Articoli marcati con tag ‘Tunisia’

La Tunisia protagonista allo Yacht Med Festival

Si è svolto nell’ambito della settima edizione dello Yacht Med Festival il convegno: “Il Mediterraneo: un mare di opportunità tra l’Italia e la Nuova Tunisia” organizzato in collaborazione con la Camera Tuniso-Italiana di Commercio e Industria, rappresentata a Gaeta dal Presidente Mourad Fradi.

La delegazione tunisina era rappresentata anche dal Consigliere Economico presso l’Ambasciata della Tunisia a Roma Mohsen Sebai, dal Vicepresidente Tunisino della Camera di Commercio Tuniso-Italiana Khaled Ben Jemaa, dal Vicepresidente Italiano Sandro Fratini, dal Rappresentante ufficiale in Italia Erasmo Cocomello e dal Direttore Generale della FIPA Tunisia Hachemi Chatmen.

In rappresentanza dello Yacht Med Festival sono intervenuti il Presidente di Unioncamere Lazio Vincenzo Zottola, il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano, il Comandante della Capitaneria di Porto di Gaeta Cosimo Nicastro, il Direttore dell’Ufficio Dogane di Gaeta Luigi Liberatore, il Presidente di Consormare del Golfo Ferdinando d’Urgolo, il Segretario Generale di Assonautica Italiana Matteo Dusconi.
Hanno partecipato anche rappresentanti delle imprese, guidate dal RINA con Marcello De Simone, da CAT COLACEM con Marco Stancati, dal Porto di Bizerte Suiss Mahmud e da Mediterranea Scarl con Michele Saponaro.
“L’Italia è il nostro secondo partner commerciale” ha sottolineato il Consigliere Mohsen Sebai “e ad oggi sono 800 le aziende italiane in Tunisia, l’Italia è il primo Paese per creazione di posti di lavoro e tra i primi per numero di turisti, che nel 2013 sono stati oltre 230.000. I legami culturali ed economici tra i nostri due Paesi è forte e può crescere notevolmente”.

“La Tunisia offre enormi opportunità alle imprese italiane” ha aggiunto il Presidente della Camera Tuniso-Italiana di Commercio e Industria Mourad Fradi “a partire da quel fondo di 230 milioni di euro appositamente dedicato a chi voglia investire, attivare forme di partnership o adottare forme di trasferimento tecnologico verso le imprese tunisine”.

“Da oggi parte ufficialmente” ha introdotto il Presidente di Unioncamere Lazio Vincenzo Zottola “un progetto di partenariato tra Italia e la Nuova Tunisia. A maggio una nostra delegazione sarà presente a Tunisi per ragionare sull’esportazione del modello Yacht Med Festival. Siamo legati alla Tunisia dal Mar Mediterraneo e da importanti affinità culturali. L’Economia del Mare è per noi strumento di cooperazione e di crescita. L’apertura di nuove collaborazioni apre per le nostre imprese nuovi mercati e grandi opportunità”.
“Siamo molto onorati” ha commentato il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano “di poter ospitare a Gaeta una così prestigiosa delegazione tunisina. Mi dichiaro fin da subito disponibile a collaborare al progetto dedicato all’Economia del Mare lanciato oggi da Unioncamere Lazio e Camera di Commercio Italiana a Tunisi. Ma colgo l’occasione per rilanciare con la proposta di lavorare intorno a un discorso biunivoco che veda le nostre aziende impegnate in Tunisia ma porti anche potenziali investitori tunisini in Italia. Gaeta è pronta”.
“La Capitaneria di Porto” ha commentato il Comandante Cosimo Nicastro “opera per
garantire la sicurezza in mare per naviganti, imbarcazioni e merci trasportate. E’ nostro compito primario proteggere i traffici marittimi e quindi la crescita dell’Economia del Mare anche nel Mar Mediterraneo”.

FITA- CNA: Intollerabile il blocco dell’Eurocargo Bari a La Goulette

La presidente nazionale di CNA-Fita Cinzia Franchini ha scritto una lettera ai ministri Corrado Passera e Giulio Terzi di Sant'Agata affinché
i rispettivi ministeri (Trasporti ed Esteri) possano tempestivamente attivarsi per risolvere l'intollerabile boicottaggio della nave italiana
"Eurocargo Bari" dell'armatore Grimaldi Napoli, che è tutt'ora bloccata nel porto tunisino di La Goulette. "Alcune imprese nostre associate
- ha scritto nella lettera Cinzia Franchini - si sono ritrovate coinvolte nella tipica ritorsione a sfondo commerciale con enormi disagi e
con la consapevolezza che laddove il mercato sviluppa positive dinamiche concorrenziali vi è sempre in agguato chi tenta di proteggere posizioni di rendita consolidate.
Nello specifico - ha proseguito la Franchini -  la CNA-Fita ritiene preoccupante che, a poco più di un mese dal debutto degli accordi Euromed,
previsto con l'inizio del 2013, si debba assistere a questo tipo di comportamenti da parte di compagnie armatoriali tunisine già operanti nei
nostri scali. Ritenendo quindi del tutto ingiustificati i disagi arrecati alla nave "Eurocargo Bari" e agli autotrasportatori caricati su di
essa Vi chiediamo di attivarVi affinché si scongiuri da parte dell'armatore Grimaldi l'abbandono della linea di collegamento diretto tra lo
scalo di Genova e quello tunisino. Sarebbe infatti grave e preoccupante che, nell'ambito di collaudati accordi bilaterali tra Italia e Tunisia,
non si riuscisse a garantire l'operatività in libera concorrenza tra armatori nel Mar Mediterraneo".
Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner