Articoli marcati con tag ‘Unatrans’

Calendario divieti mezzi pesanti: ANITA e UNATRAS disapprovano le scelte del MIT

ANITA e UNATRAS criticano duramente le proposte del MIT sul
calendario 2017 dei divieti di circolazione dei veicoli pesanti adibiti al trasporto
di merci che ricalcano una impostazione basata su vecchie logiche, frenano la
produttività, minano la timida ripresa economica in atto e sono in controtendenza
rispetto alle mutate esigenze del mondo dell’industria e del commercio. Tutto il
comparto produttivo necessita di un efficiente sistema logistico per la
distribuzione delle merci che non può essere interrotto ogni qualvolta si riversano
sulle strade i "vacanzieri".

Il settore del trasporto e della logistica chiede da anni una sostanziale revisione
del calendario dei divieti che risulta ormai datato e non rispondente alle esigenze
del mondo produttivo e distributivo, per un recupero di competitività delle imprese
attraverso la riduzione complessiva delle giornate di divieto, in particolare quelle
infrasettimanali non coincidenti con festività, pur nel rispetto della sicurezza
della circolazione che il calendario intende tutelare. L'Italia presenta il maggior
numero di giornate di divieto della circolazione rispetto a tutti gli altri paesi
UE, alcuni dei quali – come Olanda e Danimarca – addirittura non fissano nessun
divieto di circolazione durante l'anno.

Ancora una volta si è dovuto registrare non solo il mantenimento di tali giornate,
ma anche una qualche remora a ricercare soluzioni alternative, che pure potrebbero
essere adottate, come quella di prevedere che nelle giornate non festive incluse nel
calendario sia disposto un divieto di sorpasso sulle autostrade e sulle strade a due
corsie in alternativa al divieto di circolazione.

Anche sotto il profilo delle scelte di sistema del trasporto intermodale, le
Associazioni hanno dovuto registrare una ferma presa di posizione
dell’Amministrazione contraria ad una maggiore apertura della deroga per il
trasporto combinato terrestre e marittimo.
Se davvero il sistema logistico nazionale è uno degli asset strategici per il
rilancio economico del Paese, allora occorre eliminare ogni limitazione alla
circolazione delle merci e ci aspettiamo che il Ministro Delrio assuma scelte
coerenti che vadano in tale direzione.

Calendario divieti di circolazione 2016

ANITA e UNATRAS sottolineano ancora una volta
l¹importanza che riveste il calendario dei divieti di circolazione dei mezzi
pesanti per il 2016 che può rappresentare un¹occasione unica al fine di
rilanciare la produttività e la competitività delle imprese del settore
autotrasporto e logistica e che può, altresì, dare impulso allo sviluppo
economico dell¹intero Paese.

In tale ottica, oltre a evidenziare che si tratta di una misura a ³costo
zero² per lo Stato, ma che per le imprese vale tantissimo, le maggiori
Associazioni di rappresentanza della categoria rivolgono un ulteriore
appello affinché dal calendario dei divieti siano eliminati tutti i venerdì,
con particolare riferimento a quello del 29 luglio.

Pur comprendendo la necessità di conciliare le esigenze degli automobilisti
e quelle del mondo produttivo in tale periodo, si rende necessario ribadire
che l¹attenzione dedicata agli utenti privati deve essere rivolta anche al
settore al mondo e economico produttivo.

A fine luglio, infatti, le fabbriche lavorano a pieno ritmo per spedire le
merci prima della pausa estiva ed un divieto di circolazione dei mezzi
pesanti in tale giornata, seppure di poche ore, produrrebbe un enorme danno
per l¹economia di tutto il Paese.

Infine, ANITA e UNATRAS ribadiscono la richiesta, già da tempo formulata, di
poter ottenere i dati statistici sui flussi di traffico che interessano la
rete autostradale italiana. Tali dati, sono necessari per valutare e tarare
il calendario dei divieti di circolazione in maniera più efficace, tenendo
conto delle esigenze
e degli interessi di tutti gli utenti della rete viaria nazionale.

Franchini: l’accordo per il trasporto? da perseguire

Apprendiamo da alcune note stampa un mutato clima presso le maggiori
associazioni di rappresentanza dell'autotrasporto presenti anche in Unatras.
In particolare ci riferiamo alle recenti esternazioni del presidente Uggè
della Fai-Conftrasporto nella direzione di una rinnovata volontà a ricercare
un dialogo con le rappresentanze della committenza che consenta lo sblocco
dello stallo generato dalle vicissitudini della legge sui costi minimi di
sicurezza. Una scelta, quella del presidente Uggè, in linea con quanto
espresso da tempo dalla CNA-Fita e da Anita e che non può che aiutare a
migliorare le relazioni tra gli imprenditori che intervengono nella
complessa filiera logistica. CNA-Fita inoltre ritiene l'apertura di Paolo
Uggè un contributo pragmatico per preservare la collaborazione tra
imprenditori, un valore fondamentale in momenti così complessi e drammatici
perché caratterizzati da una profonda e perdurante crisi economica. “Meglio
tardi che mai, afferma Cinzia Franchini, l’apertura di Uggè è un prezioso
invito alla ripresa del dialogo mai tardivo e per questo da accogliere".
Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner