Articoli marcati con tag ‘Vito Riggio’

Enac: precisazione del presidente in merito alla durata del suo mandato

Con riferimento all’articolo pubblicato sul ‘corriere.it’ il 4 gennaio scorso, dal titolo ‘Catania, la guerra dei finti soci per controllare Camera di Commercio e ricchi affari’ a firma di Sergio Rizzo, il presidente dell’Enac Vito Riggio ha rilasciato la seguente precisazione:
‘Rispetto alla professionalità di un grande giornalista come Sergio Rizzo non ci si aspetterebbero inesattezze come quelle riportate in merito alla durata del mio mandato che non scadrà, come da lui erroneamente scritto, nel 2021 e non è stato rinnovato da Renzi nell’ottobre dello scorso anno. Scadrà, invece, nel novembre del 2018 ed è stato rinnovato da Letta nel 2013. Non si tratta di durata da ‘socialismo reale’, ma di decisioni assunte dai precedenti Governi ed avallate dal Parlamento.
Sarei molto grato a Rizzo se mi dicesse dove è andata male la gestione dell’Enac in questi anni in cui abbiamo avuto riconoscimenti a livello internazionale, come quello recente dell’Icao per la sicurezza del trasporto aereo in Italia, abbiamo prodotto un costante avanzo di amministrazione ed abbiamo anche raggiunto gli obiettivi prefissati”.

Presidente Riggio chiede convocazione Conferenza Servizi per gara rotte onorate Lampedusa e Pantelleria per triennio 2017-2019

Il Presidente dell’ENAC Vito Riggio rende noto di aver chiesto al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio di convocare al più presto la Conferenza di Servizi tra il Ministero stesso, la Regione Siciliana e l’ENAC, con la partecipazione dei sindaci di Lampedusa e Pantelleria, per determinare il bando di gara finalizzato all’attivazione, per il triennio 2017 – 2019, dei collegamenti con le isole minori della Sicilia, in regime di oneri di servizio pubblico.
Dato che la Commissione Europea chiede sei mesi solo per la pubblicazione del bando, si rende necessario un pronto avvio delle procedure al fine di evitare interruzioni di un servizio importante, a salvaguardia del diritto alla mobilita dei residenti delle due isole.
Considerato, pertanto, che l’ENAC ha già messo a disposizione del Ministero circa 7 milioni di Euro di proprie risorse da destinarsi alle rotte onerate da e per Lampedusa e Pantelleria, e che la partecipazione economica della Regione Siciliana è di 12 milioni di Euro, il Presidente Riggio chiede al Ministro Delrio di individuare nel bilancio dello Stato le rimanenti risorse, di circa 15 milioni e mezzo di Euro, per assicurare la copertura per il triennio 2017 – 2019.
Il Presidente Riggio esprime la propria convinzione che il Governo Renzi garantirà le rotte onerate con le due isole minori della Sicilia, come avviene già da circa 10 anni, con indubbi effetti positivi sia sui residenti di Lampedusa e Pantelleria, sia sul turismo e sull’economia del territorio.

INCONTRO IN ENAC CON I RESPONSABILI DEGLI AEROPORTI PER UN AGGIORNAMENTO SULLE OPERE AEROPORTUALI E SULL’ATTUAZIONE DEL PIANO DEGLI INVESTIMENTI

Nella mattinata del 21 dicembre 2015, presso la Direzione Generale dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, si è svolto un incontro convocato dal Presidente Vito Riggio con i responsabili delle società di gestione di tutti i principali aeroporti nazionali e con le principali associazioni del settore per un aggiornamento sullo stato di avanzamento della realizzazione delle opere aeroportuali, con particolare riferimento ai piani di intervento alla base dei Contratti di Programma ordinari per la definizione della dinamica tariffaria.
Dall’avvio nel 2014 dell’attività di valutazione dei piani di intervento, l’ENAC ha approvato, ad oggi, la quasi totalità degli stessi, per oltre il 90% dell’importo delle opere previste nel periodo 2016 – 2019.
L’importo complessivo delle opere previste nei piani quadriennali per il periodo 2016 – 2019, per gli aeroporti in regime ordinario, ammonta a circa 1,2 miliardi di Euro di cui circa 880 milioni previsti in autofinanziamento da parte dei gestori aeroportuali.
Nel corso dell’incontro è stato, inoltre, illustrato il quadro della situazione sulle procedure di consultazione in corso presso l’Autorità di Regolazione dei Trasporti che, una volta concluse, porteranno alla sottoscrizione dei Contratti di Programma tra l’ENAC e i singoli gestori aeroportuali. La realizzazione delle opere verrà costantemente controllata dall’ENAC attraverso il proprio sistema di monitoraggio degli interventi aeroportuali.
Con l’occasione è stato anche illustrato il quadro complessivo degli interventi in corso e programmati nel prossimo periodo che, considerando anche i Contratti di Programma in deroga sottoscritti con i gestori degli aeroporti di Roma, Milano e Venezia, sviluppano gli investimenti . La realizzazione di tali opere, oltre a garantire il raggiungimento e il mantenimento di adeguati livelli di safety, security e di qualità dei servizi negli scali nazionali, genererà anche ricadute positive in termini socio-economici su tutto il Paese e sui livelli di mobilità dei passeggeri.
Una presentazione dettagliata sarà a breve pubblicata sul sito dell’ENAC www.enac.gov.it
Il Presidente Riggio ha anche rinnovato, come di consueto, la raccomandazione a tutti gli operatori affinché, per quanto di competenza, assicurino un servizio efficace per regolarità, qualità e operatività durante il periodo festivo, mettendo in campo tutte le risorse umane e i mezzi a disposizione, prevedendo anche eventuali ulteriori interventi qualora si presentasse una richiesta di servizi non programmati.
Il Presidente Riggio, inoltre, ha aggiornato gli operatori sulla riunione, che si è tenuta l’11 dicembre u.s., del CISA, il Comitato Interministeriale per la Sicurezza (security) dei Trasporti Aerei e degli Aeroporti, di cui l’ENAC ha la presidenza anche in qualità di Autorità competente per la security del trasporto aereo, ai sensi del Regolamento europeo 300/2008. La riunione con un gruppo ristretto del CISA era stata convocata dal Presidente Riggio per un confronto sull’incremento dei controlli di sicurezza alla luce della situazione determinatasi dopo i recenti attacchi terroristici, nonché per il contesto generale internazionale. In particolare era emersa la necessità di costituire un gruppo di lavoro per la verifica delle reali necessità, di natura infrastrutturale, logistiche e tecnologiche, emerse negli aeroporti italiani a seguito dell’incremento dei controlli.
Il Presidente Riggio, pertanto, ha invitato tutti gli operatori, richiamando anche la co-responsabilità degli stessi in tema di sicurezza, a continuare a mantenere sempre alta l’attenzione per garantire elevati livelli di security coniugati, il più possibile, all’efficienza dei servizi resi ai passeggeri.
In occasione dell’incontro odierno, infine, il Presidente Riggio si è fatto promotore di un’iniziativa per la quale ha chiesto la partecipazione di tutti gli scali: ha proposto che nel corso dell’anno Giubilare appena iniziato, vengano organizzate negli aeroporti italiani iniziative di arte e cultura che richiamino il tema della Misericordia.
A tal fine, nei prossimi mesi, informato il Ministro delle Infrastrutture e del Trasporti Graziano Delrio e il Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Dario Franceschini, verrà organizzato un incontro ad hoc per la presentazione di un calendario di iniziative incentrate su questo tema.

IL PRESIDENTE RIGGIO HA CHIESTO DI RIFERIRE AL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE IN PROGRAMMA LUNEDÌ 21 DICEMBRE IN MERITO ALL’INCONVENIENTE GRAVE DEL VELIVOLO AIR ITALY, DEL GRUPPO MERIDIANA, CHE HA PERSO UNA RUOTA IN FASE DI DECOLLO

Il Presidente dell’ENAC Vito Riggio ha chiesto al Direttore Generale Alessio Quaranta di riferire al Consiglio di Amministrazione, già in programma lunedì 21 dicembre, in merito all’inconveniente grave accaduto ieri ad un velivolo di Air Italy, del gruppo Meridiana, in partenza dall’Aeroporto di Catania, che ha perso una ruota del carrello dopo il decollo.
Il Presidente dell’ENAC ha chiesto l’attivazione di una verifica, per quanto di competenza dell’Ente, su quanto accaduto con conseguente accertamento delle responsabilità che hanno determinato l’inaccettabile episodio.
Nella relazione che verrà presentata lunedì al CdA, inoltre, il Presidente Riggio chiede che venga anche riferito quali rigorosi provvedimenti verranno adottati dall’Ente sia ad ulteriore garanzia della sicurezza aeronautica, che è e rimane il compito primario dell’ENAC, sia per evitare il ripetersi di simili gravi episodi.
L’ENAC rende noto, inoltre, che per lunedì 21 dicembre è fissato un incontro con i vertici di Meridiana e di Air Italy, mentre già da ieri è stata avviata la procedura per l’eventuale adozione di provvedimenti cautelari.
Oggi, peraltro, nell’ambito delle competenze istituzionali dell’ENAC e nel pieno rispetto di quelle proprie dell’ANSV, Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo, l’organismo titolato allo svolgimento delle inchieste tecniche su inconvenienti e incidenti aeronautici, due tecnici dell’ENAC si trovano presso gli uffici di Air Italy per la raccolta di dati relativi all’accaduto

Enac presenta il bilancio del 2014

L’ENAC, Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, ha presentato oggi, presso la sede del Senato della Repubblica di Palazzo Giustiniani, il Rapporto e Bilancio Sociale ENAC del 2014.
Il Rapporto ENAC, la cui pubblicazione è diventata dal 2007 una consuetudine annuale voluta dal vertice dell’Ente e che per la prima volta è stato redatto in italiano e in inglese, rappresenta una strumento per fornire, in un’ottica di trasparenza nei confronti delle Istituzioni e dei cittadini, una panoramica sul comparto dell’aviazione civile nazionale e, in particoalre, la sintesi delle attività svolte dall’ENAC nei vari settori di competenza, tra cui la sicurezza del volo intesa sia come safety sia come security, la pianificazione aeroportuale, la regolazione economica,l’ambiente, la qualità e i diritti dei passeggeri, l’attività internazionale, attività svolta anche in rappresentanza dello Stato italiano, lo spazio aereo, le nuove frontiere dell’aviazione, i mezzi a pilotaggio remoto, i cosiddetti droni.
A titolo di esempio, si annoverano tre aspetti di particolare rilievo per l’aviazione civile del nostro Paese nel corso del 2014, così come emerge dal Rapporto e come verrà in seguito illustrato con informazioni e dettagli:
 MEZZI A PILOTAGGIO REMOTO: Un vero e proprio boom del numero dei cosiddetti droni. Nel 2014 l’ENAC ha dato attuazione al Regolamento “Mezzi aerei a pilotaggio remoto” per rispondere alle esigenze di regolazione di questa innovativa categoria di mezzi aerei, nonché alla disciplina del loro utilizzo sia a livello amatoriale, sia a livello professionale.
 CRESCITA DEI DATI DI TRAFFICO: Invertendo la tendenza degli anni precedenti, nel 2014 il settore ha gradualmente ripreso la crescita. In Italia i passeggeri sono aumentati del 4,7% rispetto al 2013. Sono segnali che lasciano sperare nel superamento della crisi che negli ultimi anni ha colpito il trasporto aereo mondiale.
 CONSOLIDAMENTO DEI DATI DI SICUREZZA: A livello mondiale, il 2014 per la sicurezza aerea è stato un anno di stabilità, che ha visto consolidare gli ottimi risultati dell’anno precedente e, in particolare il dato di incidentalità nella regione Europea è rimasto costante rispetto al 2013 (0.15 incidenti per milione di voli).
L’incontro odierno, che si è svolto alla presenza di numerosi rappresentanti delle Istituzioni, dei referenti delle varie componenti del settore aereo e della stampa, è stato aperto dall’indirizzo di saluto del Presidente del Senato Pietro Grasso e dall’intervento del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio.

Il Presidente Riggio è intervenuto come relatore al XVI Seminario mondiale dei Cappellani dell’Aviazione Civile e ha partecipato all’Udienza papale di questa mattina

il Presidente dell’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile, Vito Riggio, è intervenuto come relatore nel pomeriggio di ieri, 11 giugno, al XVI Seminario Mondiale dei Cappellani Cattolici dell’aviazione civile e dei membri delle cappellanie aeroportuali che si è svolto a Roma il 10, 11 e 12 giugno e che è culminato con l’Udienza Papale di questa mattina.
Il Presidente Riggio, che ha partecipato anche all’Udienza con Papa Francesco nella Sala Clementizia del Palazzo Apostolico Vaticano, è stato l’unico relatore laico invitato ad intervenire al Symposium organizzato dal Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti presieduto da S. Em. Cardinale Antonio Maria Vegliò e che si è svolto con l’adesione dei Cappellani dei principali aeroporti del mondo
Nella sua relazione ha ricordato come la responsabilità di garantire, al possibile e con ogni sforzo, la sicurezza del volo, sia non solo un dovere costituzionale che attua il diritto alla mobilità previsto dalla nostra Costituzione, ma anche un obbligo morale inteso a salvaguardare il bene prezioso della vita e della salute di persone che affidano al mezzo aereo speranze, desideri, necessità, nel contesto di un sistema, come quello dell’aviazione civile, che ha regole internazionali applicate ovunque e con standard particolarmente elevati nel mondo occidentale.

Riunione in ENAC con i responsabili sicurezza delle compagnie aeree nazionali

Si è svolta ieri, 1° aprile 2015, presso la Direzione Generale dell’ENAC, la riunione convocata dal Presidente Vito Riggio con tutti gli operatori del settore sulla sicurezza del trasporto aereo in Italia, per riflettere insieme su eventuali proposte comuni scaturite dalle prime risultanze emerse dalla tragedia del 24 marzo al volo della Germanwings.
Hanno partecipato alla riunione i responsabili della sicurezza e delle operazioni di volo di tutte le compagnie aeree nazionali e delle principali compagnie elicotteristiche, ovvero i responsabili Accountable Manager, Flight Operation Post Holder, Safety Manager, CAMO Post Holder. Per l’ENAC, oltre al Presidente, sono intervenuti il Vice Direttore Generale Benedetto Marasà e il Direttore Centrale Attività Aeronautiche Fabio Nicolai.
In apertura di riunione il Presidente, a nome del Consiglio di Amministrazione, del Direttore Generale Alessio Quaranta, dei dipendenti dell’ENAC e di tutta la comunità aeronautica nazionale, ha rinnovato profonda vicinanza e cordoglio ai familiari e ai congiunti delle vittime del disastro aereo della compagnia Germanwings.
L’ENAC, in attesa dell’emanazione di eventuali modifiche ai Regolamenti Europei oggi in vigore, ha richiamato tutti gli operatori alla stretta osservanza di quanto raccomandato dalla EASA, l’Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea, con il Bollettino di Sicurezza emanato il 27 marzo u.s. che, fermo restando quanto emergerà dall’investigazione tecnica condotta dal BEA, l’ufficio di inchiesta degli incidenti aeronautici francese, ha dato indicazioni a tutti i vettori aerei affinchè in cabina di pilotaggio sia prevista sempre la presenza di almento due persone, durante tutte le fasi del volo.
Alla luce delle prime informazioni sulla dinamica dell’incidente della Germanwings, l’ENAC ha ritenuto necessario un incontro con gli operatori per riflettere con tutti gli attori del sistema sulle prime indicazioni sulle possibili cause dell’incidente e sulle misure di mitigazione delle criticità e dei rischi emergenti dall’evento.
Fermo restando l’eccellente attuale livello di sicurezza del volo in Italia, l’obiettivo di tutto il sistema, infatti, è il mantenimento e, se del caso, il rafforzamento dei requisiti di valutazione dell’idoneità psicofisica degli equipaggi di volo e di reclutamento, qualificazione e impiego degli stessi, raccordati e armonizzati a livello europeo.
A tal fine l’ENAC si appresta a costituire un tavolo tecnico che vedrà la partecipazione dell’Aeronautica Militare, i cui Istituti di medicina aerospaziale sono centri di eccellenza nel settore dell’accertamento dell’idoneità psicofisica del personale di volo militare e civile, degli altri Centri Aeromedici certificati dall’ENAC, e la collaborazione delle principali compagnie aeree e delle associazioni professionali del personale navigante, affinché vengano esplorate le possibili strade percorribili per incrementare gli ambiti di sicurezza, con particolare riferimento al fattore umano, e per prevenire, nei limiti del possibile, che accadano nuovamente tragedie come quella della Germanwings. Il tavolo verrà presieduto e coordinato dal Vice Direttore Generale dell’ENAC Benedetto Marasà.
Le prime risultanza del tavolo, che si riunirà i prossimi giorni, verranno  proposte in sede Comunitaria nella riunione dell’EASA Committee in programma il 22 e 23 aprile p.v. alla quale parteciperanno il Vice Direttore Generale Marasà e il Direttore Centrale Regolazione Tecnica Alessandro Cardi.

ENAC:Il Presidente dell’ENAC esprime soddisfazione per il processo che ha portato alla fusione delle società di gestione aeroportuale di Pisa e Firenze

Il Presidente dell’ENAC Vito Riggio esprime soddisfazione per il processo che ha portato alla fusione della società di gestione degli aeroporti di Pisa e Firenze, che realizza la previsione del piano degli aeroporti predisposto da ENAC già nel 2010 ed oggi riformulato intelligentemente dal Ministro Lupi, ormai in dirittura di arrivo dopo il parere della Conferenza Stato-Regione. Si complimenta con le due società.
Il Presidente Riggio desidera esprimere vivo apprezzamento nei confronti del Presidente della Regione Enrico Rossi al quale si deve l’originaria intuizione di costituire il polo della Toscana, destinato a divenire il terzo polo aeroportuale italiano con una previsione a breve di 11milioni di passeggeri e con rilevante investimento per circa 500 milioni già avviato con i finanziamenti della delocalizzazione dell’edilizia abitativa di Pisa e che proseguirà con il prossimo piano di sviluppo di entrambi gli aeroporti.
L’ENAC auspica che si realizzi un analogo disegno anche per gli altri poli aeroportuali individuati nel piano a partire dalla privatizzazione e fusione attorno agli aeroporti strategici come Palermo e Catania, Venezia Trevisio e Verona, Bergamo Brescia, Torino Malpensa.

​ENAC avvia verifica su disservizi della compagnia maltese FlyHermes per eventuali sanzioni

Con riferimento a ritardi e cancellazioni che hanno interessato alcuni voli della compagnia maltese FlyHermes, il Presidente dell’ENAC Vito Riggio ha chiesto al Direttore Generale Alessio Quaranta di avviare immediati accertamenti per verificare, ai fini dell’irrogazione di eventuali sanzioni, se la compagnia aerea abbia rispettato o meno il Regolamento comunitario 261 del 2004 in materia di assistenza e informazioni ai passeggeri in caso di ritardo prolungato, cancellazione del volo e negato imbarco.
Al fine di prevenire ulteriori disservizi, inoltre, l’ENAC contatterà anche l’omologa autorità per l’aviazione civile di Malta per chiedere vigilanza sull’applicazione da parte delle proprie compagnie aeree del Regolamento di riferimento per la tutela dei diritti dei passeggeri in modo da garantire regolarità ed efficienza del trasporto aereo.

Consiglio Amministrazione ENAC delibera bilancio previsione 2015 e prende atto dati su 2014 che si chiuderà con avanzo di bilancio

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che durante il Consiglio di Amministrazione che si è svolto il 19 dicembre 2014, tra i vari punti all’ordine del giorno sono state assunte le seguenti determinazioni e delibere e trattati i temi qui riportati.
 BILANCIO DI PREVISIONE 2015 E DATI SU ANDAMENTO POSITIVO 2014
 COMUNICAZIONE DEL PRESIDENTE RIGGIO IN MERITO ALLA RINUNCIA AL PROPRIO COMPENSO ANCHE PER IL 2015
In sede di deliberazione del bilancio di previsione del 2015 sono stati presentati in Consiglio di Amministrazione anche i dati dell’andamento del bilancio 2014 che dovrebbe chiudersi con un avanzo di amministrazione.
Il Consiglio di Amministrazione ha espresso pertanto apprezzamento per l’andamento positivo dell’amministrazione del Direttore Generale Alessio Quaranta la cui gestione nel corso degli anni è stata caratterizzata da avanzi costanti di bilancio, messi sempre a disposizione del Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture.
Il Presidente Vito Riggio nel corso del Consiglio ha confermato che, come già accaduto per il periodo 2013-2014, anche per l’anno 2015 intende svolgere l’incarico a titolo gratuito, fatto salvo il rimborso delle spese.
Ha chiesto, pertanto, alla luce del bilancio in attivo dell’Ente, che i circa 135.000 Euro lordi del proprio compenso siano devoluti, anche per il 2015, a favore di borse di studio per studenti e ricercatori nel settore dell’aviazione civile.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner