Articoli marcati con tag ‘transpotec 2017’

TRANSPOTEC 2017 CHIUDE CON +29% DI VISITATORI. L’EVENTO ITALIANO TOP DEL SETTORE E’ TORNATO

Un’edizione da ricordare quella di Transpotec Logitec 2017 che si è svolta a Veronafiere dal 22 al 25 febbraio scorsi, per i numeri registrati, per la qualità dei contenuti e per la soddisfazione degli espositori. Le 331 (+20%) aziende presenti su una superficie netta di 40.000 mq netti (+30%) hanno “toccato con mano” il reale interesse dei visitatori, che è tornato spesso a concretizzarsi in contratti e che hanno letteralmente affollato i padiglioni nei quattro giorni di manifestazione per scoprire le tantissime novità e anteprime in mostra.

84mila da 86 nazioni in totale i visitatori che in quattro giorni hanno visitato il grande appuntamento dedicato alle filiere dei trasporti, della logistica e delle macchine per costruzioni e stradali, che per la prima volta ha visto insieme Transpotec Logitec, Samoter e Asphaltica.

In particolare, sono stati 31.000 (+29%) gli operatori professionali registrati agli accessi dedicati in esclusiva a Transpotec, cui va sommato il numero – non precisamente quantificabile avendo scelto a vantaggio dei visitatori stessi di non mettere barriere tra i due eventi – di quelli entrati dalle reception dedicate a Sa.Mo.Ter ed Aspaltica e che hanno scelto di visitare anche Transpotec.

Siamo davvero molto soddisfatti dei risultati di questa edizione. – ha dichiarato Giuseppe Garri, Exhibition Manager Transpotec Logitec – Sono i numeri a parlare, ma, cosa che reputo di valore ancora maggiore, soprattutto le opinioni dei clienti raccolte in questi giorni. Sentir dire che Transpotec ‘finalmente è tornato’ ci ha fatto capire che la direzione intrapresa tre edizioni fa era quella giusta: tutti insieme, aziende, editori, associazioni, Fiera Milano e Fiera Verona, abbiamo remato nella stessa direzione e oggi possiamo dire che la manifestazione si è ripresa il ruolo che era il suo, di evento di riferimento per il mercato italiano dell’autotrasporto. In fiera si respirava un’atmosfera di ottimismo e di positività nei confronti del futuro di un comparto che ha dimostrato, a partire dalle proposte delle aziende, una forte volontà di rinnovamento all’insegna dell’efficienza e dell’ecosostenibilità. E, segnale ancora più forte, si è tornati a fare affari e a chiudere contratti”.

La validità del progetto è anche sottolineata dal crescente interesse registrato sia da parte dei visitatori italiani – provenienti da tutte e 20 le Regioni – sia da parte degli esteri: operatori provenienti da 67 Paesi hanno visitato la manifestazione, mostrando una crescita del 50% rispetto alla edizione precedente e confermando Transpotec come momento importante di confronto anche a livello internazionale.

TRANSPOTEC 2017: IVECO E’ A BORDO

Iveco, brand di CNH Industrial N.V., che progetta, costruisce e commercializza un’ampia gamma di veicoli commerciali industriali leggeri, medi e pesanti, mezzi cava-cantiere, sarà presente alla prossima edizione di Transpotec Logitec, il Salone dedicato ad autotrasporto e logistica organizzato da Fiera Milano e in programma a Verona dal 22 al 25 febbraio 2017.

«Iveco, nonostante un lungo periodo di recessione economica, ha attuato una lungimirante strategia volta a investire in maniera importante nella ricerca delle soluzioni tecnologie più all’avanguardia sotto il profilo della sostenibilità economica e ambientale – ha dichiarato Mihai Daderlat, Business Director Iveco Mercato Italia. – Il conseguente processo di completo rinnovamento della flotta ha portato, già a giugno 2014, alla nascita del Daily eletto Van of The Year, quindi il Nuovo Eurocargo, a settembre 2015, che ha vinto il premio International Truck of the Year 2016. Nel corso del presente anno sono state ben due le gamme rinnovate da Iveco, protagoniste di altrettanti lanci sui mercati internazionali: il Nuovo Daily Euro 6 e il Nuovo Stralis: TCO2 Champion, presentato assieme all’attesissimo Stralis NP, un veicolo a gas naturale rivoluzionario per il trasporto su lungo raggio. In un momento economico di crescita del nostro settore, siamo certi l’impegno di Iveco verrà messo in luce in uno stand molto rappresentativo dove i nostri veicoli saranno protagonisti assieme all’offerta di servizi con cui vengono accompagnati, in una vision di business partnership che da sempre ci contraddistingue».

“Siamo lieti che Iveco sia presente con una partecipazione rilevante in questa edizione; il progetto è stato peraltro apprezzato anche da diverse altre case costruttrici, che stanno a loro volta confermando una presenza importante in fiera. Transpotec sta raccogliendo feedback positivi da tutti i comparti dell’autotrasporto, prova ne sia il fatto che ci sono molti attori chiave del comparto che per la prima volta si presenteranno in fiera nel 2017, al punto che la superficie espositiva da noi inizialmente prenotata per la manifestazione a Verona è, ad oggi, già sold-out, per cui ci siamo già accordati con Veronafiere per poterne disporre di aggiuntiva – afferma Giuseppe Garri, Exhibition Manager di Transpotec Logitec. – Le aziende hanno capito che, in questo momento di ripresa, occorre creare strategie utili per far fruttare al meglio le occasioni di mercato emergenti, entrando in contatto con i potenziali clienti che stanno ridando forza al lato della domanda. In questo senso, la manifestazione diventa fondamentale per presentare direttamente servizi e prodotti e per crescere, approfondendo i contatti di business già esistenti e creandone di nuovi”.

Accanto alle proposte delle case, continua a crescere l’offerta di prodotti e servizi che gli operatori potranno trovare in manifestazione. Tante le novità dei produttori di rimorchi e allestimenti, con una proposta particolarmente ricca per i trasporti a temperatura controllata che presenterà soluzioni a misura di ogni comparto, dal food al farmaceutico.

Innovazione, sostenibilità e risparmio saranno linee guida di tutta l’offerta espositiva, dai produttori di mezzi di tutte le categorie, fino ai fornitori di servizi, carburanti e additivi e ai sistemi di controllo e gestione ottimale delle flotte.

Non mancherà un’area espressamente dedicata all’offerta degli accessori e dei ricambi per truck, l’Aftermarket Village, pensata per i professionisti che operano nel campo della manutenzione dei mezzi.

Eventi ed esperienze formative completeranno le proposte presenti in manifestazione, con un ricco programma di convegni e workshop, cui si aggiungerà l’opportunità di esperienze emozionali e test-drive. Nell’ambito di Transpotec troveranno in particolare spazio di riflessione le tematiche emerse recentemente durante il Forum Internazionale della Logistica e dell’Autotrasporto, che si è tenuto a Fiera Milano lo scorso 16 settembre e che ha visto autorevoli rappresentanti del mondo associativo, istituzionale e aziendale confrontarsi alla presenza di più di 300 operatori del settore, animati dalla voglia di “fare sistema” e capire dove va il mercato.

La prossima edizione di Transpotec offrirà, inoltre, un’opportunità in più: la contemporaneità con SaMoTer, International Earth Moving and Building Machinery Exhibition (triennale), manifestazione di Veronafiere punto di riferimento per le macchine da costruzioni, darà agli operatori in visita la possibilità di fruire di un’offerta ancora più ampia, con un unico ingresso.

Per favorire il business networking e supportare la presenza in mostra delle aziende, Transpotec ripropone, ampliandolo, il progetto di incoming buyer: più di 100 big spender internazionali provenienti dai mercati più interessanti saranno ospitati a Verona e attraverso Expo Matching Programme, il software creato da Fiera Milano per mettere in contatto domanda e offerta, potranno fissare gli appuntamenti con gli espositori, costruendo la propria agenda già prima che la fiera abbia inizio.

Forum autotrasporto: grande attenzione a Milano per l’evento che anticipa Transpotec

È questo il quadro emerso a Fiera Milano in occasione del Forum Internazionale della Logistica e dell’Autotrasporto, dal titolo “Siamo Sistema. Autotrasporti, interporti, logistica: verso una grande integrazione”, che lo scorso 16 settembre ha visto la presenza di oltre 300 operatori del settore interessati a fare il punto sul mercato e sue le possibile evoluzioni.

Sullo sfondo di un mercato finalmente in ripresa – le immatricolazioni dei soli pesanti sono cresciute del 60% nel mese di agosto 2016 rispetto allo stesso mese del 2015, come dichiarato dal presidente UNRAE – il Forum, attraverso una serie di tavole rotonde, ha messo a confronto rappresentanti delle istituzioni, le principali associazioni di settore, ma anche esponenti della filiera, dalle infrastrutture agli utilizzatori.

In generale è emersa chiara la stretta correlazione tra sviluppo del settore e opportunità di crescita economica per il nostro Paese, in un momento in cui nuovi servizi, come l’e-Commerce – cresciuto del 12% solo nell’ultimo anno (fonte UPS) – portano prepotentemente alla ribalta il trasporto su gomma per raggiungere i clienti ovunque e impongono una crescente riflessione sugli sviluppi della logistica.

In questa situazione di rapido e radicale cambiamento, per restare competitivi, occorre infatti una logistica efficace, capace di reagire ai cambiamenti e in grado di diventare fattore abilitante all’innovazione tecnologica dell’intero Paese.

Il Forum ha puntato i riflettori su un sistema che continua a lavorare per la piena integrazione tra mezzi e infrastrutture, imprese e istituzioni. Il risultato è quello di un mercato orientato a una logica “smart”, che può essere esempio e punto di partenza per lo sviluppo economico del Paese e che può portare a una riqualificazione del trasporto su gomma, per anni accusato di alti costi e alto impatto ambientale e che oggi, invece, è sempre più orientato a risparmio ed ecosostenibilità.

Per evolvere occorre cambiare la mentalità dell’autotrasporto, passando da una logica dominante di proprietà a quella di servizio al cliente.

Così, se da un lato, in Italia, è necessario abbattere l’impatto ambientale e i costi dei mezzi, puntando sul rinnovo del parco circolante – nell’epoca dell’Euro6 il 74% dei mezzi pesanti italiani, secondo UNRAE è ancora Euro4, – dall’altro occorre mettere al centro la formazione dell’autotrasportatore, anche attraverso incentivi. Queste iniziative, sono ormai fondamentali per creare figure professionali aggiornate, in grado di valorizzare le potenzialità di mezzi sempre più tecnologicamente avanzati, con funzioni che vanno dalla guida autonoma ai sistemi computerizzati di monitoraggio e assistenza.

Anche le infrastrutture – strade, porti, ferrovie, fondamentali per il trasporto integrato – stanno cambiando: da semplice canale di transito per le merci, si stanno trasformando in veri e propri provider di servizi, in grado, per esempio, di assistere le aziende dell’autotrasporto per utilizzare al meglio le proprie reti, aggiornando gli utenti in tempo reale via social network sull’andamento del traffico o su eventuali ostacoli alla circolazione.

Così, se da un lato si stanno correggendo gap strutturali che finora hanno penalizzato in particolare Sud e Centro Italia – ristrutturando, per esempio, tunnel ferroviari non ancora in grado di far transitare convogli su cui sono caricati i semirimorchi – dall’altro si supporta l’evoluzione verso i motori a propulsione alternativa, installando sulle strade colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici.

Tutte queste direttrici di sviluppo hanno però, bisogno del supporto delle istituzioni, impegnate, anch’esse in un cambiamento all’insegna dell’efficienza. Così, mentre gli incentivi del Governo come il super-ammortamento sono stati finora fondamentali per rinnovare il parco dei mezzi, il Ministero dei Trasporti, attraverso l’Albo dell’Autotrasporto, sta evolvendo il censimento degli autotrasportatori “in regola” proprio attraverso internet e le nuove tecnologie.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner