Articoli marcati con tag ‘turismo’

Al via, venerdì 2 ottobre l’Italian Cruise Day

E’ iniziato il conto alla rovescia per la quinta edizione di Italian Cruise Day, il forum di riferimento in Italia per l’industria crocieristica ideato e organizzato da Risposte Turismo – società di ricerca e consulenza a servizio della macroindustria turistica – quest’anno in partnership con l’Autorità Portuale di Civitavecchia, in programma venerdì 2 e sabato 3 ottobre presso l’Autorità Portuale di Civitavecchia.
Alla conferenza stampa di presentazione di Italian Cruise Day 2015, svoltasi quest’oggi presso la nuova sede di Assoporti, hanno partecipato Francesco di Cesare – Presidente Risposte Turismo – e Pasqualino Monti – Commissario Straordinario Autorità Portuale di Civitavecchia e Presidente Assoporti.
Dopo il successo delle precedenti quattro edizioni svoltesi, rispettivamente, a Venezia (2011), Genova (2012), Livorno (2013) e Napoli (2014), con oltre 300 operatori del comparto crocieristico (compagnie armatoriali, realtà portuali, tour operator e agenti di viaggio, agenti marittimi e molti altri ancora) partecipanti in ciascuna tappa del forum, l’Italian Cruise Day sbarca quest’anno nel porto laziale confermandosi quale appuntamento principale per il confronto e il dibattito sulle ultime tendenze, le dinamiche, i processi produttivi e le prospettive future del settore.
Dopo gli interventi di apertura, Italian Cruise Day vedrà la presentazione da parte di Francesco di Cesare – Presidente Risposte Turismo – di Italian Cruise Watch 2015, il rapporto di ricerca di riferimento sul settore crocieristico in Italia curato da Risposte Turismo contenente i dati più aggiornati e rilevanti e le previsioni per il futuro del comparto.
Le proiezioni aggiornate relative alla chiusura del 2015, presentate in anteprima in occasione della conferenza stampa odierna, mostrano un deciso incremento, rispetto ai dati a consuntivo registrati nel 2014, del numero di crocieristi movimentati dai porti italiani (+6,01% per un totale di 11,05 milioni); più contenuto, ma sempre in crescita, il numero di toccate nave (+1,99% per un totale di 4.875).
In termini di movimentazione passeggeri (imbarchi, sbarchi e transiti), il dato che si preannuncia per il 2015 si riavvicinerà al dato del 2013, sebbene inferiore al record assoluto registrato nel 2011 (11,5 milioni di passeggeri). L’Italia, nonostante questo periodo di oscillazioni del traffico crocieristico, si conferma l’unico paese europeo e mediterraneo ormai da cinque anni stabilmente sopra quota 10 milioni di passeggeri movimentati.

Assonat presenta Signa Maris

E’ stato presentato presso la Biblioteca Nazionale di Roma il progetto Signa Maris, attuato dall’Organismo intermedio del POIn ‘Attrattori culturali, naturali e turismo’ del Mibact, con la collaborazione di Invitalia, l’Agenzia Nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa.
38 porti turistici di Puglia, Sicilia, Campania e Calabria sono stati uniti in rete per un progetto
integrato di promozione del turismo nautico, la cui mission è la promozione del territorio per favorire lo sviluppo di un’offerta integrata turismo-cultura-mare in grado di generare nuovi flussi turistici nei territori del Sud Italia.
Tra gli interventi, quello del Presidente di Assonat Luciano Serra.
“Ho sempre creduto nel mettere in rete i porti turistici” ha commentato Serra “e siamo pronti fin da subito, come Assonat, a inserirci nel progetto Signa Maris, a condizione però che acquisisca una forza nazionale e che possa porsi realmente sul mercato internazionale”.
“E’ questo il momento in cui ciascuno” ha aggiunto “con umiltà e grande senso di responsabilità, deve fare un passo indietro ed entrare in una squadra composta da associazioni e istituzioni, ciascuna con il proprio ruolo e le proprie competenze. Voi avete una grande responsabilità, ma potrete andare avanti solo se ascoltate noi operatori della portualità turistica. Solo se questa opportunità verrà colta dagli imprenditori si creerà realmente un sistema nazionale”.

Nuova affermazione per MAN Truck & Bus Italia nel 2014.

L’apprezzamento per gli autobus MAN e NEOPLAN si consolida anno dopo anno. A fronte di un mercato che nel 2014 ha fatto segnare una contrazione superiore al 20%, MAN contrappone quasi un raddoppio della propria quota totale arrivando a superare il 10% grazie ad affermazioni importanti sia nel segmento Turistico (14,6%) sia nel segmento Urbano (8,5%). Risultati che portano il costruttore tedesco a raggiungere la miglior performance di sempre e a ricoprire un ruolo di assoluto protagonista sul mercato italiano.
La prevalenza nelle decisioni di acquisto delle flotte private ha premiato la qualità dei prodotti MAN e NEOPLAN che hanno saputo conquistare i titolari di azienda per la loro affidabilità ed economia di esercizio, e i clienti finali, i passeggeri, per il moderno design esterno e i raffinati e confortevoli allestimenti interni. Grande apprezzamento anche da parte delle società di trasporto pubblico dove il MAN Lion’s City Euro 6, sia nella versione diesel sia a gas, ha riscosso un notevole successo grazie ad perfetto mix di prestazioni, costi di gestione e livello di emissioni inquinanti. Non a caso, nella versione GL CNG, è stato eletto Bus of the Year 2015.

BIT 2015: Corsica Sardinia Elba Ferries presenta una programmazione sempre più attenta, una ricca offerta di minivacanze “fuori stagione” e la nuova linea Livorno – Ile Rousse (Corsica)

Frequenza, velocità, tariffe competitive, flessibilità, comfort, qualità, trasparenza e tradizione sono le caratteristiche principali di Corsica Sardinia Elba Ferries. La Compagnia conferma la sua presenza alla BIT, la Fiera Internazionale dedicata al turismo, dove presenterà l’attenta programmazione annuale e un ricco calendario di minivacanze che includono “vitto e alloggio”. Offerte che comprendono un servizio di alta professionalità grazie alla preparazione degli equipaggi e alla rinomata cucina mediterranea che trae spunti e ricette dalle rassegne culinarie italiane e francesi. Durante le traversate sulle navi gialle è possibile pregustare i tipici sapori delle isole, attraverso assaggi dedicati alla tradizione: dalla birra alle castagne, ai formaggi erborinati còrsi, alle specialità gastronomiche sarde, dal pecorino, ai malloreddus, fino alle migliori etichette di vino.
La Compagnia offre una vasta gamma di opportunità di viaggio anche nel “fuori stagione”, per permettere di conoscere le bellezze paesaggistiche e culturali delle isole mediterranee che, anche lontano dai consueti periodi di vacanza, diventano la meta ideale per un weekend rigenerante o per una pausa infrasettimanale, garantendo sempre molti spunti interessanti e scorci inusuali ai turisti e ai viaggiatori più esigenti.

“Nuova linea Livorno- Ile Rousse (Corsica)”
Dal 26 luglio al 5 settembre 2015, la M/N Corsica Marina Seconda, comodo Corsica Shuttle con una capacità di 1470 passeggeri e 450 auto, Caffetteria, Self Service, Bar, Solarium e Sala Giochi Bimbi, opererà sulla linea Livorno-Ile Rousse, in notturna, con 3 viaggi a settimana.

“Long Weekend Corsica-Isola d’Elba” – Sulle tracce di Napoleone, partenza da Savona-Vado il 20 Marzo, a partire da 225 € a persona, per 3 pernottamenti, 3 prime colazioni, 2 cene al self-service, 1 cena con servizio al tavolo.

“Weekend Extralarge in Corsica”: il 10 Aprile, sulla linea Savona Vado-Bastia, si parte da 160 € a persona, per 3 pernottamenti, 3 prime colazioni, 2 cene al self-service,
1 cena con servizio al tavolo.
“Weekend in Corsica” il 13 e 27 Marzo e il 17 e 24 Aprile, sulla linea Savona Vado-Bastia, si parte da 146 € a persona, per 2 pernottamenti, 2 prime colazioni, 1 cena al self-service, 1 cena con servizio al tavolo.

Salto in Corsica e Salto in Sardegna: In tutte le stagioni, una pausa infrasettimanale. Sulle linee Savona Vado- Bastia e Livorno – Golfo Aranci, ci si imbarca per cenare e al risveglio si ha a disposizione un’intera giornata da trascorre sull’isola, fino all’imbarco serale per il rientro previsto per il mattino seguente. Si parte da 118 € a persona per 2 pernottamenti, con 2 prime colazioni e 2 cene.

Scuole: Dal costante impegno che la Compagnia rivolge alla protezione dell’ambiente marino, sono nate le Gite alla scoperta dei cetacei: si potrà partecipare attivamente ai monitoraggi di cetacei e ad un programma ludico/formativo, utilizzando le strutture della nave ai fini didattici. Partenza da Savona Vado per Bastia oppure da Livorno per Golfo Aranci, con quote a partire da 110 € a studente per 2 pernottamenti, 2 cene e 2 prime colazioni internazionali.

Porti: a Civitavecchia torna la “2 giorni del Mediterraneo”

I porti rappresentano la via d’ingresso di importanti flussi turistici che provengono dal mare, attraverso il traffico crocieristico e il transito dei grandi yacht. E’ questo il tema principale della “2 giorni del Mediterraneo 2014″, l’appuntamento annuale promosso e organizzato dall’AP di Civitavecchia, in programma dal 9 al 10 ottobre, che quest’anno metterà a confronto esperienze e contributi da parte delle istituzioni, delle imprese e del mondo accademico sul tema del turismo che viene dal mare e quindi sulle opportunità che potrebbero svilupparsi sia attraverso il mercato crocieristico, sia attraverso quello dei mega yacht. Il programma della manifestazione prevede, il 9 ottobre, in apertura, il dibattito sul tema “La porta del turismo che viene dal mare” con la partecipazione, tra gli altri, del presidente dell’AP di Civitavecchia, Pasqualino Monti e del sindaco Antonio Cozzolino, e la tavola rotonda “Come sfruttare la risorsa mare: lo sviluppo a terra delle crociere e della nautica.

Sempre in quel giorno si svolgerà l’inaugurazione del Roma Marina Yachting, destinata a diventare una delle più importanti basi del Mediterraneo per mega-yacht dai 40 agli oltre 100 metri che avranno a disposizione la Darsena Traianea Sud, racchiusa tra le banchine 5, 6 e 7 del Porto Storico. I porti come chiave per il rilancio del turismo, sarà il tema del programma del 10 ottobre, a cui partecipano Dimitrios Theologitis, responsabile della politica dei Porti nella Commissione Europea, Giuseppe Bono, amministratore delegato di Fincantieri, Felice Arena, professore Ordinario di Costruzioni Marittime dell’Università Mediterranea, Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, e Nicolò Reggio, vice presidente dello Yacht Club Italiano.

Turismo: accordo tra Moby e Consorzio Sardegna Servizi

Un accordo è stato siglato tra Moby e il Consorzio Sardegna Turismo Servizi con l’obiettivo di “sostenere e valorizzare il turismo in Sardegna” nell’ambito dell’iniziativa ‘Sardegna sulla cresta dell’onda’. L’alleanza “strategica” tra Moby con Confcommercio-Federalberghi, Assoturismo-Confesercenti, Confindustria e Confapi, soggetti promotori del Consorzio, permetterà di migliorare il soggiorno dei turisti a partire da modalità sempre più semplici di prenotazione, anche grazie a tariffe speciali. I turisti potranno organizzare completamente la propria vacanza prenotando, nelle selezionate strutture del Consorzio, sia il soggiorno in hotel sia il viaggio con le navi della Compagnia della Balena Blu, accedendo inoltre ad un sconto – valido su tutte le rotte per la Sardegna, ossia su circa 1.600 partenze, operate da sette navi – alle migliori tariffe disponibili al momento della prenotazione. Le strutture consorziate potranno gestire autonomamente l’offerta a loro riservata da Moby, fino ad esaurimento dei posti disponibili, grazie al collegamento tra il sito del Consorzio e il sistema di prenotazioni di Moby. Parallelamente, anche tutti gli associati al Consorzio STS potranno offrire ai turisti gli stessi vantaggi che prevedono formule di viaggio e soggiorno combinati, sempre attraverso l’utilizzo dei canale di prenotazione online www.sardegnaturismo.it e www.sardegnasullacrestadellonda.it. L’accordo, per il presidente del Consorzio Agostino Cicalò, “consente al nostro Consorzio l’ampliamento delle opportunità per migliorare l’accessibilità della nostra Isola ai turisti a condizioni vantaggiose”. Per Moby invece – spiega il direttore commerciale Eliana Marino – “si inserisce nell’ambito del proprio costante impegno, volto a sostenere le politiche di sviluppo del territorio, per contribuire in modo concreto ad incentivare il turismo sul territorio insieme ai principali attori del settore. Questa operazione è estremamente favorevole per il comparto ricettivo coinvolto, poiché non prevede alcun tipo di quota associativa, ma benefici consistenti per tutti”.

Nasce Go in Sardinia

Gli imprenditori turistici del Nord Sardegna uniscono le forze e varano la “flotta Gallura”. Da giugno a settembre una nave passeggeri noleggiata dagli operatori turistici collegherà la Sardegna alla penisola, per portare più turisti nell’isola dopo il crollo degli arrivi causati dalla crisi e dal caro traghetti. Circa 60 imprenditori galluresi hanno deciso di dare una risposta forte alla crisi che sta mettendo in ginocchio le loro imprese e hanno deciso di dar vita a “Go in Sardinia”.

La percentuale di prenotazioni per giugno e settembre è del 33% e arriva a superare il 50% per i mesi di luglio e agosto. Previsioni che, ad oggi, basterebbero a coprire l’investimento fatto dalla società consortile che nasce per ‘stracciare’ il cartello delle compagnie di navigazione. I prezzi troppo alti di questi ultimi anni hanno decimato le presenze dei turisti e contribuito a diffondere l’immagine della Sardegna come isola cara e irraggiungibile, da qui la scelta de qui imprenditori di fare da soli.

Il primo viaggio è in programma per il prossimo sabato. Il progetto, partito da Santa Teresa Gallura, è stato illustrato oggi alla Commissione delle Attività produttive della Provincia di Olbia Tempio da Cinzia Ghiani portavoce del gruppo imprenditoriale. Per Patrizia Bigi, presidente della Commissione, si tratta di “una realtà imprenditoriale coraggiosa che le istituzioni hanno il dovere di appoggiare”. Loro, gli imprenditori di ‘Go in Sardinia’, alla politica non chiedono soldi.

“Nel momento in cui le istituzioni prenderanno atto di quello che stiamo facendo, forse ci sosterranno almeno moralmente perché ne abbiamo bisogno”. Nel corso dell’incontro Ghiani ha precisato come ‘Go in Sardinia’ sia “una società consortile che vuole risolvere un problema, ma non siamo armatori. Vogliamo intercettare la fascia media del pubblico italiano, quella che non può spendere molto per arrivare in Sardegna”.

Ogni consorziato ha una quota della nave pari a circa 500 euro che corrisponde ad una parte di posti letto, posti auto e poltrone che lo stesso operatore turistico impegna vendendo sul mercato il soggiorno nelle proprie strutture. A bordo del traghetto si propongono prodotti artigianali sardi e menù tipici, facendo respirare sin dal viaggio l’aria della Sardegna. Un progetto che punta in futuro a coinvolgere quanti più imprenditori possibile.

TrenItalia alla BMT

Trenitalia si propone sempre più come partner globale per gli operatori del settore turistico, in Italia e all’estero. Lo confermano gli accordi internazionali siglati con le associazioni europee (ECTAA) e mondiali (UFTAA) che riuniscono i principali operatori turistici presenti sul mercato globale e l’inserimento dei propri servizi e prodotti nei GDS, i cosiddetti Global Distribuction Systems, che consentono ai Tour Operator di pianificare viaggi nel Belpaese sfruttando meglio le grandi, e ancora non sufficientemente note, potenzialità del sistema delle Frecce Trenitalia e della rete ad Alta Velocità di Ferrovie dello Stato Italiane.
Di questo e delle varie iniziative portate avanti da Trenitalia nel settore turistico si è parlato oggi, a Napoli, nella giornata inaugurale della Borsa Mediterranea del Turismo, giunta alla sua diciassettesima edizione. A farlo, nel corso di una conferenza stampa, è stato Giancarlo Buontempo, direttore vendite mercato della Divisione Passeggeri Nazionale e Internazionale di Trenitalia.
E’ stata l’occasione anche per evidenziare il ruolo sempre più strategico che Trenitalia gioca nel rilanciare l’immagine e il prodotto Italia sui mercati internazionali e per annunciare alcune significative novità per incentivare e ampliare le opportunità di business degli operatori, stimolando l’intero settore, soprattutto in questa difficile congiuntura.
Cresce la rete commerciale di Trenitalia che conta circa 6mila agenzie, con un incremento del 10% di nuove aperture nel corso del primo trimestre 2013. Una crescita frutto anche delle facilitazioni offerte alle Agenzie di Viaggio per diventare partner di Trenitalia, richiedendo una semplice attivazione, senza fideiussione, per la formula cosiddetta Easy, con pagamento mediante carta di credito. E, da oggi, è disponibile per loro anche il pos per il pagamento su tutti i circuiti bancomat e carta di credito, con spese a totale carico di Trenitalia.
Una novità anche alcune incentivazioni economiche studiate da Trenitalia a favore delle Agenzie di Viaggio nell’ambito del Corporate Travel, con l’offerta Corporate Triangolare che consente alle Agenzie di offrire alle Aziende alcune interessanti e convenienti soluzioni per la clientela Business, senza vincoli di acquisti minimi.
Grande attenzione poi agli accordi nazionali e internazionali che Trenitalia ha siglato con importanti partner per la promozione e lo sviluppo dei propri servizi e del prodotto Italia. Tra questi le partnership conECTAA (associazione europea di Agenti di Viaggio e Tour Operator) e UFTAA (Unione delle federazioni degli Agenti di Viaggio) che consolidano la presenza di Trenitalia sui mercati internazionali  soprattutto in quelli emergenti del BRICS. Di fondamentale rilevanza, in questo senso, anche l’accordo con Amadeus, sistema di distribuzione globale che connette oltre 90mila punti vendita nei cinque Continenti e consente di offrire i servizi ferroviari in alternativa, e in rapido confronto con quelli aerei.
A questi accordi se ne aggiungono altri: con ENIT, per rilanciare il brand Italia all’estero, con le società di gestione di alcuni importanti poli fieristici, tra cui Napoli, Bologna, Rimini e Parma, per il turismo legato ad attività produttive e artigianali, o con altre imprese di trasporto, anche aereo, per una più efficace e comoda integrazione modale.

In bici o a piedi, il turismo diventa slow

Bici da vacanza

A piedi o in bici, purché sia slow. La nuova tendenza del viaggio è la lentezza, possibilmente abbinata alle emissioni zero. La prima regola della “fuga dalla quotidianità” è andare piano: muoversi con mezzi alternativi all’aereo e alla macchina, preferendo le due ruote e il treno. Che si tratti di un trend apprezzato lo dimostra il moltiplicarsi di associazioni, tour operator e iniziative che fanno della lentezza la parola d’ordine delle proposte turistiche. Accanto alle passeggiate archeologiche e naturalistiche e ai tradizionali Cammino di Santiago e Via Francigena, rispolverati e riscoperti non solo da pellegrini e fedeli, ma soprattutto dal popolo del turismo lento (come anche il Cammino degli Angeli, 200 km da Roma ad Assisi), fioriscono nuovi itinerari: il Genova-Torino-Milano (710 km), i 500 km in 28 tappe nella mitica isola di Creta, quello lungo le mulattiere del Gran Paradiso.

Così è nata anche un’associazione che si batte per la sicurezza dei viaggiatori lenti: si chiama Movimento Lento e sta tracciando una rete di itinerari per pedoni e ciclisti.

Naufragio del Giglio, ne risentiranno tutti i porti italiani

Previsioni in calo per il 2012

La Costa Crociere regge in Borsa, nonostante i due gravi incidenti che hanno colpito due delle sue navi. Non fa altrettanto il mercato del turismo portuale: nel 2012 tutti i porti italiani risentiranno della tragedia del Giglio. Lo prevede l’Osservatorio nazionale del turismo.

Secondo l’indagine “Il traffico crocieristico in Italia nel 2011”, elaborata dall’Osservatorio, il doppio cappio della crisi economica e dell’incidente della Concordia finirà per strozzare buona parte dei flussi turistici.
Le previsioni per l’anno in corso parlano di un -7% di movimenti al porto di Civitavecchia (dove nel 2011 i movimenti sono stati pari a 2.577.481). A Palermo, addirittura, si prevede un -40% di toccate nave e -40% di movimenti (sono stati rispettivamente 251 e 567.049). Fortemente negative anche le previsioni 2012 per il porto di La Spezia, dove si prevede un -78% di toccate nave.

Ci sono però anche porti, come quelli di Trieste e Brindisi che prevedono, quest’anno, forti aumenti di toccate nave (rispettivamente +152 e +286%).
Lo scorso anno il movimento passeggeri nei porti italiani (inteso come somma degli imbarchi-sbarchi e transiti registrati dai porti crocieristici) ha superato gli 11 milioni, con una variazione positiva, sull’anno precedente, pari a quasi il 19%.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner