Articoli marcati con tag ‘trenord’

All’EXPO con il treno: 10 milioni i passeggeri trasportati da Trenitalia e Trenord

Questa mattina il Commissario Straordinario di Expo, Giuseppe Sala, ha incontrato l’amministratore delegato di Trenitalia, Vincenzo Soprano e l’amministratore delegato di Trenord, Cinzia Farisè.

Al centro dell’incontro i risultati eccezionali ottenuti dal trasporto ferroviario durante il semestre: alla stazione Rho Fiera Expo Milano 2015 sui convogli di Trenitalia e di Trenord sono arrivati e partiti circa 10 milioni di passeggeri.

Un visitatore su quattro di Expo ha quindi scelto il treno per raggiungere il sito espositivo.

«Durante i sei mesi dell’Esposizione Universale l’intero sistema di trasporto pubblico – ha dichiarato il Commissario Unico delegato del Governo per Expo Milano 2015 Giuseppe Sala – ha funzionato in modo impeccabile rispondendo positivamente alle varie esigenze. Tutto ciò ci ha reso molto soddisfatti e per questo ringraziamo Trenitalia e Trenord che, con il loro servizio ferroviario, hanno consentito a tantissimi visitatori, provenienti da ogni città, di raggiungere il sito espositivo e di vivere l’esperienza della visita attraverso un mezzo ecologico e sostenibile, perfettamente in linea con i valori espressi dal tema di Expo Milano 2015».

Nel dettaglio, circa un milione i passeggeri che hanno raggiunto direttamente la stazione porta di Expo con le Frecce Trenitalia, ma anche con Intercity e treni internazionali.

A questi si aggiungono gli 800mila passeggeri trasportati dai treni regionali di Trenitalia, da e per il Piemonte.

Un servizio potenziato per fare fronte alla crescente e incessante domanda degli ultimi giorni.

Infine, ci sono i più di 8,1 milioni di passeggeri di Trenord da tutta la Lombardia, 1,5 milioni dei quali dalle stazioni di Milano, in particolare attraverso il Passante ferroviario milanese.

Di assoluto rilievo anche il flusso di passeggeri dalla Svizzera: in sei mesi sono stati oltre un milione e mezzo su Milano, di cui 300mila scesi proprio a Rho Fiera Expo Milano 2015.

La stazione ha registrato un incremento di traffico del 67%, in particolare per i collegamenti suburbani dell’area metropolitana e, in sei mesi, la Sala Blu di Rete Ferroviaria Italiana ha gestito 2.020 interventi di assistenza a persone con ridotta mobilità e con disabilità.

Il 64% a viaggiatori che per raggiungere l’Esposizione Universale hanno utilizzato i convogli di Trenitalia, il 32% a passeggeri di Trenord.

Nello stesso periodo la Sala Blu di Milano Centrale ha visto crescere del 26% i servizi di assistenza.

Del resto l’incremento di viaggiatori in treno ha riguardato l’intera città.

In sei mesi sono stati ben 14 milioni i passeggeri su Milano a bordo dei convogli nazionali e internazionali di Trenitalia, 6 milioni soltanto sulle Frecce.

Per quanto riguarda Trenord, nel mese di ottobre un visitatore su tre ha usato le 380 corse giornaliere con cui Trenord ha servito Expo, per un totale di 3 milioni di passeggeri trasportati.

In alcune giornate di ottobre Trenord ha trasportato oltre 100mila passeggeri da e per Expo, che si sono aggiunti alle 700mila persone che ogni giorno in Lombardia si muovono in treno.

La maggior parte dei Clienti sono giunti ad EXPO utilizzando le linee Suburbane, S5, S6, S11 e S14 che da attraversano la Città Metropolitana, provenendo da Varese, Gallarate, Legnano, Novara, Como, Monza, Seregno e Gallarate.

Nominato il nuovo Cda di Trenord, una guida più tecnica con l’obiettivo di rilanciare il trasporto regionale per i pendolari lombardi

È stato nominato oggi il nuovo consiglio di amministrazione di Trenord che ha visto la riconferma di Vincenzo Soprano (ad Trenitalia) a presidente e Cinzia Farisè (Nordcargo FNM) nuovo amministratore delegato.

“Siamo molto soddisfatti per l’esito dell’Assemblea. Il nuovo CdA è composto esclusivamente da tecnici di comprovata esperienza e tutti i consiglieri sono anche dirigenti, e con incarichi di grande responsabilità, interni alle due società, FNM e Trenitalia – ha dichiarato Vincenzo Soprano che ha poi aggiunto – ci sono quindi tutti i presupposti per ripartire con determinazione e fiducia, con l’obiettivo di fornire al cliente Regione e ai viaggiatori lombardi un servizio efficace e di qualità”.

È di fatto una guida più tecnica per la società (50% Trenitalia e 50% Ferrovie Nord Milano) che con oltre 4mila dipendenti e 2.300 corse al giorno gestisce il trasporto ferroviario in Lombardia e avrà l’obiettivo di rilanciare il servizio per i circa 670mila pendolari. Entrano infatti nel board di Trenord Daniela Chiappini, 51 anni, laurea in ingegneria, direttore logistica industriale di Trenitalia e Enrico Grigliatti, 58 anni, laurea in economia e commercio, direttore amministrazione, finanza e controllo di Trenitalia insieme a Massimo Stoppini, 57 anni, laurea in giurisprudenza, direttore amministrativo di FNM e Antonella Tiraboschi, 54 anni, avvocato, direttore affari legali di FNM.

Il nuovo CdA interamente composto da manager con uno specifico know how nel settore del trasporto pubblico su ferro, con esperienze nei diversi settori di attività punterà ad un vero e proprio rilancio industriale dell’azienda per offrire più treni, maggiore puntualità, ma anche efficienza e qualità del servizio soprattutto in vista dei milioni di turisti e visitatori che arriveranno a Milano per Expo 2015.

Prosegue il rinnovo del materiale rotabile Trenord

Prosegue il rinnovo e ampliamento della flotta lombarda di Trenord, la joint venture tra Le Nord e Trenitalia. Entro il 2015 dovrebbe essere completato un investimento complessivo di oltre 500 milioni di euro mettendo in esercizio 79 nuovi treni. In questi giorni il consiglio di amministrazione di Trenord ha deliberato l’acquisto di altri 13 TSR AnsaldoBreda di cui 9 a tre casse e 4 a 5 casse (che si aggiungeranno gli 80 già in servizio) e di 10 treni diesel GTW di Stadler.

L’investimento ammonta in totale a 190 milioni di euro, di cui 130 per i TSR che saranno utilizzati per le linee suburbane e 60 per i GTW destinati alle linee non elettrificate come la Pavia-Vercelli, Pavia-Alessandria, Pavia-Codogno e Parma-Brescia. Il primo nuovo TSR verrà consegnato entro 11 mesi dal momento in cui verrà formalizzato l’ordine.

E-vai sbarca a Cremona

Il car sharing ecologico ‘e-vai’ realizzato da Sems, in collaborazione con Trenord, è arrivato a Cremona in via Dante, davanti alla stazione ferroviaria. Tre macchine a disposizione: due vetture elettriche (Citroen C – Zero e una Pegeut iOn) con 4 posti e aria condizionata con batterie di trazione al litio ioni che hanno un’autonomia di 130 chilometri e possono viaggiare ad una velocità massima di 110 chilometri orari, e una vettura a bassa emissione Fiat 500 Twin Air con 4 posti e aria condizionata. Il servizio sarà disponibile tutti i giorni, 24 ore su 24. La tariffa è di 5 euro l’ora senza costi aggiuntivi legati al chilometraggio per le auto elettriche, mentre è di 2,40 euro l’ora più 0,48 euro a chilometro per le auto endotermiche a basso impatto ambientale.
Una nuova tappa del progetto diffuso in tutta la Lombardia che con le postazioni di Cremona sale a 27 ‘e-vai pont’. Questi i numeri dell’iniziativa in regione. Sono 9.300 gli iscritti al car-sharing ‘e-vai’ con una media di oltre 500 iscritti al mese. Da gennaio 5.600 noleggi. Le città interessate, Milano, Varese, Como, Pavia, Legnano e Lodi, Erba, Travedona Monate, Cuggiono e gli aeroporti Malpensa e Linate.
Per utilizzare il car-sharing è necessario iscriversi a ‘e-vai’, collegandosi al sito www.e-vai.com con la possibilità di scegliere tra due modalità di utilizzo del servizio (occasionale o continuativa, questa con costo di iscrizione pari a 100 euro che entro l’anno vengono convertiti in credito da utilizzare sui futuri noleggi). Le vetture possono essere prenotate telefonicamente o sul sito. Per tutti gli iscritti, primo noleggio gratuito (fino a un massimo di due ore) entro il 31 dicembre. Una volta fatta la prenotazione si riceve una mail di conferma e, 20 minuti prima dell’orario scelto, un sms con targa della vettura e un codice di apertura da inoltrare. Le chiavi sono a bordo del mezzo, nel cruscotto. Per chiudere la macchina, il procedimento è simile: si lasciano le chiavi nel cruscotto, si inoltra un codice e si aspetta che le portiere si chiudano.
“E’ un’iniziativa straordinaria per l’ambiente e per i bassi costi – ha commentato il sindaco Perri -. Sarà molto utilizzata sia da chi vuole lasciare la macchina fuori città, sia da chi arriva in stazione e deve recarsi in centro”.

Milano-Mantova, Trenord completa il rinnovo della flotta

Trenord si rinnova

Entra in funzione oggi sulla linea Milano-Cremona-Mantova l’ultimo dei 5 treni a 8 carrozze completamente rimessi a nuovo da Trenord. E con questo passaggio termina, nel rispetto dei tempi annunciati, il rinnovo della flotta della compagnia di trasporto ferroviario.

I quattro treni precedenti erano stati introdotti il 19 marzo e il 2, il 16 e il 30 aprile. Sui cinque treni, sono stati sostituiti gli impianti idrici, quelli di condizionamento e di riscaldamento e sono state revisionate tutte le parti meccaniche. Cambiate tutte le sedute, le plafoniere, le tendine e anche i pavimenti. I treni sono stati inoltre ripellicolati, sia all’interno sia all’esterno, con particolari materiali antigraffito. Infine le porte di tutte le carrozze sono state modificate per consentire una salita più agevole alle persone in carrozzina.

“In soli tre mesi – dichiara l’ad Giuseppe Biesuz – sono state sostituite completamente le vecchie carrozze Vivalto, come auspicato dalle associazioni pendolari. Per ottenere questo risultato abbiamo coinvolto 25 persone, tra tecnici e operai, che ringrazio una ad una, che si sono impegnate su tre turni per 12 settimane. Per rendere il più confortevole possibile il viaggio dei pendolari, i nostri uomini hanno lavorato quasi ininterrottamente per 18.000 ore”.

Ronde anti vandali per proteggere i treni

Si arriva facilmente ai 5 o 6 atti vandalici la settimana.

Ronde di guardie del corpo sui treni, quattromila telecamere su duemila chilometri di ferrovie e unità cinofile nei depositi delle carrozze. E’ la task force anti vandali voluta dall’amministratore delegato di Trenord Giuseppe Biesuz perché in Lombardia oramai i danni raggiungono i 12 milioni di euro. Spiega: «Subiamo almeno due episodi al giorno […] Se risparmiassimo quei soldi potremmo acquistare un nuovo treno di sei carrozze a due piani con mille posti. Invece siamo stati costretti a tenere fermi i convogli per 8.250 ore per le riparazioni, causando altri disagi ai pendolari».

Formigoni ha aggiunto: «Questi atti sono tanto più odiosi in questo periodo di difficoltà economica, con una diminuzione delle risorse pubbliche a disposizione della Regione. Ecco perché sono allo studio ulteriori misure di sicurezza».

Lombardia, Trenord si promuove con biglietti gratis

Il biglietto omaggio.

Nelle 66 principali stazioni ferroviarie della Lombardia vengono distribuiti 650mila biglietti gratis per promuovere il marchio Trenord, società formata da Trenitalia e Ferrovie Nord.

I tagliandi potranno essere usati solo i fine settimana fino al 31 luglio ma per un numero illimitato di viaggi entro le 48 ore dalla convalida. L’obbiettivo: un biglietto per ogni viaggiatore che ogni giorno viaggia sui treni regionali.

Per maggiori info visita il sito di trenord

Trenitalia-LeNORD diventa TRENORD

TRENORD

Trenitalia-LeNORD  diventa TRENORD. Dall’alleanza paritetica tra Trenitalia e Gruppo FNM è nato ufficialmente in Lombardia il primo e più grande operatore italiano specializzato nel trasporto pubblico locale su ferro.  

Giunge così a compimento il processo di unificazione tra LeNORD, l’operatore ferroviario del Gruppo FNM, e la Divisione regionale Lombardia di Trenitalia, iniziato il 4 agosto 2009.

La società unica per il trasporto locale in Lombardia è stata costituita 21 mesi fa con l’obiettivo di aumentare la puntualità, ridurre le soppressioni, migliorare la pulizia e il decoro dei treni e dunque la qualità complessiva del viaggio.

In termini di minori ritardi, la nuova società  ha fin qui restituito ai pendolari lombardi 2,4 milioni di ore nel 2010 rispetto al 2009, pari a 275 anni.

Nasce Trenord, nuovo operatore ferroviario lombardo

La stazione di Milano Centrale

Trenitalia e Gruppo Fnm si fondono e danno vita a Trenord, primo e più grande operatore italiano specializzato nel trasporto pubblico locale su ferro.

Il processo di unificazione tra Le Nord e Trenitalia Lombardia era cominciato ad agosto 2009. Ad assumere la carica di presidente è Vincenzo Soprano, mentre l’amministratore delegato è Giuseppe Biesuz.

La società gestisce 42 linee regionali e 10 suburbane nel territorio lombardo, oltre al servizio Malpensa Express che collega le stazioni di Milano Centrale e Milano Cadorna con l’aeroporto. Una rete da 2.200 corse e oltre 650mila viaggiatori, il che significa una delle più trafficate dell’intera Europa. E tra le più puntuali, con l’88,4% di corse in orario sull’intera giornata (dato 2010) e una soppressione media pari allo 0,9% dei treni circolanti.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner