Articoli marcati con tag ‘Unatras’

Associazioni e Ministero dei Trasporti verificano lo stato di attuazione del protocollo di intesa firmato il 28 Novembre 2013

Il 13 Febbraio 2014 si è tenuto l¹incontro di verifica del protocollo
siglato il 28 Novembre 2013 tra le associazioni delle imprese di
autotrasporto e ministero e che aveva determinato la sospensione del fermo.

In  merito alle risorse destinate all¹autotrasporto pari, per l¹anno 2014, a
330 milioni di euro, la circostanza è stata utile per definire la loro
ripartizione confermando, sostanzialmente, la distribuzione degli anni
passati. 

In tale contesto, il Sottosegretario, On. Rocco Girlanda, ha confermato che
le imprese di autotrasporto beneficeranno della riduzione sui premi INAIL in
misura pressoché analoga a quella degli anni pregressi.

Per la riduzione sui premi INAIL, verranno utilizzate specifiche risorse già
previste nella Legge di Stabilità 2014 che andranno così a sommarsi ai 330
milioni apportando un beneficio complessivo per il settore superiore ai 400
milioni stanziati negli anni precedenti.

Riguardo al delicato tema del cabotaggio stradale, si registra l¹impegno del
Sottosegretario Girlanda di proporre un testo normativo che aumenti
l¹efficacia dei controlli.

L¹On. Girlanda ha quindi riferito che, dando seguito alla Direttiva
ministeriale 3/2010 ed ai correttivi apportati con la legge di Stabilità, è
stata avviata l¹attività di controllo sull¹articolo 83 Bis e sul rispetto
dei tempi di pagamento e che, a breve, sarà convocato un incontro per la
verifica dei conseguenti  risultati utili, tra l¹altro, anche al
proseguimento del confronto con la committenza per la revisione della
normativa. 

Entro i primi giorni del mese di Marzo, è previsto un incontro con il
ministero e le parti interessate per valutare le modifiche da apportare al
calendario dei divieti di circolazione relativi all¹anno 2014.

Infine, l¹Onorevole Girlanda si è impegnato a dare riscontro  alla
sollecitazione avanzata dalle associazioni delle imprese di autotrasporto
affinché il ministero si faccia parte attiva per dare corso all¹incontro
richiesto con AISCAT e finalizzato a trovare soluzioni per il contenimento
degli ultimi incrementi dei pedaggi autostradali.

UNATRAS ed ANITA hanno rimarcato la necessità di velocizzare l¹azione del
Governo per la piena e completa definizione dei punti contenuti nel
protocollo e, a tal proposito, manterranno alta l¹attenzione.

Unatras chiede incontro ad Aiscat e sollecita Lupi a dare risposte all’autotrasporto sul caro pedaggi

Il coordinamento unitario dell'autotrasporto Unatras ha deciso di richiedere un
incontro urgente con i concessionari autostradali riuniti in Aiscat per aprire un
tavolo di confronto finalizzato ad ottenere sconti per gli autotrasportatori che
utilizzano in modo ricorrente le tratte in concessione. La stessa presidenza ha
deliberato in merito all'urgenza di ricevere rassicurazioni, da parte del ministro
Lupi, affinché anche il Governo assecondi questo percorso confermando la necessità
di recuperare gli aumenti ingiustificati concessi dal primo gennaio 2014, tramite
sconti direttamente al casello a valere sulla fatturazione mensile delle imprese.
Inoltre Unatras ritiene fondamentale che il Ministro si adoperi affinché gli stessi
fondi garantiti per gli sconti pedaggi ai consorzi di servizio vengano resi
disponibili in tempi molto più brevi di quanto accade oggi (in media due anni e
mezzo di attesa). Anche su questo fronte sarà importante verificare la capacità di
persuasione del Governo rispetto ai concessionari autostradali. Già a partire dal 22
gennaio, nell'incontro previsto con il sottosegretario Girlanda, Unatras si attende
impegni concreti in tal senso.
Roma, 16 gennaio 2014

AUTOTRASPORTO – IL CONFRONTO PROSEGUE NEL SOLCO DEL PROTOCOLLO

Un passo importante è stato compiuto questa mattina durante l’incontro con il Ministro Lupi ed il Sottosegretario Girlanda, nel corso del quale i rappresentanti del Governo hanno confermato che il confronto proseguirà nel solco segnato dal protocollo sottoscritto il 28 novembre scorso, con la tempistica in esso stabilita.
Come ha ricordato il Ministro Lupi, il protocollo è l’unica strada per proseguire il dialogo, che deve essere necessariamente ispirato da realismo, serietà e senso di responsabilità da parte di tutti, per dare al settore le certezze che servono al suo rilancio.
In tale contesto, sono state ricordate le parti del protocollo di prossima concretizzazione, in quanto collegate all’imminente approvazione della legge di stabilità per il 2014, ed è stato fornito un aggiornamento su altre questioni altrettanto qualificanti, quali il contrasto al cabotaggio abusivo ed all’uso distorto del distacco transnazionale.
Il Ministro ha inoltre ringraziato le Associazioni firmatarie del protocollo per aver dimostrato forte senso di responsabilità, evitando che le proteste dell’ultima settimana coinvolgessero le imprese di autotrasporto.

Unatras e Anita revocano il fermo


Nel risultato ottenuto c’è la consapevolezza di aver conseguito quanto principalmente richiesto dalla base associativa e che, in un Paese che vive in una situazione di drammatica emergenza ed instabilità, non si possono fare proclami che esulano dalle cose perseguibili se non si vuole scivolare nell’irresponsabilità o peggio, utilizzare l’autotrasporto per rivendicare interessi diversi.

L’UNATRAS CONVOCA IL COMITATO ESECUTIVO PER UNA EVENTUALE PROCLAMAZIONE DI FERMO

L’incontro del 6 Novembre tra le Associazioni di rappresentanza delle imprese  ed il
Sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Rocco
Girlanda,  non porta nessun elemento concreto di novità rispetto alle  precedenti
riunioni.
Anzi  la novità c’è  ma riguarda il rigetto degli  emendamenti presentati  per
assegnare all’Albo ruoli e funzioni   che possano  arginare la competizione sleale e
garantire la rappresentatività della categoria.
Per quanto riguarda l’abrogazione della norma che introduce il taglio dei rimborsi
delle accise per l’autotrasporto di merci e persone, tema centrale di tutti gli
incontri,  il Sottosegretario ai trasporti non ha portato nessun elemento di
certezza se non quella che confida nell’impegno del  Ministro Lupi per ripristinare
questa agevolazione nel pieno delle sue originarie previsioni.
Unatras, pur confidando nell’impegno del Ministro, non può che riscontrare
l’assoluta assenza di atti concreti e tangibili rispetto agli impegni presi e
pertanto annuncia la convocazione  del proprio esecutivo con all’ordine del giorno
la valutazione degli incontri avuti con il   ministero e l’eventuale proclamazione
del fermo nazionale dei servizi di autotrasporto.
L’esecutivo si terrà il 14 Novembre, il  giorno dopo la nuova convocazione stabilità
dall’On. Girlanda e ciò darà modo di valutare eventuali ed auspicati elementi di
concretezza rispetto a quanto emerso sino ad oggi.

Sistri, CNA-Fita annuncia battaglia legale

L'associazione ha richiesto i documenti per avviare la causa collettiva.

CNA-Fita sul piede di guerra. L’associazione ha avviato la richiesta della documentazione necessaria per attivare la causa collettiva per il recupero dei contributi pagati finora per il Sistri, il sistema di tracciabilità dei rifiuti mai entrato in vigore. “Abbiamo appena dato comunicazione alle nostre sedi territoriali e già siamo stati sommersi dalle richieste di rimborsi”, commenta il presidente dell’associazione Cinzia Franceschini.

La posizione di CNA-Fita è stata recepita anche dal coordinamento unitario Unatras, che ha ribadito le richieste dell’autotrasporto al Governo: restringere l’operatività del Sistri ai soli rifiuti pericolosi, come prevedeva la direttiva comunitaria, ed estendere l’obbligatorietà dell’adesione al sistema anche agli operatori esteri.

L’associazione si sta già muovendo per chiedere un’audizione alla Commissione ambiente della Camera e del Senato e cercherà di incontrare il Ministro dell’ambiente Prestigiacomo.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner