Articoli marcati con tag ‘terremoto’

Volontari coi tir nell’inferno bianco

Potrebbero essere ribattezzati i magnifici 10, i volontari che dal Ticino hanno raggiunto il cuore del Gran Sasso sabato sera, con il loro bilico e i mezzi per spazzare la neve. Ora si trovano a pochissimi chilometri dall’hotel Rigopiano, sepolto mercoledì da una valanga

Il convoglio della solidarietà si muove in un vero è proprio “inferno bianco”, senza luci per interi chilometri. Spettrale, con cartelli divelti, abbattuti, nascosti dalle montagne bianche, che complicano la possibilità di trovare la via giusta. Senza comunicazione, con il segnale telefonico fuori uso.Il tempo di una veloce cena per la colonna partita dal Ticino alla volta dell’Abruzzo per aiutare nell’emergenza neve, ed è già ora del briefing con le autorità italiane. I programmi cambiano in continuazione. Bisogna cominciare da un altro paese perché da giorni, da quell’area, non arrivano segnali. Si parte da Befero, la vera emergenza ora è lì. Attenti a tutto, non solo alla neve che raggiunge anche i tre metri, ma anche ai cinghiali che assaltano i mezzi, escono affamati dai boschi. Poi la nafta, bisogna portarla in quota ed i passaggi di strada molto stretti. Troppo anche solo per incrociare un altro mezzo. Non si potranno parlare tra loro perché i telefoni sono muti. Piove, il ciel non aiuta, la neve non solo è tanta ma diventa pesante.  Quello dei 10 ticinesi è un gesto che nel freddo delle relazioni tra due paesi così lontani e così vicini, ha fatto molto discutere. In mezzo a tanto gelo ha portato un po’ di calore utile per “sciogliere e spalare” tanta neve. Così tanta che è difficile immaginare sia scesa tutta insieme. Qui li hanno accolti come eroi, come dei salvatori venuti dal lontano Nord per essere inghiottiti in questa enorme balena bianca che è oggi il Gran Sasso d’Italia.

Sisma Umbria – Marche: viaggi gratuiti per i residenti delle aree colpite e i volontari della protezione civile

Continuano le iniziative del Gruppo Fs a supporto delle popolazioni colpite dal terremoto.

I residenti nelle aree del cratere e i volontari della Protezione Civile che operano nelle zone interessate potranno viaggiare gratuitamente, ogni giorno, per raggiungere le aree di attività o i luoghi di residenza.

L’iniziativa, effettuata in collaborazione con la Protezione Civile Nazionale, ricalca quella già adottata dopo il terremoto di Amatrice del 24 agosto, e resterà valida fino al 31 dicembre.

Prosegue intanto l’attività del personale del Gruppo FS nella gestione quotidiana dei due treni-cuccetta, operativi nelle stazioni di Fabriano (da venerdì 28 ottobre) e di Foligno (dal pomeriggio di lunedì 31 ottobre), che hanno una capacità complessiva di più di 700 posti letto.

Busitalia Umbria, terremoto centro Italia: i servizi a supporto delle popolazioni colpite

A seguito degli eventi sismici culminati con le forti scosse del 30 ottobre, la Regione Umbria ha richiesto anche la collaborazione di Busitalia Umbria (Gruppo FS Italiane) per far fronte alle esigenze delle popolazioni colpite.

In particolare, dal primo pomeriggio di domenica 30 ottobre Busitalia Umbria ha messo a disposizione 29 autobus, reperiti da diversi depositi regionali, che si sono attestati a Spoleto per lo svolgimento dei servizi dedicati. Da Spoleto, in coordinamento con Regione, Protezione Civile e Polizia Stradale, i mezzi sono stati trasferiti in gruppi di 5/6 nelle aree dei Comuni di Norcia e Cascia.

Già dal 30 ottobre gli autobus Busitalia Umbria hanno consentito il trasferimento di gruppi di abitanti di Norcia e Cascia verso le strutture ricettive del Lago Trasimeno, di Corciano e di Perugia.

Sono stati inoltre messi a disposizione 9 autobus, con presenziamento del personale Busitalia Umbria, per il pernottamento degli abitanti di Norcia e frazioni nelle notti del 30, 31 ottobre e 1° novembre.

In coordinamento con la Regione, Busitalia Umbria sta anche svolgendo, dal 1° novembre, i servizi di trasferimento dalle strutture di accoglienza alla Valnerina, con partenza in prima mattinata e rientro nel pomeriggio.

Gli aeroporti delle Regioni coinvolte dal sisma non hanno subito danni e sono regolarmente operativi

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile comunica che, da una prima ricognizione effettuata attraverso le proprie direzioni territoriali, le strutture aeroportuali delle Regioni Marche, Toscana, Umbria e Abruzzo, interessate dal sisma della serata di oggi, 26 ottobre, non hanno riportato danni e sono tutte operative. La zona del Lazio interessata dal sisma, invece, non ha infrastrutture aeroportuali aperte al traffico commerciale. L’operatività dei voli dunque, al momento, è regolare. L’ENAC continua a monitorare la situazione nelle aree coinvolte.

Terremoto Centro Italia: inviato a Foligno un treno straordinario con sette vetture cuccetta, 420 posti letto

Supporto immediato del Gruppo FS Italiane per la scossa di terremoto  inviato a Foligno un convoglio straordinario con sette carrozze cuccette, circa 420 posti letto, che arriverà alla stazione di Foligno domani sera.

Il convoglio sarà costantemente alimentato per consentire agli occupanti di avere sempre a disposizione luce e riscaldamento. Inoltre, per tutto il periodo di permanenza del treno è stata prevista l’apertura h24 dei servizi igienici di stazione.

L’iniziativa, attivata dalla Protezione aziendale di Ferrovie dello Stato Italiane, presente nelle stazioni coinvolte dal sisma, in accordo con la sala operativa della Protezione Civile Nazionale, segue l’intervento dei giorni scorsi  che ha permesso di offrire nella stazione di Fabriano 300 posti letto grazie all’invio di un convoglio straordinario con cinque vetture cuccette.

Airbus dona fondi alla Cina colpita dal terremoto

Anche Eurocopter, società controllata da EADS, contribuisce alle operazioni di soccorso
Airbus e la propria casa madre EADS hanno donato un totale di 4 milioni RMB (pari a circa Euro 498.000) a sostegno della città di Ya’an colpita dal terremoto, nella provincia di Sichuan nella Cina sud-occidentale attraverso il National Development and Reform Commission of China (NDRC).
Eurocopter, società controllata da EADS contribuisce anch’essa alle operazioni di soccorso. Dal 21 aprile, 2 elicotteri di Eurocopter, EC120 ed EC135, sono stati inviati nell’area colpita dal terremoto. Eurocopter China fornirà inoltre uno speciale supporto tecnico e finanziario al proprio operatore privato con base a Sichuan, Sichuan Xilin Fengteng General Aviation Company di Guanghan, per il supporto alle operazioni dei 2 elicotteri, su richiesta delle autorità cinesi e contribuire alle missioni soccorso per via aerea.
Airbus China ha espresso la propria intenzione di contribuire alla ricostruzione di Ya’an fornendo il proprio supporto agli studenti dell’area colpita che si trovano in difficoltà.
Una scossa di terremoto di magnitudo 7.0 della scala Richter ha colpito la città di Ya’an nella mattina dello scorso sabato, causando oltre 200 tra vittime e dispersi e più di 11.000 feriti. Il numero delle vittime è destinato a salire con il proseguire delle operazioni di soccors

Enac voli regolari nelle regioni colpite dal terremoto

In merito all’evento sismico che stanotte ha interessato alcune aree della Calabria e della Basilicata, l’Enac comunica che, alla luce di una prima ricognizione effettuata dall’Ente
presso le direzioni territoriali coinvolte, non si registrano attualmente ritardi o variazioni alla programmazione del traffico aereo.
L’operatività dei voli dunque, al momento, è regolare.  L’Enac continua a monitorare la situazione nelle aree interessate.

Fiat Industrial dona 125 mila euro a favore delle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia Romagna

A seguito della catastrofe naturale che nei mesi scorsi ha colpito l’Emilia Romagna, Fiat Industrial ha offerto un aiuto concreto alla popolazione donando oltre 125 mila euro. La somma raccolta tra tutti i dipendenti nel mondo e raddoppiata dalle società del Gruppo,
la è stata devoluta a favore della Croce Rossa, impegnata in prima linea nelle operazioni di soccorso
e della Cooperativa Sociale Nazareno di Carpi (Modena), centro di accoglienza per le persone diversamente abili.
La donazione si aggiunge a una serie di altri interventi straordinari che Fiat Industrial ha messo in atto subito dopo la catastrofe naturale. Sotto il coordinamento della Protezione
Civile, infatti, il Gruppo è intervenuto con mezzi e uomini. CNH ha messo a disposizione un’unità di soccorso di emergenza composta da 12 mezzi movimento terra leggeri
(sollevatori telescopici, mini escavatori, mini pale compatte e terne) e pesanti (escavatori e pale gommate) dei marchi New Holland, cinque officine mobili e autocarri Iveco per il
trasporto macerie e 20 persone, tra operatori e meccanici, dipendenti di CNH o delle concessionarie della rete. Iveco ha inviato al campo di San Prospero (Modena) un’officina
mobile e una squadra di tecnici operativi 24 ore al giorno per garantire il perfetto funzionamento dei veicoli e il rifornimento di eventuali parti di ricambio. FPT Industrial, infine,
ha consegnato un gruppo elettrogeno che è stato utilizzato per alimentare una delle tendopoli di Cento (Ferrara).
Questa iniziativa conferma l’impegno di Fiat Industrial nel fornire supporto tecnico, economico e umanitario alle popolazioni colpite da catastrofi naturali attraverso atti di
sostegno concreto che testimoniano l’attenzione del Gruppo nei confronti delle comunità in cui opera.

CNA-Fita: esentiamo almeno le imprese di autotrasporto coinvolte dal terremoto per la dimostrazione dei requisiti di idoneità professionale in scadenza il 4 giugno

Il ministero dei Trasporti, rispondendo alla nostra richiesta di prorogare i termini per la dimostrazione dei requisiti per l’idoneità professionale, ha ribadito che tale proroga non è ammissibile. Prendiamo atto dunque dell’impossibilità di rimandare di pochi mesi un adempimento che viene a cadere in un momento particolarmente pesante per le nostre imprese. Pur tuttavia la CNA-Fita nazionale richiede che la proroga, se non in via generale, in via del tutto eccezionale venga riconosciuta per le imprese delle province di Modena, Ferrara, Reggio Emilia, Bologna e Mantova duramente colpite dal terremoto e da un drammatico sciame sismico che non accenna a diminuire. Chiedere oggi in quelle zone e a quegli imprenditori di dimostrare la loro idoneità professionale nel momento in cui si stanno drammaticamente domandando se in futuro potranno ancora fare il loro mestiere, equivarrebbe a una vera e propria beffa. A tal proposito CNA-Fita invita il Governo nazionale, le Regioni e soprattutto le Provincie ad adoperarsi per esentare temporaneamente tali imprese dalla scadenza del prossimo 4 giugno. Un atto doveroso e rispettoso del dramma in corso.

ENAC rassicura sullo stato degli aeroporti emiliani

Con riferimento alla forte scossa di terremoto che questa mattina ha interessato l’Italia settentrionale, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile informa che, alla luce della ricognizione effettuata dalle proprie direzioni territoriali, non si sono verificati danni alle infrastrutture  aeroportuali.
Il traffico aereo, inoltre, non ha subito variazioni rispetto alla programmazione.
L’Enac continua a monitorare la situazione partecipando al Comitato operativo presso la
Protezione Civile.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner