Articoli marcati con tag ‘truck’

Un nuovo motore per il Volvo FE

I più versatili modelli di Volvo Trucks un forte concorrente anche per la distribuzione più esigente, per la gestione dei rifiuti e per leggeri lavori di costruzione. Il Volvo FE 350 è progettato per una massa totale a combinazione (MTC) fino 44 tonnellate. “Il Volvo FE è un camion flessibile e agile che opera efficentemente nel traffico regionale così come in condizioni di traffico urbano congestionato. Ora stiamo ampliando ulteriormente la sua area di applicazione, offrendo un’alternativa con una maggior performance ed un carico aumentato per incontrare la domanda di molti clienti,” dice Anders Edenholm, Segment Manager Distribution di Volvo Trucks. Il Volvo FE 350 è prgettato per una massa totale a combinazione (MTC) fino a 44 tonnellate ed è adatto sia come singolo camion sia come un autoarticolato trainante un rimorchio. Cassoni, autogru e camion dei rifiuti sono solo alcuni esempi dell’applicazione a tre assali dove il motore potenziato crea le precondizioni necessarie per una migliore produttività. Il motore D8K 350 Euro 6 è  disponibile per ogni opzione di cabina, inclusa la cabina con ingresso ribassato, e può essere combinato con Volvo I-Shift o con un cambio completamente automatico. Il Volvo FE 350 verrà offerto in tutti i mercati Euro 6. Le vendite saranno avviate a partire dalla fine di Giugno e la produzione inizierà a Settembre. Ulteriori novità sul prodotto  relativo alla gamma FE saranno rilasciate in fasi differenti  nell’autunno 2017.  Contemporaneamente all’introduzione del motore a diesel Volvo FE 350, Volvo Trucks sta anche espandendo la sua gamma per i clienti che preferiscono il motore a benzina. Il Volvo FE 320 con motore CNG è disponibile con una libera scelta della cabina - cabina corta, cabina comfort, cabina lunga o cabina con ingresso ribassato.

Pubblico da tutta Italia a Trento per il primo grande raduno in casa Scania

La città di Trento ha accolto con grande calore i moltissimi decorati giunti da tutta Italia per partecipare all’evento “I giorni del re”. Il momenti clou della manifestazione è stato senza dubbio la parata dei veicoli che hanno sfilato per le vie del centro storico fino a Piazza Dante, dove in moltissimi sono arrivati attratti dalle luci, dai colori e dai suoni dei giganti della strada. Ma non solo, grande attenzione anche per il nuovo motore V8, un’eccellenza tecnologica che definisce nuovi standard in termini di efficienza, assicurando un risparmio di carburante del 7-10%.

“Un evento indimenticabile”, “Una due giorni che porterò sempre nel cuore”, “Erano anni che attendevo questo momento”, “Ho provato delle emozioni che non potrò mai scordare”, “Ho fatto tanti chilometri per essere qui ma ne è valsa sicuramente la pena”, questi alcuni dei commenti raccolti nel corso della manifestazione. Moltissimi i visitatori che hanno varcato i cancelli della sede di Italscania per ammirare i veicoli esposti, assistere alle decorazioni live e alle creazioni artistiche su strada e per trascorrere qualche ora di vero divertimento con Radio Studio Più e le musiche dei Radiottanta.

Gli appassionati del brand Scania hanno potuto, inoltre, conoscere dal vivo e scattarsi un selfie con i due ospiti d’eccezione, arrivati in Italia dalla Svezia: Kistofer Hansén, Responsabile del Design di Scania e padre dei nuovi veicoli e Sven-Erik “Svempa” Bergendahl, decoratore di fama mondiale.

“Abbiamo voluto organizzare questo evento proprio presso la sede di Italscania per dare una risposta concreta a tutti gli appassionati che da diversi anni attendevano questo evento”, ha evidenziato Franco Fenoglio, Presidente e Amministratore Delegato di Italscania. “L’evento è stata l’occasione inoltre per avvicinare il grande pubblico al mondo dei trasporti e portare all’attenzione di tutti temi quali la sicurezza, sostenibilità e grande innovazione che caratterizzano un settore di vitale importanza per il nostro Paese”.

Un evento divenuto realtà anche grazie al grandissimo supporto delle autorità locali, intervenute con uno stand informativo dedicato alla sicurezza stradale, e le istituzioni, che hanno partecipato attivamente all’organizzazione della manifestazione.

“Siamo onorati di aver ospitato questo evento a Trento: la città ha accolto con grande entusiasmo i moltissimi veicoli decorati provenienti da tutta Italia per potersi esibire al numeroso pubblico presente sia presso la sede di Italscania che per le vie di Trento durante la parata dei veicoli”, ha evidenziato Roberto Stanchina, Assessore con delega per le politiche economiche ed agricole, tributi e turismo intervenuto alla conferenza stampa di presentazione dell’evento e al taglio del nastro. “Credo sia stato importante coniugare un evento come questo con la diffusione di messaggi di più ampia portata legati al mondo dei trasporti, sottolineandone la centralità per l’intero comparto economico”.

Il mercato dei veicoli industriali cresce nel 1° quadrimestre del 18,7%. Aprile a +8,7%

Il Centro Studi e Statistiche dell’UNRAE, sulla base dei dati di immatricolazione forniti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, ha elaborato – per il mese di aprile 2017 – una stima delle immatricolazioni di veicoli industriali con massa totale a terra superiore alle 3,5 t in aumento dell’8,7% rispetto allo stesso mese del 2016 (1.895 unità contro 1.744). Nel 1° quadrimestre di quest’anno l’incremento stimato, rispetto allo stesso periodo del 2016, si porta a +18,7%, con 7.928 unità immatricolate contro 6.678. Per i veicoli pesanti, con massa totale a terra uguale o superiore alle 16 t, i dati stimati per lo stesso mese registrano un incremento allineato al mercato complessivo e pari all’8,7% (1.500 immatricolazioni contro 1.380). Nel periodo gennaio-aprile 2017 l’aumento è stato del 21% sul 1° quadrimestre del 2016, con 6.431 unità contro 5.314. “Continuiamo ad assistere ad un trend positivo del mercato – commenta Franco Fenoglio, Presidente della Sezione Veicoli Industriali di UNRAE – anche se con dati altalenanti che, interpretati alla luce del periodo di riferimento, fanno ancora intendere come l’andamento del mercato sia sicuramente condizionato dall’effetto calendario delle festività e dalle scadenze relative alla concessione dei sostegni agli investimenti. In particolare, a metà aprile, sono scaduti i termini per la presentazione delle domande di investimenti finanziabili.” In questa prospettiva, l’UNRAE sostiene la necessità di una più tempestiva emanazione del Decreto che stabilisce importi, destinazioni e termini di presentazione delle domande di investimento a valere sui fondi stanziati per il 2017, auspicando che le disposizioni in esso contenute consentano un effettivo, concreto e accelerato rinnovo del parco circolante dei veicoli industriali, applicandosi a tutte le tipologie di alimentazione più efficenti. “Il settore dell’autotrasporto è sottoposto a forti tensioni – prosegue Fenoglio – tra la necessità di una crescente sostenibilità e le dinamiche del sottostante mondo del lavoro, le cui norme sono fin troppo spesso eluse, a scapito non solo della sicurezza del trasporto e della circolazione ma anche dell’economicità di gestione delle flotte”. Le aziende costruttrici e distributrici di veicoli industriali associate all’UNRAE hanno al loro attivo molte esperienze formative destinate al personale che lavora nell’autotrasporto e segnatamente ai conducenti. Tali esperienze hanno dimostrato con tutta a evidenza che il conducente, ove correttamente informato e formato in merito alle caratteristiche dei mezzi e alle attenzioni da porre alla guida, diventa uno strumento fondamentale per assicurare l’economicità e la sostenibilità del trasporto. Proprio in base a queste considerazioni, l’UNRAE ha da tempo studiato, congiuntamente all’Albo degli Autotrasportatori, un Progetto teso a formare giovani conducenti. Questo Progetto, che ha visto anche la partecipazione di Associazioni dell’autotrasporto e di altri soggetti interessati, prevede il finanziamento da parte del Comitato Centrale per l’Albo di attività di formazione destinate ai giovani. “A questo proposito – ricorda ancora Fenoglio – abbiamo presentato al Transpotec di Verona il Progetto a 350 giovani degli Istituti professionali, nel corso di una giornata a loro dedicata, e che sarà ripresa il prossimo 19 maggio a Palermo, dove UNRAE e il Comitato Centrale per l’Albo degli autotrasportatori incontreranno altri 350 ragazzi. Di particolare rilievo, è stata la successiva iscrizione di 1.200 giovani dopo appena due giorni dall’apertura del “click-day” relativo al Progetto giovani conducenti sul sito dell’Albo (www.giovaniconducenti.it/aderisci), cosa che farà probabilmente considerare l’opportunità di incrementare la disponibilità del fondo. Si tratta di un successo che fa ben sperare nel futuro dell’autotrasporto italiano”.

Mercedes-Benz si conferma trendsetter: Apple CarPlay™ ed Android MirrorLink™ da oggi anche a bordo dei truck

Mercedes-Benz è il primo costruttore di truck ad integrare a bordo dei propri veicoli il sistema di infotainment Apple CarPlay. La Stella si impone così come trendsetter nell’integrazione di smartphone per autisti di veicoli industriali.Apple CarPlay è disponibile da subito a bordo degli attuali modelli Mercedes-Benz Actros, Antos ed Arocs in abbinamento al sistema radio Multimedia Radio Touch.

Questo consente al conducente di utilizzare il suo iPhone® e molte delle proprie app in completa sicurezza e comodità durante la marcia. Per la massima compatibilità con gli smartphone Android, il Multimedia Radio Touch è utilizzabile anche con MirrorLink™ – l’omologo di Apple CarPlay.Il Multimedia Radio Touch mette a disposizione del conducente quattro menu: Radio, Media, Telefono e Connect. Dopo aver selezionato il menu Connect e collegato lo smartphone allo slot USB, chi si trova al volante può visualizzare una determinata serie di app tramite CarPlay o MirrorLink™.Con Apple CarPlay l’autista può usufruire delle seguenti app per iPhone®: telefono, musica, mappe, notizie, iTunes®, podcast ed audiolibri nonché altre app certificate. Grazie alla funzione vocale di Apple®, chi guida può gestire il menu Connect con Siri® e, ad esempio, telefonare in modo semplice e sicuro mentre lavora. In alternativa, utilizzando l’app mappe di Apple®, può farsi condurre dal punto di partenza alla destinazione desiderata avvalendosi del solo comando vocale.

Scania | Progettare un veicolo su misura online? Ci pensa Scania con il lancio del nuovo Configuratore!

La configurazione di una soluzione di trasporto su misura è uno dei capisaldi di Scania, costantemente impegnata nell’offrire ai propri clienti un veicolo che consenta loro di raggiungere una redditività sostenibile, indipendentemente dal tipo di incarico o dalle condizioni in cui operano. In questo senso, l’azienda svedese ha da poco lanciato Scania Configurator, la piattaforma online che permette all’utente di configurare il proprio veicolo sulla base delle specifiche necessità di utilizzo. Il nuovo strumento è semplice ed immediato, basta accedere alla pagina: www.scania.com/it/it/home/products-and-services/configurator.html e seguire i diversi passaggi fino ad arrivare a configurare la soluzione di trasporto maggiormente idonea. Il tipo di veicolo richiesto, l’applicazione di trasporto, l’ambito operativo, la configurazione di assi e il tipo di cabina sono solo alcune delle scelte a disposizione dell’utente per scoprire, in semplici passaggi, la nuova generazione di autocarri Scania. Rispondendo a qualche domanda in più sarà possibile, inoltre, completare il processo e arrivare alla configurazione della soluzione di trasporto più adatta alle proprie esigenze di trasporto, visionabile grazie a grafiche in alta definizione. Al termine del processo, sarà possibile salvare le impostazioni, per accedere in secondo momento e trovare nel garage virtuale il proprio autocarro. Con un solo click, inoltre, è possibile richiedere un preventivo presso la concessionaria Scania più vicina ed avvalersi del supporto di un venditore Scania per valutare insieme la miglior soluzione di trasporto.

Bollino ecologico dal 1° maggio per chi viaggia in Austria

Dal 1° maggio 2017 i veicoli che viaggiano in Austria lungo la A12 tra Kufstein e Zirl, dovranno dimostrare a quale classe di inquinamento ambientale appartengono.  A tal fine, le autorità austriache hanno predisposto un bollino ecologico che esonera i veicoli Euro 6 dal divieto settoriale e, almeno fino al 30 aprile 2017, anche gli euro 5.

All’interno delle “aree IG-L-ban” delle classi Euro3, 4, 5 e 6 dal 1° maggio tutti i veicoli dovranno avere il bollino posto sulla parte destra del parabrezza, di colore variabile a seconda della classe Euro del veicolo:

- giallo Euro 3

- verde Euro 4

- azzurro Euro 5

- viola Euro 6

Chi circola senza bollino sarà soggetto ad una sanzione dell’importo fino a circa 2.200 euro.

Sarà possibile acquistare il contrassegno in Austria direttamente presso enti autorizzati e per la classificazione dei veicoli è necessario presentare documenti quali carta di circolazione, certificato di omologazione, annex CEMT.

Sempre sulla A12 tra Kufstein e Zirl è in vigore anche un divieto notturno di circolazione per i mezzi pesanti oltre le 7,5 t con le seguenti modalità:

- dal 1° maggio al 31 ottobre: dalle ore 22,00 alle ore 05,00;

- dal 1° novembre al 30 aprile: dalle ore 20,00 alle ore 5,00;

- le domeniche e i giorni festivi – durante l’intero anno – dalle ore 23,00 alle ore 5,00.

Hanno l’obbligo del bollino ecologico anche i veicoli Euro 6 esentati dal divieto notturno, sempre dal 1° maggio 2017.

Scania raggiunge quota 250.000 veicoli connessi

Il mondo del trasporto pesante si trova ad affrontare un momento fondamentale nel passaggio verso un trasporto sostenibile. La digitalizzazione e la connettività giocheranno un ruolo chiave nel far sì che questo cambiamento diventi realtà”, ha evidenziato Henrik Henriksson, Presidente e CEO di Scania. Con l’obiettivo di guidare il cambiamento verso un sistema di trasporto sostenibile, Scania ha delineato una strategia che si concentra su una maggior efficienza energetica, un sistema di trasporto maggiormente sicuro ed intelligente e un incremento nell’utilizzo di carburanti alternativi rinnovabili. Un elemento chiave nel processo di cambiamento è la connettività, che Scania ha per prima introdotto come elemento standard. Ad oggi oltre 50.000 clienti nel mondo beneficiano di dati approfonditi sulle prestazioni della flotta, grazie ai 250.000 veicoli connessi. “Una quota crescente dei nostri ricavi proviene dalla connettività e da altre nuove aree. Lo scorso anno, in particolare, il 5% dei nostri ricavi totali è dipeso in modo diretto o indiretto dai veicoli in connessione”, ha evidenziato Henriksson. La connettività offre un grande potenziale di eliminazione degli sprechi nel sistema di trasporto e garantisce, al tempo stesso, i massimi livelli di disponibilità dei veicoli. Questo è essenziale in un settore in cui un veicolo fermo per un paio di giorni può avere un grande impatto sui ricavi dei singoli clienti. La giusta combinazione di servizi in connessione può inoltre contribuire a ridurre i costi del carburante che, solitamente, costituiscono un terzo dei costi totali di un’azienda di trasporto. Inoltre, una flotta connessa, assicura un enorme potenziale nell’ottenere i massimi livelli di efficienza andando ad agire sui settori in cui operano i clienti dei clienti Scania. Scania utilizza i dati in tempo reale per ottimizzare il flusso e per individuare come, sulla base di un determinato percorso e cliente, sia possibile ottenere il massimo da ciascun veicolo. Indipendentemente dal tipo di incarico, la connettività e l’analisi dei dati consentono di offrire il miglior servizio di trasporto ad ogni cliente. La tecnologia a guida autonoma, settore in cui Scania collabora con Ericsson per rafforzare la comunicazione wireless tra veicoli pesanti, è un’ulteriore area che sta facendo importanti progressi. Le possibilità offerte nell’ambito della tecnologia autonoma cresceranno ulteriormente nel momento in cui la rete 5G che sta sviluppando Ericsson sarà ultimata. Scania, in questo ambito, è stata recentemente premiata per aver dato vita al primo progetto di platooning di veicoli industriali a Singapore. Con un sistema di comunicazione all’avanguardia tra autocarri e autobus, la distanza di sicurezza tra veicoli può essere ridotta, diminuendo così la resistenza aerodinamica e, al tempo stesso, i consumi di carburante. La connettività garantisce al tempo stesso aggiornamenti in tempo reale sulle condizioni meteo, sull’eventuale presenza di ostacoli lungo il percorso e segnala eventuali pericoli che possono mettere a rischio la sicurezza stradale.

Scania next generation

Scania presenta una nuova generazione di veicoli, risultato di dieci anni di attività di sviluppo e di investimenti del valore di 20 miliardi di corone svedesi. Con questa nuova gamma, Scania amplia la propria offerta e, grazie al suo esclusivo sistema modulare, può ora fornire più livelli di prestazioni, connettività e un insieme completo di servizi per la produttività, oltre a soluzioni di trasporto sostenibili accuratamente personalizzate per ogni tipo di cliente nel settore altamente competitivo dei trasporti. La nostra promessa è consentire ai clienti Scania di gestire sempre le proprie attività nel modo più sostenibile e redditizio possibile, indipendentemente dal settore in cui operano e dall’area di applicazione.
“È certamente il più grande investimento che Scania abbia effettuato nei suoi 125 anni di storia”, dichiara Henrik Henriksson, Presidente e CEO di Scania. “È con grande orgoglio che i miei colleghi e io presentiamo i prodotti e i servizi che porteranno Scania a nuovi livelli in termini di quote di mercato e ci accompagneranno lontano nel prossimo decennio”.
“Oggi non stiamo solo lanciando una nuova generazione di veicoli, ma anche un insieme unico e intelligente di soluzioni sostenibili sotto forma di prodotti e servizi che Scania è la prima azienda a fornire nel settore e sono sicuro di poterlo affermare senza possibilità di smentita. Siamo concentrati sul nostro obiettivo principale: fornire ai clienti gli strumenti necessari per raggiungere la massima redditività. La produzione dei nuovi veicoli inizierà immediatamente nello stabilimento Scania di assemblaggio finale di Södertälje. Inizialmente, le attività saranno concentrate sui veicoli e sui servizi per il trasporto a lungo raggio, ma è prevista la graduale introduzione di ulteriori opzioni non appena queste saranno completate e le fabbriche Scania saranno pronte.
“Dietro questo lancio si nasconde un’enorme mole di lavoro di sviluppo”, sottolinea Henrik Henriksson, Presidente e CEO di Scania. “Gli elementi distintivi sono, naturalmente, le nuove cabine, ma la vera innovazione è l’introduzione di tecnologie, conoscenze e servizi che consentiranno ai nostri clienti di ottenere una chiara visione di insieme di costi ed entrate. Il nostro obiettivo è permettere ai clienti di raggiungere una redditività sostenibile, indipendentemente dal tipo di incarico o dalle condizioni in cui operano. Nel quadro complessivo, Scania lavora sui veicoli dei clienti, sostenendoli grazie a qualità, accessibilità e a un insieme completo di servizi fisici o di connettività. La nostra nuova gamma di prodotti e servizi ridefinisce il concetto di eccellenza nel settore dei veicoli pesanti”.

Il lancio della nuova gamma sarà suddiviso in varie fasi, ognuna incentrata su diversi segmenti di clientela e basata su una pianificazione elaborata con cura. Dopo la prima presentazione in Europa, si passerà alla graduale introduzione di altre opzioni per i clienti. L’intero processo prevedrà inoltre diversi lanci contemporanei in mercati non europei. Tra i miglioramenti apportati da Scania, uno dei più notevoli è la riduzione media del 5% dei consumi di carburante diesel, dovuta a fattori quali catene cinematiche perfezionate e maggiore aerodinamicità.
L’obiettivo è consentire ad almeno 40.000 tra clienti attuali e potenziali di eseguire prove su strada dei nuovi veicoli in occasione dei lanci e di scoprire tutte le caratteristiche della gamma Scania, dall’ottimizzazione della sostenibilità ai finanziamenti, dalle assicurazioni alla manutenzione. Gli altri canali utilizzati saranno le comunicazioni online, i media e le circa 1.700 concessionarie Scania che operano in più di 100 paesi.

Scania presenta mrsenior, il nuovo servizio di assistenza per i veicoli con più di 5 anni di vita

I veterani della strada hanno da oggi un motivo in più per scegliere i servizi di assistenza Scania. Italscania presenta, infatti, mrsenior, il nuovo servizio appositamente studiato per veicoli Scania con più di cinque anni di vita, della durata di due anni rinnovabili alla scadenza. Dalla somma di due servizi, la manutenzione e la riparazione, nasce questo nuova soluzione su misura (mrsenior), che permette di sottrarre i veicoli allo scorrere del tempo, custodendone il valore.

Questo programma di manutenzione puntuale e predefinito abbina, in caso di riparazione, uno sconto progressivo che segue l’età del veicolo.

mrsenior è l’ultimo prodotto della famiglia Scania Support Programmes, un’offerta integrata di servizi ad alto valore aggiunto, capace di rispondere in modo efficiente ad ogni esigenza, assicurando la sostenibilità del business.

Panigada Trasporti, 15 MAN TGX per l’intermodale

Originale  il metodo di gestione della flotta sviluppato da Maurizio Panigada: “sono un perfezionista e amo i mezzi meccanici – racconta -, è una tradizione di famiglia: mio padre aveva sviluppato con Enzo Ferrari la ASA 1000, la “Ferrarina” che tutti gli appassionati certamente ricordano, e io oggi ho un’azienda, la Energy Kart, che costruisce i kart più vincenti del momento. Così non mi piaceva che i miei partner autisti avessero dei veicoli obsoleti e ho sviluppato questa formula di noleggio che mi ha permesso di garantire loro dei trattori sempre di ultima generazione ed al massimo dell’efficienza, soprattutto sotto l’aspetto dei consumi. Infatti, non si deve credere che le tratte terminal/terminal debbano essere per forza di pochi chilometri, spesso capita di andare dal Belgio alla Gran Bretagna o in Germania, quindi l’efficienza del veicolo, soprattutto sotto l’aspetto dell’affidabilità e dei consumi, e il comfort di guida sono elementi fondamentali”.

“La nostra flotta si compone di 70 trattori e circa 170 semirimorchi intermodali – conclude Panigada -, un numero significativo è costituito da MAN TGX che abbiamo scelto con il motore D26 da 440 cv, la potenza ideale per le nostre mission trattive, ovviamente in allestimento EfficientLine perché i consumi rivestono sempre un ruolo determinante. Anche con il più recente ordine ho voluto confermare questa preferenza, con MAN Truck & Bus Italia c’è un rapporto ormai consolidato, conosco le persone, i veicoli sono una garanzia di affidabilità, durata e prestazioni, ma soprattutto la rete MAN europea offre la certezza di avere un’assistenza qualificata e competente ovunque si viaggi, per chi opera come noi in tutta Europa è fondamentale”.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner