Articoli marcati con tag ‘trenitala’

Ferrovie del Sud Est: nuovo orario ferroviario in vigore dal 18 aprile 2017

Da martedì 18 aprile entrerà in vigore il nuovo orario ferroviario valido fino al primo giugno 2018.

Le modifiche agli orari dei treni recepiscono le prescrizioni dell’Agenzia Nazionale Sicurezza Ferroviaria (ANSF) sui limiti di velocità tenendo conto, da un lato, delle esigenze dei viaggiatori e dall’altro delle attività di cantiere programmate per l’installazione del sistema di sicurezza SCMT. Ferrovie del Sud Est: sicurezza SCMT sull’anello ferroviario di Bari

Al termine degli interventi, i treni potranno riprendere a viaggiare alla massima velocità consentita dalle linee superando quindi le attuali restrizioni a 50 km/h. Ciò consentirà una maggiore capacità di traffico, rendendo possibile un incremento dell’offerta di trasporto.

Il nuovo orario sarà consultabile nelle bacheche di stazione e su fseonline.it.

Trenitalia Regionale, primo bimestre 2017: affidabilità al 98,7% e gradimento del servizio in crescita

Un indice di affidabilità (98,7%) su valori di assoluta eccellenza in ambito europeo, puntualità prossima al 91% e oltre 81 viaggiatori su cento che si dichiarano soddisfatti del viaggio nel suo complesso.

Sono i dati di sintesi, a livello nazionale, delle performance registrate da Trenitalia Regionale nel primo bimestre del 2017.

Il 98,7% delle corse programmate è partito regolarmente, le cancellazioni si attestano infatti complessivamente all’1,3%, e soltanto allo 0,5 % per cause imputabili a Trenitalia.

La puntualità media sull’intera giornata è del 90,6%, e riguarda i treni giunti a destinazione in orario o comunque non oltre i cinque minuti. La media nazionale si attesta al 91% nella fascia oraria dei pendolari del mattino e al 90,1% in quella pomeridiana.

La statistica tiene conto di tutti i ritardi, qualunque ne sia la causa, e descrive quindi quanto realmente vissuto dai passeggeri. Se si tenessero invece in considerazione i soli ritardi imputabili a Trenitalia, la puntualità raggiungerebbe il 96,9% proseguendo un trend positivo in crescita ininterrottamente da tre anni.

Il buon andamento delle performance registrato negli ultimi anni si riflette positivamente anche sul gradimento manifestato dai clienti. Le rilevazioni relative alle prime settimane del 2017, condotte da una società demoscopica esterna al Gruppo FS Italiane attraverso una serie di interviste mirate, evidenziano infatti che l’81,2% dei passeggeri si dichiara soddisfatto del viaggio nel suo complesso: una media nazionale in crescita di 2,5 punti rispetto allo stesso periodo del 2016.

Nel particolare l’indagine segnala, nel confronto 2017 vs 2016, un incremento di gradimento del 4,4 % alla voce “Permanenza a bordo treno”, con tutti i fattori che ne determinano il giudizio in deciso miglioramento:

  • la pulizia (+5,1%)
  • puntualità percepita (+4,1%)
  • il livello complessivo di comfort offerto (+3,5%)
  • security (+2,8%)
  • informazioni di bordo (+2,4 %).

FS Italiane, il Piano Industriale 2017-2026 presentato alle Associazioni dei consumatori

Il Piano Industriale 2017-2026 di FS Italiane è stato illustrato oggi alle Associazioni dei consumatori dall’amministratore delegato del Gruppo, Renato Mazzoncini.

L’incontro, avvenuto nella sede centrale di FS Italiane, costituisce una tappa del road show di presentazione e condivisione del Piano con gli stakeholder, iniziato lo scorso 28 settembre.

Nell’occasione una particolare attenzione è stata posta sugli obiettivi e la strategia di FS Italiane che produrranno maggiori effetti sulla vita quotidiana dei clienti e sulla cosiddetta “customer experience”.

Al centro, l’obiettivo di creare un sistema di infrastrutture e servizi di mobilità tra loro efficacemente integrati che vedano quindi i vari attori coinvolti cooperare finalmente tra loro superando quell’autarchia, così l’ha definita Mazzoncini, che ha finora connotato il settore.

A disposizione dei viaggiatori, e di tutte le imprese di trasporto partner,  FS creerà una piattaforma digitale che pianifichi  e permetta di acquistare il viaggio, utilizzando i mezzi più idonei a soddisfare le varie esigenze del cliente: dal treno all’auto in sharing, dal pullman al bus urbano, dalla bici al taxi. Attualmente, ha precisato Mazzoncini per chiarire quanto esteso sarà il campo d’azione delle futura piattaforma “l’80% della domanda di mobilità del Paese è soddisfatto dall’auto privata.”

I rappresentanti delle Associazioni hanno espresso grande interesse per le proposte e i contenuti del Piano e hanno offerto la loro disponibilità a seguirne l’evoluzione e a collaborare con Fs Italiane alla progressiva messa a punto di quegli aspetti che riguardano più da vicino i consumatori e la qualità del viaggio, in un’ottica di mobilità sostenibile.

Erano presenti all’incontro Adiconsum, Adoc, Adusbef, Assoutenti, Cittadinanzattiva, Codacons, Confconsumatori, Federconsumatori, Lega Consumatori, Movimento Difesa del Cittadino e, con delega ad Assoutenti, il Movimento Consumatori.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner