita in Italia, gli oltre 530 punti di assistenza e le 466 officine autorizzate dimostra concretamente di essere sempre vicino ai propri clienti.

La nuova sede è stata realizzata per offrire un unico punto di riferimento delle eccellenze di Iveco: dalla vendita di veicoli nuovi e usati, ai servizi di post-vendita di assistenza, reperimento e distribuzione dei ricambi. La sede di Massafra si estende su un piazzale complessivo di 6.500 mq, con una superficie coperta di 1.500 mq, di cui 1000mq destinati all’officina e 500mq dedicati al magazzino ricambi. Sono stati inoltre predisposti degli uffici dedicati al commerciale e all’amministrazione, una sala d’attesa per i clienti d’officina.

Nell’area esterna insiste un’ampia zona dedicata all’esposizione dei veicoli commerciali e industriali. 2 Nella stessa giornata è avvenuta la consegna di un’importante fornitura al cliente Igeco Costruzioni S.p.A., nella persona di Tommaso Ricchiuto.

La fornitura riguarda sei Trakker, modello AD410T50, allestiti con ribaltabili posteriori e due Daily modello 35C11, doppia cabina, che saranno impiegati per i lavori sull’intero territorio nazionale. Sono stati inoltre consegnati dieci Eurocargo, di cui quattro, modello ML180E28P, e sei modello ML140E22P, oltre a due Daily, 35C11, tutti destinati al servizio di ecologia per il comune di Manduria (TA). Igeco Costruzioni S.p.A. opera nel settore delle costruzioni generali da quarant’anni nell’ambito delle opere edili, stradali, idrauliche e marittime su tutto il trasporto nazionale.

A Taranto la prima ed unica tappa italiana del 787

La struttura del boeing 787 dreamliner alla cui costruzione collabora anche l'Aermacchi

Sara’  Taranto – aeroporto di Grottaglie – ad ad ospitare la prima ed unica tappa italiana del tour del 787. Il Dreamliner fara’  la sua comparsa in Puglia il prossimo 5 maggio. In Puglia Boeing ed Alenia Aermacchi collaborano per il widebody, grazie alla produzione di due sezioni di fusoliera, quella centrale e centro posteriore, oltre a quella dello stabilizzatore orizzontale di coda. Alenia Aermacchi, che detiene nel programma una quota di produzione del 14%, in particolare, sugli 856 ordini totali si occupera’ per la versione -8 della produzione di tutte le sezioni di fusoliera di sua competenza e degli stabilizzatori, mentre per il -9 fara’  le sezioni e la meta’  degli stabilizzatori. L’altra meta’  sara’  prodotta negli Usa.

I porti della Puglia si uniscono: nasce Apulian Ports

Il porto di Taranto

Bari, Barletta, Monopoli, Taranto e Brindisi si associano: nasce Apulian Ports, l’associazione dei porti di Puglia. Sorta dall’incontro tra le tre più grandi autorità portuali pugliesi, l’associazione si costituirà formalmente entro la fine del mese.

A prendere le redini del nuovo organismo per primo sarà Hercules Haralambides, attuale presidente dell’Autorità portuale di Brindisi. Ma la presidenza sarà a rotazione annuale. Taranto è stata scelta come sede legale, mentre quella operativa ruoterà anch’essa a seconda del presidente di turno. Che svolgerà il proprio incarico a titolo gratuito, senza oneri né costi a carico dell’associazione.

Obiettivo primario quello di sviluppare azioni di marketing del sistema portuale pugliese che si articolerà su due livelli per ottenere il giusto bilanciamento tra l’esigenza di promuovere un marchio territoriale comune per relazioni internazionali, bandi europei, fiere e quella di mettere a sistema e valorizzare le specificità e le punte di eccellenza di ciascuno scalo.

Taranto nella top list dei porti strategici, via libera alle infrastrutture

Taranto

Il porto di Taranto nel core network dei porti strategici, una struttura di cui faranno parte solo 9 scali su 29. Lo ha annunciato il ministro alle Infrastrutture Corrado Passera in un’audizione in Commissione parlamentare. “Questi porti – ha spiegato – assumono precedenza nella realizzazione dei grandi progetti strutturali e infrastrutturali”.

Per Taranto questo si traduce nel poter realizzare la Piastra Logistica. Il completamento di questa piattaforma, la realizzazione del Distripark e il potenziamento del collegamento tra questi e l’aeroporto di Grottaglie sono inoltre tra le opere ritenute strategiche per l’affermazione della piattaforma logistica regionale, come indidato nel programma per lo sviluppo delle infrastrutture strategiche ‘Puglia corsara’. E per realizzare la piattaforma logistica regionale la Puglia potrà contare sui fondi Fas, rimodulati nel Piano Sud. “I fondi Fas, ci sono e questo – ha spiegato l’assessore regionale Guglielmo Minervini – significa che in Puglia potremo mettere in sicurezza strade, ampliare i nostri aeroporti, ammodernare gli schemi idrici e realizzare la piattaforma logistica regionale”.

I numeri del Milleproroghe

Gioia Tauro

Con il Milleproroghe, il governo ha stanziato più di 130 milioni per i porti.

Il decreto assegna 50 milioni all’Autorità Portuale di Genova per finanziare Fincantieri, 69 milioni all’Autorità Portuale di Savona per la piattaforma Maersk e altri 12 e mezzo per Cagliari, Gioia Tauro e Taranto.

Tremento ha già siglato il decreto attuativo.

La Cina è più vicina, ai porti d’Italia

Shenzhen, in Cina

Assoporti sbarca in Cina per promuovere gli scali italiani. E viceversa. Si chiude oggi il China International Logistic and Transportation Fair 2011, che ha visto la partecipazione anche del nostro Assoporti. Obiettivo della missione, guidata dal vicepresidente Mariani, la promozione degli scali nostrani, anche attraverso un rapporto più stretto con il porto di Shenzhen, nuovo snodo fondamentale dei traffici dalla Cina verso l’Occidente.

Proprio in occasione del Cilf 2011 è stata ufficializzato il gemellaggio tra l’Autorità portuale di Taranto e il Porto di Shenzhen. L’Ap di Taranto, insieme all’Interporto di Bari, sono inoltre presenti al Cilf con un proprio stand, mentre gli altri membri della delegazione fanno riferimento allo stand Invitalia.

Sit in alla stazione di Taranto contro i tagli di Trenitalia.

La stazione di Taranto secondo il sindacato rischia di chiudere.

Sit in di protesta del Pd alla stazione ferroviaria di Taranto. Le ragioni: i tagli di Trenitalia su alcuni treni a lunga percorrenza. Si sono visti il Sindaco e il presidente della provincia di Taranto, Ipazia Stefano e Gianni Florido, con altri primi cittadini e rappresentanti politici.

Motivo della protesta: la riduzione dell’unico espresso per Roma, penalizzante per i pendolari e l’economia. Lo stesso potrebbe accadere per il collegamento con Milano. I sindacati temono che la stazione di Taranto possa chiudere.

Nuovi presidenti per quattro porti

Il ministro Altero Matteoli

Cambio al vertice per i porti di Bari, Brindisi, Civitavecchia e Taranto: il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli ha nominato i nuovi presidenti.

A prendere le redini dell’Autorità portuale di Bari è Francesco Mariani, mentre a Brindisi tocca a Hercules Haralambides e a Taranto a Sergio Prete. Per quanto riguarda il porto laziale, invece, è stato nominato Pasqualino Monti. Ne dà notizia l’Ufficio stampa del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti spiegando che sulle nomine sono stati acquisiti le intese del presidente delle Regione Lazio, Renata Polverini, e Puglia, Nichi Vendola, e i pareri consultivi favorevoli delle competenti commissioni parlamentari del Senato della Repubblica e della Camera dei deputati.

I nuovi presidenti della Autorità portuali di Bari, Brindisi e Taranto

Nichi Vendola, governatore della Puglia

Nichi Vendola ha formalizzato la nomina dei presidenti delle Autorità portuali di Bari, Brindisi e Taranto. Le nomine, formulate dal ministro Matteoli, prevedono la riconferma di Franco Mariani a Bari, la nomina di Hercules Haralambidies a Brindisi, e Sergio Prete a Taranto.

L’assessore alle infrastrutture strategiche e mobilità Guglielmo Minervini: “Positivo è che la lunga istruttoria della nomina dei presidenti abbia registrato il concorso costruttivo di tutte le istituzioni locali, con una dinamica responsabile e collaborativa. Siamo riusciti a condividere con esse il bisogno di assicurare alla guida del sistema portuale pugliese un management di alto profilo, di massima qualificazione, solida competenza, con un forte orientamento al mercato marittimo, di riconoscibile trasparenza.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner