Articoli marcati con tag ‘Unesco’

Airbus e UNESCO partner per il concorso studentesco internazionale Fly Your Ideas

Airbus, il costruttore di aeromobili leader di mercato, e UNESCO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, hanno siglato una partnership formale nell’ambito di Fly Your Ideas, il concorso studentesco internazionale organizzato da Airbus.

Questo nuovo accordo costituisce un ulteriore passo avanti nella collaborazione tra Airbus e UNESCO, e fa seguito al patrocinio, da parte dell’organizzazione, del concorso biennale per gli studenti, che ha avuto luogo nel 2012. La partnership ha quale obiettivo ispirare e motivare una nuova generazione di ingegneri e innovatori, sviluppando al contempo delle relazioni tra università e aziende attraverso Fly Your Ideas. L’accordo fonda le proprie basi sul successo ottenuto nelle tre precedenti edizioni del concorso.

Per celebrare questo accordo, Airbus ha prorogato la scadenza della registrazione al concorso: gli studenti che desiderano partecipare all’edizione 2015 di Fly Your Ideas hanno così tempo fino al 1°dicembre 2014 per registrarsi online e presentare le proprie idee all’indirizzo www.airbus-fyi.com

“Motivare le giovani generazioni provenienti da parti del mondo e da ambienti diversi è fondamentale per sviluppare soluzioni innovative e migliorare la qualità della vita di ciascuno di noi”, ha dichiarato Flavia Schlegel, Assistant Director General of Natural Sciences presso l’UNESCO. “Il concorso di Airbus Fly Your Ideas svolge un ruolo eccezionale poiché mette alla prova studenti di tutto il mondo affinché sviluppino idee innovative che rispondano alle complesse sfide poste dall’aviazione, e contribuisce a rafforzare il lavoro dell’UNESCO a favore dell’insegnamento dell’ingegneria”.

Da lancio del concorso, nel 2008, Airbus è stato fonte di ispirazione per più di 11.000 studenti provenienti da oltre 600 università situate in un centinaio di paesi. “Fly Your Ideas, che riunisce studenti di molteplici discipline e origini, interessati all’innovazione e alla collaborazione all’interno di team internazionali e multidisciplinari, rispecchia la realtà del nostro lavoro all’interno di questo settore industriale, internazionale e appassionante”, ha dichiarato Charles Champion, Executive Vice President Engineering di Airbus, patrono di Fly Your Ideas e co-firmatario della partnership con UNESCO. “Con il concorso Fly Your Ideas desideriamo ispirare i giovani di tutto il mondo affinché colgano questa opportunità e sottopongano delle idee in grado di fare la differenza. La partnership con UNESCO contribuisce ampiamente al raggiungimento di questo obiettivo”.

Il concorso Fly Your Ideas, giunto ora alla sua quarta edizione, invita gli studenti di tutto il mondo a innovare per il futuro dell’aviazione. In una serie di prove di difficoltà crescente, le squadre lavorano con mentori ed esperti di Airbus fino alla finale, in programma a giugno 2015. I partecipanti avranno l’opportunità di lavorare al fianco di innovatori di Airbus per approfondire ulteriormente le proprie idee per tutta la durata del concorso. La squadra vincitrice riceverà un premio di EUR 30.000. Le registrazioni sono aperte fino al 1°dicembre.

La Squadra brasiliana Levar vince il concorso internazionale di Airbus Fly Your Ideas

La squadra composta da studenti provenienti dall’Università di San Paolo in Brasile

ha vinto il concorso di Airbus Fly Your Ideas 2013, aggiudicandosi così il primopremio di 30.000 euro. La Squadra Levar ha ottenuto la vittoria grazie all’idea di

un sistema di carico e scarico dei bagagli impiantato nella stiva degli aerei, in

grado di ridurre la mole di lavoro degli addetti per mezzo di cuscinetti ad aria

ispirati ai tavoli da Hockey ad aria. Patrocinato dall’UNESCO, Airbus Fly Your Ideas

è un concorso biennale che sfida studenti provenienti da tutto il mondo a sviluppare

delle idee orientate verso un futuro dell’aviazione più sostenibile.

La squadra vincitrice è composta da Marcos Philipson, Leonardo Akamatsu, Adriano

Furtado e Caio Reis, tutti studenti di Design, e Henrique Corazza, studente presso

la Loughborough University in Inghilterra.

I secondi classificati sono stati i membri della squadra CLiMA, provenienti dalla

Royal Melbourne Institute of Technology in Australia, i quali hanno ricevuto il

premio di 15.000 euro, grazie all’idea di sviluppare un aeromobile alimentato da una

miscela di biometano e gas naturale liquefatti (Bio-LNG) prodotti in maniera

sostenibile.

La terza edizione del concorso ha visto la partecipazione di oltre 600 squadre

provenienti da tutto il mondo, le quali hanno presentato la propria idea, incentrata

su uno dei sei temi proposti da Airbus riguardanti l’aviazione del 21° secolo. Oltre

60 esperi di Airbus hanno valutato attentamente le idee dal punto di vista della

qualità, dell’impatto sull’ambiente, e del livello di innovazione dimostrato dalle

squadre.

La finale si è tenuta a inizio di questa settimana, presso l’A380 Final Assembly

Line a Tolosa, quando le cinque squadre rimanenti hanno presentato le proprie idee

innovative di fronte a una prestigiosa giuria guidata da Charles Champion, EVP

Engineering di Airbus. La Squadra brasiliana Levar ha convinto tutti i membri della

giuria grazie a una presentazione efficace che è stata in grado di portare in vita

la loro idea.

Tutto pronto a Tolosa per la finale di Fly your ideas 2013

Airbus, il principale costruttore di aeromobili a livello mondiale, ha annunicato
oggi i membri della prestigiosa giuria internazionale che giudicherà i finalisti del
concorso studentesco Fly Your Ideas 2013. I sei membri della giuria saranno guidati
da Charles Champion, Executive Vice President Engineering di Airbus. La giuria dovrà
individuare l’idea più innovativa finalizzata a rendere l’aviazione un settore più
sostenibile fra quelle proposte dalle cinque squadre di studenti arrivati in finale,
fra le quali anche il team Flybrid del Politecnico di Milano.
Charles Champion siederà accanto ai colleghi Ardhendu Pathak, Head of Airbus
Innovation Cell in India, e Nicolas Tschechne, Trend Research & Market Intelligence
Specialist presso l’Airbus Cabin Innovation & Design Centre di Amburgo. L’UNESCO,
che ha patrocinato il concorso internazionale, ha il proprio rappresentante in Lidia
Brito, Director of Science Policy and Capacity Building. Bruno Delile, Senior Vice
President New Aircraft and Corporate Fleet Planning del Gruppo Air France, e Charbel
Farhat, Vivian Church Hoff Professor of Aircraft Structures e Chairman of the
Department of Aeronautics and Astronautics presso l’Università di Stanford, ammesso
recentemente alla National Academy of Engineering degli Stati Uniti, completano la
lista dei giurati.
La giuria si riunirà presso la sede di Airbus a Tolosa il 12 giugno, dove le squadre
presenteranno i propri progetti nel tentativo di vincere il primo premio di 30.00
euro, mentre i secondi classificati riceveranno la somma di 15.000 euro. I vincitori
verranno proclamati il 14 giugno a Parigi, presso la sede dell’UNESCO. Il concorso
di quest’anno ha motivato oltre 6.000 studenti provenienti da 82 Paesi a formare le
618 squadre che si sono candidate presentando un progetto. Dopo aver superato le
prime due fasi in cui i loro progetti sono stati valutati in maniera estremamente
rigorosa da parte di 60 esperti di Airbus, le cinque squadre finaliste devono ora
affrontare la parte più dura della sfida.
La squadra Flybrid del Politecnico di Milano ha superato con successo le fasi
eliminatorie e si prepara alla finale con il progetto per un propulsore ibrido
elettrico/turboelica destinato agli aeromobili regionali. Questo sistema prevede
l’utilizzo di batterie pre-caricate a terra e non in volo. La squadra è composta da
due studenti spagnoli, Robert Aroca Bosque e Adrián Gomariz Casado, e tre italiani:
Mattia Bucari, Andrea Castagnoli e il team leader Giorgio Enrico Bona, tutti
studenti di Ingegneria Aeronautica presso il Politecnico stesso.

La squadra del Politecnico in finale a Fly Yours Ideas

La squadra composta dagli studenti del Politecnico di Milano è una delle cinque selezionate da Airbus, tra 618 partecipanti per prendere parte alla fase finale della terza edizione del concorso internazionale Fly Your Ideas. Le altre squadre che parteciperanno alla finale provengono da Australia, Brasile, India e Malesia. Flybrid, questo il nome della squadra italiana, andrà a Tolosa il 12 giugno 2013 per presentare presso la sede centrale di Airbus il proprio progetto davanti a una giuria costituita da rappresentanti dell’azienda e da esperti del settore dell’aviazione. La squadra vincitrice si aggiudicherà un premio di €30.000, mentre ai secondi classificati andrà un premio di €15.000.

I vincitori saranno proclamati nel corso di una cerimonia esclusiva che si terrà a Parigi, presso la sede centrale dell’UNESCO, il 14 giugno 2013. L’UNESCO ha infatti dato il proprio patrocinio a questo concorso che pone agli studenti del mondo intero la sfida di sviluppare idee innovative al servizio di un’aviazione più sostenibile.

Il concorso di quest’anno ha motivato oltre 6.000 studenti provenienti da 82 Paesi a formare le 618 squadre che si sono candidate presentando un progetto. Le proposte dovevano essere incentrate su uno di sei temi scelti da Airbus, perché ritenute le sei più importanti sfide del 21° secolo che il settore deve affrontare per sviluppare un’industria dell’aviazione più sostenibile.

La squadra Flybrid ha superato con successo le fasi eliminatorie e si prepara alla finale con il progetto per un propulsore ibrido elettrico/turboelica destinato agli aeromobili regionali. Questo sistema prevede l’utilizzo di batterie pre-caricate a terra e non in volo. La squadra è composta da due studenti spagnoli, Robert Aroca Bosque e Adrián Gomariz Casado, e tre italiani: Mattia Bucari, Andrea Castagnoli e il team leader Giorgio Enrico Bona, tutti studenti di Ingegneria Aeronautica presso il Politecnico di Milano.

Anche il politecnico tra le 100 squadre selezionate da Fly your Ideas

La squadra del Politecnico di Milano selezionata tra le 100 che accedono alla seconda fase del concorso internazionale Fly Your Ideas

Airbus ha selezionato le 100 squadre provenienti dai cinque continenti che parteciperanno alla fase successiva del concorso Fly Your Ideas 2013 (FYI). Fra queste, la squadra proveniente dal Politecnico di Milano, FLYBRID, che si contende uno dei cinque posti riservati ai finalisti. Sono inoltre presenti due studenti italiani che concorrono all’interno di due altre squadre: la IE Business School, in Spagna e la Vienna University of Technology. Ulteriori informazioni sulle attività delle diverse squadre sono disponibili all’indirizzo www.airbus-fyi.com

In questa fase del concorso, Airbus ha identificato le idee più innovative proposte da oltre 600 squadre che si sono iscritte alla terza edizione di FYI, sostenuta dall’UNESCO. Il concorso Fly Your Ideas pone agli studenti del mondo intero la sfida di sviluppare nuove idee al servizio di un’aviazione più sostenibile, e l’edizione di quest’anno ha visto il numero di partecipanti raddoppiare rispetto alla precedente.

Le squadre hanno tempo fino al 12 aprile 2013 per esplorare, testare e sviluppare le loro idee. I membri delle squadre resteranno i detentori dei loro progetti ma potranno avvalersi di un ‘mentore’ e di un esperto Airbus che avranno l’obiettivo di sostenerli, ispirarli e aiutarli ad approfondire i loro progetti.

“Fly Your Ideas costituisce per questi studenti un’opportunità unica per acquisire un prezioso bagaglio di conoscenza in settore all’avanguardia, quello dell’aviazione, che genera oltre 56 milioni di posti di lavoro e il 35% del commercio globale”, ha dichiarato  Charles Champion, Executive Vice President Engineering di Airbus e patrono del concorso Fly Your Ideas. “Sono veramente felice di vedere l’entusiasmo delle squadre e dei nostri esperti Airbus, impegnati a condividere il loro know-how con questi studenti, gli innovatori del futuro, che provengono da tutti il mondo”.

Gli studenti sono in gara per figurare fra le cinque squadre finaliste che presenteranno le loro idee a una giuria composta dagli esperti di Airbus e del settore presso la sede di Airbus di Amburgo, in Germania, il prossimo 12 giugno. La cerimonia di premiazione si terrà invece a Parigi il 13 giugno presso la sede dell’UNESCO. I membri della squadra vincitrice si divideranno un premio di € 30.000 e avranno la possibilità di organizzare presso la propria università una “settimana dell’innovazione” tenuta dagli esperti Airbus. La seconda squadra classificata si aggiudicherà un premio di € 15.000.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner