Articoli marcati con tag ‘Zeno D’Agostino’

Il porto di Trieste alla fiera Transport Logistic di Monaco di Baviera

La vocazione di Trieste è servire la Baviera. Puntiamo tutto sui collegamenti ferroviari. Questo è il messaggio chiave che assieme ai nostri operatori stiamo dando ai partner e potenziali investitori alla Fiera Transport Logistic di Monaco”. Parole di Zeno D’Agostino, Commissario dell’Autorità Portuale di Trieste che sta tracciando la nuova rotta per il porto giuliano: integrare lo scalo con i sistemi logistici del territorio della Regione Friuli Venezia Giulia in un’ottica di port-regionalization e investire tutto sui collegamenti ferroviari per rilanciare Trieste su scala internazionale con un occhio di riguardo verso il Centro Est Europa.
Visione business-oriented quella di D’Agostino: “I porti sono solo il primo anello di una catena logistica ben più complessa. Le infrastrutture a potenziamento del porto sono importanti. Senza i collegamenti a terra un porto non si può sviluppare. Per questo stiamo lavorando sia all’ottimizzazione della rete ferroviaria interna, sia al potenziamento del settore intermodale e combinato con l’obiettivo di migliorare la frequenza dei servizi ferroviari verso il Nord-Est Italia e Centro-Est Europa per offrire le migliori tariffe e tempistiche di percorrenza”. Il Porto di Trieste dispone di una rete ferroviaria interna (70 km di binari) integrata con la rete nazionale e internazionale, che permette a tutte le banchine di essere servite da binari con possibilità di smistamento e/o composizione dei treni direttamente nei vari terminali. Adriafer, la società controllata dall’APT che gestisce le manovre ferroviarie nel porto, ha movimentato 4.500 treni nel 2014 e prevede di manovrarne più di 4.800 nel 2015. Entro maggio inoltre partirà un nuovo treno di collegamento con Budapest via Villa Opicina, e vi sarà un incremento dei treni container per Monaco e Ulm.

“Ben evidente quindi – continua D’Agostino – che la nostra promozione in fiera sia in chiave ferroviaria. Abbiamo tre giorni fitti di appuntamenti per promuovere il nostro porto ed il sistema logistico regionale.
Ieri abbiamo incontrato i rappresentanti delle Ferrovie polacche con cui stiamo definendo una partnership per lo sviluppo di un nuovo collegamento diretto per Katowice”.
Tra i vari appuntamenti di oggi, D’Agostino ha incontrato l’amministratore delegato di Rail Cargo Austria Eric Regter, con il quale ha discusso sui futuri sviluppi del traffico ferroviario sulle direttrici del Centro-Est Europa. Sono seguiti dei meeting con Trenitalia, l’interporto di Norimberga, la DB Schenker, il porto di Duisburg, l’associazione degli spedizionieri del Baden-Wuerttemberg.
Rilevante anche la presenza degli operatori turchi in fiera. Ciò dimostra il loro crescente interesse verso l’Europa Centrale, e di conseguenza il ruolo strategico che Trieste gioca quale principale porta di accesso della Turchia verso questi mercati. “La progressiva crescita del trasporto ferroviario dei semirimorchi e delle casse mobili, grazie alla repentina ripresa dell’interscambio commerciale tra il Centro Europa e la Turchia, attuata in particolare dai principali gruppi logistici che operano attraverso i terminal RO-RO del nostro scalo, non fa che dimostrare la fiducia su Trieste” spiega D’Agostino.
“Da evidenziare che ci sono state anche molte richieste di approfondimento per i nostri futuri piani di sviluppo. A molti partner stranieri interessa investire sul nostro porto, ma vogliono tempi certi. Per questo la partita del piano regolatore è fondamentale”.
Nel pomeriggio presso lo stand della Regione FVG, è avvenuta la consegna della bandiera del Porto di Trieste ai vertici del DUSS-Terminal Muenchen-Riem, a sottolineare il legame che unisce lo scalo giuliano con il principale terminal ferroviario di Monaco. A seguire un appuntamento di networking con intermezzo musicale per i clienti, partner e le istituzioni organizzato dagli operatori triestini, tutti molto soddisfatti dell’esito della kermesse che si concluderà domani.

IL COMMISSARIO DELL’APT ZENO D’AGOSTINO NOMINATO PRESIDENTE DI TRIESTE TERMINAL PASSEGGERI

Zeno D'Agostino, Commissario dell'Autorità Portuale di Trieste è stato nominato
Presidente della Trieste Terminal Passeggeri, durante l'assemblea dei Soci svoltasi
questa mattina presso la Stazione Marittima.
Dopo l'approvazione del bilancio d'esercizio 2014, si è proceduto al rinnovo delle
nomine dei Consiglieri e del Presidente.
Per quanto riguarda la nomina dei Consiglieri, l'Autorità Portuale  - che detiene il
40% delle quote della società - ha indicato il nome di Edi Kraus, Assessore alle
Attività Produttive del Comune di Trieste.
TAMI società  privata che possiede il rimanente 60%, e a cui spetta la nomina
dell'AD, ha confermato sia l'incarico a Franco Napp quale Amministratore Delegato
sia ai Consiglieri Aldo Rigo e Beniamino Maltese. La durata degli incarichi sarà
circoscritta ad un esercizio.

D'Agostino che ha deciso di rinunciare al compenso di 25.000,00 euro previsto per
l'incarico di Presidente, ha affermato "L'Autorità Portuale vuole essere pienamente
partecipe allo sviluppo degli indirizzi strategici e operativi della TTP che svolge
servizi di interesse generale per la gestione dell'attività terminalistica
passeggeri. In questo momento delicato per la società, vogliamo dare un segnale
forte, perché è forte il potenziale del settore crocieristico per Trieste, se
gestito adeguatamente. Inoltre avere la presenza di un rappresentante del Comune
come Edi Kraus, sarà fondamentale visto il diretto impatto economico di questo
business sulla città e il territorio circostante".

PORTI: SERRACCHIANI, COMPETENZE D’AGOSTINO UTILI PER SVOLTA A TRIESTE

“Accogliamo con molto favore la nomina di Zeno D’Agostino a commissario
dell’Autorità portuale di Trieste: le sue competenze tecniche di grande
livello saranno utili per permettere allo scalo di compiere una svolta di
cui si sentiva la necessità”. Lo ha affermato la presidente del Friuli
Venezia Giulia, commentando la firma dal parte del ministro dei Trasporti
Maurizio Lupi del decreto di nomina del commissario.

“Le attitudini professionali di D’Agostino - ha aggiunto Serracchiani -
saranno messe al servizio delle fondamentali esigenze del porto, che deve
essere aperto all’internazionalizzazione in sintonia con la vocazione
storica di Trieste, e che ha bisogno di ristabilire i legami con
l’entroterra e con le finalità trasportistiche dei soggetti incardinati sul
territorio. In una congiuntura in cui la competitività è generata anche
dalla massa critica, occorre che l’idea di porto-regione diventi effettiva
e D’Agostino ha le qualità per lavorare guardando a questo obiettivo”.

Interporto di Bologna: Zeno D’Agostino è il nuovo Direttore

Il nuovo Direttore dell’Interporto di Bologna, Zeno D'Agostino

Zeno D’Agostino raccoglie il testimone da Pietro Spirito, ormai ex Direttore dell’Interporto di Bologna, che per ragioni personali, e non certo legate al ruolo e alla Società che dirigeva, ha rinunciato al suo mandato per rientrare nella capitale dove attualmente ricopre la carica di Direttore Centrale Operativo di ATAC SpA.

Il Consiglio d’Amministrazione di Interporto Bologna SpA ha salutato Pietro Spirito con grande rammarico soprattutto per il valoroso lavoro messo in campo nei due anni di dirigenza, non certo semplici dal punto di vista economico, durante i quali la Società ha potuto riposizionarsi sul mercato affermando ancor di più il suo ruolo di infrastruttura strategica al servizio del trasporto e della logistica.

L’impegno dell’ex Direttore ha permesso di registrare risultati estremamente positivi sia dal punto di vista ferroviario/intermodale, lì dove l’Interporto accoglie oggi ben 7 società ferroviarie, sia dal punto di vista immobiliare con la recente vendita di un edificio logistico di 22.000mq e l’inizio di trattative con primari operatori del trasporto internazionali relative a nuove realizzazioni su superfici altrettanto importanti.

Zeno D’Agostino, Amministratore Delegato di Logica Campania ed ex Segretario Generale dell’Autorità Portuale di Napoli, – è sicuramente degno sostituto di Pietro Spirito – ha affermato il Presidente della Società Interporto Bologna Spa Alessandro Ricci a margine della nomina – e sarà più che mai in grado di portare avanti il lavoro del suo predecessore aggiungendovi quel valore aggiunto che gli deriva dal suo percorso professionale.

Implementare lo scenario intermodale dell’Interporto, intensificando il dialogo con i porti, potenziare ulteriormente lo sviluppo, la ricerca e la messa a punto di progetti innovativi, investire nel marketing e nella comunicazione, allineare lo sviluppo immobiliare ai nuovi scenari logistici, sono solo alcuni aspetti che caratterizzeranno la nuova gestione e che saranno in grado di rafforzare ancor di più la posizione dell’Interporto di Bologna a livello internazionale.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

DALLE AZIENDE
Video News
Pit stop

Guidare senza patente di guida, da oggi non sarà più reato

Seguendo alcune trasmissioni televisive, in qui era presente il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, si è appreso che la cancellazione del reato di guida senza patente è ormai imminente. Da f[...]
Leggi l'articolo e ascolta o scarica l'intervista...
Dai nostri blog
Link consigliati
Categorie
Dai nostri partner