Articoli marcati con tag ‘Unioncamere’

Riggio al convegno di Union camere: investire sugli aeroporti

Il Presidente dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, Vito Riggio, è intervenuto al convegno “Aeroporti – la riscoperta” organizzato da Unioncamere.
Il Presidente Riggio ha ribadito la necessità che le società di gestione realizzino al più presto tutti gli investimenti previsti dai piani di sviluppo degli aeroporti.
L’Enac continuerà a svolgere un controllo stringente sulle società di gestione, non solo sugli aspetti relativi alla sicurezza, ma anche sull’attuazione degli investimenti che non possono essere più rimandati, per evitare che il sistema Paese rimanga indietro rispetto all’Europa.
Per realizzare gli investimenti, inoltre, per molte società di gestione sarà necessario, come evidenziato dal Presidente Riggio, attuare una riqualificazione anche attraverso processi di cessione del capitale che portino all’interno delle compagini sociali partner industriali privati.

Senza interventi sulla logistica 200 mld in fumo

Bartolomeo Giachino

Se non saranno effettuati interventi sulla logistica, entro il 2020 andranno in fumo 200 miliardi di euro e si perderanno decine di migliaia di posti di lavoro. Lo rileva uno studio dell’Università Bocconi di Milano.

Lo studio, tuttora in corso, conferma la rilevanza non solo delle infrastrutture ma anche di una serie di interventi ‘a costo zero’ (o quasi), come lo sportello unico doganale o la rete telematica, che potrebbero rendere più efficienti la gestione delle merci e la loro competitività internazionale. ”Il nostro Paese – sottolinea Bartolomeo Giachino, presidente della Consulta – ha bisogno di ridurre l’incidenza dei costi dei trasporti e della logistica sul costo di produzione media”. Attualmente, infatti, questi costi incidono per il 20-21%, mentre in Germania per il 16%.

”E’ necessario – afferma il presidente di Unioncamere Piemonte, Ferruccio Dardanello – offrire alle imprese una dote finanziaria e strumentale in grado di renderle sempre più competitive e dinamiche in modo che possano rinvigorirsi, portando il made in Italy al di fuori dei confini italiani, ma soprattutto occorre puntare su interventi concreti a costi zero e immediatamente cantierizzabili”.

Infrastrutture: è il “momento di cambiare il passo”

Ferruccio Dardanello, presidente Unioncamere

“Il binomio infrastrutture sviluppo è l’unico su cui possiamo giocare qualche sfida per aprirci all’Europa e al mercato estero”. Così il presidente di Unioncamere Ferruccio Dardanello chiudeva il convegno di presentazione del I° Rapporto sullo stato delle infrastrutture in Italia, tenutosi a Roma lo scorso aprile.

Alla luce dell’importanza strategica delle infrastrutture, quale dunque la situazione italiana? Lo stesso Dardanello evidenzia dal 2004 in poi “un trend negativo – tuttora in atto – che ha riportato l’ammontare degli investimenti in valore assoluto ai livelli di metà anni ‘90”. Infatti, la dotazione infrastrutturale nazionale fotografata dallo studio di Unioncamere e Uniontrasporti mostra un ritardo incolmabile e la necessità di una netta inversione di tendenza.

L’enorme gap della rete autostradale

Oggi il nostro Paese conta 6.600 km di autostrade a fronte dei quasi 13mila della Germania. Il confronto è spaventoso se si considera che quarant’anni fa l’Italia, con 4.000 km, veniva subito dopo la Germania, che ne aveva invece 6.000. In nove anni, mentre quest’ultima ha ampliato la sua dotazione autostradale di circa mille km, il Belpaese si è bloccato a quota 151. In aggiunta, la rete è disomogenea: molto fitta al Nord e sempre più rada verso Sud, quasi inesistente al Centro. Manca quell’idea del legame crescita-infrastrutture di cui parlava Dardanello e l’ammodernamento della rete viaria nel suo insieme è fermo da anni, soprattutto per mancanza di fondi. Cosa gravissima considerato che - rivela il rapporto - il 91% del trasporto merci viaggia su gomma e l’82% dei passeggeri usa mezzi privati.

Ferrovia a binario unico

Il ritardo della rete ferroviaria e portuale

Dei 16mila km di rete ferroviaria, solo mille sono ad alta velocità. E il Sud viaggia ancora per lo più su binario singolo non elettrificato. Le principali criticità mostrano una rete disomogenea e di bassa qualità, che non riesce a competere con l’autotrasporto (solo l’11% delle merci viaggia infatti su rotaia). Leggi il resto di questo articolo »

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner