Articoli marcati con tag ‘treno’

Renato Mazzoncini: “il viaggio in treno una vera esperienza europea

È quanto prevede l’accordo firmato oggi a Berlino in occasione di Innotrans dall’Amministratore Delegato di FS Italiane, Renato Mazzoncini, Rüdiger Grube (AD di Deutsche Bahn) e Guillaume Pepy (AD di SNCF).

TSGA costituirà una delle tappe fondamentali verso la piena attuazione del Regolamento europeo, garantendo uno sviluppo della digitalizzazione. I benefici saranno anche per i viaggiatori europei perché TSGA garantirà alle imprese ferroviarie europee una completa condivisione di dati e informazioni relative alla bigliettazione.

Le specifiche TAP STI (Telematics Applications for Passenger Services – Technical Specifications for Interoperability) stabiliscono standard tecnici comuni per lo scambio di dati del trasporto ferroviario tra gli operatori europei.

Come ricordato da Mazzoncini, in occasione del recente Forum Ambrosetti, l’obiettivo finale di FS è dare al proprio cliente un biglietto unico, integrato con le diverse aziende del trasporto pubblico, che possa accompagnarlo per tutta la durata del suo viaggio e che possa essere rimodulato in tempo reale in base a quelle che sono le sue esigenze.

Allarme smog, il treno il mezzo più ecologico

n Italia nel 2015 vince il treno.

I viaggiatori che quest’anno hanno scelto il Frecciarossa tra Roma e Milano hanno infatti fatto risparmiare all’atmosfera circa un milione di tonnellate di CO2, 10 tonnellate di pM10, 6000 tonnellate di NOx e 500 tonnellate di idrocarburi non metanici che sarebbero state emesse se avessero viaggiato in auto.

Proprio in queste due città gli elevati valori delle polveri sottili, registrati in questi ultimi giorni, hanno imposto le targhe alterne o addirittura il blocco delle automobili private.

Roma, Milano come tutte le città italiane hanno estremo bisogno di sistemi di mobilità integrati e intelligenti, per questo motivo il Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, sempre in linea al processo di modernizzazione del Paese, è impegnato nello sviluppo di un ampio progetto di mobilità integrata e sostenibile.

Progetto che riguarda anche le linee del trasporto regionale, percorse giornalmente da circa 1,8 milioni di pendolari su più di 6mila treni; grazie alla loro scelta responsabile di rinunciare all’automobile, nel 2015 sono stati risparmiati all’atmosfera: 5,5 milioni di tonnellate di anidride carbonica, 73mila chilogrammi di particolato (pM10 e pM2,5), 22mila tonnellate di ossidi di azoto e 2mila tonnellate di idrocarburi.

L’impegno del Gruppo FS Italiane per una mobilità sempre più sostenibile nel trasporto regionale è inoltre testimoniato dalla gara record di 4,5 miliardi per l’acquisto di 500 nuovi treni per i pendolari che si aggiungono ai due miliardi e mezzo di euro già investiti per ammodernare la flotta e la qualità dei servizi ai pendolari.

Il Gruppo FS Italiane contribuisce anche così al miglioramento della qualità della vita di milioni di cittadini, promuovendo soluzioni di mobilità sempre più vantaggiose e sostenibili.

Il Frecciarossa sull’Adriatica dal 20 settembre

La qualità e il comfort del Frecciarossa arrivano sulla linea Adriatica.

Dal 20 settembre due nuovi collegamenti giornalieri viaggeranno tra Milano e Bari, con fermate intermedie a Reggio Emilia AV, Bologna Centrale, Rimini, Ancona, Pescara e Foggia.

L’introduzione del Frecciarossa sulla linea Adriatica permetterà di viaggiare sull’Alta Velocità tra Milano e Bologna, con un risparmio dei tempi di percorrenza su tutta la tratta fino a un’ora e mezza.

UIR in Audizione alla IX Commisione Trasporti della Camera

Audizione per l'Unione Interporti Riuniti che, nei giorni scorsi, ha riferito dinanzi alla IX Commissione Trasporti, Poste e Telecomunicazioni
della Camera dei Deputati in merito alla proposta della nuova legge quadro in materia di Interporti e piattaforme logistico territoriali che
nella precedente legislatura era stata approvata alla Camera, ma fermata al Senato.
La UIR, la cui delegazione era composta da Alessandro Ricci, Salvatore De Biasio, Roberto Pesaresi Giuseppe De Tomas, Cristina Sangiorgi,
ha evidenziato in Commissione che l'approvazione della legge è una priorità del Paese lì dove la stessa vuole accompagnare l'adeguamento
dell'attuale quadro normativo degli Interporti ai cambiamenti del mercato logistico contribuendo a rilanciare l'offerta infrastrutturale
nazionale e relativa operatività.
Quella che sosteniamo è una legge di riordino che affronta le seguenti questioni:

definire i concetti di piattaforma logistica territoriale e di interporto nella logica del disegno europeo di politica dei trasporti,
limitando la dispersione insediativa di realtà infrastrutturali al di fuori di logiche di sistema;

riordinare le competenze in materia di pianificazione per le piattaforme logistiche territoriali e di conseguenza per gli interporti, tra i
tre livelli (comunitario, nazionale e regionale);

 assegnare al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti il riconoscimento delle piattaforme logistiche esistenti e la localizzazione di
nuove eventuali piattaforme, mediante lo strumento del programma nazionale per lo sviluppo dell'intermodalità, che deve essere contenuto
all'interno del piano generale dei trasporti e della logistica.;

istituire, tra le Regioni interessate da una piattaforma logistica territoriale, un organismo di coordinamento strategico, formato dagli
assessori ai trasporti ed alla mobilità delle Regioni stesse;

limitare l'ambito del finanziamento; 

specificare e ribadire la natura giuridica privatistica di un interporto;

favorire l'insediamento negli interporti di centri per lo stoccaggio di rifiuti e di materie prime seconde;

incentivare, mediante strumenti di agevolazione fiscale, la
localizzazione, all'interno degli interporti, di insediamenti manifatturieri ad alto contenuto logistico;

e' quanto ha affermato il Presidente della UIR Alessandro Ricci in sede di audizione. La legge che la UIR sostiene si presenta con un testo
estremamente semplice, ma chiaro e scandito da obiettivi e azioni precise, quello di cui, chi opera nel settore ha bisogno.

Interporto di Jesi, avviato servizio di trasporto settimanale

Roberto Pesaresi, Presidente di Interporto Marche Spa.

In seguito all’accordo con FS Logistica, l’Interporto Marche Spa ha avviato un significativo servizio di trasporto intermodale. Ogni mercoledì un treno proveniente da Milano arriva nel terminal di Jesi, viene scaricato e ricaricato con merce destinata alla Germania, all’Inghilterra e ai porti del Tirreno via Bologna e Milano.

Il servizio è partito lo scorso 9 novembre e la frequenza settimanale, dettata dalla disponibilità della merce presente nell’interporto, è probabilmente destinata ad aumentare l’anno prossimo. “Ringrazio Fs Logistica per il prezioso lavoro svolto – ha dichiarato Roberto Pesaresi, Presidente di Interporto Marche Spa – e auspico che molte altre aziende del nostro territorio si convincano ad utilizzare il trasporto su ferro ed il nostro interporto per spedire le proprie merci.”

Fs, il “Viaggio dell’eroe” arriva a Roma

Il treno che novant'anni fa trasportò la salma del Milite Ignoto.

Dopo aver attraversato tutta la penisola facendo tappa in 15 città diverse, il “Viaggio dell’eroe” ha fatto ritorno ieri mattina nella Capitale, accolto a Roma Termini dalle note de “Il Piave mormorò”. Ad attendere il treno speciale, partito sabato scorso da Aquileia, anche il Capo dello Stato Giorgio Napolitano e altri illustri rappresentanti istituzionali nonchè una nutrita rappresentanza delle forze armate e dei media.

Il convoglio speciale allestito da Trenitalia per rendere omaggio al Milite Ignoto in occasione dei novant’anni dal viaggio storico, compiuto il 2 novembre 1921, è stato visitato da Napolitano e sarà aperto fino al 6 novembre al binario 29 della Stazione Termini. Si potranno così visitare le tre carrozze mostra, la carrozza cinema e un carro speciale messo a disposizione da Ferrovie dello Stato Italiane per esporre importanti testimonianze storiche.

Zaino, bici e costume: in treno con le due ruote

In treno con la bici

Da Roma al mare in treno, ma con la bici al seguito. Dal primo agosto si può fare, anche nelle prime ore della mattina e anche nei giorni feriali. Il servizio è stato attivato dall’Atac in via sperimentale sulla linea che collega la Capitale con il lungomare di Ostia. Il trasporto delle bici sui convogli è dunque ampliato a tutta la settimana, dall’inizio del servizio alle 9 e dalle 20 al termine del servizio in direzione Lido. Verso Roma, invece, l’ingresso con la bicicletta sarà permesso dalle ore 12 alle ore 16 e dalle ore 20 alla fine del servizio.

Insieme all’estensione del trasporto delle biciclette sulla ferrovia Roma-Lido, resta confermata la possibilità di salire sulle due linee della metropolitana nei giorni feriali dopo le ore 20, mentre il sabato e i festivi per tutta la durata del servizio. Le biciclette pieghevoli, inoltre, possono viaggiare gratuitamente ogni giorno della settimana per tutta la durata del servizio. Sulle due linee della metropolitana e sulla ferrovia Roma-Lido è consentito anche il trasporto di biciclette elettriche, ad esclusione di quelle dotate di batterie al piombo.

I titolari di abbonamenti Metrebus possono trasportare gratuitamente ogni tipo di bicicletta, in caso contrario si paga il biglietto anche per la ‘due ruote’.

Sconto del 60% per chi va a votare in treno

Sconto "elettorale"

In occasione delle prossime elezioni amministrative, il cui primo turno si svolgerà il prossimo weekend e l’eventuale ballottaggio il 29 e 30 maggio, chi sceglie il treno per andare a votare potrà ottenere uno sconto del 60% sul prezzo del biglietto.

Lo sconto si applica solo a viaggi di andata e ritorno, su treni Espressi e Regionali sia di prima che di seconda classe. Per i treni Intercity, IC notte, Eurostar, Eurostar City, Alta Velocità e per il servizio cuccetta o vagone letto è invece necessario pagare la differenza tra il prezzo ordinario scontato e quello del treno di categoria superiore scelto.
Per usufruire della promozione è necessario esibire carta di identità, tessera elettorale o autocertificazione.

Analoghi sconti sono previsti anche per gli elettori residenti all’estero che possono acquistare, dietro esibizione del documento elettorale, biglietti per viaggi di andata e ritorno a tariffa ridotta “Italian Elector” con una riduzione del 60%, sia in prima che in seconda classe, sul percorso Trenitalia per viaggi con treni diretti internazionali da/per l’Italia.

Sciopero generale dei trasporti venerdì 11

Venerdì nero per i trasporti

Il Ministero dei Trasporti ha annunciato un nuovo sciopero generale dei trasporti per il prossimo 11 Marzo 2011: saranno in sciopero gli aerei, il settore marittimo delle isole minori, le navi e i traghetti della società Tirrenia, il trasporto pubblico locale a livello nazionale (sciopero dei tram, autobus e metropolitane).

La giornata di venerdì 11 Marzo 2011 sarà quindi un “giorno nero” per chi viaggia e per chi si sposta per lavoro. Di seguito le modalità e l’ orario dello sciopero generale dei trasporti previsto per venerdì 11 Marzo 2011.

- Orario Sciopero Aerei: 24 ORE

- Orario sciopero Trasporto Pubblico Locale (sciopero tram, autobus e metropolitane):
24 ORE con modalità terriroriali differenti (occorre informarsi direttamente presso la città di residenza o di viaggio)

- Orario Sciopero settore Marittimo Isole Minori: 24 ORE

- Orario Sciopero navi e traghetti Tirrenia: 24 ORE dalle ore 8.00 dell’ 11 Marzo 2011 fino alle ore 8.00 del 12 Marzo 2011

Liguria, una biglietteria su 4 vittima dei vandali

Uno sportello su 4 chiuso per vandali

Un quarto delle biglietterie automatiche della rete regionale ligure è fuori uso causa vandali e ladri. Circa 40mila euro il denaro rubato nel 2010. A cui vanno aggiunti da 200 a 3-4mila euro di costi di riparazione a carico di Fs.

Nel biennio 2009-2010 sono stati 55 gli episodi di furto, per un totale di 60mila euro sottratti. Una ventina, invece, gli atti di vandalismo senza furto. E i primi mesi del 2011 non fanno ben sperare, con altri tre episodi simili.

I colpi avvengono sempre nelle ore notturne, sia in stazioni non presenziate sia in quelle dove sono sempre presenti capostazioni o Polfer. Prediletti, poi, i periodi delle festività e quelli estivi, giornate in cui, alla mobilità sistematica si aggiunge il traffico turistico. E in cui si sono raggiunte punte del 30% delle macchinette inutilizzabili.

Dopo un furto con scasso, infatti, le self service spesso non sono riparabili o richiedono una manutenzione straordinaria, il che significa tempi più lunghi e costi più alti da 200 a 4mila euro a macchina, a seconda del danno.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner