Articoli marcati con tag ‘traghetti sardegna’

Trenitalia e Grimaldi Lines insieme per viaggi in Grecia, Spagna e Sardegna.

Sono molti i vantaggi per chi raggiunge Brindisi, Civitavecchia, e Roma con
Trenitalia e prosegue in nave per Grecia (Igoumenitsa e Patrasso), Spagna
(Barcellona) e Sardegna (Porto Torres) su una nave della flotta Grimaldi.
Infatti, grazie alla promozione Sfreccia a bordo lanciata da Trenitalia e Grimaldi
Lines è possibile viaggiare in treno e in nave con tariffe particolari.
La promozione, che durerà fino al 30 settembre, è già acquistabile in tutte le
agenzie di viaggio italiane partner di Trenitalia e Grimaldi, dove i clienti possono
rivolgersi per le informazioni di dettaglio.

Tirrenia: Nuovo incontro tra Lupi e Cappellaci

Il 4 luglio alle 17.30 ci sarà un nuovo incontro sui traghetti per la Sardegna a Roma con il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, il presidente della Regione, Ugo Cappellacci, e i vertici di Tirrenia Cin. E’ quanto si apprende da rappresentanti della Regione al termine di una riunione del tavolo tecnico al lavoro sulla revisione della convenzione per il trasporto marittimo per l’isola

TIR: Trasportounito plaude al congelamento delle tariffe dei traghetti

Grande soddisfazione è stata espressa da Trasportounito per le dichiarazioni del Ministro delle infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi e del Presidente della regione Sardegna Ugo Cappellacci, che hanno annunciato , al termine di una riunione al Ministero, il blocco totale degli aumenti tariffali decisi dalle compagnie di traghetti che operano servizi da e per la Sardegna.
“E’ una decisione molto importante – ha affermato Maurizio Longo, segretario generale di Trasportounito che ora va consolidata con la definizione di un quadro di riferimento certo e  duraturo”.
Trasportounito auspica di non dover nuovamente scendere in campo sul tema delle tariffe dei traghetti nonché a difesa della “continuità territoriale” della Sardegna.

Gratis alla Bit dalla Sardegna

Anche quest’anno, in occasione della BIT 2013 che si terrà a Milano dal
14 al 17 febbraio, Moby farà viaggiare gratis tutti gli agenti di viaggio della Sardegna.
“Questa operazione è per noi ormai una consuetudine che si ripete ogni anno dal 2006”, ha
dichiarato Eliana Marino, Direttore Commerciale di Moby. “Il lavoro in stretta sinergia con le
agenzie di viaggio è per Moby un elemento fondamentale che, oltre a migliorare sensibilmente il
servizio offerto, fornisce un indubbio valore aggiunto ai passeggeri che ci scelgono per i loro
viaggi.”
A tutti gli agenti di viaggio che partono dalla Sardegna Moby offre un passaggio totalmente
gratuito di andata e ritorno all’insegna del massimo confort. Inoltre, a bordo di Moby Aki e
Wonder, sarà possibile usufruire di cabine in esclusiva, cena, prima colazione e il trasporto del
proprio veicolo, il tutto completamente free.
A partire dal 13 febbraio, alle 21.00, sarà possibile salpare da Olbia con arrivo a Livorno e tornare
entro il 18 febbraio alla stessa ora.
Le agenzie di viaggio della Sardegna riceveranno via fax il modulo di adesione. Sarà sufficiente
compilarlo e inviarlo via fax al numero 02.865396 per prenotare il proprio viaggio.
GRUPPO

Genova: Turisti infuriati per il blocco del porto causa disinnesco bomba

Il cordone di sicurezza attorno agli esperti artificieri del 32/mo Reggimento della ‘Taurinense’ che stavano togliendo le spolette all’ordigno della seconda guerra mondiale trovato in porto a Genova erano “necessarie” e hanno ‘congelato’ una porzione importante del porto genovese fermando, per un paio d’ore, anche il deflusso dei turisti di rientro dalle vacanze in Sardegna arrivati in porto tra le 7 e le 9. Turisti che hanno dovuto aspettare che la strada venisse riaperta, formando una lunga coda al Terminal traghetti.

Così, l’unica cosa che è esplosa stamani a Genova, a parte le due spolette della bomba, sono state le proteste. A innescarle un deputato del Pd, Stefano Esposito che con la famiglia è arrivato in porto a Genova, proveniente da Olbia, alle 8 del mattino, ovvero quando è scattata l’ora X. Proprio in quel momento, non solo sono state sospese l’erogazione di gas e elettricità, non solo sono state escluse tutte le comunicazioni cellulari e radiofoniche, ma sono state chiuse anche tutte le strade tangenti quell’area che era stata denominata ‘danger zone’. E i 3200 turisti che a bordo delle loro auto sono scesi in banchina da tre traghetti hanno dovuto aspettare un’ora sotto il sole.

Il deputato ha vivacemente protestato chiedendosi tra l’altro perché non ne fosse stata data informazione e perché si era pensato di compiere quest’operazione proprio il giorno previsto per il controesodo. A spiegarglielo, direttamente in banchina, é andato il contrammiraglio Felicio Angrisano, comandante della Capitaneria di porto. Tutto questo mentre gli artificieri stavano lavorando per estrarre inneschi attivi a 130 chili di tritolo. Alle 11 le operazioni si sono concluse, e l’ordigno, privato delle spolette e quindi sostanzialmente inerte è stato caricato su un camion e trasferito in una cava di Savona dove, con un paio di controcariche, è stato fatto saltare. Contemporaneamente al’eliminazione dello scomodissimo ospite, le strade di deflusso al terminal traghetti si sono riaperte e i turisti sono potuti ripartire tranquilli. “L’ordinanza 224/12 che specificava tutte le decisioni in materia di sicurezza che competevano a questa Capitaneria, è stata resa nota via web e via fax a tutte le compagnie di navigazione, a tutti gli uffici competenti e a tutte le attività che si trovano in porto e che erano interessate al disinnesco della bomba” spiegano in Capitaneria, sottolineando che, trattandosi di un’operazione tecnicamente difficile, la sicurezza “doveva essere assolutamente garantita, anche se foriera di qualche disagio”. Anche la Prefettura spiega che “la data è stata una scelta forzata” per gli impegni pregressi degli artificieri.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner