Articoli marcati con tag ‘toyota’

Nasce The Hybrid Space , il primo temporary store dedicato alla tecnologia ibrida by Toyota

“TheHybridSpace”, ideato da Toyota Motor Italia e progettato dall’agenzia Superegg, è il primo e unico Temporary Space in Italia interamente dedicato alla tecnologia ibrida Toyota e Lexus situato nel cuore di Roma, in Via Frattina 138.

Via Frattina, da sempre meta per lo shopping di romani e turisti, questa volta ospita un luogo in cui il pubblico viene attratto e trasportato in un’esperienza coinvolgente, completamente nuova e ad alto contenuto tecnologico.
Al suo interno attraverso quattro aree immersive e interattive chiunque può sperimentare, giocare, informarsi e toccare con mano la tecnologia che sta cambiando il modo di vivere l’auto, attraverso un’esperienza straordinaria e unica.

L’Hybrid Space è composto da quattro ambienti, ognuno dei quali spiega le caratteristiche e i vantaggi della tecnologia ibrida, attraverso installazioni di forte impatto tecnologico e interattivo.

Nella prima area, grazie al cut-body della Yaris Hybrid, è possibile approfondire il funzionamento della tecnologia Hybrid. Inoltre, simulando il funzionamento alla base del  sistema KERS (Kinetic Energy Recovery System), vengono misurati i movimenti dei visitatori in termini energetici e generate suggestive installazioni luminose sulle pareti .

Nella seconda area è presente un’installazione infografica, che attraverso una semisfera, mostra e approfondisce dati e informazioni relative all’ibrido.

Le altre due aree permettono poi ai visitatori di vivere l’esperienza Hybrid attraverso una coinvolgente esperienza audiovisiva che mette in evidenza il driving pleasure di un’auto ibrida rispetto ad un’auto con  motorizzazione tradizionale.

Il percorso si conclude con un gioco interattivo a coppie in cui si spiega la sinergia dei due motori e il funzionamento alla base del sistema Hybrid.

Sarà inoltre possibile per i visitatori interessati effettuare un test drive della nuova Auris Hybrid  per provare su strada i vantaggi della tecnologia Full Hybrid.

Nasce Pro Ace il van Toyota

Toyota annuncia i dettagli relativi a ProAce, il suo nuovo veicolo commerciale. ProAce nasce per ampliare la gamma Toyota nel segmento europeo dei veicoli commerciali.
Il veicolo è caratterizzato da esclusivi dettagli stilistici, con badge Toyota sulla griglia anteriore, sulle portiere posteriori, sulle ruote e all’interno dell’abitacolo.

Versatile e spazioso.

Il nuovo Toyota ProAce sarà disponibile in una scelta tra due lunghezze e due altezze differenti, per una capacità di carico che varia tra 5 m3, 6 m3 oppure 7m3 a seconda della configurazione preferita.
Assicurando la massima versatilità e spaziosità, l’ampio spazio di carico è accessibile sia lateralmente, con la scelta tra una oppure due porte scorrevoli, che dalla parte posteriore, con la scelta tra portellone a cerniera superiore e porta doppia con apertura a 270°. L’ampiezza dello spazio di carico è completata da una capacità di carico che raggiunge i 1.200 kg, oltre a una capacità di traino fino a 2.000 kg. Inoltre, il ProAce può essere richiesto come furgone chiuso, finestrato oppure a doppia cabina.

Pratico e confortevole
La versatilità e la capacità dello spazio di carico sono affiancate dal comfort e dalla praticità a disposizione degli occupanti. L’altezza della posizione di guida e l’ampio parabrezza consentono al guidatore e ai passeggeri di godere di un ambiente di guida e di una visibilità paragonabili a quelli di un MPV.
Il comfort è assicurato dall’adozione di alzacristalli elettrici, chiusura centralizzata con Remote Control, dalla possibilità di regolazione dello sterzo e da una serie di equipaggiamenti quali il climatizzatore manuale, sistema audio con tecnologia Bluetooth, Cruise Control e retrovisori esterni elettrici e riscaldati.
Disponibili di serie saranno i sistemi di Frenata Anti-Bloccaggio (ABS) con Distribuzione Elettronica della Forza Frenante, il Controllo della Stabilità del Veicolo (VSC) e le Luci di Marcia Diurna (DRL), assicurando al  cliente un’esperienza di guida in tutta sicurezza , con ulteriore optional del VSC , un sistema ideato per offrire la massima aderenza alla carreggiata e garantire al cliente
i migliori livelli di sicurezza anche  con le condizioni di guida più impegnative, come strade bagnate, ghiacciate e innevate.

Trasmissioni efficienti e straordinaria autonomia di guida

Il nuovo Toyota ProAce sarà disponibile con diverse motorizzazioni diesel, tutte conformi ai parametri Euro V relativi alle emissioni.
Il motore 1.6 (90PS / 180Nm) ha una trasmissione manuale a 5 rapporti, mentre le due unità 2.0 (128PS / 320Nm e 163PS / 340Nm) sono disponibili con cambio manuale a 6 rapporti.
Tutte le motorizzazioni dispongono di una funzione di ‘controllo di voltaggio’, studiata per gestire la carica della batteria mediante l’alternatore, andando a ridurre dove possibile l’assorbimento sul motore e migliorando l’economia dei consumi.
Con un serbatoio dalla capacità di 80 litri, le varianti equipaggiate con motori diesel 2.0 128 PS e 2.0 163 PS dispongono di un’autonomia di guida fino a 1.250 km.
Il nuovo ProAce sarà in vendita presso i concessionari europei Toyota a partire dal primo trimestre del 2013. Le prime consegne sono previste entro la fine dell’anno.

Daimler si allea con Nissan e Ford

Daimler si allea con Nissan e Ford

Daimler rinuncia a sviluppare i motori a celle di combustibile e per farlo si allea con Nissan e Ford. La notizia sarebbe stata orecchiata al Salone dell’Auto di Parigi dalla rivista tedesca “Auto motor und sport”. La mossa è da interpretare come una risposta ad alleanze già in atto per questo tipo di motori tra altre case costruttrici e all’annuncio della Toyota di immettere sul mercato già nel 2014 la Prius con un motore di serie a celle di combustibile. Il primo modello Mercedes con questo nuovo tipo di motore sarà la Classe B, la cui commercializzazione prevista per il 2014 potrebbe essere ritardata in seguito alla nuova alleanza, che il presidente della Daimler, Dieter Zetsche, dovrebbe annunciare ufficialmente tra breve.

Toyota avvia in Giappone i test per l’infrastruttura di ricarica di veicoli PHV ed EV

Toyota Motor Corporation (TMC) condurrà da Novembre 2012 fino a Marzo 2013 una serie di test presso la Prefettura di Aichi, in Giappone, per verificare il funzionamento dei punti di ricarica standard per i veicoli plug-in (PHV) e per quelli elettrici (EV). I test saranno effettuati insieme a due enti governativi e a 10 aziende.

Attualmente, l’installazione dei punti di ricarica in Giappone viene portata avanti a discrezione delle strutture commerciali e non, senza che esista un metodo condiviso per il recupero delle spese. Per risolvere questo problema, alcuni enti nazionali e locali hanno stabilito degli obiettivi con lo scopo di promuovere la diffusione dei veicoli di nuova generazione come i PHV e gli EV.

I test valuteranno il posizionamento ottimale dei punti di ricarica, oltre al loro funzionamento e ai relativi metodi di pagamento, con l’obiettivo di facilitare la creazione di un’infrastruttura di ricarica su vasta scala, che faciliterebbe l’approvazione dei nuovi veicoli da parte del pubblico e porterebbe alla realizzazione di una società a basse emissioni carboniche.

I test si concentreranno sui caricabatterie standard da utilizzare sia per i PHV che per gli EV, aiutando gli operatori ad abbattere i costi di realizzazione.

Accordo tra Bmw e Toyota per la ricerca sulle batterie al litio

BMW Group e Toyota Motor Corporation (TMC) hanno annunciato la firma di un accordo per la collaborazione nella ricerca sulle batterie agli ioni di litio di ultima generazione. Questo accordo segue l’annuncio della firma da parte delle due aziende, il 1° Dicembre 2011, di un Protocollo d’Intesa relativo alla collaborazione a medio e lungo termine sui veicoli ecologici di nuova generazione.

Il progetto riguarda il miglioramento delle prestazioni e della capacità delle batterie agli ioni di litio mediante l’utilizzo di nuove combinazioni di materiali per catodi, anodi ed elettroliti.

Oltre a questo, Toyota Motor Europe (TME) e BMW hanno sottoscritto un accordo, sempre in data 1° Dicembre 2011, secondo cui BMW si impegna a fornire a TME due motori diesel , 1.6 litri e 2.0 litri, a partire dal 2014.

Anche un’auto a metano tra le protagoniste della Dakar 2012

Il toyota Tundra in a zione sulle dune della dakar 2012

Un’auto a metano è fra quelle che hanno portato a termine il durissimo percorso della Dakar 2012. La Toyota Tundra modificata per essere alimentata a metano (con motore V8 da 5700 cc e 380 cv) del Team Autogasco, condotta da un equipaggio composto da Francisco Casale, Nelson Valenzuela e Jorge Resk, ha concluso la massacrante competizione al 57° posto della graduatoria; per dare un’idea della durezza del percorso di quest’anno basti dire che dei 174 partecipanti nella categoria auto solo 78 hanno concluso la gara. A rendere nota questa notizia nel nostro Paese è l’Osservatorio Metanauto, struttura di ricerca sul metano per autotrazione.
La Dakar 2012 è partita da Mar de Plata, città argentina che si affaccia sull’Oceano Atlantico, per poi attraversare le Ande e terminare a Lima (Perù) sulle sponde dell’Oceano Pacifico; 13 le tappe previste, per un totale di più di 9.000 km da percorrere in 14 giorni; 3 le nazioni attraversate: Argentina, Cile e Perù.
Nel giorno di pausa il team Autogasco ha ricevuto la visita del Ministro dell’Economia cileno Pablo Longueira, che ha provato con successo a condurre anche una delle auto a metano a disposizione della squadra.
“Come dimostra l’esperienza del Team Autogasco – commenta Dante Natali, presidente dell’Osservatorio Metanauto e di Federmetano – sono sempre più numerose le affermazioni delle auto a metano nelle competizioni sportive di tutto il mondo. Questo testimonia come le auto a metano siano considerate sempre più affidabili ed in grado di competere con quelle alimentate in maniera tradizionale. A questo bisogna aggiungere che il metano continua ad essere il carburante più economico tra quelli oggi maggiormente diffusi: non è un particolare di poco conto per chi si accinge ad acquistare un’auto nuova, soprattutto in questo periodo”.

Toyota partner di UKH2 Mobility

Toyota partner di eccellenza del orogetto UKH2 Mobility

Il ministro britannico per le Imprese Mark Prisk ha annunciato il lancio di un progetto
all’avanguardia che consentirà al Regno Unito di affermarsi come promotore
nell’impiego di veicoli elettrici a celle a combustibile idrogeno.
Il nuovo programma, denominato UKH2 Mobility, prevede la collaborazione tra tre
Dipartimenti Governativi e la partecipazione di aziende provenienti dai settori del
servizio pubblico, del gas, delle infrastrutture e dal settore automobilistico.
Il gruppo dovrà valutare nel Regno Unito il potenziale dell’idrogeno come
combustibile per i Veicoli a Bassissime Emissioni di Carbonio prima di sviluppare un
piano di commercializzazione tra il 2014 e il 2015. Il progetto ha tra i suoi obiettivi:
 L’analisi dettagliata del caso britannico per l’introduzione di veicoli a celle a
combustibile idrogeno come una delle soluzioni per la riduzione delle
emissioni e per la quantificazione dei benefici potenziali;
 La quantificazione degli investimenti necessari alla commercializzazione della
tecnologia, comprese le infrastrutture di rifornimento;
 L’identificazione dei requisiti necessari per garantire al Regno Unito un ruolo
di primo piano nella produzione di veicoli a celle a combustibile idrogeno,
aprendo così la strada per diverse opportunità economiche mediante la
creazione di nuovi posti di lavoro e la spinta delle economie locali.
Tutti i partecipanti hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa secondo il quale
accettano di condividere le rispettive tecnologie e competenze.

Toyota, annunciati i progetti ambientali sostenuti

Dei 21 progetti sostenuti 11 stranieri e 10 giapponesi.

Toyota ha annunciato i 21 progetti che riceveranno le sovvenzioni stanziate per il 2011 attraverso il Toyota Environmental Activities Grant Program. Il programma è nato nel 2000 per celebrare il premio Global 500, ottenuto da Toyota l’anno precedente grazie al raggiungimento di importanti traguardi ambientali. Da allora i progetti sostenuti sono stati ben 214 in 47 paesi.

I candidati sono stati incoraggiati a concentrarsi sui temi della biodiversità e del riscaldamento globale e, dato che il 2011 è l’Anno Internazionale delle Foreste, grande attenzione è stata posta sul concetto di “preservazione boschiva”. Dei 21 progetti selezionati, 11 sono stranieri e 10 giapponesi, tra cui quelli volti al recupero in seguito al terremoto che ha colpito la parte orientale dell’isola.

Toyota promuove i veicoli di nuova generazione

Toyota ha siglato un accordo per promuovere l'ecosostenibilità.

Promuovere l’utilizzo dei veicoli di nuova generazione per creare una società ecosostenibile. Questo l’obiettivo dell’ “E-Kizuna Project”, progetto portato avanti in partnership con imprese private da Saitama City, nella Prefettura giapponese di Saitama, al quale ora ha aderito anche Toyota.

La città e il costruttore giapponese lavoreranno insieme per garantire a Saitama lo status di città ecologica del futuro, incoraggiando l’utilizzo di varie tipologie di veicoli, tra cui quelli elettrici, e la costruzione di infrastrutture attraverso cui assicurare uno stile di vita sostenibile.

USA: Fiat 500 supera tutti.

Fiat fa parte del gruppo Chrysler.

In settembre, negli USA, Fiat ha supetaro gli altri brand del gruppo con una media di 40 unità per dealer. Dopo Fiat: Dodge (che comprende i truck Ram) con 31 unità in media, poi Jeep (17) e Chrysler (11), per un totale di 59 unità medie mese.

Secondo Allpar.com, le vendite per concessionario della Chrysler, combinate con quelle della Fiat, supererebbero quelle della rete Toyota, Nissan e Honda.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner