Articoli marcati con tag ‘windjet’

Enac: Estate 2012 in leggera flessione

Leggera flessione del traffico aereo passeggeri e crisi Wind Jet: questi i punti salienti del bilancio della stagione estiva 2012 presentato nella mattinata di oggi dal Presidente dell’Ente
Nazionale per l’Aviazione Civile Vito Riggio, dal Direttore Generale Alessio Quaranta e dal Sottosegretario del Ministero Infrastrutture e Trasporti Guido Improta.
Nel corso della conferenza stampa organizzata dall’Enac, a cui hanno partecipato anche i rappresentanti delle principali associazioni del comparto, sono stati illustrati i dati di traffico
della stagione, con un focus sulla vicenda Wind Jet, sulla gestione dei passeggeri in possesso di biglietti e sulle attività poste in essere dall’Enac.

DATI DI TRAFFICO DI ROMA FIUMICINO E DI MILANO MALPENSA
Il traffico passeggeri nel corso dell’estate, così come avvenuto in altri Paesi a causa dello stato di crisi economica, ha registrato una flessione del numero dei passeggeri.
Nello specifico, questi i numeri più significativi dei due principali scali italiani:
Roma Fiumicino dal 21 giugno al 21 settembre ha gestito quasi 11.500.000 passeggeri, con una flessione dello 0,4% rispetto all’anno precedente.
A Milano Malpensa, dall’inizio di giugno a fine settembre, si sono registrati oltre 7.000.000 di passeggeri, con una diminuzione media di circa 4,8 punti percentuale sul traffico passeggeri
degli stessi mesi del 2011.

Windjet, Enac smentisce la ripartenza

Windjet riparte o no?

Caso Windjet, Enac smentisce newco e ripartenza della compagnia sospesa lo scorso agosto, a un passo dal fallimento. A neanche due mesi dallo stop dei voli, annunci e smentite sulla ripresa dell’attività del vettore siciliano continuano a rincorrersi. Solo pochi giorni fa il quotidiano La Sicilia dava per imminente l’arrivo sul mercato nazionale di una nuova low cost, nata dalle ceneri di Windjet.

L’Enac, però, non ha ricevuto nessuna richiesta in merito. “Ad oggi – dichiara l’Ente di Aviazione civile – non è stata presentata nessuna istanza né per la ripresa delle operazioni né per il rilascio di una nuova Licenza e di un nuovo Certificato di Operatore Aereo”. Qualora Wind Jet presentasse una domanda per la ripresa delle operazioni, o per la costituzione di una nuova compagnia, “l’Enac effettuerà le verifiche approfondite previste dai Regolamenti europei sulla sussistenza dei requisiti economico-finanziari e tecnico-operativi a garanzia della sostenibilità del vettore”. Niente di fatto, per ora, dunque.

L’Enac si prepara all’azione legale contro WindJet

A seguito affermazioni fortemente denigratorie e false apparse sugli organi di stampa in  merito all’operato dell’Enac in relazione alla vicenda Wind Jet, l’Ente Nazionale per
l’Aviazione Civile, nel ribadire di non aver ricevuto, ad oggi, alcuna istanza da Wind Jet per riavviare le attività o per costituire una NewCo, rende noto di aver dato mandato alla propria
struttura legale di verificare gli estremi per una querela, a tutela dell’immagine e del buon nome dell’Ente, nonché dell’operato dei propri dipendenti.

Windjet ci riprova, nuovo marchio e nuove rotte

Windjet riparte a dicembre

Si chiama Aereo Linee Siciliane la compagnia risorta dalle ceneri di Windjet, defunta (o almeno in stato comatoso) dallo scorso agosto. Il nuovo vettore low cost dovrebbe ripartire dai primi di dicembre. La Newco – si legge sul quotidiano La Sicilia – coprirà per il momento tratte nazionali con quattro aeromobili.

Secondo quanto riportato dal giornale, l’Enac avrebbe riassegnato alla compagnia aerea i diritti di traffico per la stagione 2012-2013. L’autorizzazione sarebbe arrivata per fax nei giorni scorsi, in via provvisoria, dopo la sospensione effettuata durante l’estate.

Nei prossimi giorni il presidente di Windjet, Nino Pulvirenti, verserà la maggioranza del capitale sociale della Newco, della quale potrebbe fare parte anche la Regione Siciliana, come annunciato ieri dal governatore Raffaele Lombardo, attraverso l’Irfis-FinSicilia, la finanziaria dell’Ente.

Wind Jet e le altre, estate nera per gli aerei

Wind Jet si è autosospesa

Estate nera per gli aerei, sia dal punto di vista dei passeggeri che dell’industria del volo. A gettare nello scompiglio i turisti non solo il caso Wind Jet, ma scioperi, cancellazione di voli e ritardi. E ad oggi il destino di molte compagnie resta appeso ad un filo sottile.

WIND JET, PASSATO E FUTURO. Ancora nessuna buona nuova sul fronte Wind Jet. Dopo una stagione di tribolazioni, tra annunci di acquisizione e voci di fallimento, la compagnia siciliana è ancora appesa ad un ipotetico piano di salvataggio. Fallita la trattativa per l’acquisizione da parte di Alitalia, che aveva tenuto banco fino ai primi di agosto, Wind Jet si è autosospesa il 13 dello scorso mese, in via cautelativa. Oltre 300 i voli cancellati, più di 50mila i passeggeri lasciati a terra (e recuperati da altre compagnie aeree con un sovrapprezzo). Solo la scorsa settimana sembrava essersi aperta una luce in fondo al tunnel: una cordata di imprenditori si era fatta avanti per salvare il salvabile e rilanciare Wind Jet. Finché, nel giorno in cui il piano sarebbe dovuto arrivare sul tavolo del ministro dello Sviluppo Corrado Passera, la gelata: ritiro dell’offerta e cambio di rotta. La cordata si sarebbe orientata piuttosto sul lancio di una nuova compagnia aerea.

CASSA INTEGRAZIONE. Nel frattempo è stato dato il via libera alla cassa integrazione per i 504 dipendenti del vettore catanese. Sul futuro e su eventuali garanzie occupazionali, però, nessuno osa ancora esprimersi.

CORSI E RICORSI. Wind Jet dovrà ora rispondere anche alle invettive del Codacons, che ha già depositato un esposto-denuncia per truffa e appropriazione indebita dei soldi dei biglietti e insolvenza fraudolenta da parte della compagnia aerea ai danni dei clienti. “Al momento della conclusione dei contratti con i singoli consumatori – si legge nella diffida – la Wind Jet era già pienamente cosciente della pericolosa situazione che la vedeva coinvolta, eppure, in spregio alle norme a tutela del contraente, concludeva ugualmente i contratti che sapeva di non essere in grado di onorare”. E adesso si profila una class action. Leggi il resto di questo articolo »

Enac garantisce la riprotezione dei voli WindJet

Enac comunica che  ha incontrato le compagnie aeree, Alitalia, Meridiana-Air Italy, Livingston e Blue Panorama, che stanno operando per la riprotezione dei passeggeri di Wind Jet.
Nel corso della riunione i vettori hanno informato l’Ente che l’attività di riprotezione dei passeggeri Wind Jet, fino alla data odierna, ha garantito voli sostitutivi per oltre 40.000 passeggeri in possesso di un biglietto della compagnia catanese.
Allo stato attuale,in base agli elenchi dei biglietti venduti fino al 10 agosto, forniti da Wind Jet, per tutta la parte rimanente della stagione di traffico estiva (fino al 27 ottobre p.v.), l’attività di riprotezione dovrebbe coinvolgere ulteriori 133.000 passeggeri, di cui quasi 100.000 fino a metà settembre.
Per tale ragione è stato concordato con le compagnie aeree di proseguire i voli speciali
dedicati al trasporto dei passeggeri  Wind Jet fino a domenica 16 settembre, continuando ad
applicare le tariffe agevolate. Il programma dei voli sostitutivi previsti sarà pubblicato quanto
prima sul sito www.enac.gov.it e su quelli delle singole compagnie.
Dal 17 settembre fino al 27 ottobre i passeggeri in possesso dei biglietti Wind Jet potranno
volare sui voli del normale operativo delle varie compagnie aeree, continuando ad usufruire
delle stesse tariffe speciali, utilizzando i posti disponibili nei voli verso le destinazioni
originariamente previste.
I voli speciali verso la Russia e l’Ucraina continueranno fino a tutto il 27 ottobre.
L’Enac raccomanda, pertanto, ai possessori di biglietti Wind Jet di contattare
tempestivamente i numeri dedicati all’assistenza dei vari vettori per prenotare la riprotezione
a tariffe agevolate dopo il 16 settembre.
Inoltre, nel corso della riunione, sono state richiamate e condivise tra tutti i presenti, le
modalità di applicazione delle tariffe agevolate e affrontati i casi più rilevanti di difformità
segnalati all’Enac dai passeggeri.
L’Enac ha ribadito la necessità di una puntuale applicazione delle procedure convenute e
continuerà a fornire alle compagnie aeree i dettagli delle segnalazioni ricevute.
Le compagnie si sono impegnate a contattare i passeggeri che hanno corrisposto tariffe
difformi rispetto a quelle pubblicizzate, attivando le procedure di rimborso nei casi dovuti.

Enac convoca Wind Jet

Con riferimento alla trattativa in corso tra le compagnie aeree Alitalia e Wind Jet, l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile ha preso atto del proseguimento della trattativa stessa e dei prospettati positivi sviluppi della negoziazione che l’Enac, comunque, richiede venga formalizzata il più presto possibile.
Ciò premesso, l’Enac, nel continuare a monitorare l’evolversi della situazione, rende noto di aver convocato oggi, giovedì 9 agosto, la compagnia Wind Jet.
Motivo della convocazione è quello di verificare che la società Wind Jet assuma formali garanzie affinché anche nel periodo che potrebbe intercorrere tra la stipula dell’accordo e la decorrenza dello stesso, venga definito e rispettato un efficiente piano operativo che eviti cancellazioni e ritardi prolungati dei voli e i conseguenti disservizi per i passeggeri.
A tal fine l’Enac, infatti, effettuerà un monitoraggio giornaliero sull’operativo della compagnia e sul rispetto dei Regolamenti Comunitari che tutelano i diritti del passeggero riservandosi, se nel caso, ogni intervento a garanzia degli stessi.
L’Enac auspica che si trovi un accordo definitivo in tempi rapidi, in modo da dare certezza agli utenti dell’utilizzo dei propri biglietti, proprio nel periodo di maggior traffico aereo dell’anno.

Via libera “condizionato” dell’Antitrust all’acquisizione di Wind Jet da parte di Alitalia

Via libera “condizionato” dell’Antitrust all’acquisizione di Wind Jet da parte di Alitalia. L’Autorità ha infatti deciso di autorizzare l’operazione subordinandola a misure «in grado di eliminare gli effetti anticoncorrenziali che si sarebbero altrimenti creati sulle rotte Catania-Milano, Palermo-Milano e Catania-Roma». In particolare, per le quattro stagioni Iata successive alla stagione Summer 2012 attualmente in corso, Alitalia dovrà rilasciare sulla rotta Catania-Milano Linate fino a 2 coppie di slot (equivalenti a due diritti di decollo e due diritti di atterraggio), corrispondenti ai voli operati da Wind Jet nelle stagioni Iata Summer2012 e Winter 2011/2012; sulla rotta Palermo-Milano Linate 1 coppia di slot (equivalente a un diritto di decollo e un diritto di atterraggio), corrispondente ai voli operati da Wind Jet nelle stagioni Iata Summer2012 e Winter 2011/2012; sulla rotta Catania-Roma Fiumicino fino a 2 coppie di slot (equivalenti a due diritti di decollo e due diritti di atterraggio), corrispondenti ai voli operati nelle fasce della mattina (7-9) e della sera (19-21) da Wind Jet nelle precedenti stagioni Iata Summer2012 e Winter 2011/2012. L’allocazione degli slot, spiega l’Antitrust, «dovrà essere gestita da un soggetto terzo (monitoring trustee), indipendente da Alitalia, che non sia esposto a conflitti di interesse» che sarà selezionato da Alitalia entro 30 giorni e la scelta dovrà essere approvata dall’Autorità. Il monitoring trustee raccoglierà le richieste dei vettori concorrenti (i quali dovranno essere privi di legami societari, finanziari e commerciali con Alitalia e non facenti parte dell’alleanza SkyTeam) che dovranno contemplare l’impegno ad operare, per almeno quattro stagioni Iata, i voli sugli slot richiesti con vincolo di destinazione sulle corrispondenti rotte interessate. Sarà il monitoring trustee, nei casi di effettiva indisponibilità di slot negli scali individuati, a decidere a chi assegnare gli slot che Alitalia è obbligata a rilasciare, sulla base di una procedura comparativa che tenga conto di una serie di requisiti dei potenziali acquirenti, quali i business plan, le caratteristiche del vettore, i piani commerciali e tariffari, nonché l’ampiezza del network operato anche con riguardo alla modalità di allocazione degli slot eventualmente detenuti sullo scalo oggetto della richiesta. Alitalia dovrà presentare all’Autorità una relazione illustrativa sull’ottemperanza delle misure prescritte entro il termine di due settimane successive all’inizio di ogni stagione Iata, con periodicità fino alla stagione Iata Summer 2014.

Enac convoca WindJet

L’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile rende noto di aver convocato con urgenza la compagnia aerea Wind Jet in merito ai recenti disservizi che si sono verificati in particolare su voli da e per Palermo e che hanno comportato notevoli disagi ai passeggeri.
La convocazione dell’Enac è volta a chiarire le motivazioni che hanno comportato i disservizi e a verificare il mantenimento dei requisiti della compagnia rispetto alla capacità operativa.

Alitalia, operazione Windjet sotto la lente dell’Antitrust

L'Antitrust si attiva sull'operazione Windjet

Luce puntata sull’acquisizione di Windjet da parte di Alitalia: l’Antitrust ha avviato un’istruttoria per verificare se l’operazione vada contro la concorrenza nei cieli europei. Secondo l’Antitrust, infatti, la manovra determina una sovrapposizione fra le attività di Alitalia-CAI e WindJet su nove rotte nazionali, con quote di mercato significative: si tratta dei collegamenti Catania-Bologna; Catania-Milano Linate; Catania-Milano Malpensa; Catania-Pisa; Catania-Roma; Catania-Venezia; Palermo-Milano; Palermo-Roma; Palermo-Torino. Nel conto anche il valore concorrenziale dell’acquisizione, da parte di Alitalia-Cai, di nuovi slot su uno scalo, quale quello di Milano Linate, dove gli slot sono contingentati a causa di vincoli strutturali e regolamentari: Alitalia-CAI potrebbe infatti, nell’ambito delle proprie strategie di competizione nei confronti dei concorrenti, modificare la destinazione degli slot di WindJet. L’istruttoria dovrà concludersi entro 45 giorni.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner