Articoli marcati con tag ‘vulcano’

Controlli ENAC su voli non autorizzati sul vulcano Stromboli e sulle isole Eolie

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto che sono in corso delle verifiche su alcuni voli non autorizzati sul vulcano Stromboli e sulle isole Eolie realizzati in violazione della normativa vigente.
In particolare, un volo della tratta Panarea – Stromboli – Panarea effettuato con un elicottero, e oggetto anche di un servizio andato in onda domenica 27 settembre nel corso della trasmissione Le Iene, era stato segnalato all’ENAC il 16 settembre dallo stesso esercente dell’elicottero, E+S AIR, operatore titolare della licenza attraverso cui opera la società Air Panarea.
Nell’immediato l’ENAC aveva disposto il fermo dell’elicottero per controlli tecnici per presunto volo su nube vulcanica, convocato la società, acquisito una relazione del pilota e programmato un’ispezione straordinaria a Panarea.
Le operazioni sulla base di Panarea e l’aeronavigabilità dell’elicottero sono tuttora sospese in attesa di integrazioni richieste alla società.
Peraltro, alla luce di quanto emerso dal servizio realizzato da Le Iene, l’ENAC è nuovamente intervenuto sull’operatore chiedendo:
- di estendere l’ispezione sull’elicottero al fine di verificare il corretto stato di aeronavigabilità;
- di segnalare le azioni intraprese o da intraprendere nei confronti del pilota per aver operato al di fuori dei limiti consentiti dal manuale operativo con manovre non autorizzate;
- di comunicare le azioni messe in atto dall’impresa per assicurare che le operazioni di volo avvengano nel rispetto delle procedure e degli standard dell’operatore per la tipologia di voli effettuati.
Per completare le valutazioni in corso da parte delle direzioni ENAC competenti su questi temi, l’Ente ha richiesto alla redazione del programma Le Iene il filmato integrale girato dagli inviati, senza tagli né montaggi, per un riscontro rispetto a quanto riferito dall’operatore e dal pilota.

Nube vulcanica, vademecum per i passeggeri sul sito Enac

L'Enac ha pubblicato sul proprio sito i diritti dei passeggeri in caso di eventi eccezionali

Per consentire ai passeggeri di affrontare preparati i disagi al traffico aereo che la nube islandese potrebbe determinare, l’Enac ha diffuso attraverso il sito www.enac.gov.it i diritti che li tutelano nelle circostanze eccezionali.

Ecco alcuni consigli utili. Prima di recarsi in aeroporto, accertarsi che il volo sia regolarmente operato. In caso di cancellazione, si ha diritto al rimborso del biglietto o al trasferimento verso la meta finale il prima possibile, anche con mezzi diversi; mentre se il ritardo del volo supera le 5 ore si potrà rinunciare al volo e farsi rimborsare il biglietto. Nel caso di ritardi in aeroporti dell’Ue, si avrà poi diritto all’assistenza da parte della compagnia aerea: pasti e bevande e, se necessario, pernottamento. Se infine il disagio è provocato da un evento al di fuori del controllo della compagnia aerea, come la nube vulcanica, non si ha diritto a compensazione pecuniaria ma al rimborso, al trasferimento verso la destinazione finale e all’assistenza.  

Ulteriori informazioni sulla home page dell’Enac.

Islanda, chiusi gli aeroporti di Amburgo e Brema, Berlino a rischio

Voli a rischio fino al weekend

Sono chiusi da questa mattina gli scali di Amburgo e Brema, nel nord della Germania, a causa del passaggio della nube di cenere vulcanica proveniente dall’Islanda.

L’autorità tedesca per la sicurezza aerea (Dfs) non esclude che nelle prossime ore possano essere chiusi anche gli scali di Hannover e Schoenefeld e Tegel a Berlino.

La concentrazione di cenere “ha superato i valori consentiti” di due milligrammi per metro cubo d’aria, ha fatto sapere la Dfs in un comunicato.

Nessun rischio chiusura per gli aeroporti di Dusseldorf, Francoforte e Monaco di Baviera, in quanto la nube transiterà solo sul nord della Germania e dovrebbe lasciare il Paese già nella tarda serata di oggi. Sarà comunque una settimana fortemente incerta in tutta Europa per quanto riguarda il trasporto aereo, anche se è escluso per il momento un blocco totale come quello messo in atto in via precauzionale l’anno scorso. Intanto ieri sono stati sospesi i voli sopra la Scozia.

La nube di cenere potrebbe raggiungere oggi la Scozia.

Il vulcano più grande d'Islanda ha ripreso l'attività. Le tre colonne di fumo impediscono il volo degli aerei.

La nube di cenere dal più grande vulcano dell’Islanda, secondo la Eurocontrol, dovrebbe raggiungere il nord della Scozia oggi e, se l’attività continuasse, potrebbe raggiungere la Francia e il nord della Spagna entro giovedì.

Non sono previste chiusure degli aeroporti eccetto quelli islandesi. Tutte le compagnie sono tenute a monitorare gli uffici metereologici britannici.

Islanda, il risveglio del vulcano. Paura nube nei cieli d’Europa

Si riattiva il Grimsvotn

Si è risvegliato ieri il Grimsvoton, il più grande vulcano d’Islanda. Chiuso temporaneamente lo spazio aereo islandese. Ed è già allarme nube di cenere, ricordando l’eruzione dell’Eyjafjallajokul, che l’anno scorso paralizzò il traffico aereo di mezza Europa per un paio di settimane.

Al momento la situazione non sembra così grave. Da sabato scorso il Grimsvotn ha iniziato a emettere una densa colonna di fumo bianco che ha raggiunto i 15 chilometri di altezza, ma gli esperti escludono, al momento, una nuova emergenza come quella dell’aprile 2010.

La nube del vulcano islandese potrebbe raggiungere la Scozia e altre parti della Gran Bretagna, Francia e Spagna tra domani e venerdì, se l’eruzione continuasse con la stessa intensità. Ma si tratta di polveri più pesanti, rispetto a quelle del vulcano Eyjafjallajokul, quindi è probabile che restino sospese nell’atmosfera meno a lungo. Inoltre l’attività del Grimsvotn sembra in diminuzione. Lo ha dichiarato una portavoce del servizio meteorologico islandese.

Resta comunque “impossibile” prevedere “come sarà tra 24 ore”. Secondo l’esperta, l’evoluzione storica delle eruzioni del vulcano avvenute tra il 1922 e il 2004 rafforza l’ipotesi che l’attività eruttiva possa calmarsi presto. L’ultima eruzione del Grimsvotn risale al 2004.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner