Articoli marcati con tag ‘treni’

Super-Italo: passeggeri raddoppiati in un mese

Italo

Nel giro di un mese Italo ha raddoppiato i viaggiatori. Sono 170mila i passeggeri che hanno scelto Ntv, la nuova compagnia di trasporti su ferro, nel mese di giugno, più del doppio rispetto al primo mese di esercizio. Merito anche dell’ampliamento dell’offerta avvenuto nelle ultime settimane.

“Il secondo mese di esercizio di Ntv – si legge in una nota – si è chiuso con i seguenti numeri relativi al traffico servito: 169.364 viaggiatori trasportati (rispetto agli 82.600 del mese di maggio), di cui: 2.277 in Club; 21.295 in Prima; 145.792 in Smart”. La stessa nota fa presente che il Load Factor medio (coefficiente medio di riempimento dei posti offerti, ndr.) è stato del 46%. Inoltre si sono registrati 64.449 iscritti al programma fedeltà Italo Più.

Benzina, Eni apre la strada agli sconti

In coda al benzinaio

Guerra degli sconti sui carburanti: è l’effetto-Eni, che la scorsa settimana ha lanciato i “saldi” dal benzinaio nei weekend estivi (-20 cent a litro sulla verde). Le altre compagnie si sono adeguate: sabato e domenica scorsi Esso con SelfPiù e Q8 con Q8Easy hanno rimesso mano ai listini, facendo scendere di qualche cent il prezzo. Non solo: anche i no logo hanno cominciato a ribassare.

Stando al monitoraggio di Quotidiano Energia, se Eni ha portato fra sabato e domenica benzina e diesel rispettivamente a 1,600 e 1,500 euro/litro su circa 3.000 punti vendita, Q8 ha risposto con ribassi su Q8Easy a 1,495 e 1,595 euro/litro per benzina e diesel sulla linea Easy e 1,500 e 1,600 su quella tradizionale mentre Esso ha ritoccato a 1,595 euro/litro e 1,495 per il diesel su alcune centinaia di impianti. Non si sono fatte attendere anche le mosse delle pompe no-logo che hanno praticato da subito prezzi simili (1,499 e 1,599 euro/litro) e anche le pompe legate alla grande distribuzione. I prezzi medi nazionali sul servito restano comunque a 1,821 euro/litro per la benzina, 1,708 per il diesel e 0,811 per il Gpl. Punte massime per la benzina sotto a 1,900 euro/litro (1,898), diesel a 1,746 e Gpl 0,840. E sabato si sono verificate addirittura code ai distributori.

Treni, nuovo sciopero tra giovedì e venerdì

Nuovo sciopero in vista

Un altro venerdì di passione per chi si sposta in treno: è di nuovo sciopero per il personale addetto alla circolazione ferroviaria. I sindacati Orsa, Cub e Usb hanno proclamato 24 ore di stop in adesione allo sciopero generale, dalle 21 di dopodomani, giovedì 21 giugno, alle 21 di venerdì 22. Dallo sciopero è esclusa la Regione Emilia Romagna, per rispetto nei confronti delle popolazioni colpite dal terremoto.

Saranno comunque rispettate a livello nazionale le fasce orarie riservate ai pendolari. Gli orari non sono ancora stati comunicati, ma presumibilmente le fasce garantite saranno dalle 6 alle 9 di mattina e dalle 17 alle 20 di sera. Notevoli i disagi preannunciati a causa dello stato di agitazione: prevedibili ritardi e variazioni dei treni. I treni che si trovino in transito al momento dell’inizio dello sciopero arriveranno al capolinea previsto solo se questo si trova ad un’ora di percorrenza. In ogni caso è bene tenere d’occhio il sito di Trenitalia.

Ferrovie, più treni tra Abruzzo e Lazio

Accordo interregionale Abruzzo-Lazio

Aumentano i treni tra Abruzzo e Lazio, diminuiscono i tempi di percorrenza e cresce la qualità del servizio. E’ il nuovo modello di mobilità interregionale lanciato dalle due regioni confinanti. Si tratta dei primi risultati del protocollo di intesa firmato dai rispettivi governatori lo scorso settembre.

Per l’Abruzzo la nuova integrazione dei trasporti su ferro con il Lazio significa rinnovata offerta sulla Pescara-Roma, in particolare sulla Roma-Avezzano. ”Il passaggio è importante – evidenzia l’assessore abruzzese ai trasporti Morra – perché dopo anni vengono previsti nuovi treni in ragione delle esigenze di pendolari, lavoratori e studenti”.

Non solo istituzione di nuovi treni, ma anche riduzione dei tempi di percorrenza, quantificati in una media di 20 minuti con punte di 26 e 32. ”Abbiamo nella disponibilità immediata 100 milioni di euro derivanti dal sisma e su questi abbiamo progettato la realizzazione del CTC di Sulmona che governerà tutta la linea fino a Guidonia, con ulteriore riduzione dei tempi di percorrenza, mentre sempre sul fronte dei tempi il raddoppio della Lunghezza-Guidonia, i cui lavori Trenitalia mi ha assicurato verranno presto affidati, rappresenterà un vero e proprio punto di svolta”.

Italo fa 32, raddoppia l’offerta sulla Milano-Napoli

Italo

Sedici partenze e sedici arrivi: Italo raddoppia l’offerta sulla direttrice Milano-Napoli. Altrettanti i treni da e per Roma Tiburtina. Da Porta Garibaldi, a Milano, il primo treno Ntv per Bologna-Firenze-Roma-Napoli parte alle 6.19, l’ultimo per Roma parte alle 19.19. Alle 20.19 parte da Milano PG l’ultimo treno per Bologna. In arrivo, il primo da Roma è alle 9.41, l’ultimo alle 23.11. Alle 8.41 arriva da Bologna il primo treno. Dalla stazione Tiburtina il primo treno per Firenze-Bologna-Milano parte alle 6.10, l’ultimo alle 19.40. In arrivo, il primo da Milano è alle 9.50, l’ultimo alle 22.50.

Prezzi competitivi anche tra Milano-Roma: a seconda dell’offerta commerciale si va dai 30 agli 88 euro in Smart, dagli 88 ai 118 euro in Prima, dai 118 ai 130 euro in Club. Dal 26 agosto Italo cresce ancora: arriva fino a Salerno e lancia i No Stop Milano-Roma, senza fermate intermedie, che impiegheranno 2 ore e 50 minuti per collegare Milano Rogoredo a Roma Tiburtina. Dal 14 giugno a Roma sarà attivata anche la stazione Ostiense. E a partire dal 9 dicembre sarà invece inaugurato il nuovo collegamento con Torino.

Milano-Mantova, Trenord completa il rinnovo della flotta

Trenord si rinnova

Entra in funzione oggi sulla linea Milano-Cremona-Mantova l’ultimo dei 5 treni a 8 carrozze completamente rimessi a nuovo da Trenord. E con questo passaggio termina, nel rispetto dei tempi annunciati, il rinnovo della flotta della compagnia di trasporto ferroviario.

I quattro treni precedenti erano stati introdotti il 19 marzo e il 2, il 16 e il 30 aprile. Sui cinque treni, sono stati sostituiti gli impianti idrici, quelli di condizionamento e di riscaldamento e sono state revisionate tutte le parti meccaniche. Cambiate tutte le sedute, le plafoniere, le tendine e anche i pavimenti. I treni sono stati inoltre ripellicolati, sia all’interno sia all’esterno, con particolari materiali antigraffito. Infine le porte di tutte le carrozze sono state modificate per consentire una salita più agevole alle persone in carrozzina.

“In soli tre mesi – dichiara l’ad Giuseppe Biesuz – sono state sostituite completamente le vecchie carrozze Vivalto, come auspicato dalle associazioni pendolari. Per ottenere questo risultato abbiamo coinvolto 25 persone, tra tecnici e operai, che ringrazio una ad una, che si sono impegnate su tre turni per 12 settimane. Per rendere il più confortevole possibile il viaggio dei pendolari, i nostri uomini hanno lavorato quasi ininterrottamente per 18.000 ore”.

Italo aumenta l’offerta, Moretti batte cassa

Italo

Ntv aumenta l’offerta e la frequenza dei treni sulla tratta Milano-Bologna-Firenze-Roma-Napoli inaugurata il 28 aprile scorso. Dal prossimo 12 maggio agli attuali 2 viaggi garantiti in entrambe le direzioni (Nord-Sud), si aggiungeranno altri 3 collegamenti quotidiani, arrivando a 5 partenze e arrivi al giorno per ogni direzione, per un totale complessivo di 10 viaggi al giorno.

Nei prossimi mesi l’offerta aumenterà ancora gradualmente per arrivare a regime, quando l’intera flotta di 25 treni sarà disponibile, a 50 viaggi giornalieri, 9 città collegate (comprese Salerno-Padova-Venezia e Torino) e 12 stazioni.

Ferrovie dello Stato nel frattempo fa la voce grossa: “tutti paghino il servizio universale – dichiara l’ad Mauro Moretti – è ora che il Governo intervenga”. Sullo scorporo della rete, però, dice di no. “Non sarebbe conveniente”.

Il sabato in treno costa la metà (con la card)

Un Frecciarossa

Il sabato in treno costa la metà. Prosegue fino al 9 giugno la promozione rivolta ai titolari di Carta Freccia. La card è gratuita e può essere acquistata online sul sito di Trenitalia. Oltre mezzo milione i biglietti venduti al 50%, da aprile 2010 ad oggi. Un successo che ha convinto Trenitalia a prorogare la promozione per altre 15 settimane, fino all’inizio della stagione estiva.
CartaFreccia Day è valida, fino a esaurimento dei posti disponibili, su tutti i treni nazionali, in 1^ ed in 2^ classe, ma anche sui nuovi livelli di servizio Business, Premium e Standard dei nuovi Frecciarossa.
Grazie a CartaFreccia Day il sabato è possibile viaggiare in Alta Velocità tra Roma e Milano a 43 euro, tra Roma e Venezia a 38 euro, tra Venezia e Bologna a 14,50 euro, tra Milano e Torino a 16 euro. Si può andare da Roma a Lecce con soli 31,50 euro e da Salerno a Firenze con 36,50 euro.
I biglietti possono essere acquistati su Trenitalia.com, nelle biglietterie di stazione, nelle oltre 5500 agenzie di viaggio convenzionate con Trenitalia, chiamando il Call Center 892021 o anche servendosi delle circa 550 self service di stazione.

Ancora maltempo, treni a scartamento ridotto

Ancora disagi per i pendolari

Minacciano una class action i cittadini rimasti bloccati sulla linea ferroviaria Roma-Pescara, riattivata solo nella mattinata di ieri. Ancora problemi per la circolazione dei treni, oggi, nonostante la neve si sia presa una pausa. Se fino a ieri circolavano tre convogli su 4, oggi la situazione non dovrebbe subire sostanziali modifiche. In funzione anche i collegamenti da Roma-Termini e da Fara Sabina con l’aeroporto di Fiumincino, mentre le linee dell’Alta velocità oggi ci saranno 27 Frecce in più rispetto alla giornata di ieri.
Riaperte anche la Roma-Cassino, mentre sono in corso le operazioni per il ripristino della Cesano-Viterbo, interrotta per neve. In Toscana è stata riaperta la linea Chiusi-Siena, mentre al Centro-Sud, sarà presto riaperta la linea Campobasso-Venafro. La linea Avellino-Mercato San Severino sarà invece operativa da martedì.

Ma proprio da domani potrebbero verificarsi nuovi e importanti fenomeni nevosi, fino a quote di pianura su Emilia Romagna, Abruzzo, Molise, Marche, Campania e Puglia. Più a lungo termine, a partire da venerdì prossimo, nuova ondata gelida in arrivo dalla Russia. E ancora rischio neve a Roma.

Green Train, arriva il pendolino elettrico più veloce

Arriva il treno che produce energia in frenata

Più veloci, meno costosi, più efficienti: è svedese il progetto, realizzato con il supporto di Bombardier, per la realizzazione dei nuovissimi “treni verdi”. Lo studio si chiama appunto “Green Train” ed è stato messo a punto da un gruppo di ricercatori di Stoccolma. Risultato della ricerca: treni in grado di garantire velocità più elevate a consumi energetici e impatto acustico inferiori.

Il Green Train è un pendolino elettrico veloce, basato sul modello Bombardier Regina, capace di mantenere velocità più elevate rispetto ai treni tradizionali su tratte non rettilinee, ma anche di viaggiare a 300 km/h sulle linee appositamente dedicate all’alta velocità. Il progetto è stato condotto in stretta collaborazione dall’amministrazione dei trasporti svedese, da Bombardier, dal Royal Institute of Technology di Stoccolma insieme ad alcuni altri partner. Progettazione aerodinamica e motori più efficienti che generano elettricità in frenata, consentono al Green Train di ridurre i consumi di potenza dal 30 al 35%.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner